Skip to content

SCIENTOLOGY L’INEVITABILE DECLINO

30 maggio 2013

ghandi_truth_inspiration

Molte persone, specialmente le persone ignoranti, ti vogliono punire perchè dici la verità, perchè sei corretto, perchè sei te stesso.

Non ti scusare mai per essere corretto, o per il fatto che sei avanti di anni dal tempo in cui vivi.

Se hai ragione e sai di averla, fai sentire le tue ragioni.

Persino se sei una minoranza composta di una persona sola, la verità è sempre la verità.

Mahatma Ghandi

Mohandas Karamchand Gandhi, detto il Mahatma  (Porbandar, 2 ottobre1869 – Nuova Delhi, 30 gennaio 1948), è stato un politico e filosofo indiano.

Firma del Mahatma Gandhi

Importante guida spirituale per il suo paese, lo si conosce soprattutto col nome di Mahatma (in sanscrito महात्मा, “grande anima”), appellativo che gli fu conferito per la prima volta dal poeta Rabindranath Tagore. Un altro suo soprannome è Bapu, che in hindi significa “padre”.

Gandhi è stato uno dei pionieri e dei teorici del satyagraha, la resistenza all’oppressione tramite la disobbedienza civile di massa che ha portato l’India all’indipendenza.

Il satyagraha è fondato sulla satya (verità) e sull’ahimsa (nonviolenza).

Con le sue azioni Gandhi ha ispirato movimenti di difesa dei diritti civili e personalità quali Martin Luther King, Nelson Mandela, e Aung San Suu Kyi.

In India Gandhi è stato riconosciuto come Padre della Nazione e il giorno della sua nascita (2 ottobre) è un giorno festivo.

Questa data è stata anche dichiarata «Giornata internazionale della nonviolenza» dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

L. Ron Hubbard ha scritto come un gruppo si deteriora a causa del suo management.

Il “gruppo” dei Scientologist è in costante deterioramento ed è sceso inesorabilmente a livelli a dir poco disgustosi.

E’ diventato di fatto uno pseudogruppo.

Attraverso le verità rivelate sul nostro Blog stiamo cercando di ripristinare l’essenza del vero gruppo.

C’è stata una totale inversione nell’ARC tra noi ed il “management” di Scientology.

Cosa lo ha causato? Cosa fa scaturire?

Ron ci fornisce le risposte necessarie.

Non tutti ci crederanno ma …

Persino se sei una minoranza composta di una persona sola, la verità è sempre la verità.

Mahatma Ghandi

Grazie per far parte di questa minoranza.

CAMILLO BENZ

HCOPL 9 Gennaio 1951

Un Saggio Sul Management

Ora consideriamo cosa vuol dire essere un vero gruppo verso l’essere uno pseudogruppo.

Un vero gruppo si allontana dall’essere un vero gruppo nella misura in cui esistono Rotture di ARC tra mete e management, il management ed il gruppo, ed il gruppo con le mete.

Nel caso di un creatore di mete altamente Theta ed un gruppo in forte accordo con quegli scopi, il legame tra il gruppo ed il creatore di mete è talmente forte e solido, sia che la persona che ha stabilito gli scopi sia viva oppure morta, che un management che non abbia ARC con il creatore delle mete o con il gruppo, perirà o verrà sostituito velocemente.

Ma nel frattempo mentre quel management ancora esiste, il gruppo non è un vero gruppo e non consegue i suoi obiettivi così come dovrebbe.

Questo sarebbe il primo gradino a cui si scende quando si passa da un vero gruppo ad uno pseudogruppo.

La condizione potrebbe permanere per un certo tempo, se il management non fosse proprio un vero management e non fosse in maniera flagrante fuori ARC.

La durata di un management del genere sarebbe inversamente proporzionale all’entità della rottura di ARC.

Una grave perversione o rottura di ARC porterebbe ad un crollo immediato di quel management.

Se l’allontanamento fosse graduale uno potrebbe osservare che quel management verrebbe tollerato più a lungo.

Questa rottura con il gruppo, mentre il creatore di mete è in vita, può essere di maggiore gravità che non una rottura con il creatore delle mete, senza tuttavia causare la caduta o la sostituzione del management.

Ma le rotture di ARC con il creatore delle mete, fanno sì che il management si venga a trovare sotto l’immediato assalto di un gruppo catalizzato, che ha come piccola meta secondaria, quella di rovesciare quel management.

E’ per questo motivo che la maggior parte degli organi di management preferisce la sicurezza di un creatore di mete morto, le cui idee ed i cui principi fondamentali di pensiero sono profondamente condivisi dal gruppo.

Invece i gruppi, per la maggior parte, preferiscono un creatore di mete vivo, perchè finchè il creatore di mete è vivo  (nel caso di un vero gruppo), il gruppo ha un vero paladino, visto che un creatore di mete theta è principalmente interessato al gruppo, agli individui che lo compongono e alle proprie mete, e si interessa molto poco al management al di là del fatto che sia efficiente nel conseguire le mete col minimo trambusto e la massima velocità.

Il gradino successivo a cui si scende quando si passa da un vero gruppo ad uno pseudo gruppo è il punto in cui, dopo la dipartita o la cessata attività del creatore delle mete in quanto tale, le mete esistono sotto forma di codici. Il management, che è sempre pronto a pensare che esista un’ emergenza ed è formato, persino nel gruppo migliore, da uomini in stato di grave tensione, spezza in qualche misura quell’ARC, nel nome della necessità, con le mete codificate.

Essendo interessato ai problemi del momento ed avendo gli occhi puntati sulla collina successiva piuttosto che sul pianeta successivo, il management dà il via, con fare innocente, ad una serie di rotture o perversioni quali quelle descritte ed inizia ad usare vari mezzi per far accettare queste cose al gruppo.

Può darsi che, normalmente, il gruppo opponga resistenza, ma in un momento di serio pericolo potrebbe lasciare al management il diritto di alterare o sospendere parte del codice. Se poi il management non pone rimedio alla violazione o alla perversione del codice, il vero gruppo sarà scivolato di un bel tratto lungo la strada che lo porta ad essere uno pseudogruppo.

La tappa successiva di una certa entità, in questo declino, è quella in cui il management svolge le funzioni di un management per il gusto di farlo e a proprio vantaggio, senza seguire i codici delle mete originati dal defunto creatore di mete, ma conservando solo un’ombra coperta di lustrini, come ad esempio il “patriottismo”, il “vostro re”, “il modello di vita americano”, “ogni contadino padrone della sua terra”, ecc, ecc.

Il gradino successivo a cui si scende è la completa rottura o inversione dell’ARC da parte del gruppo nei confronti del management, e a questo punto si hanno rivoluzioni, scoperi e cose del genere.

 

°°°°°

Quanto segue è il tipo di ARC utilizzato dal e nel Management di Scientology.

In una sola parola:

UN BUCO

Annunci
7 commenti leave one →
  1. Renata Lugli permalink
    30 maggio 2013 10:49 PM

    “Se hai ragione e sai di averla, fai sentire le tue ragioni.
    Persino se sei una minoranza composta di una persona sola, la verità è sempre la verità.”

    Grande Gandhi! E pensare che anche Ron meritava di essere annoverato insieme a questi grandi: Gandhi, Martin Luther King, Nelson Mandela e altri, in quanto a benefattore dell’umanità, meritava almeno la stessa popolarità; ma ormai è andata così.

  2. Ulisse permalink
    30 maggio 2013 11:59 PM

    Sicuramente ci sono moltissime ref. di LRH su come un gruppo porti in rovina la propria e altrui sopravvivenza, ma credo che il sunto di questa ref. è “Le persone vogliono LRH e se non glielo dai andranno via”. Credo che queste parole siano in un’altra ref. (forse in una sequenza diversa) ma… il concetto è fin troppo semplice.

    Per questo LRH aveva scritto KSW1 ma, come abbiamo purtroppo constatato, senza LRH il diritto di interpretarla a proprio vantaggio se l’è preso miscavige e… a scendere tutte le miserabili “foche”.

    Ma, come scrive LRH,
    ….il gruppo non è un vero gruppo e NON CONSEGUE i suoi obiettivi così come dovrebbe.

    Quindi, il suo declino è molto vicino e l’ultimo luogo sicuro per miscavige sarà proprio nel “BUCO” che lui stesso ha creato… prima di immolarsi alla propria immagine…

  3. Umberto permalink
    31 maggio 2013 9:02 AM

    Il riconoscere una verità può dare la sensazione di essere più vulnerabili, perché vieni isolato e preso come bersaglio da colpire da chi non vuole o non può riconoscere tale verità… e principalmente da chi non vuole che la verità venga scoperta… ma in realtà non è così, la verità ti rende più forte… o possibilmente tu sei forte e quindi riesci a distinguere la verità dalle alterazioni.
    La Sorgente è la Verità, miscavige è l’alterazione!
    La Sorgente è la strada verso la Libertà, miscavige è la strada verso l’oblio!

    • Renata Lugli permalink
      31 maggio 2013 9:14 AM

      Bravo Umberto, hai espresso un bellissimo concetto che condivido pienamente.

  4. Frank Wool permalink
    31 maggio 2013 10:29 AM

    Una fotografia perfetta dell’attuale situazione, in cui il management (Miscavige) svolge le sue funzioni a proprio vantaggio, senza alcun interesse per le mete o per la sopravvivenza dello pseudogruppo.
    Freddamente, il management (Miscavige) usa tutti i mezzi, leciti o meno, per garantire la sua stessa sopravvivenza a discapito del gruppo, delle mete e dell’immagine del creatore di mete.
    Lo pseudogruppo si sta sfaldando. L’esistenza stessa di questo blog, in cui persone sinceramente interessate al futuro di SCN, ed a salvaguardare il lascito di LRH, attaccano senza tregua il management ne è la prova lampante.
    Suvvia Caro Leader, fai ancora un altro passo verso il baratro in cui tu e la tua mostruosa creazione meritate di finire.
    Noi tutti saremo lì a fotografare il momento, per pubblicarlo su internet l’istante successivo!

  5. Athena permalink
    31 maggio 2013 4:16 PM

    Quelli rimasti nella Chie$a più che uno pseudo gruppo li definirei un branco di pecore che più di belare facendo bee bee bee bee , non possono fare niente altro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...