Skip to content

CLAUDIO E RENATA LUGLI: PIONIERI

29 ottobre 2011

pioneers4

Claudio Lugli ci ha fatto pervenire un racconto di esperienze vissute, condite con sentimenti provati, di un momento molto interessante della nostra storia, in un momento quando…tutto cominciò…. ed ora è arrivato il momento…. di ricominciare.

ANITA BALDI

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Questo non vuole essere un articolo “nostalgico” anche se potrebbe esserlo. Mi è venuta voglia di scriverlo dopo che, iniziando di nuovo ad audire, mi sono chiesto che cosa avessi fatto negli ultimi 30 anni con questo soggetto!

Sì perchè Scientology era diventata una cosa tremendamente complessa …… Non che il soggetto fosse complesso, ma il suo utilizzo. Di sicuro il soggetto di Scientology è molto vasto e per poterlo comprendere appieno serve studiarlo profondamente, ma questo è dovuto alla complessità dell’uomo e alla natura delle domande a cui vuole rispondere.

Ma io non sto parlando di quello, ma della sua applicazione pratica. Proprio perchè Scientology come filosofia applicata, presuppone che venga “applicata” ed usata. Quella è la cosa principale che mi ha affascinato di Scientology agli inizi quando nel 1974, all’età di 18 anni, lessi per la prima volta il libro Dianetica. Lessi del Clear e di cosa si dovesse fare per raggiungerlo e vidi una tecnologia relativamente semplice per raggiungere quello stato.

A quel tempo, in questa vita, ero già alla ricerca di qualcosa…. il “gioco” che vedevo giocare dalla moltitudine di persone che mi erano vicine mi sembrava superfluo, senza una meta reale o per me interessante. A volte, come penso sia successo a molti di voi, mi guardavo nello specchio e mi chiedevo “Ma chi sono?” “Da dove vengo?” … poi dovevo preparare in fretta i libri e correre a scuola ed a scuola dovevo studiare cose a cui non ero interessato .. e nessuno mi dava risposte a quelle domande.

Quindi quando lessi il libro fu una vera e propria scoperta. E la cosa che veramente mi affascinava era la sua semplicità dell’ applicazione.

Senza tediarvi con la storia della mia vita vi dico solamente che di lì a poco ero in classe a guardare un’altra persona negli occhi. Dicevano che dovevo raggiungere una vittoria stabile… penso che una volta fuori dal corpo l’avessi proprio raggiunta! Poi dovevo continuare a chiedere se i pesci nuotavano o se gli uccelli volavano … sinceramente non avevo compreso veramente l’utilità dell’esercizio ma fu comunque terapeutico, come anche i riconoscimenti, forse un po’ “meccanici” a quel tempo, che ci davamo con quegli “Ok! Good” che facevano molto English. Ma posso affermare senza alcun dubbio che i risultati ci furono eccome.

E non ritengo che fossimo nella Mecca della Perfezione Tecnica anzi…..ma eravamo pieni di spirito di gioco e sopratutto percepivamo che quella era la strada “giusta”, dico percepivamo perchè in realtà c’era molto poco che ce lo potesse confermare in quanto Scientology era tutta in inglese, non c’erano materiali, libri e corsi e tanto meno si praticava l’auditing visto che non avendo materiali tradotti non potevano essere addestrati, ma noi ci sentivamo come dei pioneri in una terra incognita.

Ed allora via …. che problema c’è? Si studia in inglese…. io in sei mesi feci 4 righe di “Keeping Scientology Working” (Mantenere Scientology in Funzione) ed il dizionario era “consumato” …. dopo quel rundown ero diventato quasi bilingue… e poi arrivò Ron Loving. Lui non parlava italiano e quindi bisognava adeguarsi.

Nominò me suo vice per gestire le Divisioni 3 – 4 – 5 – 6  dell’ Org di Milano che allora era in Via Felice Cavalloti 13. E Pierangelo “Pippo” Polara teneva la 1 – 2 – 7. Era uno spasso…. Loving era un OT VII ed era stato sull’ Apollo con LRH ed ogni giorno io e Pippo ci sedevamo davanti alla sua scrivania e lui partiva con un “When I was with LRH …...” (Quando ero con LRH).

Ci dava una carica incredibile ed inoltre era competente, nel senso che LUI sapeva cosa fosse veramente Scientology. Noi dalla nostra esperienza nostrana, lo avevamo “percepito” come dicevo prima. E poi c’erano i suoi Staff Meeting a fine giornata dove partiva con racconti sulla Traccia Intera e su vari fenomeni OT e così discorrendo.

Passavamo tutti dal “chiuditore di bocche” prima di andarcene a casa … visto che la mascelle si allargavano a dismisura dallo stupore. E lì lui da buon leader lanciava i “suoi” postulati: “Tra tre mesi dovremo cambiare locali perchè questi saranno diventati troppo piccoli … “ – A volte per noi quello che diceva e postulava non era molto reale ma devo dire che i “suoi” postulati andavano a segno al 100%!

Lo spirito era incredibile. Non c’era alcuna barriera presente. Il motto era “ESPANDIAMOCI“- Ed è qui che voglio evidenziare una enorme differenza tra quel periodo e l’Era Miscavige. Con Miscavige l’accento è sui soldi, sul MEST, sugli Status della IAS e su tutti gli altri arbitrari che conosciamo. Invece a quel tempo il costo dei corsi e dell’auditing era più che adeguato ed era per Policy, il MEST era esattamente così come LRH lo descrive nella sua Policy “ORG IDEALE” e non in quella di Miscavige! E la IAS non esisteva, per nostra fortuna, e quindi non c’erano “Status” da raggiungere, ma l’unico obbiettivo era diventare OT e chiarire il pianeta!

Certamente l’entusiasmo di allora non era ammaccato, impolverato, soppresso, affossato dalle centinaia di scopi falliti che abbiamo accumulato durante l’era Miscavige. Ma dobbiamo essere in grado ora di creare uno di quei mock up alla Ron Loving e togliere Miscavige dall’equazione.

Se ci avessero paracadutati su un Pianeta X, con uno zaino pieno di tutti i materiali di LRH che cosa ne avremmo fatto? Se la risposta è: “Porterei lo zaino al deposito bagagli della stazione” allora non serve leggere il resto del mio articolo. Ma se la risposta è: “Tiriamoli fuori quei materiali ed usiamoli!” allora vediamo che nell’equazione non c’è Miscavige. Miscavige è semplicemente un addittivo alla scena. Il 99,999 degli abitanti di questo pianeta non conoscono l’esistenza di Miscavige e della sua setta. Quindi che la setta continui per la sua strada in rapida discesa. Noi abbiamo uno zaino pieno di materiali!

Oggi come negli anni 70 l’Italia può diventare il paese che veramente espande Scientology, ed ora lo possiamo fare veramente perchè abbiamo il 1.000% di risorse in più di quante ne avessimo allora. Adesso, anche “grazie” a tutte le nostre esperienze, abbiamo fortificato le nostre certezze, possiamo eliminare tutte le barriere, le complicazioni, gli ARBITRARI che David Miscavige ha introdotto. Usare Scientology e’ facile. LRH l’ha fatta per far sì che noi la mettessimo in pratica. Se lo analizziamo invece l’intento di Miscavige vediamo che è solamente quello di ALLONTANARE le persone da Scientology, sia come training che come auditing.

Il training come Auditor è oramai diventato un miraggio nella setta di Miscavige. Prima bisogna fare anni di teoria sui suoi BASICs, che non hanno niente a che fare con l’applicazione reale ed immediata di una tecnologia. E per l’auditing … beh … costa troppo poco!!!

L’Indipendologo ha fornito tutti i Checksheet che servono per addestrarsi e diventare Auditor e quindi AUDIRE. Senza tutti gli arbitrari che David Miscavige ha inserito per far sì che questo avvenga. E ci sono anche azioni di base molto semplici che possiamo utilizzare per aiutare gli altri, come ad esempio il il Libro 1, l’essenza è quella di tirar fuori i materiali dallo zaino ed usarli – senza paure, senza remore, senza arbitrari – la gente, le persone, sono lì che aspettano noi, loro come noi prima di loro, vogliono avere le risposte! E non dobbiamo diventare Laureati in Fisica Quantistica Miscavigiana della Scientolozia con Patron Meritoriato  Assorate, NO!

Negli anni 50 c’era solo il Libro 1 e funzionava. E negli anni ’70 per noi in ITALIA idem. E per farvi capire quanto quel libro funzioni e quanto funzionino i corsi e le nozioni di base per far conoscere Scientology ed aiutare le persone vi voglio raccontare cosa successe verso la fine del ’77.

Il solito Loving spedì me e mia moglie, allora incinta di Tiziano e Flavio aveva 7 mesi, in “Mission” a Roma….. Dico in “Mission” perchè l’ordine per la missione non era molto elaborato o complesso era semplicemente: “Andate e aprite Roma!” – Avevamo un posto dove stare visto che i genitori di Renata vivevano a Roma, ed inoltre avevamo una preziosissima lista di 8 persone che avevano comprato il Libro 1.

Abbiamo messo in valigia un meter (rigorosamente Mark V), il pacco del Corso di Comunicazione, un dizionario di Italiano, uno tecnico ed alcuni Test dell’OCA. Prendemmo il treno con in tasca qualche “spicciolo”, quello era tutto ciò che ci era stato concesso avere  per “Aprire Roma”.

Sette degli otto nominativi ci dissero educatamente di andare a quel paese tranne uno. Era uno psicologo sulla sessantina, molto interessato al lavoro di Hubbard. Noi gli spiegammo che avevamo intenzione di radunare un po’ di persone per iniziare dei Corsi di Dianetics. Lui ne fu entusiasta e disse che ci avrebbe aiutato. Dopo una settimana fece in modo che potessimo usare addirittura il lussuoso  “Salotto Pirandello” (una Sala Riunioni prestigiosa) in centro a Roma in Piazza Barberini. Si occupò lui di trovare persone interessate alla “conferenza” visto che i nostri “nominativi” non erano proprio “qualificati”!

Informammo Loving ( a Roma in seguito venne chiamato “Er Lolling”) che prese il treno da Milano e quel sabato pomeriggio tenemmo la prima conferenza di Dianetics a Roma.

Ron Loving iniziò con la sua classica lezione di Anatomia della Mente Umana e cominciò “La mente fondamentalmente è divisa in due partila mente analitica e la mente reattiva” ed io come al solito traducevo .

Alla fine annunciammo che avremmo cominciato i Corsi di Dianetics a Roma e che, chi fosse rimasto  interessato, si poteva fermare per effettuare l’iscrizione.

Si fermarono 4 della ventina di persone presenti. Io senza nessun tipo di considerazione le “iscrissi” tutte e quattro al Corso, con relativo incasso della quota di 20.000 lire. E loro fecero la fatidica domanda: “Dove si tiene il corso?”

La mia risposta in perfetto TRO fu : “A casa vostra ovviamente! Chi può metterla a disposizione?“. Due sposini novelli si offrirono e ci fecero utilizzare il loro monolocale e …… per fare una lunga storia breve, nel giro di un mese e dopo vari “traslochi” e conferenze tenute il sabato da “Er Lolling” in svariati “oratori”, gentilmente offerti dalla curia Romana, avevamo oltre 50 persone sul Corso di Comunicazione!!  E tutte quante erano felici e VGI’s. E lo staff eravamo io, come Valutatore di Test e Conferenziere di Anantomia della Mente Umana,  e Renata come Supervisore – stop. Ma non c’era una sera senza che qualcuno del pubblico portasse un amico che, dopo aver ricevuto la “Valutazione” del Test, non si iscrivesse immancabilmente sul Corso, avevano tutti guadagni immediati, io e Renata ci prendevamo totalmente cura di loro in modo che comprendessero a pieno quello che stavano studiando e come lo potessero utilizzare subito nella loro vita, tutto l’accento era sull’aiuto e l’ applicazione della tecnologia.

Questo era lo spirito di quei tempi. E vi garantisco che il divertimento era assicurato, ed anche le soddisfazioni. Le persone volevano Scientology. E tutt’ora la vogliono.

Quindi cosa vogliamo fare? Ci vogliamo arrendere ad una soppressione? Ad un  soppressivo?

Questo è in realtà un appello ai pionieri di ieri a quelli di oggi ed a quelli di domani.

Siamo sempre noi che dobbiamo risfoderare la bandiera ed issarla su, su in alto.

E’ giunto il tempo di tirar fuori dallo zaino i NOSTRI MATERIALI.

E ve lo garantisco, LRH  sarebbe FIERO di tutti noi!!!!

Claudio Lugli

16 Novembre 1977

Claudio Lugli

Via F. Cavallotti, 13

20122 Milano

Italy

Caro Claudio,

Che notizie fantastiche sull’apertura di Roma. Ne sono felice, e certamente i miei postulati, perchè tu abbia successo, ti sostengono.

Le mie ricerche ed i miei film vanno avanti bene, e devo dire che sono felice che tu e Renata siate nel mio team.

E mi fa piacere che entrambi stiate applicando i dati a Flavio. Dagli il mio affetto.

Sono felice di vedere che i materiali stiano iniziando ad uscire in italiano – questo è un importantissimo fondamento. E con lo Student Hat che adesso è stato tradotto, non c’è limite al successo che si avrà.

Con affetto,

RON

Annunci
37 commenti leave one →
  1. Omar permalink
    29 ottobre 2011 9:55 PM

    Ti invidio per i fantastici momenti che e tu e tua moglie avete regalato agli avventori romani.
    Alla tua chiamata alle armi IO sono presente.
    Ridiamo alla gente ciò che VERAMENTE può cambiare le sorti dell’umanità…….
    Grande Claudio.
    Omar
    Ma Daiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

    • Claudio Lugli permalink
      29 ottobre 2011 10:45 PM

      Ma dai !!!!!!!!!
      Grazie Omar so che sei presente, direi MOLTO presente!

  2. isabella marziani permalink
    29 ottobre 2011 10:28 PM

    COMPLIMENTI CLAUDIO !!!
    Mi hai fatto assaggiare l’atmosfera positiva ed estremamente creativa che respiravate allora !!!
    L’equazione è : ESISTE UNA SCIENZA CHE FUNZIONA…STUDIAMOLA …APPLICHIAMOLA ALLA VITA … FACCIAMOLA CONOSCERE AGLI ALTRI…AIUTIAMOLI !!!
    Sarà la scena ideale futura grazie a tutti noi indipendenti !!!
    Grazie x il bel racconto che ha portato una ventata di theta
    ML

    • Claudio Lugli permalink
      29 ottobre 2011 10:46 PM

      La chiave è proprio l’aiuto, vero ed incondizionato!

  3. Renata Lugli permalink
    29 ottobre 2011 10:36 PM

    Ricordo sempre con piacere quei mesi trascorsi a Roma. Non è stato semplice credetemi tenere una classe di principianti romani che sembravano avessero tutti presi una laurea in Q&A e restii a farsi guidare, specialmente all’inizio, sul “chiarire la parola”. Ricordo che un giorno uno studente, appena entrato in classe mi disse “Stanotte me te so’ sognata, o’ sai che me’ dicevi? ” Trova la parola che nun hai capitooooooooooo”. Beh quello studente, ho saputo dopo, è stato il primo Clear romano.
    Per catturare l’interesse degli studenti romani e riuscire a farmi “obbedire”, ho dovuto usare “un ARC tutto romano”, perche’ comunque ciò che dovevo ottenere è pur sempre quello che dice LRH: “Se istruiamo con mezze misure, con la paura di offendere, col timore di imporre qualcosa, non facciamo degli studenti dei buoni Scientologist e questo non fa bene a nessuno” KSW.

  4. 29 ottobre 2011 10:38 PM

    Complimenti Claudio si legge l’entusiasmo nel tuo racconto e l’atomosfera di allora.
    Sono rimasto “sorpreso” ma contento di leggere che anche’ tu ti ponevi quelle domande allo specchio o che io mi ponevo le stesse domande allo specchio.
    Anch’io sono d’accordo con te riguardo la semplicita’ del libro di DIanetics e della soluzione alla portata’ di ognuno e in cio’ vedo l’aiuto su vasta scala, altrimenti rimane solo per una certa cerchia che puo’ permettersi i costi esosi di Scientology e tanto meno per i livelli OT.
    Suggerisco inoltre l’uso di Self Analisi (altro manuale bistrattato) certamente generano poche entrate visto che con pochi euro puoi acquistarli ed usarli.
    “Funzionano ma…… .Scientology e’ 100 volte piu’ potente! ”
    MA anche 100 volte piu’ cara e molto di piu, e molta piu’ complessa al fine di audire.

    Inoltre volevo ringraziare L’INDIPENDOLOGO per avermi dato l’ opportunita’ tramite il vostro blog di ritornare sul ponte e volevo farvi partecipi dell’ avere attestato il grado 0 nel campo indipendente.
    Con stima Adriano

    29 ottobre 2011 alle 20:13

    Oggi ho attestato il mio Grado 0.
    I miei varii cambiamenti li’ ho descritti nei varii commenti che ho fatto.
    Volevo racchiudere il mio successo in una frase ed e’:

    UNA MAGGIORE CONSAPEVOLEZZA E MENO RITIRATO NELLA VITA’.

    GRAZIE RON, GRAZIE FRECCIAROSSA,GRAZIE C/S, GRAZIE AI INDIPENDENTI .
    CON AFFETTO ADRIANO.

    • Claudio Lugli permalink
      29 ottobre 2011 10:48 PM

      Sono sicuro che molti hanno guardato quello stesso specchio.
      Complimenti per il tuo Attest!

    • Renata Lugli permalink
      29 ottobre 2011 10:56 PM

      Il tuo successo Adriano è molto bello: congratulazione!

  5. Giovanna Ongaro permalink
    29 ottobre 2011 10:57 PM

    Bello il tuo racconto. La semplicita’ e lo spirito di gioco e ovviamente la tec , ha dato i suoi frutti. Non c’era bisogno di cattedrali enormi…. ,ma solo la voglia di fare e sapere che la tec funziona se applicata correttamente. Sono d’accordo di tirar fuori dallo zaino i Nostri Materiali e farli arrivare a tante persone, perchè anche loro hanno il diritto di conoscere che c’è una speranza di libertà.
    Bravi Claudio e Renata
    Con affetto Giovanna

    • Claudio Lugli permalink
      30 ottobre 2011 8:50 AM

      La speranza c’è Giovanna, su quello non ci piove e lo zaino è strapieno. LRH ci ha dato forse troppo….

  6. Luca Servall permalink
    30 ottobre 2011 2:04 AM

    Questa storia è bellissima, si puo sentire il tono di allora molto alto da giochi in su, cosi come si vede che l avete ancora adesso!! E alura?? Potaaaaaa 🙂 con ARC Luca

    • Claudio Lugli permalink
      30 ottobre 2011 8:50 AM

      Potaaaaaaaaa
      Mangia bene, dormi bene, e …… dai chenvà ensession

  7. Nella Dell'Aquila permalink
    30 ottobre 2011 2:17 AM

    Bellissimo successo quello di Adriano. BRAVO! Sono sempre piu’ convinta della coesione theta che crea Indipendologo e Ron ne sarebbe fiero. Un grazie a Claudio per aver condiviso con noi la sua appassionata esperienza. Ricordo che anni fà un OT 8 di Bergamo mi raccontò esterefatto dell’uscita dei coniugi Lugli dalla Chiesa e disse che non riusciva a capire cosa fosse successo dal momento che i Lugli erano dei veri pionieri e avevano dedicato la loro vita a Scientology!
    Anch io ci sono e rispondo alla chiamata: mai come ora questo pianeta ha bisogno di gente amorevole che aiuta veramente. E’ la miglior risposta che si possa dare alle stupide critiche dei nostri cugini della Cofs storditi dai martellamenti psicologici che ricevono dal management. ML Nella

    • Claudio Lugli permalink
      30 ottobre 2011 8:54 AM

      Grazie Nella,
      quell’OT8 ed i “cugini” della Cof$ dovrebbero imparare di più ad ascoltare ed osservare ed allora capirebbero subito come mai persone come noi, e siamo alcune delle migliaia, di pioneri ex Sea Org member veterani in Scientology Classe XII, VIII, VI, e così via hanno detto basta!
      La tech è NOSTRA e di chi la applica al 100% come LRH ci ha detto di fare. Io non ho nessun altro come riferimento ed anzi mi basta ed avanza

  8. Frecciarossa permalink
    30 ottobre 2011 8:02 AM

    Grazie Claudio e Renata per il lavoro fatto e per quello che state facendo. Con il tuo racconto mi trovi al 100% in accordo. Alla fine la cosa importante è che utilizziamo la tech in modo standard per aiutare gli altri a essere più consapevoli e giocare il gioco con un punto di vista più causativo. Un grande riconoscimento Adriano per avere attestato il Grado 0!

  9. Claudio Lugli permalink
    30 ottobre 2011 8:55 AM

    Frecciarossa, E’ vero usiamo la tech in modo standard ed otterremo quei miracoli che tu come auditor stai causando ogni giorno! Complimenti a te!
    Quello è l’unico modo per dare il nostro riconoscimento all’uomo che ha creato quella tech: USARLA.

  10. Tiziano Marzotto permalink
    30 ottobre 2011 10:39 AM

    Mi piacerebbe essere nella testa degli osa boy quando leggono la lettera di ringraziamento di Ron indirizzata a Claudio…certo non è facile per loro digerire il fatto che Ron, come un babbeo, non è riuscito a identificare un SP, anzi l’ha pure encomiato, roba da destabilizzare definitivamente i punti di ancoraggio ! Ma temo che non arriveranno mai a porsi questa domanda perchè sono mentalmente azzerati dal non osservare l’ovvio. Forse qualcuno di loro ha capito tutto ma comodamente mantiene la sua spregevole beingness per questione di interessi e condivisione di scopi non proprio nobili con il nostro egregio.

    • Claudio Lugli permalink
      30 ottobre 2011 12:14 PM

      Penso che gli OSA Boys nel profondo sanno …..

  11. Temponi Roberto permalink
    30 ottobre 2011 11:48 AM

    Claudio Lugli ci mostra come e cosa era la Scientology di quel tempo ,Lo scopo era ottenere clear e OT nella società . Ora si utilizza quello scopo per salassare , terapia obsoleta abbandonata anche dalla medicina , perchè dannosa .
    Qui la dimostrazione quanto le persone desiderino migliorare , quando C.e R. Lugli a Roma in poco tempo ebbero un bel gruppo di persone sulle linee in breve tempo .
    Ora , prova a portare pubblico nuovo alle ” Org. Standard ” ( ? ) quanto ci rimangono , io in passato l’ho fatto . . . scappano ! e non li vedi più . . .
    Non so perchè questa differenza fra le due applicazioni di Scientology ; mi fa ricordare il film sulla vita di Gautama Siddharta conosciuto come Buddha , dove senti un padre mentre insgnava al figlio come suonare uno strumento musicale a corda , dicendo : ” se la corda non è tessa a sufficienza non suona , se troppo tesa si spezza , nelle due situazioni non emetterai alcun suono . Buddha , capì che la via dell’illuminazione sta nel mezzo .
    D.M. da ” capo molto discusso ” non si pone il quesito ,: ” Perchè scappano ? “. . .
    ma insiste nella propria terapia : salasso , salasso , salassssssso ! ! ! I robot si martirizzano in nome di ” D . M . , usiamo la Comprensione ( ? ) . . . ehhh ! già ! dopo tutto ” Lui ” non è Buddha ! ! ! .

  12. Claudio Lugli permalink
    30 ottobre 2011 12:19 PM

    Roberto,
    quello che dici risuonerà come verità per molti.
    Chi non ha visto i suoi selezionati massacrati una volta portati all’ org?
    Solamente chi non li ha mai portati.
    Buddha e miscavige?
    Il diavolo e l’ acqua santa! Non si mischiano.

  13. antonio permalink
    30 ottobre 2011 2:42 PM

    come è possibile contattare il sig. Claudio Lugli per una info?

  14. 30 ottobre 2011 6:24 PM

    Ciao Claudio,
    la tua storia deve far riflettere parecchio gli scientologist attuali. Il pionierismo di cui tu e Renata siete stati degni artefici, è quella cosa che non c’è più nella Chiesa, come non esiste più lo stesso spirito.
    In pratica avete conquistato Roma nel modo corretto, rispettando un concetto ripetuto più volte in questo blog. Semplicemente applicando ESSERE-FARE-AVERE mettendo il giusto accento ai fattori più importanti con il sincero desiderio di AIUTARE.
    La tua testimonianza è pertanto assai preziosa e dà l’idea di quanto si sia trasformata la Chiesa nel corso degli anni. A quei tempi, la sopravvivenza si creava attraverso un’offerta di AIUTO dove l’espansione ne era la diretta conseguenza. Per cui, in primo luogo era un DARE agli altri senza alcuna attenzione sull’AVERE. Oggi?
    Oggi la Chiesa CHIEDE e basta! Poi si vedrà, ma in realtà… quanto gli importa di TE, dei TUOI progressi, del TUO benessere?
    Certamente, siamo arrivati a questo punto un pò alla volta, attraverso un processo tanto lento quanto inesorabile visto in quale misura sono cambiate le cose.
    Voi davate VITA ad ogni cosa che toccavate, veramente. Questa Chiesa, sebbene ci provi, ne è assolutamente incapace. Ecco perchè continuiamo a dire che è MORTA.
    E allora… tiriamo fuori i libri dallo zaino.
    Un abbraccio
    Davide

    • Caludio Lugli permalink
      30 ottobre 2011 10:41 PM

      Grazie Davide,
      è proprio vero, allora c’era vita.
      Miscavige semina morte.
      E proprio così dobbiamo farli uscire quei libri dagli…. zaini

  15. Jon Reimond permalink
    30 ottobre 2011 10:39 PM

    Inviato il 30/10/2011 alle 7:22 pm
    semplicemente complimenti.
    jon reimond

  16. Caludio Lugli permalink
    30 ottobre 2011 10:41 PM

    Grazie Jon!

  17. Bonzani Giovanni permalink
    31 ottobre 2011 8:26 AM

    Caro Claudio, mi ricordo molto bene di quel periodo, quando le cose si facevano con assoluta libertà ed i prodotti uscivano senza nessun sforzo ma con la semplice voglia di aiutare. Le basi per creare quasi tutte le org esistenti attualmente il Italia sono state create allora, dopo di che nebbia fitta. Mi ricordo quando Ron Loving è arrivato in via Cavallotti, Io avevo appena finito HQD (ora HQS), esisteva solo il gruppo di Milano e Brescia si stava formando. Dopo un un incontro con Loving ed aver espresso la mia intenzione di aprire Novara, non è trascorsa neanche una settimana dopo di che sono iniziate le prime conferenze, ironia della sorte proprio nell’ex circolo del tennis dove ora gli avvinazzati vogliono creare l’Org Ideale. Dopo poco tempo sul corso di AUM c’erano più di 50 persone.
    Nel 1982, più o meno, Ron Loving lo hanno segato e dichiarato SP. Era troppo bravo e, adesso sappiamo il perchè, anche troppo pericoloso per gli scopi malvagi di chi si stava impossessando della Chiesa.

  18. Anassimene permalink
    31 ottobre 2011 12:01 PM

    Congratulazioni ai coniugi Lugli per l’entusiasmo che ha permeato la loro missione vincente a Roma e per il fervore che anima ancora i loro cuori.

    • Caludio Lugli permalink
      31 ottobre 2011 3:41 PM

      Grazie Anassimene.
      Il fervore è dovuto dalla certezza che la Tec Funziona e dal piacere che proviamo a far sì che anche altri abbiano i nostri stessi guadagni stellari.
      Claudio&Renata

  19. Vulcano permalink
    31 ottobre 2011 8:46 PM

    Bella storia Claudio e grazie per avercela raccontata altrimenti questi pezzi di storia non si saprebbero. Grazie anche a Renata.
    Con affetto
    Vulcano

  20. Lui&Lei permalink
    1 novembre 2011 12:53 PM

    Bravi Claudio&Renata, siete delle persone veramente theta.
    Sono 3 settimane che io e mia moglie navighiamo sulla rete e non abbiamo fatto altro che trovare entheta su Ron, Scn, la SO e tutto il resto. Se consideriamo quello che tutti noi abbiamo passato dentro le nostre “chiese-aziende” e la confusione mentale dove ci hanno sbattuto, navigare sulla rete non fa altro che peggiorare quella confusione maledetta che fa molto male a chi ha sempre creduto come noi che Scientology è “la soluzione” e ci vuole una grande capacità di analisi e differenzazione dei “dati” per riuscire analiticamente a uscirne fuori. Fino a questo momento siete gli unici, e con questo mi riferisco ai gestori del Blog e tutte le persone che commentano, a darci una visione globale che si avvicina molto alla verità, e noi sappiamo che questa è la verità perchè nel leggervi va via molta carica e noi sappiamo che questo vuol dire vedere le cose per quelle che sono. Credo che il successo del vostro Blog consiste proprio in questo, fare chiarezza analiticamente e noi ci ritroviamo in quello che viene trattato qui da voi.
    Vi ringraziamo e vi esortiamo a continuare ad esserci perchè siete diventati il nostro punto di riferimento nell’oceano della confusione.
    L&L

  21. Claudio Lugli permalink
    1 novembre 2011 2:32 PM

    L&L mi fa piacere che l’Indipendologo ti sia stato di qualche utilità, così come lo è stato per me. Le persone che parlano male di Ron, della Tec, della SO ecc. sono persone che hanno grossi MU o BPC sul soggetto di Scn e tutto ciò che lo richiama. Quello che ci accomuna noi tutti invece è esattamente il contrario: abbiamo avuto degli ottimi risultati in Scn e, piuttosto che cavalcare le malcomprensioni sul soggetto, abbiamo invece fatto quanto possibile per espandere Scn con lo scopo e LA CERTEZZA che le persone potessero diventare migliori.
    Ciao
    Claudio

  22. Patrik permalink
    2 novembre 2011 1:11 PM

    Complimenti Claudio,
    non ci conosciamo, ma leggendo la tua storia ho rivissuto quei momenti in cui cercavo di dare un senso alla vita in generale e a quella mia in particolare. Avevo circa 20 anni e andavo alla ricerca di risposte, andavo alla ricerca della verità, fino a quando ho visto sulla copertina di un libro l’immagine del vulcano in eruzione. Da quel momento è cambiata la mia vita e non è stato sufficiente lo sforzo e l’impegno di D. M. a farmi cambiare direzione.
    Noi Scientologist “liberi” ce la faremo, D.M. no!
    Patrik

    • Claudio Lugli permalink
      2 novembre 2011 1:48 PM

      Grazie Patrik di aver condiviso la tua esperienza.
      Sono sicuro che avremo modo e piacere di incontrarci lungo il percorso.
      E’ vero, DM si impegna parecchio per evitare che le persone diventino più abili e più forti – come ogni SP, degno di questo nome, è terrorizzato da fatto che quello possa accadere.
      La nostra risposta a lui è l’applicazione Standard della Tecnologia, così come LRH avrebbe voluto e così come lui ha speso tutto il suo tempo per insegnarci come applicarla correttamente, perchè questo è il solo modo per ottenere i risultati al 100% e lui non voleva meno di questo.
      E’ vero, siamo LIBERI e ce la faremo!

  23. elena permalink
    13 novembre 2012 10:42 PM

    bellissima la lettera di Ron!
    se non sbaglio è la stessa lettera pubblicata sul quotidiano “Libero”
    bellissima storia Claudio! questo sì che vuol dire essere Pionieri! e che spirito di gioco!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...