Skip to content

La Macchina dei Soldi Parte II

15 novembre 2011

Ecco la seconda parte…Sono molto interessanti le dichiarazioni del portavoce della chiesa….Prendete un secchio per non vomitare sul tappeto!
JO BERTI 

Scritto da Joe Childs e Thomas C. Tobin,Times Staff Writers

Domenica, 13 Novembre, 2011

Ma Levy dice che proprio quei dirigenti hanno insegnato a lui e agli altri reg quelle tecniche di vendita che la chiesa adesso dice che lui non avrebbe dovuto usare. “L’Ufficio Finanziario cercava sempre di creare dei modi nuovi e più furbi per far pagare la gente, anche con opzioni molto creative, ci dice “io ho imparato dai maestri, e quelle cose erano promosse, erano parte integrante del mio lavoro.”

Aveva esperienze anche nel campo azionario. L’Ufficio Finanziario della Chiesa aveva trovato un modo legale per prendere anche le azioni come forma di donazione durante la salita del mercato negli anni 90. Ci racconta Levy. Era diventato un esperto in relazione alle banche ed a come fanno a muovere il denaro.

Un Giovedì prima delle 2:00 mentre l’incubo scendeva, per tutta mattina aveva telefonato dappertutto cercando di raccogliere soldi da un fedele che li aveva depositato in una banca nelle Isole Cayman, e fare in modo che arrivassero in tempo sul conto di Flag. I soldi dovevano passare attraverso tre banche e quel tipo di trasferimenti potetva anche durare giorni. Levy riuscì a fare in modo che i soldi arrivassero prima delle 2:00 di quel, fatidico Giovedì.

“Potrei raccontare storie come queste all’infinito” ci ha detto “Ci sono diventato vecchio mentre le facevo”

Un altro Giovedì si stava lavorando un fedele che voleva usare la sua eredità per pagare la consulenza. Quando Levy venne a sapere che l’assegno con i soldi dell’eredità non era stato spedito in tempo, chiamò la persona che aveva emesso quell’assegno. Le chiese di cancellare l’assegno e di fare un bonifico.

“Gli chiesi: Lo puoi fare subito?”

“Lei mi rispose: Se proprio insiste!”

“I soldi mi arrivarono in 10 minuti!”

Lui con i fedeli era abile nel farli pagare. C’era uno Scientologist che doveva finire un programma ma aveva finito i soldi. Allora lui con la sua conoscenza da veterano del mestiere gli chiese: “E le riserve?” – “Non ne ho di riserve!” rispose ” E quelle segrete?” “No mi spiace ho già speso anche quelle!” “E quelle di cui nemmeno tua madre è a conoscenza?” Ovviamente Levy stava bluffando, ma quella persona andò a casa e tornò con $ 7.000 in contanti, in un sacchetto di carta, ci racconta Levy.

“E quindi lì capisci che tutti hanno dei soldi e che semplicementi ti dicono che non li hanno.”

Levy non si tirava indietro a farsi dare tutti i soldi che una persona aveva perchè lui credeva fermamente che Scientology avrebbe cambiato la loro vita.

“Io pensavo che i soldi fossero solamente un mezzo per far sì che la persona raggiungesse quello che lei desiderava ragiungere.”

“I benefici che uno ha facendo Scientology non hanno prezzo … se una persona sa che riuscirà veramente a risolvere un problema e tu gli fai capire che riuscirà a farlo, questa cosa significa per lui e per la sua vita, quanto diversa sarà poi la sua vita – ed allora la smette di preoccuparsi per i soldi.”

Hyman Victor Levy è cresciuto a San Francisco e poi si è trasferito a Brooklyn, N.Y., a 16 anni. Dopo le superiori è stato all’Università per un paio di semestri, ma non gli piaceva. Gli interessavano i computers e ha imparato abbastanza da essere in grado di cominciare una carriera facendo quello. E’ stato cresciuto in una Famiglia Ebrea Ortodossa ma sino a 20 anni non era interessato alla religione. “Per me non c’erano risposte al di fuori dell’universo materiale.” Poi un giorno mentre stava lavorando, nel 1974, si è fatto male alla mano ed un suo collega di lavoro gli fece un “assisst di contatto” di Scientology, una procedura che elimina il dolore risperimentando in maniera delicata l’episodio. Smise subito di perdere sangue ed anche le pulsazioni di dolore cessarono, ci dice Levy:”Mi fece capire che c’era qualcosa di più che io non riuscivo completamente a comprendere.” Allora il suo collega gli parlò di Scientology e cambiò il suo modo di vedere le cose.

Nei dieci anni che seguirono fece il suo percorso verso la “Libertà Totale” sul Ponte di Scientology ed arrivò sino a Thetan Operante VII, un livello quasi alla cima della vetta. Dice di aver speso $ 100 o $ 150.000 in procedimenti. I servizi di Scientology al tempo costavano meno.

Levy dice che la consulenza gli ha dato più fiducia in se stesso ed ha aumentato le sue abilità. Come molti altri fedeli si interesso a far espandere Scientology.

Nell’85 smise di lavorare sui computer e si trasferì a Clearwater ed entrò nella Sea Org. Firmò il suo contratto da 1 miliardo di anni che in modo simbolico lo legava per molte vite a venire.

All’inizio lavorò come Direttore del Processing, facendo stime e valutazioni sui fedeli. Quando i suoi capi lo fecere diventare un reg all’inizio non lo voleva fare viste le quote che gli venivano assegnate e le pressioni incredibili.

Ma poi ci si abituò. Alto 1 metro e 50, Levy ha un talento di vendita naturale – scaltro, ha charme ed è bravo sia con le parole che con i numeri. Alle volte ride così a squarciagola che sembra non riesca più a respirare.

Alcuni fedeli per prenderlo in giro lo chiamavano “Il Rabbino”.

“A volte arrivavano nel mio ufficio piangendo perchè le cose che volevano risolvere erano molto importanti per la loro vita”, ci racconta, “Le loro speranze, i loro sogni, i loro obbiettivi, aree molto cariche emozionalmente. E mi assicuravo di avere sempre Kleneex a sufficienza..”

A volte li doveva usare anche lui. “La pressione per produrre andava al di là di quanto uno possa immaginare!”

Ogni giorno Levy doveva incassare almeno $ 40.000 per tenere i mastini lontani da lui. Offriva molte varietà di consulenze dal “Rundown per l’Havingness” al “Rundown dei Falsi Scopi” cose che si indirizzano alle problematiche della vita. Quanto seri fossero i problemi determinava il numero di intensivi che richiedeva ai fedeli di comprare.

I dirigenti della chiesa sia di Clearwater che della California lo controllavano da vicino. Non appena un Registrar di Flag stava per “chiudere” una transazione, il loro immediato superiore, Kathy West, ascoltava quello che veniva detto grazie a dei microfoni nascosti nell’ufficio dei vari reg.

La West dava istruzioni a Levy se necessario. Quando vedeva che l’affare poteva svanire allora lo chiamava per telefono. Alle volte lui non prendeva la chiamata perchè considerava poco educato rispondere al telefono quando un fedele era nel suo ufficio.

Allora la West chiamava la reception, lòa moglie di Levy, e le diceva di andare nel suo ufficio, interrompere l’intervista e dare una nota a Levy.

“Il Direttore dei Registrar dice di alzare quella fottuta cornetta del telefono!”

“Allora io alzavo la cornetta e Kathy mi diceva cose del tipo,:” Senti ti sta dicendo che non ha soldi. Ok ti sta mentendo! So esattamente quello che sta cercando di fare. Non lasciarti prendere per i fondelli”

All’inizio i microfoni erano nascosti nelle scrivanie dei reg, dentro dei portapenne o altre cose del genere, dice Levy. Poi vennero inseriti nei telefoni, in modo che i capi potevano ascoltare anche tutte le telefonate che ogni reg faceva.

La legge della Florida proibisce il monitoraggio delle conversazioni telefoniche quando le persone ritengono di essere in un luogo dove hanno diritto alla loro privacy. Se uno deve essere monitorato deve prima dare il suo consenso.

La chiesa afferma che i microfoni sono stati installati per assicurarsi che le interviste per la raccolta fondi vengano portate avanti seguendo determinati standard. Dicono che le policy che consentono di utilizzare detti microfoni per il monitoraggio sono “diponibili” a tutti i fedeli se le volessero leggere.

La policy viene menzionata nei volumi “verdi”, i 12 libri di Sciemtology contenenti migliaia di pagine. Levy dice che li avranno letti forse una manciata di fedeli.

Quando li abbiamo messi alle corde chiedendo loro se il fatto che esista una tale policy costituisse un consenso tacito da parte dei fedeli la chiesa ha affermato che ci sono cartelli messi bene in vista che affermano che i fedeli possono essere monitorati durante le interviste. “Le interviste per la raccolta fondi sono fatte secondo le leggi della Florida.” ha affermato la chiesa.

Levy ci dice che cartelli con scritto quello non sono mai esistiti nel suo ufficio o dove lui lavorava.

La chiesa ha tralasciato di discutere se i fedeli fossero informati del fatto che venissero monitorate le loro conversazioni telefoniche.

La West molto ansiosa alle volte chiamava proprio quando la “chiusura” stava per essere fatta. E diceva al reg che la stava segnando come “confermata”.

I capi andavano a verificare quanti soldi il reg stava facendo ogni 10 minuti, e andava pesanti sul reg che non era allineato ad aumentare i suoi incassi in relazione a quelli della settimana precedente.

La scadenza del Giovedì alle 2:00 era come una nuvola nera che aleggiava sopra tutti.

“La mia statistica non era il numero delle persone che avevo aiutato” dice Levy “La mia statistica era misurata in quanti $ io avevo incassato. Molto semplicemente: Entrate Lorde.”

Il Mercoledì, giorno prima della scadenza, diventava una cosa assurda e frenetica, si lavorava incessamente anche 16 ore di fila. Levy dice che non prendeva nemmeno la mezz’ora di tempo che aveva per mangiare, o il tempo che doveva usare per lo studio giornaliero che hanno tutti i Sea Org Member.

Se i reg non avevano fedeli con cui parlare di persona allora li chiamavano al telefono per vendere loro consulenza da fare in futuro a Clearwater.

Quando era troppo tardi per chiamare qualcuno sulla costa dell’Est o nella fascia oraria dell’America Centrale, allora Levy chiamava quelli dell’Ovest, poi l’Australia, poi l’Europa e a seconda della rotazione della terra riusciva a rendere il suo giorno più lungo. A volte finiva di lavorare all’1 o alle 2 ma anche alle 3 di notte.

Oltre alla pressione c’era il fatto che i pagamenti dovevano essere immediati. Nessuna promessa.

“Soldi, contanti, fondi da poter essere messi in banca prima di Giovedì alle 2:00 – quello era tutto quello che contava.” dice Levy “Voleva dire, l’assegno era andato a buon fine, la carta di credito era passata e il bonifico era arrivato.”

Quei Registrar che non incassavano i contanti e che non raggiungevano la quota potevano aspettarsi di essere puniti.

La chiesa avrebbe potuto nutrirli a riso e fagioli.

senza aria condizionata e con il materasso messo per terra.Alle volte venivano fatti dormire negli “alloggi dei maiali” – stanze sporche e squallide

Nelle riunioni settimanali chiamate “Casini e Maneggiamenti” i dirigenti li umiliavano, e facevano in modo che confessassero i loro fallimenti davanti a centinaia di loro colleghi.

“Devi salire sul palco e denudare la tua anima davanti a tutto lo staff” dice Levy, “E’ una cosa degradante, orribile.”

Spesso quando Levy non ce la faceva, la West lo mandava in cucina al Sandcastle. Un minuto prima stava parlando con banchieri, broker assicurativi ed un minuto dopo era la a lavare pentole sporche di grasso, con la puzza che impregnava la sua camicia e la cravatta, e per non scivolare sul pavimento bagnato se riusciva a trovarli indossava stivali di gomma.

Ma Levy dice che preferiva quello alle umiliazioni e al dover essere ridicolizzato dalla West e altri dirigenti di fronte a tutti.

Le cose che gli dicevano ce le descrive così, gli urlavano: “Se non riesci a farti dare quei soldi faccio diventare la tua vita un inferno!” “Sei un pezzo di merda…! “Bastardo, figlio di puttana!”

Quando non raggiungeva la sua quota allora gli dicevano che aveva degli scopi malvagi e che voleva danneggiare “Scientology”, che aveva contro intenzioni sul fare avanzare la chiesa.”

“Quello che facevano mi faceva scoppiare a piangere” dice Levy “ed io sono uno duro, e sono anche una persona buona, forte. Ma la cosa mi distruggeva.”

Il portavoce della chiesa Pouw dice che nessuno viene mai umiliato o che vengono fatte confessare cose nelle riunioni “Casini e Maneggiamenti”. Quegli incontri vengono fatti per far crescere lo spirito di gruppo, la cooperazione e la coordinazione tra le persone.”

Lei dice che la disciplina usata nella Sea Org è come quella di altri ordini religiosi, e la West non ha mai trattato male Levy.

Pouw dice che le storie di Levy sono tipiche degli apostati, che “si inventano delle storie di atrocità subite” per spiegare il perchè loro fossero stati così coinvolti in una organizzazione che adesso loro stessi condannano.

CONTINUA……….

Annunci
15 commenti leave one →
  1. Renata@Lugli permalink
    15 novembre 2011 10:56 PM

    Pensavo che queste cose succedevano solo ad Int, o forse ero io a volerlo credere, proprio perchè a FLAG lavora mio figlio, e pensavo che lì le cose viaggiavano diversamente. Invece no:

    “Nelle riunioni settimanali chiamate “Casini e Maneggiamenti” i dirigenti li umiliavano, e facevano in modo che confessassero i loro fallimenti davanti a centinaia di loro colleghi.

    “Devi salire sul palco e denudare la tua anima davanti a tutto lo staff” dice Levy, “E’ una cosa degradante, orribile.”

    “Le cose che gli dicevano ce le descrive così, gli urlavano: “Se non riesci a farti dare quei soldi faccio diventare la tua vita un inferno!” “Sei un pezzo di merda…! “Bastardo, figlio di puttana!”

    Non voglio descrivere la mia nausea di fronte a questo, voglio limitarmi a dire ancora una volta: BRAVO HY!! fatti sentire, manda loro indietro tutto il letame che ti hanno tirato addosso per così tanti anni, fallo per te e per tutti gli altri e….. per ciò che riguarda il portavoce della chiesa Pouw e il Dir Reg West…. una cosa è certa: chi non mette la propria etica IN gliela metterà la vita. Auguro loro che ciò succeda in questa vita, perchè la prossima probabilmente sarebbe molto peggio per loro.

  2. Patrik permalink
    16 novembre 2011 8:06 AM

    Veramente penoso… 22 anni fa credevo di essere entrato a far parte del gruppo più etico del pianeta, mi sentivo quasi un privilegiato, e dovrebbe essere così in effetti.
    Spesso dicevo a mia moglie che mi trovavo più a mio agio tra i cosiddetti “wog” che non all’interno della Chiesa. Con questo non intendo generalizzare, ho conosciuto staff che sono delle persone eccezionali, il punto è che quando la soppressione è al vertice, tutta la linea diventa soppressiva e fuori etica.
    Patrik

    • Fiordistella permalink
      16 novembre 2011 10:08 AM

      i microfoni nascosti nelle scrivanie dei reg????? dentro i portapenne?????
      nei telefoni?????
      ma dove siamo…. nel KGB?????
      cosa c’entra con un’organizzazione religiosa?????
      ma sono diventati veramente tutti matti?????
      quelli che ordinano… quelli che eseguono…. e tutto per tirare fuori i soldi alla gente con la forza….. con lo scopo di “aiutare”????…… ma ci credono veramente?????
      dobbiamo noi ora aiutare questi matti a uscire fuori da questo manicomio
      grazie Indipendologo…. continuate così…….
      Fiore

      • Vulcano permalink
        16 novembre 2011 12:25 PM

        Hai detto bene Fiore a chiamare la Cof$$$$$$$$$$$ UN MANICOMIO perchè lì dentro ci sono solo i pazzi. Le persone che hanno mantenuto un pò di sanità mentale sono uscitiiiiiiiiiii
        Io lo so per esperienza personale cosa hanno fatto per reggiarmi per le donazioni dell’Org Ideale (Ideale solo per le tasche di Miscavige), e poi le chiamano anche….”DONAZIONI”!!!!!!!!!!!!
        Scusatemi per lo sfogo.

      • Antonino permalink
        16 novembre 2011 1:39 PM

        Il tema del Post è un item bollente e per me anche molto restimolante perchè è relativamente “fresco” e chissà quando e SE riuscirò mai a smaltirlo. Per cui mi associo allo sfogo di Vulcano che queste persone che estorcono i soldi sono davvero pazzi oltre che criminali (ma la criminalità no è lei stessa pazzia? e la psicosi dei registrar non è pazzia? metter i microfoni nell’ufficio per monitorare il ciclo di reg non è pazzia? punire i reg che non hanno raggiunto il target mettendoli alla gogna non è pazzia?). Poi penso alle migliaia e migliaia di scientologist che sono stati intrappolati nella rete delle “donazioni” e a tutti i giornali e tv che ne stanno parlando da anni e mi fa persare che questa cosa può avere una fine e questo pensiero mi da un po di sollievo. Noi tutti sappiamo che I SOLDI sono la più grande aberrazione della Cof$ e per questo principale motivo che è conosciuta dalla maggior parte del pubblico wog.
        Tutto sommato a noi ci fate un favore a questo punto se continuate a estorcere denaro perchè così accelerate la fine che spero arrivi presto e le persone criminali coinvolte possono essere neutralizzate dietro le sbarre con David Miscavige in primis.

  3. Pablo permalink
    16 novembre 2011 9:10 AM

    Sapete che mi sono ricordata di Levy in cucina con me entrambi in punizione? La sera prima ero in intervista di etica e la mattina dopo alle 8.30 presi servizio in cucina per un dubbio che mi era serpeggiato in mente sull’uscire dalla SO.
    Io avevo da lavare un centinaio di teglie e piatti, li dovevo scrostare bene prima di inserirli in una lavastoviglie a tunnel gigante e ricordo Victor, io lo chiamavo per nome, che mi aiutava a caricare la lavastoviglie. E’ vero avevamo stivali di gomma, l’acqua schizzava dappertutto, la velocità era il fattore più importante e se all’uscita dalla macchina il piatto non avesse superato il controllo qualità allora bisognava fargli fare il tragitto da capo e questo faceva scendere le statistiche della cucina.
    Gli stivali in gomma erano tuttosommato divertenti perchè mi davano la possibilità di fare lunghe scivolate sull’unto del pavimento dopo aver preso velocità, ma non era possibile essere uptone e trasformare in gioco quelle giornate di duro lavoro perchè questo avrebbe umiliato i SO members che non lavoravano in cucina temporaneamente come noi ma per loro ogni santo giorno da anni e da li in poi chissà per quanto tempo, quella sarebbe stata la loro vita. Ricordo che il cuoco, bravissimo con la paletta a far saltare le migliaia di uova fritte sulla piastra rovente (2000 erano i coperti da preparare) mi confessò, un giorno, che il suo sogno era quello di diventare un auditor e di andare in session come preclear. Era lì da anni ma aveva fatto ben poco di Scientology.
    Comunque si riusciva a sdrammatizzare e a trovare sempre un motivo per ridere.
    CON CIO’ VOGLIO DIRE CHE QUALUNQUE DANNO O COERCIZIONE, FISICA O MENTALE CHE ABBIAMO RICEVUTO PER QUANTO TERRIBILE SIA STATA LA POTREMO COMUNQUE GUARDARE E, CON L’AIUTO DI UN AUDITOR, SE NECESSARIO, LA POTREMO MANEGGIARE E FARCI SU’ UNA RISATA. MA CIO’ CHE NOI FACCIAMO AGLI ALTRI, QUELLO E’ PIU’ DURO DA CONFRONTARE E DA MANEGGIARE. LA VIA PIU’ “FACILE” E’QUELLA DI DIRE: “NON E’ VERO, NON E’ MAI SUCCESSO” OPPURE :”SE LO MERITAVA!” “E’ UN DOWNSTAT FIGLIO DI PUTTANA, SABOTATORE OUT ETHICS E SI MERITA QUESTO E QUELLO”, MA LA VERITA’ E’ CHE PRIMA O POI OGNI TERMINALE COINVOLTO DOVRA’ PRENDERSI RESPONSABILITA’ PER IL DANNO ARRECATO AD ALTRI ESSERI E QUESTA E’ L’UNICA VIA D’USCITA DALLA TRAPPOLA. LEVY LO HA FATTO COME MARTY E TUTTI GLI ALTRI CHE CONOSCETE. IO CI STO LAVORANDO E CHI INSISTERA’ COL “GIUSTIFICARE” ALLA FINE AVRA’ FATTO SOLO DEL MALE A SE STESSO ED IL PERCHE’ LO TROVIAMO IN MOLTI CORSI E LIBRI CHE ABBIAMO STUDIATO.
    Se non vi annoia il mio modo di raccontarmi posso qua e là inserire pezzetti della mia storia, mentre lavoro sugli ultimi passi della condition di dubbio.
    PABLO

    • Renata Lugli permalink
      16 novembre 2011 10:42 AM

      Caro Pablo, mi è piaciuto molto quando hai detto:

      MA LA VERITA’ E’ CHE PRIMA O POI OGNI TERMINALE COINVOLTO DOVRA’ PRENDERSI RESPONSABILITA’ PER IL DANNO ARRECATO AD ALTRI ESSERI E QUESTA E’ L’UNICA VIA D’USCITA DALLA TRAPPOLA. LEVY LO HA FATTO COME MARTY E TUTTI GLI ALTRI CHE CONOSCETE. IO CI STO LAVORANDO E CHI INSISTERA’ COL “GIUSTIFICARE” ALLA FINE AVRA’ FATTO SOLO DEL MALE A SE STESSO ED IL PERCHE’ LO TROVIAMO IN MOLTI CORSI E LIBRI CHE ABBIAMO STUDIATO.

      Questo denota la tua comprensione di Scn e del concreto concetto dell’Etica nella sua operatività, oltre al livello di responsabilità come assunzione di paternità della propria condotta.
      E’ bello avere tra noi una persona come te.
      Spero di conoscerti presto.

    • Isabella permalink
      16 novembre 2011 10:51 AM

      Fantastica la tua testimonianza Pablo!!!

    • Nella Dell'Aquila permalink
      16 novembre 2011 12:51 PM

      E’ MOLTO VERO CIO CHE SCRIVI PABLO. Penso che prima o poi, per un Indipendente o per colui che si è allontanato dalla Cofs, venga il momento in cui diventa consapevole delle volte in cui è andato complice, oltre che vittima . Quindi quello che sta confrontando Levy è notevole. Ricordo di aver fatto il Corso FSM Specializzato ai tempi (L’unico corso gratuito) e, al di là di tutte le tecniche di comunicazione e di vendita, ERA MOLTO CHIARAMENTE espresso, da parte di Ron, il concetto che gli FSM dovevano prendersi costantemente cura dei propri selezionati, seguirli, aiutarli ed esserci nei momenti del bisogno…..MA QUANDO MAI!!!!!
      Altrettanto chiaro era il concetto che le statistiche rappresentano graficamente quello che E’ la qualità e la costanza del lavoro dello staff, e non lo scopo del lavoro……..MA QUANDO MAI!
      Tutto da rifare, ragazzi, rimbocchiamoci le mani, mettiamoci a studiare la vera tec di LRH, diventando dei professionisti affidabili e rimettiamo QUI lo scopo di aiuto.

  4. Frank Wool permalink
    16 novembre 2011 10:29 AM

    Direi che l’immagine dei soldati cinesi con il binocolo è azzeccata all’articolo.
    Infatti le umiliazioni pubbliche degli staff di cui si parla, sono UGUALI alle “sedute di autocritica” del partito comunista cinese (sedute di umiliazione pubblica per tutti i “nemici” del socialismo). Penso che l’ispirazione venga da li. Funzionano proprio come degli implant di gruppo, dato che “agiscono” non solo sulla persona bersagliata, ma hanno una forza restimolativa notevole anche sul pubblico (tutti gli staff) che è costretto ad assistervi.
    Dopo un po di “sedute” di questo tipo, sei ben “condizionato” e pronto a “fare la tua parte”, contro il pubblico o tuoi colleghi.
    Penso che seguirò il consiglio di Jo Berti e mi prenderò un bel secchio per vomitare.

  5. Isabella permalink
    16 novembre 2011 10:46 AM

    SCHIFO E INDIGNAZIONE !!!
    Già avevo letto testimonianze di persone reggiate duramente e fino all’esasperazione…
    Ma in questo post l’aria che si respira e’ molto peggio di un campo di concentramento tedesco!!!
    Una mia piccola, a confronto, testimonianza:
    Ero andata con Nella ad un event della IAS, cosa noi due inusuale xke’ sapevamo già come sarebbe finita…, ma questa volta avevano promesso che ci avrebbero rivelato “importantissime verità nonché grandi novità “…. che logicamente abbiamo aspettato con ansia e nn ci sono state !
    Il nostro accordo era” ce ne andiamo prima che inizino i maneggiamenti x le donazioni…”
    Verso la fine abbiamo visto dei SO member che si avvicinavano alle porte .. quasi x sbarrare le uscite. Noi ci siamo alzate prendendo borse e cappotti e dicendo agli altri commensali che andavamo a fumare ( io nn fumo neanche!!!).. E così siamo SCAPPATE!!! e nell’uscire dalle porte hanno cercato tante volte di fermarci e noi sempre a dire “usciamo a fumare”..alla fine siamo uscite dall’Hotel con addosso una sensazione di schifo… E QUESTA E’UNA STRADA SPIRITUALE O UN MEGA MULTILIVELLO CHE OLTRE CHE A MUNGERE LE PERSONE FINO ALL’INVEROSIMILE LE FA SENTIRE ANCHE SBAGLIATE???

  6. Federico G permalink
    16 novembre 2011 4:49 PM

    Vorrei sfogarmi anche io e raccontare la mia storia ma non posso ora.
    Spero di poterlo fare al più presto per farvi conoscere come mi sono fatto conciare da quei maledetti bastardi, iene insaziabili, vampiri assetati fino all’ultima goccia di sangue che ti rimane, come racconta Hy del suo senior che gli diceva – ” Senti ti sta dicendo che non ha soldi. Ok ti sta mentendo! So esattamente quello che sta cercando di fare. Non lasciarti prendere per i fondelli” –

  7. 16 novembre 2011 11:40 PM

    Non ho parole per esprimere il disgusto per come si è ridotta quella che per anni è stata la nostra Chiesa. In realtà, da ciò che leggo, è da molto tempo che opera in modo criminale, all’insaputa di molti scientologist. A sentire testimonianze di questo tipo, ovviamente lo stomaco va poi in cerca di bicarbonato fresco ma è giusto così affinché la verità faccia il suo corso. Pertanto, i miei ringraziamenti a Levy per aver capito a quale genere di squali stava sacrificando la sua vita e per averne denunciato gli infami comportamenti.
    E naturalmente, all’Indipendologo per aver tradotto e reso noto un articolo che conferma ancora una volta, le pessime intenzioni del management.

    Il degrado della Chiesa può essere riassunto in due categorie:
    1) Una richiesta ossessiva, immotivata e assolutamente esagerata di denaro per assurde donazioni ma soprattutto a fronte di…
    2) Servizi basati su di una tecnologia che è stata distorta e pervertita fino al punto da essere, agli alti livelli, addirittura pericolosa.

    Tutto intorno a ciò, ruotano strategie e comportamenti distruttivi, derivati da alterazioni dei fondamenti ma soprattutto da intenzioni e scopi malvagi. Lo sapevamo già. Ho voluto soltanto reiterarlo.

    D.S.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...