Skip to content

IL NETWORK DELLE MISSION: ECCO LE STATISTICHE

4 dicembre 2011


Come si suol dire: La Matematica Non E’ Un’ Opinione! Questa analisi fornitaci da Gabriel tramite il Blog di Marty Rathbun fa luce sulle reali condizioni in cui versano le Mission nel mondo. Certamente David Miscavige fa di tutto per far sì che notizie come queste non trapelano ma … il diavolo fa le pentole …

MAX ZINI

MARTY RATHBUN 

4 DICEMBRE 2011

Questo post arriva da Gabriel.

Ci fornisce le vere statistiche del network delle Mission.

I fatti senza essere precotti dimostrano che avete letto un bel po’ di verità su questo Blog se è un po’ di tempo che ci seguite.

La Scientology Corporativa sembra sia diventata una fabbrica che produce delle costose bugie e le dissemina.

§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Ecco le posizioni del Network delle Mission in relazione al Compleanno di LRH al 11 Febbraio 2010:

POSIZIONI DEL GIOCO DEL COMPLEANNO DI LRH PER LE MISSION
Ogni Missione del Network di SMI è presente su questo foglio. Le tre colonne mostrano le posizioni per la settimana, per il quadrimestre e quelle totali.

Se si applica un po’ di matematica si capisce una bella storia, una storia che David Miscavige non vuole che gli Scientologist vengano a sapere.

Per prima cosa bisogna saper contare, esercizio matematico che sembra DM non sia in grado di fare. Ci sono 379 Mission su quella lista, e non ce ne sono 488 come viene pomposamente affermato da “Lesevre” del “Management Internazionale” un anno dopo nell’event che celebra il compleanno.

Adesso la cosa diventa un po’ più complicata ma se rimanete con me ce la faremo. Anche se non abbiamo di fronte l’OIC (Orgnization Information Centre – Tutte le statistiche esposte) di ognuna di queste organizzazioni, questi numeri dicono comunque come stiano le cose se uno è in grado di decodificarli.

Il modo i cui funziona il Gioco del Compleanno per le Mission è quello che ricevi punti in base alla tendenza statistica di tre settimane. L’Affluenza vale tre punti, Normale un punto. Nel 2010 c’erano 22 statistiche che venivano usate per calcolare i punteggi per il Gioco del Compleanno.

Queste 22 statistiche misurano il successo o il fallimento di una organizzazione per qualunque settimana venga analizzata, e la sua crescita o la mancanza di crescita nel tempo.

Il modo in cui funziona il Gioco del Compleanno è che se tu portassi avanti una organizzazione che è con una linea statistica piatta ed invariata (Condizione di Emergenza) con delle statistiche che fluttuano avanti e indietro casualmente ma che essenzialmente rimangono allo stesso livello, otterresti punti per metà delle tue statistiche. Perchè metà delle statistiche salirebbero mentre l’altra metà scende e così via, su è giù ciclicamente.

Metà di 22=11 statistiche sulle quali si accumulano punti. Diciamo che 6 sono in Affluenza e 5 sono in Normale Operatività, e che hanno come contro altare 6 Pericolo e 5 Emergenza. E se questo avviene ogni settimana non ci sarebbe alcuna crescita.

Otteresti 23 Punti la settimana per il Gioco del Compleanno.

Con 22 statistiche che potenzialmente possono generare punti raggiungere un punteggio di 23 significa: STAGNAZIONE.

QUINDI POSSIAMO INTERPRETARE QUEI NUMERI ANCHE SENZA AVERE DI FRONTE A NOI LE STATISTICHE VERE E PROPRIE:

66 Punti = Affluenza in generale

Più di 23 punti =  l’organizzazione sta crescendo

Meno di 23 punti = si sta contraendo

Dividendo il numero totale per 50 (che sono le settimane del Gioco del Compleanno al momento in cui abbiamo ottenuto i punteggi) arriviamo ad ottenere il punteggio medio che ogni Missione ha ogni settimana del Gioco.

Nel Gioco del Compleanno del 2009-2010  SOLAMENTE 16 MISSIONI AVEVANO UA MEDIA SUPERIORE AI 23 PUNTI LA SETTIMANA.

SOLAMENTE 16 MISSIONI SU 374 AVEVANO STATISTICHE IN CRESCITA NELL’ARCO DI UN ANNO.

LA STRAGRANDE MAGGIORANZA DELLE MISSIONI SI STANNO CONTRAENDO.

Ed inoltre quasi 200 Mission hanno fatto una media di 10 punti a settimana o meno e questo indica che sono in Non Esistenza.

Ho pensato che questa cosa sia interessante per quegli Scientologist che vogliono fare una valutazione statistica come parte della loro formula di Dubbio ma che non riescono però ad avere dati certi al dì dei grafici esplosivi che mostrano affluenze ovunque che DM fa avere loro come parte dell’implant.

ML,
Gabriel

Annunci
4 commenti leave one →
  1. Fiordistella permalink
    5 dicembre 2011 1:36 AM

    ma bravo DM PINOCCHIACCIO
    ….è così che prendi in giro la gente?????
    ….ecco scoperto perchè non ci fai vedere
    ….LE TUE STATISTICHE!!!!!!!
    ….perchè sono CRASHED!!!!!!
    ….CROLLATE!!!!!!

  2. Artista permalink
    5 dicembre 2011 9:46 AM

    bella questa,….ma basta andare in giro un pò nelle org e missions sparse in giro,…che si vede anche cosi senza nummeri,..io l’ho fatto ultima estate sono stato in 5 org, tra cui 3 org ideali, e in 3 mission tutte in europa,…tra cui in alcune org sono stato pure 2 giorni di fila……il risultato dell mio -look don’t listen- non serve che ve lo dica,..gia lo sapete….
    di quello che scrive gabriel, cè un pezzo di frase che mi piace MOLTO : ” grafici esplosivi che mostrano affluenze ovunque che DM fa avere loro come parte dell’implant.”

    mi ricorda un pò una delle pagine americane anti-marty,…..dove il nome di MARTY RATHBUN viene scritto con lettere alfabetiche grandi e in neretto,…il suo nome viene ripetuto in continuaZZZZZZZZZZione,…in modo che alla persona che legge gli viene IMPLANTATO il nome di marty,….ENTHETA (persona va giú di tono) + PAROLE RIPETUTE in continuazione = IMPLANT

    la STASI di berlino faceva proprio cosi in questo modo,..(ho letto un libro di un ex agente della STASI)…… ma questo funziona solo con gente che ancora crede alle immondizie,… che racconta osa e la chiesa

  3. Mario permalink
    6 dicembre 2011 2:28 PM

    BUGIARDI!!!!!!! Questa ne è una prova!!!!

  4. Diogene permalink
    6 dicembre 2011 9:03 PM

    C’è un elenco completo e dettagliato delle mission…
    Non sarebbe male, ma alquanto istruttivo, se qualcuno si prendesse la briga di fare un reportage sulle reali condizioni delle mission italiane…
    Escludendo Bergamo, che per la verità è sempre stato un city office (molto produttivo!) di Milano fin dagli anni ’70, credo che le altre formino un quadro piuttosto desolante sotto molti punti di vista…
    Risorse umane e finanziarie sprecate senza possibilità di espansione…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...