Skip to content

LA STRUTTURA

Ci siamo resi conto dall’interesse mostrato per il sito http://www.savescientology.com che parecchi Scientologist non erano a conoscenza della struttura corporativa che L. Ron Hubbard aveva delineato e messo in atto prima di andare. Certo la maggioranza degli Scientologist pensano che LRH abbia investito David Miscavige come suo legittimo successore e che abbia delegato a lui la guida di Scientology. Niente di più falso esiste sulla faccia della terra. E’ ovvio che, se provaste a chiedere a qualcuno nella vostra Org locale informazioni o prove  sulla cosa, vi trovereste molto presto in guai seri o comunque qualche OSABOY vi avvicinerebbe con l’immancabile pacco di DEAD AGENT e vi mostrerebbe che in realtà LRH ha dato il comando di Scientology a DM. Ma non potranno farvi vedere nulla di scritto da LRH che avvalori questa “tesi”, al massimo quello che vi faranno vedere …. e non toccare, per farvi credere che quella sia la verità, è di solito una Dichiarazione Giurata fatta da LRH (ma che in realtà venne scritta da David Miscavige – che era a capo della All Clear Unit e poi fatta firmare o meglio impronta digitalizzare da L. Ron Hubbard) nella quale LRH afferma che David Miscavige è un suo fidato amico e che si prende egregiamente cura dei suoi affari. Il motivo per cui LRH fece quella Dichiarazione Giurata, era che il figlio maggiore Ron De Wolf conosciuto anche come Nibs Hubbard, che Ron ebbe dalla sua prima moglie Margaret Louise Grubb nel 1934, gli fece causa nel 1982 affermando che il padre LRH era scomparso e che fosse tenuto in segregazione contro la sua volontà. LRH per dissipare ogni dubbio rese noto attraverso quella sua dichiarazione che era in buona salute e che i suoi affari erano egregiamente curati da DM, che invece Nibs accusava del contrario.

Ma quella è un’altra storia, ho voluto menzionarla perchè è quanto viene usato per far sembrare che LRH abbia demandato tutto a Miscavige. LRH invece sapeva bene che Scientology non doveva cadere nelle mani di una singola persona perchè sarebbe stato estremamente rischioso, quindi si preoccupò di stilare un progetto e di creare diverse corporazioni in modo da bilanciare i poteri ed i controlli così che la tecnologia potesse rimanere inalterata e che Scientology potesse col tempo raggiungere gli scopi per cui era stata da lui ideata. La struttura corporativa ed i vari aspetti legali di questa operazione non sono “semplici” perchè devono essere espressi in termini “legali” e quindi molti aspetti tecnico-legali risultano prolissi ed a volte di difficile comprensione per chi non sia avvezzo a queste terminologie. Questo nostro sunto tenderà quindi a semplificare il più possibile la cosa anche se deve essere chiaro che la struttura doveva assolutamente “reggere” qualsiasi possibile aspetto ed è stata e doveva essere architettata utilizzando quelle terminologie.

E quindi c’è un’altra domanda a cui gli Scientologist non hanno risposta? Provate a chiedere alla vostra Org: “Cos’è CST? Chi c’è a capo di Scientology?”. Certo tutti conoscono RTC ma in pochissimi conoscono l’esistenza di CST.

Da wikipedia:

La Church of Spiritual Technology, conosciuta anche come  CST, è una società non a scopo di lucro per l’articolo 501(c)(3) della California, creata nel 1982, che possiede tutti i Diritti d’Autore (copyrights) realtivi al patrimonio di L. Ron Hubbard. CST utilizza il nome “L. Ron Hubbard Library” per condurre i propri affari. L’ organizazione ottiene le sue entrate grazie alle royalty che le vengono pagate per le licenze date sui materiali di cui possiede i diritti d’autore di  Dianetics e  Scientology alle  organizzazioni di Scientology connesse ed  approvate dal Religious Technology Center, e dalla sua organizzazione sussidiaria totalmente di sua proprietà ma a scopo di lucro denominata Author Services Inc. che pubblica e promuove i lavori letterari di Hubbard.

Quindi già da qui si evince che l’organizzazione superiore a tutte le altri in Scientology è CST. CST possiede tutti i DIRITTI D’AUTORE e li ha dati in licenza ad RTC ed RTC a sua volta da in licenza gli stessi alle Organizzazioni inferiori che lei controlla attraverso la CSI (Church of Scientology International).

CST ha dato in licenza ad RTC i Diritti d’Autore ed RTC a sua volta li ha licenziati alla CSI. Come scritto in Wikipedia:

Il Religious Technology Center (RTC) è una società senza scopo di lucro, venne fondata nel 1982 dallaChurch of Scientology allo scopo di controllare e supervedere l’uso di tutti i marchi, simboli e testi di Scientology e di Dianetics, inclusi tutti i lavori soggetti a copyright del fondatore di Scientology L. Ron Hubbard. Malgrado RTC ne controlli l’utilizzo, questi materiali sono di proprietà di un’altra società , la Church of Spiritual Technology che opera con il nome di L. Ron Hubbard Library, registrata nella Contea di Los Angeles, California.

Pur esercitando piena autorità riguardo l’utilizzo di tutti i materiali di Scientology, RTC afferma che non dirige direttamente la Chiesa di Scientology; quel compito è stato assegnato ad un’altra società separata, la Church of Scientology International (CSI). Secondo il sito Web di RTC, “RTC è un’entità esterna che protegge la religione di Scientology ed agisce come arbitro finale in relazione all’utilizzo ortodosso di Scientology” ed il suo scopo è il seguente “proteggere il pubblico dalla applicazione scorretta della tecnologia ed assicurarsi che le tecnologie di  Dianetics e di Scientology rimangano in mani giuste e che vengano consegnate in maniera appropriata.”

RTC venne istituita il 1 Gennaio 1982 a Los Angeles, California da Terri Gamboa, David Mayo, Norman Starkey, Phoebe Mauerer, Lyman Spurlock, Julia Watson e David Miscavige.

Attualmente l’indirizzo ufficiale di RTC è 1710 Ivar Avenue, Suite 1100, Los Angeles 90028, all’interno dell’ Hollywood Guaranty Building, mentre i suoi uffici operativi sono presso un grosso complesso al 19625 Highway 79, Gilman Hot Springs 92383, California, così come venne indicato nella loro applicazione per l’esenzione fiscale alla IRS nell’anno 1992-1993.

Il  21 Settembre del 1993 queste persone occupavano posizioni societarie all’interno di RTC: Il Consiglio d’Amministrazione Fiduciario era composto da David Miscavige, Gregory Wilhere e Norman F. Starkey. I membri del Consiglio di Amministrazione al tempo erano Mark Rathbun, Warren McShane e David Miscavige. Il Presidente di RTC era Mark Rathbun, il Segretario Warren McShane il Tesoriere Barbara Griffin.

Alla data del 5 Febbraio, 2001 i dirigenti di RTC vengono indicati in Warren McShane (CEO-Presidente), Laurisse Stuckenbrock (Segretaria) e Barbara Griffin (Tesoriere).

Bisogna fare però un passo indietro, cioè a quando LRH decide di conglobare tutto il suo patrimonio in un TRUST. E cosa LRH abbia indicato in quel Trust. Chiariamo cosa sia un Trust in primo luogo:

Che cosa è un trust?

Un trust è uno strumento giuridico con cui una persona o più persone (Trustor)

trasferiscono il titolo di uno o più proprietà ad uno o più gestori (Trustee) i quali

assumono l’obbligo d’amministrare od utilizzare il patrimonio ricevuto a favore del

beneficiario o dei beneficiari. Con l’istituzione di un trust, le proprietà conferite escono

dal patrimonio del Trustor e vengono a costituire un patrimonio separato, distinto dai beni

personali del trustee.

Quali sono i poteri di un Trustee?

Un trustee ha implicitamente tutti i poteri necessari per portare a compimento lo scopo

del trust e dunque ha l’autorità d’amministrare e d’investire il patrimonio del trust. Il

Trustor può limitare od allargare questi poteri. Può imporre al trustee d’astenersi dal

compiere certi atti oppure, al contrario, imporgli di portare avanti certe azioni. Alcuni

stati non consentono ad un trustee di vendere od acquistare beni immobili se non quando

questa facoltà è stata espressamente concessa dal Trustor. Quando ci sono due o più

trustee, ogni decisione deve essere presa congiuntamente se non diversamente stabilito

dal Trustor.

Quali sono i doveri e le responsabilità di un Trustee?

Un trustee deve agire per il solo interesse dei beneficiari ed ha il

compito d’amministrare, preservare ed investire il patrimonio del trust. Svolgendo la sua

funzione un trustee deve operare con la prudenza e competenza che una persona

generalmente usa nella conduzione dei propri affari. Una maggiore perizia è dovuta

quando il trustee possiede capacità particolari o quando ha dichiarato al Trustor d’avere

tali capacità. Un trustee deve separare le proprietà del trust da altre proprietà da lui

possedute od amministrate.

Chi controlla l’operato di un trustee?

La condotta di un trustee è soggetta all’esame del tribunale; il quale può intervenire

quando le azioni intraprese dal trustee sono contrarie ai suoi doveri.

È possibile modificare i termini di un trust?

Al momento dell’istituzione di un trust, un Trustor deve espressamente riservarsi od

assegnare il potere di cambiare i termini del trust. In caso contrario, un trust non può

essere mutato. Un tribunale può in genere alterare solo le clausole amministrative e solo

quando il verificarsi di condizioni impreviste rende tali variazioni necessarie per

raggiungere i fini del trust. Il tribunale non può di regola modificare gli interessi dei

beneficiari od aggiungere nuovi beneficiari a quelli stabiliti dal Trustor.

Quanto dura un trust?

Solitamente la durata di un trust è espressamente stabilita al momento della sua

costituzione. In caso contrario, un trust si scoglie quando i suoi obiettivi sono stati

raggiunti. Il trust può terminare prima della data stabilita dal Trustor quando i suoi scopi

sono stati conseguiti o quando è diventato impossibile od illegale perseguire tali scopi. La

corte può sciogliere un trust su richiesta del Trustor e di tutti i beneficiari.

LRH istituisce il primo Trust nel 1979 e susseguentemente lo stesso viene modificato per ben tre volte:

Il testamento del 15 Dicembre del 1979

Nel terzo articolo LRH dispone  e lascia in eredità a Mary Sue Hubbard: “tutti i miei effetti personali tangibili, oltre a effetti situati nelle mie residenze ed abitazioni di ogni genere e tipo, incluso il mobilio, fotografie, libri, argenterie, , abbigliamento, gioielli ed  automobili”.

Nell’Articolo Quinto LRH si riferisce al L. Ron Hubbard Inter Vivos Trust Agreement che era stato stabilito precedentemente nello stesso giorno. Nomina se stesso come Trustor e Norton S. Karno come Trustee. L’Articolo 11 nomina  Norton S. Karno come Esecutore Testamentario. Nel caso lui fosse incapacitato ad eseguire i suoi compiti nomina Michael M. Smith come sostituto. A questo testamento sono testimoni Pat Broeker, Anne Broeker, e Diana Voegeding (le loro firme sono sul testamento).

Il testamento del 10 Maggio 1982


In questo nuovo testamento non c’è menzione di Mary Sue Hubbard e che debba ricevere quanto stabilito nel testamento del Dicembre 79.

Nel quarto articolo viene annunciata la costituzione dell’Author’s Family Trust per il qule LRH è il Trustor e Pat Broeker viene designato come Trustee. L’Articolo 8 nomina Patrick D. Broeker come Esecutore Testamentario. Nel caso non fosse in grado od incapacitato ad eseguire quanto assegnato, il compito di eseguire il testamento viene assegnato a due persone in ordine di priorità:1. Lyman D. Spurlock, Jr; and 2. Norman Starkey.

A questo testamento sono testimoni Patrick. D. Broeker and Annie M. Broeker, e le loro firme sono sul testamento.

14 NOVEMBRE 1983 AGGIUNTA ALL’ULTIMO TESTAMENTO

Viene aggiunto oltre ad altri l’articolo 11 al Testamento del 10 Maggio 1982. L’Articolo 11 dice:

“Stabilisco che il mio corpo debba essere cremato e che le ceneri vengano sparse a mare. Do ordine che i miei rappresentanti personali intraprendano tutte le azioni necessarie per conseguire quanto espresso in precedenza il più velocemente possibile dopo la mia morte. Per nessun  motivo il mio corpo dovrà essere esposto in camera ardente od essere soggetto ad una autopsia.”

Testimoni Patrick Broeker e Anne M. Broeker (firmato da loro).

TESTAMENTO DEL 23 GENNAIO 1986

L’articolo due dice:

“Stabilisco che il mio corpo debba essere cremato e che le ceneri vengano sparse a mare. Do ordine che i miei rappresentanti personali intraprendano tutte le azioni necessarie per conseguire quanto espresso in precedenza il più velocemente possibile dopo la mia morte. Per nessun  motivo il mio corpo dovrà essere esposto in camera ardente od essere soggetto ad una autopsia.”

Il Terzo ed il sesto articolo sono quasi interamente dedicati a faccende riguardanti i copyright ed i marchi.

Il quinto articolo parla della costituzione avvenuta in precedenza nello stesso giorno dell’Author’s Family Trust-B. Dove LRH è il Trustor e Norman F. Starkey il Trustee.

Il nono articolo nomina Norman F. Starkey come Esecutore Testamentario. Nel caso lui ne fosse incapacitato vengono nominati in ordine di priorità: 1. Anne M. Broeker; 2. David Miscavige; and 3. Terri G. Gamboa.

Sul Testamento appaiono come testimoni Anne M. Broeker, Patrick D. Broeker, Stephen J. Pfauth, e Raymond Mithoff (con le loro rispettive firme).

CERTIFICATO DI CREDENZA RELIGIOSA DEL 20 GENNAIO 1986

Con lo stesso LRH richiede che: “Basandomi sul mio credo religioso, faccio obiezione a qualsiasi e ad ogni  dissezione post mortem o qualsiasi altra procedura di autopsia praticata sul mio corpo. Tali procedure di autopsia violerebbero le mie convinzioni religiose.”

Testimoni Anne M. Broeker, Patrick D. Broeker, Stephen J. Pfauth (con le loro rispettive firme).

Ma veniamo quindi al contenuto dell’impianto dell’ultimo Trust creato da LRH. Diamo di seguito un sunto dell’intero contenuto del Trust, lo stesso venne redatto per includere una provvista per i membri della famiglia ed anche per la religione di Scientology. I primi sono stati esclusi non essendo la cosa rilevante ai fini dell’analisi che stiamo facendo ora.

TRUST

RETTIFICATO

Il seguente Trust viene stipulato il 23 Gennaio 1986 tra L. RON HUBBARD, conosciuto anche come LAFAYETTE RONALD HUBBARD, che da qui in poi verrà denominato “Trustor”, e NORMAN F. STARKEY a cui ci riferiremo da qui in poi come “Trustee”.

ARTICOLO UNO

DESCRIZIONE DELLE RAGIONI

CHE HANNO DETERMINATO

QUESTO TRUST

Il 10 Maggio del 1982, il Trustor ha creato l’ AUTHOR’S FAMILY TRUST, a beneficio della sua famiglia, dei suoi amici e della religione di Scientology, della quale lui è il Fondatore . Utilizzando questa procedura, il Trustor intende rettificare e (per convenienza) ristabilire l’ AUTHOR’S FAMILY TRUST. Nel dichiarare questo Trust, il Trustor ha apportato alcuni cambiamenti nella disposizione finale del suo patrimonio che dovrà essere tenuto dal Trustee.

ARTICLE DUE

PROPRIETA’ CHE COSTITUISCONO

IL PATRIMONIO DEL TRUST

il Trustor ha transferito e consegnato al Trustee, senza alcuna obiezione da parte del  Trustee, la somma di Dieci Dollari ($10.00), di cui il trustee ne rilascia ricevutathe receipt. Il Trustor intende inoltre trasferire una porzione sostanziale in aggiunta a questo Trust, trasferendo le stesse a vita o attraverso un trasferimento testamentario. Le dette proprietà, insieme con qualsiasi altra proprietà che potrà diventare oggetto di questo Trust, costituiranno e ci si riferirà a loro con il nome di “Patrimonio del Trust” e dovranno essere tenute, amministrate e distribuite dal Trustee come indicato in questo documento..

* * * saltiamo a pagina 4 * * *

ARTICLE SIX

CLAUSOLE DISPOSITIVE ALLA

MORTE DEL TRUSTOR

* * * Saltiamo a pagina 15, le pagine da  4 a 15 hanno a che vedere con la famiglia, il funerale, etc. * * *

G. Il rimanente. Tutto il capitale e le entrate in denaro accumulate e rimanenti dopo l’avvenuta distribuzione richiesta ai paragrafi A, B, C, D, E, ed F, di cui sopra inclusi regali, devono non appena sia possibile, essere consegnati alla CHURCH OF SPIRITUAL TECHNOLOGY una società religiosa, di Los Angeles, California; a condizione che la CHURCH OF SPIRITUAL TECHNOLOGY sia diventata una organizazione così come descritto nella Sezione  501(c)(3) del Codice (esente da tasse per il Codice IRS).

Se al momento della morte del Trustor la condizione della CHURCH OF SPIRITUAL TECHNOLOGY come organizzazione descritta nella Sezione 501(c)(3) del Codice non sia ancora determinata o questionabile da parte del  Commissioner dell’ Internal Revenue in qualsiasi procedimento amministrativo o giudiziale, allora il Trustee non dovrà distribuire il rimanente Patrimonio del Trust sino a che o la condizione della CHURCH OF SPIRITUAL TECHNOLOGY come organizzazione descritta nella Sezione 501(c)(3) del Codice sia stata confermata attraverso un procedimento amministrativo o giudiziale, oppure se la  CHURCH OF SPIRITUAL TECHNOLOGY abbia esaurito ogni rimedio amministrativo e di giudizio nel fare in modo di ottenere la conferma di detto stato come organizzazione descritta nella Sezione 501(c)(3) del Codice.

Se lo stato della CHURCH OF SPIRITUAL TECHNOLOGY come organizzazione descritta nella Sezione 501(c)(3) del Codice venisse confermato allora il Trustee deve distribuire  il rimanente Patrimonio del Trust alla CHURCH OF SPIRITUAL TECHNOLOGY .

Se la  CHURCH OF SPIRITUAL TECHNOLOGY abbia esaurito ogni rimedio amministrativo e di giudizio nel fare in modo di ottenere la conferma di detto stato come organizzazione descritta nella Sezione 501(c)(3) del Codice e questo non venga confermato, o venisse negato, allora il Trustee deve distribuire l’intero rimanente del Patrimonio del Trust a quella organizzazione o tra quelle organizzazioni, sia nazionali che estere, che siano state organizzate esclusivamente per gli scopi della religione di Scientology, come venne fondata e poi sviluppata dal Trustor e quella deve essere un’organizzazione o delle organizzazioni così come descritte nella Sezione 501(c)(3) del Codice, così come il Trustee potrà a sua sola discrezione determinare. Durante il periodo nel quale il Patrimonio del Trust non verrà distribuito in attesa delle risultanze relative alla richiesta di ottenimento della condizione della CHURCH OF SPIRITUAL TECHNOLOGY  come organizzazione così descritta nella Sezione 501(c)(3) del Codice, il Trustee dovrà, con frequenza non inferiore a quella annuale, distribuire tutte le entrate del Trust a detta organizzazione, oppure tra le citate organizzazioni, organizzate esclusivamente per gli scopi della religione di Scientology  come venne fondata e poi sviluppata dal Trustor e quella deve essere una organizzazione o delle organizzazioni così come descdritte nella Sezione 501(c)(3) del Codice, così come il Trustee potrà a sua sola discrezione determinare.

[pagina 17]

ARTICOLO SETTE

AMMINISTRAZIONE DEL TRUST

* * * Saltiamo a pagina 28, vengono omessi i poteri per investire del Trustee, etc. * * *

V.Potere di Assunzione di Agenti e Consiglieri. Il Trustee ha il potere di assumere custodi, avvocati, ragionieri, fiduciari o qualsiasi altro agente consigliere o consiglieri con una buona reputazione che possano assistere il Trustee nell’amministrazione di questo Trust e di attenersi scrupolosamente ai consigli dati da tali agenti.

Nello specifico, il Trustee deve mantenere lo studio legale della Lenske, Lenske & Heller, Studio Legale, o chi succederà loro, e lo studio che si occupa del management della AUTHOR SERVICES, INC. Il Trustee dovrà cosultare detti studi in relazione a tutte le faccende che hanno a che vedere con l’esecuzione di questo Trust che sono state qui create (inclusa ma non limitate alla amministrazione, gli investimenti, il management e la distribuzione). Una compensazione ragionevole per tutti i servizi resi da questi agenti dovrà essere pagata dal Patrimonio del Trust presa o dalle entrate o dal patrimonio così come riterrà opportuno fare il Trustee a sua discrezione.

NOTA: Questi sono i medesimi avvocati che sono stati nominati con posizioni a vita come Direttori Speciali di CST.

* * * Saltiamo a pagina 36 * * *

C.I Protettori del Trust e il Loro Ruolo. I Protettori del trust devono essere STEPHEN A. LENSKE, Avvocato,. SHERMAN D. LENSKE, Avvocato. e LAWRENCE E. HELLER, Avvocato. Nel caso che un Protettore del Trust declini o sia incapacitato ad agire come Protettore del Trust, allora le persone rimanenti dovranno agire come tali. Nel caso che resti un solo Protettore del Trust, quella persona dovrà designare il Protettore del Trust che dovrà succedergli, il quale dovrà essere un avvocato che abbia una licenza per praticare nello Stato della California.

In ogni momento nel quale più di due Protettori del trust sino attivi, qualsiasi azione intrapresa dalla maggioranza dei Protettori del TRUST dovrà essere vincolante e potrà essere accettata da terze parti che abbiano a che fare con il Trustee. Sempre come per i diritti del Trustor qui inclusi, i Protettori del trust dovranno avere il potere di rimuovere qualsiasi Trustee che agisce per questo strumento e potranno designare una persona dalla Lista dei Trustee nell’ ordine di preferenza che è stata determinata. La rimozione ed il rimpiazzo del Trustee dovrà essere fatta per iscritto da parte dei Protettori del trust e diventerà effettiva per il designato successore attraverso la sua accettazione scritta del Trust e la consegna di detta accettazione ai Protettori del Trust. Dopo l’accettazione  del successore del Trustee, il precedente Trustee dovrà trasferire tutto il patrimoniio del Trust in suo possesso al trustee che gli ha succeduto. Nell’evento che la persona nell’ordine più basso di preferenza del trustor diventi il Trustee, allora detta persona dovrà designare il suo successore come Trustee. Il Trustor nel corso della sua vita, si riserva il diritto di rimuovere qualsiasi Trustee, ed di aggiungere o togliere i nomi delle persone nella Lista dei Trustee, e di modificare l’ordine di preferenza dato alla Lista dei Trustee.

D. Dimissioni di un Trustee. Qualsiasi Trustee può dare le dimissioni in qualsiasi momento dal rispettivo Trust qui creato depositando presso la Posta degli Stati Uniti, con posta prepagata, una nota contenete dette dimissioni indirizzata alla persona o alle persone che hanno diritto a ricevere pagamento di cui sotto, ed al restante Protettore del Trust o Protettori del Trust, agli indirizzi di dette persone conosciute dal trustee, e dette dimissioni avranno effetto a partire dal 60esimo giorno dalla data di spedizione della nota. La Dichiarazione Giurata del Trustee alla data della spedizione di tale nota deve essere prova conclusiva della sua spedizione fatta in tale data.

E. Parcelle del Trustor . Durante la vita del Trustor, il Trustee non riceverà alcuna parcella. Alla morte del Trustor sino a che avverrà la distribuzione, richiesta in questo Accordo, alla CHURCH OF SPIRITUAL TECHNOLOGY, il Trustee avrà diritto ad una parcella annuale che non sia in eccesso di $ 50.000 (scritto a mano).

***** saltato sino alla fine *******

Redatto a  [LOS ANGELES CALIF] il

[21 Gennaio], 1986

TRUSTEE:

[Firma]

NORMAN F. STARKEY

Cerifico di aver letto lo strumento redatto di cui sopra e che in maniera corretta definisce i termini e le condizioni per le quali il Patrimonio del Trust debba essere mantenuto, diretto ed utilizzato dal Trustee. Approvo lo strumento in tutti i suoi particolari e richiedo che il Trustee lo esegua. DATED [23 Jan], 1986 [Signature] L. RON HUBBARD

[Impronta Digitale] di LRH

Quindi si può evincere dal contenuto di questo documento che era precisa intenzione di LRH lasciare il suo patrimonio inclusi i Diritti d’Autore a CST in modo che la stessa diventasse un’organizzazione non a scopo di lucro ed esente da tasse.

E’ bene analizzare alcuni punti relativi all’Atto Costitutivo e allo Statuto. Per chiarire i concetti fodamentali queste sono le basi legali dell’ordinamento degli USA:

BASI LEGALI

1. Gli Articoli Costitutivi sono quelle regole principali stabilite per la direzione di una società.

2. Le Ordinanze (“Bylaws”) indicano regole specifiche per operare una associazione o società, vengono redatte dal fondatore della associazione o dai suoi Direttori in accordo con gli Articoli Costitivi della Associazione.

3. Inoltre, le leggi relative alle Associazioni Religiose della California Non a Scopo di Lucro, leggi in base alle quale venne formata ed è regolamentata CST, stabiliscono dei requisiti specifici per le associazioni religiose.

4. Per esempio, tutti gli affari e le attività di una associazione religiosa in California devono essere intraprese sotto la direzione di un Consiglio di Amministrazione . Codice per le Associazioni della California Sezione 9210.

5. Queste non sono semplici formalità legali ma formano la base per usufruire di privilegi speciali che vengono accordati ad entità che sono non a scopo di lucro, inclusqa l’esenzione fiscale, che può essere revocata per non aver aderito a queste formalità – per non menzionare il dovere e l’obbligazione morale verso LRH nel veder realizzato il suo volere.

6. Un trust è un documento legale che consegna la proprietà ad una persona a beneficio di una terza persona od entità. LRH diede i suoi diritti relativi a Marchi di Scientology ed i Materiali Avanzati ad RTC questo soggetto al diritto di CST di poterli acquistare per una somma nominale nel caso in cui RTC avesse fallito nel portare avanti i suoi compiti.

Quindi diamo un’occhiata a questi Articoli Costitutivi e alle ordinanze. Tralasceremo punti puramente Tecnico-Legali e ci concentreremo su aspetti a noi più interessanti. Le parti che non traduciamo vengono comunque lasciate in grigio chiaro. Vi garantisco avrete molte sorprese se paragonerete quanto scritto e desiderato da LRH a quanto in realtà stia invece succedendo con la gestione Dittatoriale stabilita da David Miscavige.

ARTICOLI COSTITUTIVI DELLA

CHURCH OF SPIRITUAL TECHNOLOGY

ARTICOLO UNO

Nome dell’Associazione: Il nome della associazione viene stabilito in Church of Spiritual Technology.

ARTICOLO DUE

La durata dell’associazione viene stabilita perpetua.

ARTICOLO TRE

Scopo dell’Associazione

L’associazione è una Associazione religiosa e non è organizzata a beneficio personale di una qualsiasi persona. E’ organizzata secondo le Leggi delle Associazioni Religiose Non a Scopo di Lucro ed esclusivamente per motivazioni religiose.

Nello specifico il suo scopo è quello di sposare, presentare, propagare, praticare, assicurare e mantenere la purezza e l’integrità della religione di Scientology, così come è stata sviluppata e potrà essere ulteriormente sviluppata da L. Ron Hubbard al fine che qualsiasi persona che lo voglia, partecipando a Scientology possa trarne il maggior beneficio possibile nella sua consapevolezza spirituale, nella sua Beingness, Doingness ed Conoscenza. Nel particolare, l’associazione viene formata con lo scopo di fornire un’associazione attraverso la quale e per mezzo della quale le operazioni e le attività di una chiesa, posso essere eseguite. Il suo scopo è quello di proteggere e preservare la religione di Scientology stabilendo e creando borse di studio, musei, librerie, e istituzioni similari attraverso le quali possa essere assicurato che le generazioni future ottengano i benefici di Scientology.

Nel particole, l’associazione viene istituita per ottenere, senza alcun limite, i seguenti Scopi specifici:

a. Servire come mezzo per la promulgazione, la preservazione e l’amministrazione della fede religiosa di Scientology nel mondo; e

b. Regolare e condurre servizi religiosi, inclusi servizi ai propri parrochiani,; e

c. Condurre attività religiose ed educative di vario genere; e

d. Incoraggiare e migliorare la salute spirituale dei propri seguaci, che devono essere definiti come tutti gli Scientologists nel mondo.

ARTICOLO QUATTRO

Poteri dell’associazione e relative Limitazioni

Nel condurre le propre attività e nel raggiungimento dei propri scopi, l’associazione dovrà avere, ed usufruire, e potrà esercitare, a pieno, tutti i poteri concessi per legge alle associazioni non a scopo di lucro ; COMUNQUE A CONDIZIONE CHE:

a. Le proprietà della associazione sono dedicate irrevocabilmente a scopi religiosi, e nessuna parte delle sue entrate o del patrimonio della associazione dovrà mai essere coinvogliata a beneficio di un individuo o parte privata; e

b. No substantial part of the activities of the corporation shall be devoted to attempts to influence legislation by propaganda or otherwise, and the corporation shall not participate or intervene, directly or indirectly, in any political campaign on behalf of or in opposition to any candidate for public office; and

c. The corporation shall not carry on any activities not permitted to be carried on by an organization exempt from federal income tax under Section 501(c)(3) of the Internal Revenue Code of 1954, or successor statutes of similar import; and

d. The corporation shall not carry on any activities not permitted to be carried on by a corporation described in Section 170(c)(2), contributions to which are deductible under Section 170(a) of the Internal Revenue Code of 1954, or successor statutes of similar import.

ARTICOLO CINQUE

Initial Agent for Service of Process

The name and address in this state of the corporation’s initial agent for service of process is SHERMAN D. LENSKE, 6400 Canoga Avenue, Suite 315, Woodland Hills, California 91367.

ARTICOLO SEI

Membri della Associazione

Questa Associazione non ha membri.

ARTICOLO SETTE

Disposition of the Corporation’s Assets Upon Dissolution

In keeping with the religious purposes to which the corporation’s property is irrevocably dedicated, upon the winding up and dissolution of the corporation, and after payment or adequate provision is made for its debts and obligations, the corporation’s remaining assets shall be distributed to one or more nonprofit funds, foundations, trusts or corporations which are organized and operated exclusively for religious purposes, and which have established or are entitled to receive tax exempt status under Section 501(c)(3) of the Internal Revenue Code of 1954, or successor statutes of similar import.

ARTICOLO OTTO

Amendment of the Corporation’s Articles Of Incorporation

Notwithstanding any provision of the law permitting their amendment upon the affirmative act of less than all of the corporation’s incumbent directors, the articles of incorporation of this corporation may be amended only upon the unanimous vote of all the Directors of the corporation then incumbent.

IN WITNESS WHEREOF, we and each of us, have subscribed these Articles of Incorporation, in duplicate, on this, the 27th day of May, 1982.

____________[signature]_____________ SHERMAN D. LENSKE, Incorporator

The undersigned declares that he is the person who executed the above Articles of Incorporation, and such instrument is his act and deed.

____________[signature]_____________ SHERMAN D. LENSKE

ENDORSED FILED in the office of the Secretary of State of the State of California MAY 13, 1986 MARCH FONG EU, Secretary of State

CERTIFICATE OF AMENDMENT OF ARTICLES OF INCORPORATION CHURCH OF SPIRITUAL TECHNOLOGY

Rev. Lyman D. Spurlook and Rev. Leo Johnson certify that:

1. They are the President and Secretary respectively, of CHURCH OF SPIRITUAL TECHNOLOGY, a California nonprofit religious corporation.

2. The Articles of Incorpoation shall be amended in respect to Article Seven as follows:

ARTICLE SEVEN DISPOSITION OF THE CORPORATION’S ASSETS UPON DISSOLUTION

Upon the winding up and dissolution of the corporation and after payment or adequate provision is made for its debts and obligations, the corporation’s remaining assets shall be distributed among one or more organizations which are described in section 501(c)(3) of the Internal Revenue Code and which are organized exclusively for purposes of the religion of Scientology as founded by L. Ron Hubbard.

3. The corporation has no members and the Restated Articles provide that the right to amend the articles resides in the corporation’s Directors and Trustees. The Directors and Trustees have unanimously adopted the foregoing amendment to the Articles of Incorporation.

Signatures to original (and also executed on 9 April 1986) by: Rev. Lyman D. Spurlook and Rev. Leo Johnson

ENDORSED FILED in the office of the Secretary of State of the State of California JUL 13, 1994 TONY MILLER, Acting Secretary of State CERTIFICATE OF AMENDMENT OF ARTICLES OF INCORPORATION CHURCH OF SPIRITUAL TECHNOLOGY

Russell Bellin and Jane McNairn certify that:

1. They are the President and Secretary respectively, of CHURCH OF SPIRITUAL TECHNOLOGY, a California nonprofit religious corporation.

2. The Articles of Incorpoation shall be amended in respect to Article Seven as follows:

ARTICLE SEVEN DISPOSITION OF THE CORPORATION’S ASSETS UPON DISSOLUTION

In keeping with the religious purposes to which the corporation’s property is irrevocably dedicated, upon the winding up and dissolution of the corporation, and after payment or after provision is made for its debts and obligations, the corporation’s remaining assets shall be distributed to one or more nonprofit funds, foundations, trusts or corporations which are organized and operated exclusively for religious purposes, and which are qualified as tax exempt under section 501(c)(3) of the Internal Revenue Code or the corresponding provisions of a future United States Internal Revenue Law.

3. The foregoing amendment of the article of incorporation has been duly approved by the Board of Directors.

4. The corporation has no members.

Signatures to original (and also executed on 21 August 1994) by: Russell Bellin, President and Jane McNairn Secretary

Certo che anche solo analizzando i punti degli Articoli Costitutivi si evidenzia come David Miscavige abbia quantomeno ecceduto nelle sue retribuzioni “personali”. Certamente non solo in denaro ma utilizzando tutti quei benefici accessori che fanno ed hanno fatto in modo che lui viva una vita a livello economico paragonabile a quella dei Principi Sauditi o alle Star di Hollywood ….. ah ma forse lo deve fare altrimenti cosa direbbe il suo compagno di merende Tom Cruise??!?! Certamente non può andare in moto con lui con un CIAO PIAGGIO…..  Ma passiamo ora alle Ordinanze, che sono ancora più interessanti!

ORDINANZE

DELLA

CHURCH OF SPIRITUAL TECHNOLOGY

(Una Associazione religiosa Non a Scopo di Lucro formata ed operante in base alle leggi dello Stato della California)

PREAMBOLO

La CHURCH OF SPIRITUAL TECHNOLOGY (a cui da qui in poi ci riferiremo come alla “associazione”),è una associazione di persone ed è stata istituita esclusivamente per scopi religiosi aderente alle leggi dello Stato della California come emesse in relazione alle Associazioni Religiose Non a Scopo di Lucro,  ed attraverso queste ordinanze prescrive le modalità che devono essere usate da dirigenti ed agenti che sono supposti ad ottenere gli scopi elencati.

ARTICOLO 1

LA CHIESA

L’associazione  deve ottenere gli scopi prefissati attraverso ed utilizzando i mezzi e le operazioni e le attività di una chiesa conosciuta come la “Church of Spiritual Technology” e che da qui in avanti chiameremo solamente “Chiesa”. La Chiesa è organizzata esclusivamente per il raggiungimento degli scopi della religione di Scientology, come qui indicati. Nel raggiungimento dei suoi scopi la Chiesa deve aderire agli scopi, i principi, le dottrine ed i codici, il Credo, le policy e le pratiche così come stabilite nelle Scritture (come qui di seguito verranno definite). I Trustee, i Direttori, i Dirigenti e gli agenti della associazione sono vincolati e devono osservare quanto espresso precedentemete al fine che le operazioni e le attività della associazione sostengano e mantengano la Chiesa come una chiesa di Scientology in osservanza con le Scritture (come di seguito definite); soggette, comunque sia, in qualunque momento ed per ogni aspetto a tutta l’osservanza ed in conformità con le leggi applicabili, ed alle regole degli Articoli e di queste Ordinanze.

ARTICOLO II

Definizione dei Termini

Così come vengono usate in queste Ordinanze significano:

a. “Articoli” si intendono gli Articoli Costitutivi di questa associazione presentati il _____, 19__ che possono essere rettificati di quando in quando.

b. “Ordinanza” si intendono i codici di regole prescritte qui, che sono subordinate in autorità agli Articoli della associazione e che devono essere usate, adottate e riconosciute per regolamentare la direzione degli affari della associazione;

c. “Religione di Scientology” e “Scientology” significano le dottrine religiose, le credenze, i principi, le pratiche, la Filosofia religiosa applicata e la tecnologia per l’applicazione come sviluppate da L. Ron Hubbard e come le stesse potranno essere da qui in avanti sviluppate da L. Ron Hubbard.

d. “Scritture” significano gli scritti e le parole registrate da L. Ron Hubbard in riguardo a Scientolgy e le organizzazioni che si sono formate per quello scopo.

e. “Chiesa di Scientology” significano entrambe quelle organizzazioni e quei gruppi di organizzazioni nel mondo che hanno come loro scopo primario ed esclusivo la propagazione, l’adozione e la patrica delle dottrine, delle credenze, dei principi, delle pratiche, l’applicazione della filosofia religiosa e la tecnologia della religione di Scientology, come la stessa è stata sviluppata e potrà essere ulteriormente sviluppata da L. Ron Hubbard, ed il raggiungimento dei suoi obiettivi.

f. “Religione di Scientology” e “Chiesa di Scientology” non necessariamente sono co-terminali. E con questo si intende che il termine “religione di Scientology” e “Chiesa di Scientology” sono co-terminali solamente a condizione che le chiese di Scientology continuino, secondo l’opinione di L. Ron Hubbard durante la sua vita, e secondo l’opinione di tutti i Direttori ed i Trustee successivamente alla morte di L. Ron Hubbard, ad abbracciare la causa, a propagare ed a praticare la religione di Scientology.

g. “Operating Rules” or “Operating Policy” shall mean that code of rules, which shall always be

subordinate in authority to these Bylaws, to the Corporation’s Articles, and to the laws of the

State of California governing nonprofit corporations, which may hereafter be prescribed and

recognized by the Trustees for the further regulation and management of the affairs of the

Corporation.

h. “Notice” shall mean written notice actually received by the prescribed recipient not less than

three (3) days prior to the event of which notice is given, written notice actually delivered to the

prescribed recipient not less than three (3) days prior to the event of which notice is given, or

written notice mailed to the prescribed recipient of the notice, by first class mail, not less than

five (5) days prior to the event of which notice is given.

i. “Mailed” shall mean deposited in the United States mail, postage prepaid, addressed according

to the records of the corporation.

j. Unless the context in which they are used clearly requires otherwise, terms denoting number

shall include both the singular and the plural, and terms denoting gender shall include all of the

masculine, the feminine, and the neuter.

Vedete quindi che la nebbia si inizia a dissipare….. eccome! Le ordinanze sono molto specifice, e siamo solo all’inizio ma anche solo quello potrebbe bastare, perchè voglio farvi una domanda, secondo voi : “La Chiesa di Scientology sta abbracciando la causa, sta propagando e pratica la religione di Scientology ?” – Non so la vostra risposta, ma la mia è senza ombra di dubbio un NO SECCO!! E quindi ha cessato di essere coterminale con “LA RELIGIONE DI SCIENTOLOGY”. Certo dovrebbe essere L. Ron Hubbard se fosse ancora in vita a decidere questo, oppure ora i Direttori od i Trustee di CST, che hanno ampie PROVE che questo non sia più il caso, e quindi una domanda nasce spontanea: PERCHE’ NON LO STANNO FACENDO PUR AVENDONE L’AUTORITA’ ???

ARTICOLO III

Scopi

L’associazione deve adottare, presentare, propagare, praticare, assicurare e mantenere la purezza e l’integrità della religione di Scientology, così come la stessa è stata sviluppata e potrà essere ulteriormente sviluppata da L. Ron-Hubbard al fine che ogni persona che desidera partecipare, o che partecipi a Scientology possa trarne il maggior beneficio possibile aumentando la sua consapevolezza come spirito immortale. E’ convinzione della Chiesa che Scientology sia l’organizzazione dei fondamenti relativi all’esistenza in assiomi ed in tecnologie che funzionano nella tradizione delle scienze esatte per risolvere i problemi della vita e del pensiero e per la libertà dello spirito umano. Che colui che fa una domanda è più vicino alla risposta, e che ogni domanda contiene la sua propria risposta, ed inoltre che ogni problema contiene la sua soluzione, e che le tecnologie di Scientology sono di natura tale che una persona con una domanda od un problema possa essere aiutata spiritualmente o guidata al fine che quella stessa persona sia in grado di rispondere per se stesso a quelle domande e risolvere i suoi problemi. La “Tecnologia di Scientology” è un insieme di verità e metodi di applicazioni, sviluppati da L. Ron Hubbard dalle sue osservazioni e ricerche, che quando applicate in maniera corretta possono rivelare l’anima dell’uomo, estendere la sua conoscenza dell’essere infinito a lui, e rendere conosciuto ciò che può essere conosciuto riguardo Dio. La Chiesa dovrà avere l’autorità di dirigere, usare e rendere disponibili perchè possa essere usata da altre Chiese di Scientology, il vasto insieme della Tecnologia di Scientology che forma le basi della religione di Scientology. Dirigendo così ed utilizzando questo insieme di verità e metodi d’applicazione, la Chiesa deve avere come suo scopo la responsabilità di mantenere Scientology in funzione ( esempio, fare in modo che la corretta tecnologia venga applicata correttamente.)

Credendo che la miglior prova per l’uomo dell’esistenza di DIO sia quel Dio che lui trova in se stesso, certi e con fede continua che l’Autore dell’Universo ha inteso che la vita vi scorresse all’interno, l’associazione si fonda sui seguenti obbiettivi generali:

a. La creazione di un corpo e di una entità religiosa per promuovere, proteggere, amministrare ed incoraggiare la religione di Scientology ed i suoi obiettivi;

b. Fondare, costruire ed utilizzare una chiesa,  degli istituti, scuole per l’insegnamento, ritiri religiosi, canoniche, centri per l’addestramento ed altri centri, per l’insegnamento, la disseminazione e l’amministrazione della religione di Scientology,  che tendano al raggiungimento di fungere da guida religiosa ed etica ed al miglioramento del carattere dell’individuo ed inoltre al miglioramento ed alla chiarificazione dello spirito umano;

c. Assistere nel fondare Chiese di Scientology ed altre organizzazioni devote alla religione di Scientology.

d. La publicazione e  la distribuzione di opuscoli religiosi ed altri aiuti per i membri in modo da propagare e disseminare Scientology; e

e. La creazione di centri culturali religiosi.

f. Amministrare i bisogni spirituali dei parrochiani e della congrega della Chiesa attraverso la conduzione di servizi, sia di gruppo che individuali.

g. La creazione di un fondo per borse di studio per provvedere ad assistere coloro che ricercano un avanzamento sul Ponte di Scientology.

h. La creazione ed il mantenimento di un museo dedicato alla religione di Scientology-

i. La costruzione ed il mantenimento di strutture perenni, capaci di sostenere la forza di una guerra nucleare per accomodare l’essenza di Scientology a beneficio delle generazioni future.

j. La creazione ed il mantenimento di una libreria dedicata alla religione di Scientology

ARTICOLO IV

Credo

La Chiesa sottoscrive, ed il suo obbiettivo ed i suoi scopi sono che tutto il genere Umano possa sottoscrivere e praticare il seguente credo:

NOI DELLA CHIESA CREDIAMO CHE:

Che tutti gli uomini di qualunque razza, colore o credo siano stati creati con gli stessi diritti;

Che tutti gli uomini abbiano il diritto inalienabile di scegliere e professare le proprie pratiche religiose;

Che tutti gli uomini abbiano il diritto inalienabile alla propria vita;

Che tutti gli uomini abbiano il diritto inalienabile alla propria sanità mentale;

Che tutti gli uomini abbiano il diritto inalienabile alla propria difesa;

Che tutti gli uomini abbiano il diritto inalienabile di concepire, scegliere, assistere o sostenere le proprie organizzazioni, le proprie chiese e i propri governi;

Che tutti gli uomini abbiano il diritto inalienabile di pensare liberamente, di parlare liberamente, di scrivere liberamente le proprie opinioni e di controbattere, scrivere o esprimere il proprio punto di vista sulle opinioni altrui;

Che tutti gli uomini abbiano il diritto inalienabile di creare la propria specie;

Che le anime degli uomini abbiano i diritti degli uomini;

Che lo studio della mente e la guarigione delle malattie di origine mentale non debbano essere separati dalla religione né essere permessi in campi non religiosi.

E che nessuna forza inferiore a Dio abbia il potere d’interrompere o negare questi diritti, apertamente o nascostamente.

NOI DELLA CHIESA CREDIAMO:

Che l’Uomo sia fondamentalmente buono;

Che stia cercando di sopravvivere.

Che la sua sopravvivenza dipenda da se stesso e dai suoi simili e dal raggiungimento della sua fratellanza con l’universo.

NOI DELLA CHIESA CREDIAMO CHE  LE LEGGI DI DIO PROIBISCANO ALL’UOMO:

Di distruggere la sua specie;

Di distruggere la sanità mentale di un altro;

Di distruggere o rendere schiava l’anima di un altro;

Di distruggere o ridurre la sopravvivenza dei propri compagni o del proprio gruppo.

NOI DELLA CHIESA CREDIAMO:

Che lo spirito possa essere salvato

e che solo lo spirito possa salvare o guarire il corpo.

ARTICOLO V

Membri

Sezione 1. Classificazione. L’associazione non deve avere membri. Devi invece avere parrochiani che non hanno diritto di voto.

Sezione 2. Scopo dell’Affiliazione . La Chiesa crede che una persona che partecipa agli esercizi spirituali della Chiesa possa avvantaggiarsene sino al punto che la persona può diventare consapevole della sua natura spirituale, capace di autodeterminismo, autodisciplina e alla realizzazione delle sue capacità creative; quindi i problemi ordinari della vita  dovrebbero essere facilmente risolvibili od avere od essere di poco conto. Quindi, una tale persona sarà maggiormente in grado di contribuire al benessere dei suoi simili, della Società e della Nazione. Un tale Stato di Essere del Genere Umano è l’obbiettivo della Chiesa.

Inoltre la Chiesa crede che il raggiungimento di livelli avanzati di consapevolezza spirituale da parte dell’uomo liberino lo spirito dalla mente e dal corpo dando allo spirito l’immortalità. E questo a sua volta aumenterà la vita e la livingness e diminuirà l’influenza della morte o di quei fattori vicini alla morte che agiscono come stops e distrazioni alla vita.

Durante il periodo in cui sono affiliati alla Chiesa, i parrocchiani devono essere d’accordo ad aderire al Credo, al Codice dell’Auditor ed al Codice d’Onore di Scientology.

ARTICOLO VI

I Trustee

Sezione 1. Scopo. Lo scopo principale del Consiglio dei Trustee deve essere quello di eleggere i Direttori Generali della associazione. Nel portare avanti questo scopo i Trustee possono rimuovere qualsiasi Direttore Generale che fallisca di soddisfare le qualifiche che un tale Direttore deve avere o che si comporta in  modi che sono contrari alle regole degli Articoli da I a IV di queste Ordinanze  alla sopravvivenza di Scientology. In aggiunta, i Trustee devono avere il potere, come concesso nella Sezione 2 sottostante.

Sezione 2. Numero di Trustee. Il numero autorizzato di Trustees deve essere di tre (3) sino a che questo venga rettificato da una Ordinanza che rettifichi la Sezione 2 e che venga accettata dal voto all’unanimità dei Trustee; ammesso comunque che i Trustee non devono avere il potere di ridurre il numero dei Trustee al di sotto di tre (3) o di aumentarlo ad un numero superiore a sette (7).  Uno dei Trustee deve essere eletto come Presidente e deve presiedere tutti i meeting dei Trustee.

SEzione 3. Qualifiche. Per poter servire come Trustee della associazione sia come Trustee iniziale o come Trustee succeduto ad un altro, e per poter continuare a servire come Trustee della associazione, i Trustee devono essere persone che possiedono e continuano a possedere, le seguenti qualità ed attributi. Questo significa che, una persona può servire o continuare a servire, come  Trustee della associazione solamente a condizione che lui sia e rimanga:

Qualificazioni Antecedente alla Nomina:

a. Una persona che ha un buon passato a livello produttivo;

b. Una persona che ha sperimentato eccellenti guadagni di caso e che ha raggiunto il livello di caso di OT III  superiore;

c. Una persona con una vasta conoscenza nella technologia di Dianetics e Scientology e che ha applicato questa tecnologia per aiutare gli altri, con risultati eccellenti;

d. Una persona con una vasta conoscenza delle policy amministrative o delle organizzazioni affiliate con la religione di Scientology e che abbia una passato nel quale abbia dimostrato di aver applicato con successo dette policy;

e. Una persona che è stata ordinata come ministro di Scientology, con una buona reputazione nel conseguimento dei principi così come espressi nelle Scritture;

f. Una persona che ha dimostrato di essere un buono studente; ciò significa, una persona in grado di duplicare accuratamente e velocemente quello che ha studiato con una minima correzione necessaria; e

g. Una persona con una vasta conoscenza nel sistema di Etica e di Giustizia di Scientology.

Nota dell’editore: Importante! Per diventare un Trustee, uno deve essere in “good standing” (evere una buona reputazione) come

Scientologist, ma non può essere rimosso automaticamente se cessa di esserlo (vedi Sezione 7 di questo Articolo) , il che significa semplicemete che CSI non può automaticamente rendere senza qualifiche un Trustee di CST. A condizione che i Trustee rispettino i loro requisiti di training e di auditing loro restano intoccabili da chiunque escluso il Consiglio dei Trustee di CST.

Qualità Che Devono Essere Raggiunte Entro Dieci (10) Anni Dopo Che Si Viene Eletti Come Trustee:

Oltre alle qualifiche di cui sopra, ogni persona che viene nominata per servire come Trustee della Chiesa deve raggiungere le seguenti qualità entro dieci (10) anni dopo che è stata nominata Trustee:

a. La persona deve aver raggiunto il livello di NOTS case completion oppure essere su Solo NOTS;

b. La persona deve essere diventata un Auditor Permanente di Class 8;

c. La persona deve aver completato con successo l’ Organization Executive Course ed il Flag Executive Briefing Course; e

d. La persona deve aver raggiunto lo status di Valutatore delle Data Series.

Inoltre, durante il periodo di dieci anni che segue la nomina come Trustee della Chiesa, le qualifiche che la persona deve avere per poter servire come  Trustee della Chiesa devono essere in ogni momento allineate al fatto che la persona dimostri un costante ed ininterrotto progresso verso il raggiungimento delle quattro qualifiche elecante sopra nel periodo di dieci anni. Più nello specifico, ognuna di queste persone deve dedicare una media minima di 12 1/2 di studio o auditing a settimana verso il raggiungimento di dette qualifiche.

Studio Continuo come Qualifica per Poter Servire come Trustee:

In aggiunta ai requisiti di cui sopra e anche se ogni Trustee ha raggiunto le qualifiche così come enumerate sopra, il continuo servizio come  Trustee deve dipendere dal fatto che ogni Trustee continui a studiare ad audire e/o a ricevere auditing per una media che non può essere inferiore di 12 1/2 ore alla settimana. Per esempio, se un Trustee dovesse essere assente dal suo posto per due settimane, gli verrebbe richiesto di recuperare le 25 ore di tempo che ha perso aumentando il numero di ore di studio o di auditing bilanciando le stesse nel periodo dei sei mesi seguenti, senza una motivazione accettabile al resto dei Trustee, la cosa porrebbe qualsiasi Trustee ad un revisione da parte del Consiglio dei Trustee e la possibie rimozione a discrezione dei rimanenti Trustee.

Sezione 4. Elezioni. I Trustee iniziali della associazione devono essere eletti nel meeting che deve seguire quello del Consiglio di Amministrazione (che di seguito verrà definito)  o dove vengono adottate queste Ordinanze. I Trustee devono essere eletti a vita, soggetti, comunque, alla fine del mandato così come espresso nella Sezione 7.

Sezione. 5. Posto vacante. Un posto vacante nel Consiglio dei Trustee può esistere solamente in caso di morte, dimissione o fine del rapporto di un qualsiasi Trustee così come descritto nella Sezione 7.

a. Posti vacanti nel Consiglio dei Trustee possono essere occupati dalla maggioranza dei rimanenti Trustee, anche se non viene raggiunto il quorum, o rimane un solo Trustee.

b. Nel caso che il Consiglio dei Trustee non sia in grado di riempire i posti vacanti a causa della morte o della disqualifica dell’intero Consiglio dei trustee o dell’unico Trustee rimasto, allora la persona che detiene la posizione senior a livello ecclesiastico in questa Chiesa deve (e solamente in questo evento che è difficilissimo che accada e solamente come circostanza singola)  nominare degli individui per riempire i posti vacanti nel Consiglio dei trustee, che loro stessi debbono comunque possedere le qualifiche che sono state enunciate nella Sezione 3.

Sezione 6. Voto ed Altri Diritti. Ogni Trustee deve avere diritto ad un voto. Ogni Trustee deve avere accesso in ogni momento ai libri ed alle registrazioni della associazione.

Sezione 7. Fine del mandato come Trustee.

a. La Posizione di una persona come Trustee dovrà terminare alla sua morte oppure dopo aver presentato le sue dimissioni scritte ad almeno un’altro Trustee.

b. In conformità con il sistema di Etica e di Giustizia di Scientology, la posizione di una persona come Trustee può essere teminata a causa di azioni che vengono ritenute contrarie alle regole stabilite negli Articoli da I a IV di queste Ordinanze, e dal voto all’unanimità degli altri Trustee.

c. La posizione di una persona come Trustee può essere teminata automaticamente se lui o lei fallisce in ogni momento di avere le qualifiche che sono elencate per i Trustee nei paragrafi (a), (b), (c) e (d) della Sezione 3 di questo Articolo.

[Nota dell’Editore:

1) gli standard per rimuovere un Trustee di CST sono gli Articoli da I a IV,

che sono enormemente diversi dagli standard che sono stabiliti per i Direttori Generali di CST e per i Trustee e Direttori Generali di RTC e CSI ;

2) I Trustee di CST possono essere rimossi automaticamente se non possiedono più i requisiti di training/auditing, ma non per cattiva condotta o per aver perso il good standing con CSI

3) Serve un voto all’unanimità da parte degli altri Trustee di CST per rimuovere un Trustee per cattiva condotta

Section 8. Meetings of Trustees.

a. Annual Meeting. A meeting of the Trustees shall be held on the first day of June of each year

at 8:00 p.m. at the principal office of the corporation. No notice of the annual meeting need be

given if it is held at such time and at such place. The time and place of the annual meeting may

be changed by vote or written consent of a majority of the Trustees, and notice of any such

change shall be given to each Trustee. If proper notice is given of any such change in the time or

place of the annual meeting, notice need not be given of subsequent annual meetings held at the

same time and place.

b. Agenda at Annual Meeting. At the annual meeting of Trustees, consideration shall be given

only to the following matters:

i. Election or removal of General Directors.

ii. Election or removal Of Trustees.

c. Call of Special Meetings. A special meeting of the Trustees may be called by any Trustee.

d. Notice of Meetings. When required, notice of a special meeting of the Trustees shall be given

to each Trustee in writing. A notice of meeting need not specify the purpose of the meeting.

e. Waiver of Notice. The transactions at any meeting of the Trustees, however called, however

noticed, and wherever held, are as valid as though taken at a meeting duly held after regular call

and notice if a quorum is present, and if, either before or after the meeting, each of the Trustees

who was absent signs a written waiver of notice and consent to the holding of such meeting. A

Trustee shall be deemed to have waived notice and consented to the holding of a meeting, if he

votes to approve the minutes of that meeting. All written waivers and consents shall be filed with

the minutes of meetings of the Trustees. Notice of a meeting shall also be deemed given to any

Trustee who attends a meeting without protesting, before or at its commencement, the lack of

proper notice to him.

f. Quorum. A quorum for any meeting of the Trustees shall be a majority of the total number of

the Trustees.

g. Minutes. The Trustees shall cause minutes of their meetings to be kept and to be maintained

with other records of the Trustees in a secure place.

h. Adjournment. A majority of the Trustees present, whether or not a quorum is present, may

adjourn any meeting of the Trustees to another time and place. Notice of the time and place of

holding an adjourned meeting need not be given to absent Trustees if the time and place is fixed

at the meeting adjourned.

i. Use of Conference Telephones. The Trustees may meet through the use of conference

telephone facilities or similar communications equipment, so long as all Trustees participating in

the meeting can hear and address one another.

j. Action without Meeting. Any action required or permitted to be taken by the Trustees may be

taken without a meeting if all Trustees consent in writing to that action. Such action by written

consent shall have the same force and effect as a unanimous vote of the Trustees. Such written

consent or consents shall be filed with the minutes of proceedings of the Trustees.

ARTICOLO VII

Consiglio di Amministrazione

Sezione 1. Funzioni ed Autorità del Consiglio.

a. Composizione: Il Consiglio di Amministrazione combinato (“Consigli”) deve essere composto da tre (3) Direttori Generali (“Consiglio dei Direttori Generali”) e tre (3) Direttori Speciali (“Consiglio dei Direttori Speciali”). Il numero autorizzato dei Direttori Generali può essere modificato attraverso una Ordinanza che cambi questa Sezione 1 (a) adottata attraverso il voto all’unanimità dei Direttori Generali; a condizione che, comunque, i Direttori Generali non abbiano il potere di ridurre il numero dei Direttori Generali al di sotto di tre (3) o di aumentarne il numero a più di cinque (5).

b. In Generale. Le attività e gli affari della associazione, distinti da quelli ecclesiastici della associazione, devono essere diretti e condotti , e tutti i poteri associativi devono essere esercitati, da o sotto la direzione del Consiglio dei Direttori Generali, soggetti all’approvazione od al veto di determinate azioni da parte della maggioranza dei Direttori Speciali che sono stati autorizzati come delineato nel paragrafo (d) di seguito. I Direttori Generali, in generale, devono possedere tutti i poteri che possono essere conferiti loro, permessi, od autorizzati dalla legge ai Direttori delle associazioni religiose non a scopo di lucro, incluso il potere di acquistare, prendere in affitto, acquisire tramite mutuo od ipoteca, vendere, impegnare o trasferire le proprietà della associazione, e prendere a prestito fondi da utilizzare a beneficio della associazione. Ogni Direttore, Generale e Speciale, deve poter aver accesso in ogni momento a tutti i libri contabili ed alle registrazioni della associazione.

c. Particular Functions of the General Directors. More particularly, and without limiting its

power and authority in general (except as stated otherwise), the General Directors may, in their

sole discretion:

i. Borrow money and incur indebtedness on behalf of the corporation, and cause to be executed

and delivered therefor, in the corporate name, promissory notes, bonds, debentures, deeds of

trusts, mortgages. pledges, hypothecations, or other evidences of debt and securities therefor;

ii. Make and perform such contracts as are necessary or convenient to attain or further the

purposes and objects of the corporation, as set forth in the Articles and in these Bylaws;

iii. Delegate to the corporation’s officers, or to other agents, regular and special duties Of the

Board of General Directors, the delegation of which is permitted by law and consistant with the

Articles;

iv. Publish and disseminate books, periodicals, pamphlets, tracts, sermons, films, tapes and

pictures in furtherance of the purposes of the corporation; and

v. Change the principal office of the corporation from one location to another, and establish and

locate subsidiary offices of the corporation.

d. Funzioni Particolari dei Direttori Speciali. I Direttori Speciali, agendo con la maggioranza del loro numero autorizzato hanno il potere di assicurarsi quanto segue:

i. Che l’associazione ottenga l’esenzione fiscale, il più presto possibile, e che quella condizione venga poi mantenuta per tutta l’esistenza della associazione

ii. Che nessuna parte della associazione serva ad arricchire o a beneficio di un solo individuo, azienda o società.

iii. Che il patrimonio della associazionenon sia oggetto di sprechi e/o stravaganze ma che al contrario aumenti di valore.

iv. Che un appropriato management di Scientology venga applicato in modo corretto al fine di raggiungere gli scopi che l’associazione si è prefissata.

I Direttori Speciali devono portare avanti i loro compiti approvando o ponendo veto ad ogni risoluzione, voto, o atto dei Direttori Generali che in un modo o nell’altro direttamente od indirettamente influiscano sui compiti dei Direttori Speciali così come stabiliti sopra. In aggiunta, i Direttori Speciali, possono con voto all’unanimità consigliare ai Direttori Generali di considerare qualsiasi soggetto che rientri nell’area dei loro compiti, come sono stati descritti sopra.

Qualsiasi atto dei Direttori Speciali può essere annullato dal voto all’unanimità dei Direttori Generali e dei Trustee ottenuto attaverso un meeting che viene convocato da uno qualsiasi dei Direttori Generali come previsto nella Sezione 4 di questo Articolo VII.

e. Doveri Speciali dei Consigli.

Deve essere compito speciale dei Consigli assicurarsi che:

i. Che nessuna parte degli utili netti dell’associazione vengano incanalati a beneficio di una qualsiasi persona;

ii. Che nessuna parte sostanziale delle attività della associazione siano dirette ad influenzare una legislazione attraverso propaganda o quant’altro

iii. Che l’associazione ed i suoi agenti si trattengano dal partecipare od intervenire in qualsiasi campagna politica a favore di o in opposizione a qualsiasi candidato al pubblico ufficio;

iv. Che la proprietà, il patrimonio e le entrate nette dell’associazione rimangano irrevocabilmente dedicate a scopi caritatevoli e religiosi; e

v. Che, allo scioglimento od alla fine dell’associazione, il patrimonio che resterà dopo il pagamento o la sistemazione di tutti i debiti  e somme dovute dalla associazione venga distribuito ad un fondo non a scopo di lucro, fondazione, od associazione che sia organizzata e che operi principalmente ed esclusivamente a fini caritatevoli o religiosi, e che sia esente da tassazione descritta nella Sezione 501(c) (3) dell’Internal Revenue Code del 1954, come riveduto.

Sezione 2. Elezione e Durata del Mandato dei Direttori Generali.

a. Elezioni. I Direttori Generali devono essere eletti dalla maggioranza dei voti dei Trustee della associazione. I Trustee non possono accumulare voti nell’elezione dei Direttori Generali. Elezioni regolari dei Direttori Generali devono essere tenute annualmente dai Trustee. Elezioni speciali possono essere rese necessarie per riempire posti vacanti nel Consiglio dei Direttori Generali. I Direttori Generali non possono essere eletti tra i Trustee. I Direttori Generali devono rimanere in carica per un anno sino a che viene tenuto il seguente meeting dei Trustee, a seconda di quale dei due avviene prima. I Direttori Generali possono essere rieletti.

b. Compensi. I Direttori Generali non devono ricevere alcun compenso per i loro servizi come Direttori, ma hanno diritto al rimborso delle spese sostenute per conto della associazione, anche se quelle spese venissero sostenute non nella loro veste di Direttori.

c. Qualifiche. Per poter servire come Direttore Generale  ogni Direttore Generale deve essere una persona in possesso e continua a possedere i seguenti attributi e qualità. Questo significa che una persona può servire e continuare a servire come Direttore generale solamente sino a che rimane:

i. Con una buona conoscenza delle Scritture;

ii. Con una buona conoscenza del sistema di Etica e di Giustizia di Scientology;

iii. Un competente dirigente di Scientology, e la cosa deve essere comprovata da statistiche;

iv. Un ministro ordinato in maniera appropriata di Scientology ed in good standing con la Chiesa Madre; e

v. Sia maggiorenne.

d. Rimozione. Con il voto affermativo della maggioranza dei Trustees, un Direttore Generale può essere rimosso per i seguenti motivi:

i. Fallire nel continuare a possedere le qualifiche così come sono state espresse nei sottoparagrafi (i) sino a  (iv) della sottosezione (c) di cui sopra;

ii. Fallire nell’esercitare i compiti di un Direttore nel perseguire gli obiettivi, scopi ed orizzonti della associazione, della Chiesa di Scientology, così come espressi negli Articoli da I a IV di queste Ordinanze.

Sezione 4. Nomine. Durata dell’Incarico, Dimissioni e Successione dei Direttori Speciali.

a. Direttori Speciali Iniziali. I nomi delle persone che devono servire come Direttori Speciali della associazione sono:

i. Stephen A. Lenske

ii. Sherman D. Lenske

iii. Lawrence E. Heller.

b. Durata dell’Incarico.

Le persone nominate Direttori Speciali devono possedere un mandato a vita, fino a che restano in regola con il State Bar Association of California. Se qualcuno dei Direttori Speciali dovesse fallire dal restare in regola, la sua posizione terminerà ed il vuoto che si venisse quindi a creare dovrà essere colmato in accordo al paragrafo (d) di questa sezione 4.

c. Dimissioni.

Ogni direttore può presentare le proprie dimissioni dandone comunicazione scritta a tutti i Direttori. Le comunicazioni devono indicare una data successiva per la validità di tali dimissioni.

d. Posti vacanti.

Ogni posto vacante nel Board of Special Directors, sia causato da morte che da dimissioni, può essere colmato a maggioranza dei Direttori Speciali rimasti o dall’unico Direttore Speciale rimasto

Per quanto possibile i posti vacanzi dovranno essere occupati da membri in regola con la California State Bar Association , che siano poi impiegati presso lo studio legale Lenske, Lenske, Heller & Magasin o loro successori (LLH&M) e siano in linea con gli scopi di questa associazione. Nel caso in cui i Direttori Speciali o il restante Direttore Speciale non sia in grado di colmare i vuoti con impiegati di LLH&M, allora il posto potrà essere occupato da esterni al LLH&M, purchè ogni candidato sia in regola con la California State Bar Association e sia in linea con gli scopi di questa associazione. Ogni appuntamento e colloquio sarà fatto con approvazione della maggioranza dei Direttori Generali e Fiduciari autorizzati. Nel caso in cui il Consiglio dei Direttori speciali non sia in grado di riempire i posti vacanti a causa di morte o dimissioni di tutti i Direttori Speciali, allora i posti vacanti dovranno essere riempiti dalla maggioranza dei Direttori Generali e Fiduciari autorizzati.

e. Compensi.

I Direttori Speciali dovranno aver diritto a un emolumento basato sulla tarriffa oraria poi aumentata per i loro servizi professioanli.

Sezione 4

Assemblee dei Direttori

a. Call of Special Meetings. Special meetings of the Boards may be called by any two General Directors, by the President, or by any Special Director. Special meetings of either Board may be called by any two (2) members, or in the case of the Board of General Directors, by any two (2) members, or the President.

b. Notice. Notice of all special meetings of the Boards, or each of them, or of an annual meeting to be held at a time or place other than a time or place fixed by resolution of the Boards, or either of them, shall be given to all Directors, or to the Directors of each respective Board, as the case may be.

c . Rinuncia del preavviso. Transactions of any meeting of the Boards, or either of them, however called, however noticed, and wherever held, are as valid as though adopted at a meeting duly held after regular call and notice if a quorum of each Board is present and if, either before or after the meeting, each of the Directors not present signs a written waiver of notice and consent to the holding of such meeting. A Director shall be deemed to have waived notice and consented to the holding of a meeting if he votes to approve the minutes thereof. All such waivers or consents shall be filed with the minutes of meetings of the Boards, or either of them. Notice of a meeting shall also be deemed given to any Director who attends a meeting without protesting, before or at its commencement, the lack of proper notice to him.

d. Quorum. A majority of the Directors authorized shall constitute a quorum of for [sic] each of the Boards for transaction of business or for taking of action which may be taken with less than unanimous consent of all Directors.

e. Verbali

I Direttori generali devono designare uno di loro o un ufficiale dell’associazione per redigere i verbali dei loro incontri. I Direttori Speciali devono designare uno di loro per redigere i verbali dei loro incontri

f. Rinvii. A majority of the Directors present, whether or not a quorum is present, may adjourn any Directors’ meeting to another time and place. Notice of the time and place of holding an adjourned meeting need not be given to absent Directors if the time and place be fixed at the meeting adjourned.

g. Incontri ordinari, speciali e annuali

Gli incontri dei consigli devono tenersi non meno di una volta l’anno. I Direttori speciali devono riunirsi in consiglio non più di sei volte l’anno. Gli incontri designati quali Meeting annuale devono tenersi nel mese di giugno di ogni anno. Meetings other than annual meetings shall be called regular meetings or special meetings. The time and place of annual meetings may be fixed by unanimous resolution of the Boards, or either of them, and, once so fixed, shall not be subject to the notice

requirements of subsection (b).

h. Uso delle conferenze telefoniche. Directors may meet through the use of conference telephone facilities or similar communications equipment, so long as all Directors participating in the meeting can hear and address one another.

i. Azioni aldifuori degli incontri

E’ permesso o richiesto ai consigli eseguire azioni e prendere decisioni al di fuori degli incontri se i rispettivi consigli consentono in forma scritta a tali azioni. Tali azioni con consenso scritto devono avere la stessa forma e gli stessi effetti di un voto unanaime dell’intero Consiglio. Tali consensi scritti devono essere conservati con i verbali delle assemblee.

ARTICOLO VIII

Funzionari dell’Associazione

Sezione 1

Funzionari richiesti

I Funzionari dell’associazione, in quanto distinti dale cariche ecclesiastiche, devono essere eletti dalla maggioranza dei voti del Consiglio dei Direttori generali, e devono includere un Presidente, un Segretario e un Tesoriere , ognuno dei quali a servizio del rispettivo Consiglio. Ognuno di questi incarichi deve essere presieduto da persone che siano anche Direttore Generale. Il Consiglio dei Direttori Generali può eleggere la stessa persona quale Segretario e Tesoriere.

Sezione 2

Funzionari opzionali

Il Consiglio dei Direttori Generali può eleggere uno o più Vice-Presidenti, uno o più assistente Segretario e assistente Tesoriere;i funzionari subordinati dovranno essere ritenuti appropriati di volta in volta.

Sezione 3

Doveri dei Funzionari

a. Il Presidente deve avere la responsabilità della supervisione generale per gli affari economici dell’associazione. Inoltre dovrà eseguire ogni altro atto e dovere di competenza del Consiglio dei Direttori Generali. Il Presidente dovrà essere il Chief Executive, il funzionario a capo di tutta l’associazione, al quale gli altri funzionari ed i loro agenti dovranno rispondere ed essere responsabili per le proprie performance ed i propri compiti.

b. Il Vice-Presidente, se presente, deve adempiere a tutti I doveri per conto dell’associazione che gli possano essere assegnati dal Consiglio dei Direttori Generali o dal presidente. In assenza o in caso di impedimento del Presidente, i doveri del Presidente dovranno essere adempiuti dal Vice-Presidente.

c. Il Tesoriere deve essere il funzionario Responsabile finanziario dell’associazione e deve avere in custodia i suoi fondi, libri sociali e registri contabili. Il tesoriere deve avere l’autorità di ricevere ed accettare denaro, recuperare i debit, aprire conti bancari e provvedere agli esborsi in nome dell’associazione. Il tesoriere deve occuparsi di tenere o far tenere regolare registro dei conti rispecchiante ogni attività inerente lassociazione e ogni incasso ricevuto o esborso effettuato, e deve preparare o far preparare i bilanci economici su richiesta del Consiglio dei Direttori Generali. Il tesoriere deve depositare tutto il denaro ed altri valori in nome e a credito dell’associazione, a mezzo dei depositari designati dallo stesso Consiglio dei Direttori Generali. Il tesoriere deve esborsare fondi sulla base delle indicazioni del Consiglio dei Direttori Generali.

Il tesoriere dovrà, in qualunque momento gli venga richiesto dal presidente del Consiglio dei Direttori Generali, rendere conto e motivare ogni transazione da lui effettuata o autorizzata.

d. L’Assistente Tesoriere, if any, shall carry out such duties on behalf of the corporation as may be assigned or delegated to him by the Board of General Directors, by the President, or by the Treasurer. In the absence or disability of the Treasurer, the Assistant Treasurer shall discharge the duties of the Treasurer.

f. L’ Assistente Segretario, if any, shall carry out such duties on behalf of the corporation as may be assigned or delegated to him by the Board of General Directors, by the President, or by the Secretary. In the absence or disability of the Secretary, the Assistant Secretary shall discharge the duties of the Secretary.

Sezione 4. Esecuzione dei contratti. Contracts, instruments of conveyance or encumbrance, or other obligations of the corporation may be executed and delivered on behalf of the corporation by any two (2) officers of the corporation unless the Board of General Directors provides otherwise by general or special resolution.

ARTICOLO IX

Responsabilità di Direttori e Funzionari

Direttori, Funzionari, Trustee ed altri rappresentanti dell’associazione, e i patrimoni di queste persone, non possono essere soggetti al pagamento né possono essere loro imputati, debiti o obbligazioni dell’associazione.

ARTICOLO X

Ordinazione dei Ministri e Ordini religiosi

Sezione 1

Ordinazione

La Chiesa deve avere pieno potere ed autorità ad ordinare ministri, che avranno potere di svolgere cerimonie nuziali, amministrare il confessionale, seppellire i defunti, battezzare, praticare guarigione spirituale, dare guarigione spirituale, dare consigli spirituali e amministrare i bisogni spirituali di congreazioni e parrocchiani; di revocare tali stati di ministri ordinati; di concedere e revocare tali altri gradi e certificati di conseguimento o qaulifica che possano essere appropriati.

Sezione 1

Codice di condotta

Questa Chiesa deve domandare e richiedere ai suoi ministri ordinati conformità al seguente codice dei ministri ordinati (Conosciuto come Il Codice dell’Auditor di Scientology), in relazione all’assistenza spirituale e alla guida di tutti i parrocchiani e/o praticanti:

IO PROMETTO, IN QUALITÀ DI AUDITOR, DI OSSERVARE IL CODICE DELL’AUDITOR.

1. Prometto di non valutare per il preclear in seduta o di dirgli che cosa dovrebbe pensare di se stesso.

2.Prometto di non invalidare il caso o i miglioramenti del preclear in seduta o fuori seduta.

3.Prometto di usare su un preclear solo la tecnologia standard in modo standard.

4.Prometto di rispettare tutti gli appuntamenti di auditing, una volta fissati.

5.Prometto di non dare procedimenti a un preclear che non sia riposato a sufficienza e che sia fisicamente stanco.

6.Prometto di non dare procedimenti a un preclear che non abbia mangiato a sufficienza o che abbia fame.

7.Prometto di non consentire un cambiamento frequente di auditor.

8.Prometto di non dare compassione a un preclear, ma di essere efficiente.

9.Prometto di non consentire a un preclear di terminare la seduta di sua spontanea volontà, ma di portare a termine i cicli che ho iniziato.

10.Prometto di non abbandonare mai un preclear durante la seduta.

11.Prometto di non arrabbiarmi mai con un preclear durante la seduta.

12.Prometto di continuare ogni azione maggiore di caso fino a ottenere un ago fluttuante.

13.Prometto di non continuare mai un’azione dopo che ha prodotto un ago fluttuante.

14.Prometto di concedere beingness al preclear durante la seduta.

15.Prometto di non mischiare i procedimenti di Scientology con altre pratiche, tranne quando il preclear sia fisicamente malato e siano necessarie cure mediche.

16.Prometto di mantenere la comunicazione con il preclear e di non interrompere la sua comunicazione, né di permettergli di fare overrun in seduta.

17.Prometto di non introdurre in seduta commenti, espressioni o turbolenza che distraggano il preclear dal suo caso.

18.Prometto di continuare a dare al preclear il comando di auditing o il procedimento quando necessario nel corso della seduta.

19.Prometto di non lasciare che il preclear esegua un comando mal compreso.

20.Prometto di non dare spiegazioni o giustificazioni, né di trovare scuse in seduta, per qualunque errore da parte dell’auditor, reale o immaginario che sia.

21.Prometto di valutare lo stato attuale del caso di un preclear solo in base ai dati della supervisione standard del caso e di non discostarmene in base a differenze immaginarie nel caso.

22.Prometto di non usare mai i segreti rivelati da un preclear in seduta per punizione o vantaggio personale.

23.Prometto di non falsificare mai i fogli di lavoro di una seduta.

24.Prometto di assicurarmi che qualunque somma ricevuta per il processing venga rimborsata in base alle direttive amministrative del Consiglio di verifica dei reclami, se il preclear è insoddisfatto e ne fa richiesta entro tre mesi dopo il processing, con la sola condizione che non riceva più processing o addestramento in futuro.

25.Prometto di non raccomandare Dianetics o Scientology solo per curare malattie o soltanto per il trattamento di malattie mentali, ben sapendo che esse sono intese a produrre miglioramenti spirituali.

26.Prometto di cooperare pienamente con le organizzazioni ufficiali di Dianetics e Scientology nel salvaguardare l’uso etico e la pratica di questi soggetti.

27.Prometto di rifiutarmi di permettere che qualunque essere venga leso fisicamente, danneggiato violentemente, operato o ucciso in nome del “trattamento mentale”.

28.Prometto di non permettere libertà sessuali o violenza carnale nei confronti dei pazienti.

29.Prometto di rifiutarmi di accettare nelle file dei praticanti qualunque individuo insano.

Sezione 3

Ordini religiosi

La Chiesa può stabilire e mantenere ordini religiosi, gli scopi dei quali dovranno essere promossi dalle attività religiose ed amministrative di questa Chiesa ed associazione. Le funzioni ed i doveri specifici di tali ordini religiosi, e i membri di tali ordini, dovranno essere determinati ed assegnati dal Consiglio dei Direttori Generali in accordo con le Scritture, coerentemente con gli scopi degli ordini religiosi qui normati. L’accettazione di persone all’interno degli ordini religiosi della Chiesa dovrà essere governata dall’applicazione delle scritture applicabili. Persone che cercano di essere accettate all’interno dell’ordine religioso di questa Chiesa dovranno aderire ad un accordo che esprima il desiderio individuale e l’intenzione di dedicare loro stessi al perseguimento dei fini e degli obbiettivi di questa Chiesa e della Religione di Scientology. Tutti i membri dell’ordine religioso dovranno concordare di rispettare le policies di questa associazione, le Scritture, gli articoli e questo statuto.

Sezione 4

Termine

Adesione, affiliazione, licenze, ordinazioni, certificazioni o altre dispense speciali, o riconoscimenti, devono terminare, su indicazione del Consiglio dei Direttori Generali per le seguenti cause:

a. Morte

b. Dimissioni

c. Azioni considerate contrarie ai principi, scopi, finalità, codice, lettere ecclesiastiche, policies, accordi, lo Statuto di questa associazione e di Scientology.

Sezione 5

Restituzione dei beni

Al momento di ogni termine, a norma della sezione 4 di questo articolo X, alle persone il cui status si intende terminato, devono essere immediatamente richiesti la restituzione all’associazione o alla Chiesa, di ogni bene reale o personale a loro rilasciato dalla Chiesa.

Sezione 6

Riservatezza dei Direttori

A norma delle Scritture, particolarmente il sistema di etica e giustizia di Scientology, la qualifica di membro di un ordine religioso, l’ordinazione o l’affiliazione possono essere negate o revocate per cause ritenute essere sufficienti a discrezione anche dei soli direttori Generali.

ARTICOLO XI

Ufficio principale

L’ufficio principale dell’associazione deve essere situata in un luogo, entro o fuori lo Stato della California, determinato di volta in volta a maggioranza del Consiglio dei Direttori Generali, a sua discrezione.

ARTICOLO XII

Sigillo

L’associazione deve avere un sigillo la cui forma deve essere determinate ed adottata dal Consiglio dei Direttori Generali.

ARTICOLO XIII

Modifiche

Salvo quanto diversamente previsto in questi Statuti, questi Statuti possono essere modificati od abrogati e nuovi statuti adottati con voto unanime dei Consigli, a condizione che Statuti nuovi o modificati non mettano a repentaglio lo status di esenzione fiscale di questa associazione, non ne alterino gli scopi né le qualifiche richieste ai suoi trustee e Direttori, e non contravvengano alle scritture.

CERTIFICAZIONE

Noi sottoscritti certifichiamo :

1. Che noi siamo i Direttori della Chiesa di tecnologia Spirituale, un’ associazione religiosa non-profit, sottoposta alla legge dello stato della California,

e

2. Che i precedenti Statuti costituiscono gli Statuti della suddetta associazione, come debitamente adottati in occasione dell’assemblea de direttori del 7 giugno 1982.

A TESTIMONIANZA DI CIO’, abbiamo apposto e sottoscritto i nostri nomi questo 7 giugno 1982

Firma Lyman Spurlock

_________________________________________

LYMAN SPURLOCK, Direttore Generale

Firma Rebecca (Pook) Hay >>

_________________________________________

REBECCA POOK, Direttore Generale

Firma Maria H(?) Starkey >>

_________________________________________

MARIA STARKEY, Direttore Generale

Firma Stephen A Lenske

_________________________________________

STEPHEN A. LENSKE, Direttore Speciale

Firma Sherman D Lenske

_________________________________________

SHERMAN D. LENSKE, Direttore Speciale

Firma LE Heller

_________________________________________

LAWRENCE E. HELLER, Direttore Speciale

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...