Skip to content

LA SCALA DELLO STARE DI FRONTE

13 gennaio 2012

Ho voluto proporvi questa Scala dello Stare di Fronte per darvi la possibilità di valutare utilizzando questa scala le varie cose nella vostra vita e quale sia il vostro grado di Stare di Fronte in relazione ad esse.

Le varie dinamiche, i terminali che sono a voi vicini, le situazioni che dovete affrontare ogni giorno, possono essere posizionate su questa scala e potrete valutare cosa fare per aumentare il vostro stare di fronte sino ad attraversare i vari livelli per poter alla fine ESSERE la cosa a cui ora dovete stare di fronte.

E forse non così semplice da “digerire” ma sono sicuro che con un po’ di tecnologia di studio riuscirete ad assaporare la magia che contiene.

CAMILLO BENZ

 

Per cominciare alcune

DEFINIZIONI:

figure-figure:

1. un termine coniato per descrivere una particolare forma di aberrazione che consiste nel dover sempre trovare “una ragione” per una significanza.

Dato un certo fatto, deve esserci sempre una ragione per quel fatto. E da qui si ha il figure-figure – Glossario di The Anatomy of the Human Mind 

2. Pensieri, opinioni od idee riguardo qualcosa che non sono basate su un fatto reale. Glossario dell’Art Book

DUB IN:

1. la manifestazione del mettere nell’ambiente, senza saperlo, delle percezioni che in realtà non esistono. Glossario dell’FPRD

2. Delle immagini mentali create inconsapevolmente che sembrano essere registrazioni dell’universo fisico ma che in realtà sono solamente delle copie alterate della traccia del tempo. Il termine deriva dalla frase dub in usato nell’industria cinematografica, che significa registrare dialoghi e vari suoni e poi integrarli nel film dopo che è stato girato. 

BEINGNESS:

Condizione o stato di essere; esistenza. La Beingness è un reale o supposto controllo dell’ambiente. Glossario dell’APA (Advanced Procedures and Axioms) 

 

 

Ecco la Scala dello Stare di Fronte, solo per rinfrescarvi la memoria:

DUB IN: Il più basso della scala.

Questa scala è probabile che si possa invertire, e proprio in fondo a questa potresti avere un dub-in  nero. Una volta percorso la nerezza (blackness), troverai un caso di dub-in. Ma la scala nella quale noi siamo maggiormente interessati , perchè è quella che vediamo più comunemente vedete, inizia al fondo con dub-in sale e si trasforma in

NERO. Passa attraverso la Nerezza e diventa

INVISIBILE. Da invisibile passa a

DA UN’ALTRA PARTE – un desiderio di essere da un altra parte.

Il modo di risolvere le cose è quello di essere da un’altra parte. E passa da essere da un’altra parte sino alla

ABILITA’ DI STARE DI FRONTE. E passa da stare di fronte ad

ESPERIENZA O PARTECIPARE. E solamente a quel punto tu sei arrivato in alto a

BEINGNESS.

Ora questa è la Scala dello Stare di Fronte, ed è la Scala della disintegrazione della Realtà. E’ come una persona maneggia i terminali o le situazioni. Una persona maneggia terminali e situazioni al di sopra di tutto questo non dovendo partecipare, non dovendo stare di fronte, trovando che non è necessario fare qualcosa riguardo le cose a meno che uno non decida di farlo per propria autodeterminazione; e se facesse così, lo può fare senza ritorsioni a livello personale. Lui può sperimentare le cose o meno a seconda dei casi.

Ora potrai trovare una armonica più bassa su questa cosa ad un qualche livello filosofico dove qualcuno dice :

“Yap, yap, va bene , io posso, o non posso, e questa è la mia scelta,” ecc, bene, qui lui non ha alcun potere di scelta.

Lui sta semplicemente usando questo ultimo meccanismo di fuga- un meccanismo di fuga a livello filosofico.

E se dico “il fondo”—il meccanismo sul fondo—sarebbe quello che viene trovato più comunemente. Ma può darsi che tu possa trovare un meccanismo che è filosofico, e che è semplicemente un meccanismo di figure-figure circa una situazione, e quell’individuo sente che se solamente fosse in grado di comprendere la cosa tutto andrebbe a posto. In altre parole, questo è un pensare-pensiero un figure-figure, e lui fa not is facendo figure-figure. Questo caso che fa not-is facendo figure-figure,  si trasformerà in un caso di dub-in non appena tu inizi a curare il suo figure-figure; si trasformerà in un caso nero; si trasformerà in un caso invisibile; si trasformerà in un caso che sta di fronte; si trasformerà in un caso che sperimenta la cosa. E questo è molto interessante.

L. RON HUBBARD

Tratto dalla:

CONFERENZA AGLI AUDITOR DELLO STAFF TENUTA IL 16 FEBBRAIO 1959

Annunci
4 commenti leave one →
  1. Fulmine permalink
    14 gennaio 2012 6:03 PM

    Nel leggere questo bellissimo dato tecnico sullo Stare di Fronte mi è venuto in mente OSA insieme a tutte quelle persone che stanno ancora nella chiesa, non sono capaci a stare di fronte

    “è semplicemente un meccanismo di figure-figure circa una situazione”

    “figure-figure:

    1. un termine coniato per descrivere una particolare forma di aberrazione che consiste nel dover sempre trovare “una ragione” per una significanza.

    Dato un certo fatto, deve esserci sempre una ragione per quel fatto. E da qui si ha il figure-figure – Glossario di The Anatomy of the Human Mind

    2. Pensieri, opinioni od idee riguardo qualcosa che non sono basate su un fatto reale. Glossario dell’Art Book”

    e questo fa crollare il dato che io avevo “i som e staff member non possono che essere persone abili con un grande confronto per fare quello che fanno”. FESSERIE!!!!!!!

    Grazie molto interessante

  2. Mario permalink
    14 gennaio 2012 6:29 PM

    Personalmente ho sempre considerato lo stare di fronte l’abilità piu importante nella vita.
    E’ alla base per poter fare tutto il resto.

  3. Claudio Lugli permalink
    14 gennaio 2012 7:46 PM

    Lo stare di fronte dei Kool Aid Drinker è molto facile da stabilire: INVISIBILE.
    Per loro non sta succedendo niente. La cosa è INVISIBILE !!!!
    La loro “filosofia” è esattamente quanto LRH ci spiega in:
    “Yap, yap, va bene , io posso, o non posso, e questa è la mia scelta,” ecc, bene, qui lui non ha alcun potere di scelta.
    E’ tutta finzione. Ma sono sicuro che nel profondo e per alcuni nel … molto profondo anche loro SANNO.
    Pensate a tutti i figure-figure che fanno per razionalizzare le cose che prima vedono e che poi diventano INVISIBILI.
    Ma per loro DM è molto OT ha gli stessi poteri dell’Uomo Invisibile!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...