Skip to content

MARTY AD AMBURGO – TERZO ROUND

10 settembre 2011

Marty e Mosey oggi sono stati a “rilassarsi” a Berlino e la setta non ha dato loro tregua. Una volta usciti dalla protezione di Amburgo hanno subito sferrato l’attacco. 

Chi ci stava ospitando ci ha detto di non poter fornire una adeguata protezione visto che lasciavamo Amburgo, ed inoltre avevano appena catturato un terrorista a Berlino ed il Cancelliere Tedesco avrebbe parlato nel pomeriggio al Checkpoint Charlie- quindi tutte le forze dell’ordine erano focalizzate su questo avvenimento .  Ma era la nostra chance in questa vita di visitare Berlino e quindi visto che siamo abituati a risolvere le molestie non avremmo lasciato che le tattiche da terrorista di Miscavige intralciassero i nostri piani.

Ma non appena arrivammo nell’epicentro di ciò che è diventato una icona per ricordare l’importanza della tolleranza e della libertà dalla tirannia e dalla oppressione, pensa cosa ci fa ricordare di essere sempre vigile contro la soppressione?

Eccovi il video girato da Marty che vi mostra cosa hanno trovato davanti allo Starbuck vicino al Checkpoint Charlie dove le due Berlino si dividevano, e poi nel secondo video uno degli operativi OSA che li ha seguiti proprio sino al muro di  Berlino, e l’ultimo video sono il regalo che hanno trovato nella stazione di Berlino alla loro partenza! Incredibile ma vero!

Marty conclude il suo post dicendo:

Vi ho mostrato registrazioni dal vivo di quale sia la risposta di Miscavige a quanto noi abbiamo detto negli ultimi due giorni per cercare di lenire e guarire le ferire che la sua organizzazione ha inflitto alle persone in Germania. Non so se si possa scendere più in basso di così. Comunque sia non siate compassionevoli con noi, perchè quanto è accaduto ed il tempismo con cui è avvenuto non poteva essere scelto meglio ed avere un significato così reale per quello che stiamo facendo. Ci hanno fornito un esempio in quantità della Germania Nazista del 1933-1945 e di quella di Berlino dal 1933 al 1945.

E quindi si può ben capire che abbia titolato il suo post:

MISCAVIGE PORTA AVANTI LA MEMORIA DELLA GESTAPO E DELLA STASI

Ed allora noi come risposta a tutto questo abbiamo sforderato le nostre connessioni e grazie ad EDELWEISER  molto capace nelle traduzioni in Tedesco abbiamo per voi la sintesi della trasmissione televisiva fatta da Marty e Caberta con Markus Lanz . Non abbiamo voluto sottotitolare il video ma abbiamo preferito darvi una sintesi dei momenti salienti con le varie domande e risposte.

Questa è una intervista EPOCALE ed il suo contenuto sta già facendo il giro della Germania ed in Europa e sta riverberando su parecchie testate in Germania.

Questo è il TERZO ROUND.

GARY BALDI

MARTY RATHBUN E URSULA CABERTA INTERVISTATI DA MARKUS LANZ

Grazie ad una sintesi tradotta da EDELWEISER

(Talkshow trasmesso dalla TV Tedesca ZDF in data 08.09.2011)

http://www.zdf.de/ZDFmediathek/beitrag/video/1433942/Scientology-Aussteiger-Marc-Rathbun–

La presentazione del programma inizia indicando la Chiesa di Scientology come un sistema totalitario, dove la violenza viene usata in nome della religione,  e come una organizzazione molto influente che si avvale delle testimonianze di celebrità come John Travolta e Tom Cruise per dichiarare l’impegno della loro religione verso l’ottenimento di un mondo migliore, dove però chi non è scientologo viene ritenuto un individuo di seconda classe.

Marty viene presentato come l’uomo che per 27 anni è stato uno dei più potenti personaggi della chiesa di Scn, il braccio destro del capo indiscusso David Miscavige, fino al giorno in cui è stato da questi costretto a punire fisicamente un collega ed amico.

Segue il segmento della conferenza –stampa dove Marty parla dell’aggressione e se ne rammarica.

Il video prosegue con le immagini degli Squirrel Buster a casa di Marty e lo speaker afferma che Marty e la sua famiglia sono tenuti sotto sorveglianza 24 ore al giorno e vengono filmati e molestati.

Termina dicendo che Marty è riuscito a rendersi libero, ma che tuttavia l’influsso della chiesa sulla sua vita rimane.

Min. 1,10 – INIZIO DELL’INTERVISTA (Trascrizione non letterale dal tedesco) (Una più precisa traduzione delle parole di Marty sarà possibile ascoltando la versione inglese)

Lanz:  La saluto cordialmente e comincio col chiederle perché è stato così difficile averla qui con noi;  come e perché la chiesa di Scn ha tentato di impedire questa sua apparizione?

Marty:  Durante gli ultimi 142 giorni hanno affittato una casa vicino alla mia residenza e ci sono passate circa ottanta persone con uniformi e foto che mi ritraggono dietro un segnale di divieto e mi hanno importunato diverse volte al giorno e hanno cominciato a passare ininterrottamente davanti a casa mia per dimostrarmi che mi tenevano d’occhio. Quando ho deciso di venire ad Amburgo sono arrivati e mi hanno detto: “Tu vai ad incontrare il diavolo in persona, vedrai” ed hanno cercato di trattenermi dal farlo, poi hanno avuto una discussione con mia moglie e le hanno parlato male di me, come se io volessi distruggere Scientology.

Lanz:  Ursula Caberta è realmente vista da questa organizzazione come un diavolo?

Marty:   Agli occhi dell’organizzazione, sì certamente.  Anche ieri all’uscita della conferenza-stampa abbiamo visto come veniamo raffigurati dai nostri contestatori, siamo delle streghe in una parodia dell’Inquisizione Spagnola.

Lanz:  Nel modo in cui lei viene controllato vengono usate anche minacce fisiche o si tratta solo di qualcosa di psicologico, sul piano emozionale, cioè si cerca di farle paura…

Marty:  Effettivamente vedo che sono delle manovre di ordine psicologico, ad esempio se io vado in posta o se esco con mia moglie a mangiare arriva subito qualcuno e quando siamo in macchina si affianca qualcuno e ci dice: sappiamo esattamente dove siete, in quale ristorante.  E’ vero che è qualcosa di psicologico, ma hanno pure assunto un cameraman che è rimasto continuamente davanti  alla nostra residenza e un mese fa si è fatto una cattiva impressione di tutto ciò. Ne ha parlato con un giornale in Corpus Christi, Texas dove io vivo e ha riferito di aver avuto l’incarico di affrontarmi fisicamente con l’intenzione di costringermi a compiere delle azioni criminali che lui potesse poi documentare, ad esempio che io lo ferisca in qualsiasi modo o che vada a sbattere la mia macchina contro la sua… queste cose le fanno… non so neanche fino a che punto possono arrivare.

Lanz:  Come vedo, lei è una persona simpatica che senza dubbio è anche vittima e che inoltre si rappresenta  come un colpevole  (da quanto ho appreso dalla sua conferenza) in quanto anche allo stesso tempo esecutore. Lei ha fatto parte di questo sistema per 27 anni, dunque lei era un esperto… Ci saranno state persone all’interno che avranno detto a un certo punto “adesso basta, non ci sto più, riconosco che questo non va bene per me perché coinvolge le mia famiglia o perché danneggia la mia intera esistenza…  Come avete fatto a convincere queste persone a ritornare, a restare ancora con voi?

Marty:  Ok… ok,  effettivamente io occupavo una posizione molto alta, il posto subito sotto a David Miscavige e lui si è molto preoccupato di coloro che hanno lavorato sulle linee finanziarie internazionali   che potessero rivelare molto su di lui riguardo a delitti finanziari e gravi infrazioni fiscali, ecc. e in base al valore delle informazioni abbiamo utilizzato tutte le tecniche possibili per rintracciarli,  andando alle fermate degli autobus dove potevano salire per andare in aeroporto, verificando le prenotazioni dei voli, ecc.  Abbiamo perfino  analizzato la loro biografia, quali amici avevano prima di entrare inScn, quali erano i loro rapporti con la famiglia, abbiamo spedito un sacco di gente a controllare dove i fuggitivi avrebbero potuto recarsi, sono andati a vedere dai loro famigliari, ecc.  Abbiamo esaminato i loro folder per trovare i bottoni e le misure psicologiche da adottare, qualsiasi cosa che fosse efficace per influenzare quella particolare persona al fine di attirarla  in un caffè o in un hotel per dirle  “Dai, ritorna!” e maneggiarla. Se una persona agli occhi di Miscavige era ritenuta importante, allora si continuava anche con le minacce, cioè cosa poteva capitarle se non rientrava.

Lanz:  Sta dicendo che il sistema a cui lei adesso è sottoposto l’ha in gran parte installato lei stesso insieme ad altri?

Marty:  Sì, è proprio così.  Se posso usare una analogia, io ho dato vita a questo mostruoso Frankenstein e adesso devo lavorare per risolvere la cosa.

L’intervistatore prosegue chiedendo a Marty di descrivere un po’ l’organizzazione in modo che il pubblico capisca meglio, dato se ne parla sempre in modo negativo e si ha la sensazione che sia una setta pericolosa. “Perché sarebbe così pericolosa? Di cosa si tratta? Qual è il fine di questa organizzazione e quanto è potente?”

Marty  risponde che il suo tipo di informazione è diverso da quello di altri fuoriusciti. “Io non attacco l’auditing,  non attacco l’organizzazione, io critico il modo in cui loro danneggiano le persone, quando esigono molto denaro e la tattica che usano per togliere sempre più denaro dalle tasche delle persone, tutto si riduce al denaro e questo è anche uno dei motivi per cui me ne sono andato. Ma io non attacco la filosofia. Nell’organizzazione si cerca di portar via fino all’ultimo centesimo e quello che è pericoloso in tutto questo è che le persone trovano qualcosa di interessante in Scn,  si coinvolgono, trovano soluzioni per i loro problemi, si creano delle loro motivazioni, ma in realtà vengono sfruttati in base al loro stato di necessità e ai loro bisogni esistenziali e in cambio vengono ripuliti di tutti i loro averi:  questo è in definitiva il pericolo,  la reale  minaccia, e ancora peggio – come ho già spiegato alla sig.ra Ursula – se provi a dargli contro allora sì che diventa pericoloso.”

Lanz ora vuole sapere qualcosa riguardo alle star di Holliwood come Cruise e Travolta, dato che Marty li ha auditi. “Che ruolo hanno, quanto sono influenti, come usano i loro soldi e le loro connessioni politiche nell’interesse della chiesa di Scn.”

Risposta di Marty: “Dipende da quanto il personaggio è importante in termini di popolarità. Travolta non è paragonabile a Tom Cruise,  che è molto molto vicino a Miscavige ed è disposto a fare di tutto.  Lui rende disponibile la sua rete di rapporti e la sua influenza per raccogliere soldi, anche in Germania lo fa alla grande”

Lanz: “Può darci un esempio?”

Marty: “Sì, certo. Particolarmente negli anni 90 queste celebrità si sono attivate per influenzare parlamentari  americani,  politici del Congresso,  il governo Clinton, ecc.  in modo da far apparire la Germania come un paese intollerante e anti- Scientology, contrariamente alla realtà dei  fatti. E hanno cercato di far terminare una volta per tutte quello che Ursula Caberta stava portando avanti. E lo hanno fatto con molto successo. Lei stessa ha avuto dei problemi, perché il suo dipartimento  che si occupa delle varie sette ne fa naturalmente un elenco ogni anno ed è interessante vedere qual è la posizione discriminatoria nei confronti di Scn.  Io ero personalmente  coinvolto in questa operazione, l’ho coordinata tutta io ed ho imparato molto in questi ultimi due giorni dalla sig.ra Caberta, dal contatto personale con lei. Ho capito quanto hanno esagerato nel giudicarla e nel descriverla.”

Lanz si rivolge alla sig.ra Caberta per avere dettagli su come possa essere accaduto che in America si siano formati  l’idea di una Germania repressiva.

La Caberta spiega che esiste una organizzazione che si occupa di cosiddetti  affari speciali con la possibilità di influenzare politici importanti  e come questa si sia data da fare in tutti i modi per eliminare i contestatori e tappare la bocca a lei personalmente.  Naturalmente quanto è intervenuta l’amministrazione americana anche quella tedesca si è lasciata convincere e non ha voluto sollevare troppo casino per una faccenda simile.  Ovviamente il fatto che Cruise  e Travolta andassero in giro a lamentarsi, esagerando, che i loro film venivano boicottati in Germania ha sollevato polemiche.  In realtà  nessuno si è mai sognato di segnalare negativamente gli attori famosi, dice Caberta con un po’ di  ironia,  anche quando producono dei brutti film.  Poi è successo che in qualche cinema di paese alcuni piccoli gruppi li abbiano contestati con dei cartelli e da questi insignificanti avvenimenti l’organizzazione di  Scn ha montato un reclamo ufficiale affermando che i film di Tom Cruise venivano classificati negativamente, mentre per la Caberta non era assolutamente vero.  Questo  ha messo in agitazione i produttori cinematografici che hanno temuto di non poter più lavorare liberamente in Germania e ciò ha fatto sì che negli Americani si sia risvegliata una certa idea dei Tedeschi e si siano chiesti: ma che sta succedendo nuovamente in Germania?  All’incirca è così che è andata.

Lanz domanda ora a Marty se è vero il fatto (per lui incredibile, ma rivelato da Marty in una sua precedente intervista) che Tom Cruise sia arrivato al punto di influenzare il presidente Clinton affinchè telefonasse al primo ministro inglese Tony Blair  per chiedere un trattamento di favore per le organizzazioni di Scn in Inghilterra. “E’ realmente avvenuto questo, a un livello politico così alto?”

Marty: “Assolutamente sì, io ero lì con lui quando Cruise  ha telefonato a Clinton per spingerlo a richiedere a Blair un suo intervento politico al fine di migliorare lo status di Scn nel Regno Unito. David Miscavige era lì e metteva sotto gli occhi di Tom la medaglia della IAS e Cruise ha parlato con Clinton  per trovare la giusta strategia, se fosse stato meglio relazionarsi con la moglie di  Blair, che forse avrebbe avuto maggiore comprensione, e così via.  Hanno concordato una vera e propria strategia, Cruise e Clinton.”

Lanz: “Quello che è difficile capire adesso è il fatto che lei è seduto qui e denuncia com’è la situazione, se ne lamenta – a mio parere giustamente – e tuttavia allo stesso tempo lei dichiara di attenersi come prima al suo Credo religioso ed afferma di essere ancora uno Scientologo. Perché?”

Marty: “Io sto parlando di qui di condotta, della condotta civile, dell’interazione col mondo reale  e del fatto che sempre più gente vuole saperne di più, come la sig.ra Ursula ad esempio. Dall’altra parte c’è pure il credente, il fedele, colui che pratica la religione.  Come fai a trovare un modo per innalzarti ad un livello più alto. Sono due stivali  diversi. Questo è ciò che io affermo, questo è il mio messaggio.  E quello che io constato qui in Germania è che ad esempio la sig.ra Caberta la vede esattamente come me, indipendentemente dalle accuse che può aver lanciato.  Se qualcuno a casa sua fa qualcosa che lo aiuta ad elevarsi spiritualmente, bene lo faccia pure, ma quando va in strada e sviluppa tattiche e ne fa una politica, allora rovina delle vite, ecc.  questo non va bene per noi. Io vedo le cose ben differenziate, lo dico a lei qui Markus, nessuno ci ha ancora provato: vengo attaccato da tutte le parti e non è comodo stare nel mezzo, ma glielo dico lo stesso.  In fin dei conti è la cosa più efficace che viene fatta per la prima volta nella storia di Scn, vediamo come degli Scientologist attivi mi danno retta, perché io non attacco né la pratica né la fede del credente. L’esercizio preconfezionato di questa religione… e qui sta tutto sotto la bandiera di quelli che neppure leggono… questi non dovrebbero neanche mettersi a discutere,  perché molta gente ascolta il mio messaggio ma questi altri non sanno proprio ascoltare.”

Lanz domanda a Ursula Caberta come mai il Senato di Amburgo invita un noto Scientologo a tenere una conferenza-stampa così rilevante come quella di ieri.

Caberta: “In primo luogo perché mi andava di farlo” e continua dicendo di non condividere lo scetticismo di coloro che pensano che non andremo mai d’accordo.   “Quello che noi stiamo facendo è proprio il contrario di quello che fanno i dimostranti in strada, loro non parlano con me” Non si tratta di mettere in discussione quello che ha scritto Hubbard né chi crede in quegli scritti, ma il problema consiste in ciò che ne viene fatto dell’organizzazione. A lei non interessa quello che professa uno Scientologo, anche perché nello Stato di Amburgo la libertà di religione è sempre stata garantita. Le interessa piuttosto verificare che tipo di organizzazione è, quali sono  i  suoi  scopi dichiarati e soprattutto, molto importante, chi ne è a capo. La Caberta dice di aver letto molti materiali di LRH, forse più di tanti che ancora frequentano la chiesa (Caberta non usa mai la parola “chiesa”, sempre “organizzazione”) e afferma di essere in grado di distinguere le diverse fasi dello sviluppo di Scn. Racconta che già nel 1994 un vecchio Scientologist dei tempi di LRH (ora morto) si era recato ad Amburgo e le aveva detto: Se nessuno riesce a fermare David Miscavige, Scientology diventerà una delle organizzazioni più fanatiche che esistono in questo mondo.

Lanz  ritorna a chiedere a Marty se è vero che si fa correntemente uso di violenza fisica nelle organizzazioni di Scn, se i collaboratori che vi lavorano vengono anche presi a pugni o malmenati.

Marty conferma che è vero. La situazione è andata peggiorando nel corso degli anni con la crescita del fanatismo. Dal 2000 David Miscavige ha introdotto l’aggressione fisica come pratica costante. Ha relegato persone anche di una certa età in spazi angusti, senza la possibilità di uscire o di vivere con un minimo di decoro. E le motivazioni erano a sua totale discrezione. Oltre che ad aver assalito personalmente diversi dirigenti, Miscavige ha poi preteso che altri picchiassero altri.

Alla domanda del conduttore, se anche lui (Marty) abbia mai picchiato qualcuno, Marty risponde affermativamente. E racconta di come sia stato per due volte incitato da Miscavige a percuotere un suo caro amico Mike Rinder.  Dice di essersi accorto che stava facendo qualcosa contro la sua natura e contro la sua volontà, perciò in quel frangente prese la decisione di andarsene. Poco tempo dopo, con la sua moto, riuscì a superare il portone di uscita strettamente sorvegliato e fuggì.  (Qui il pubblico applaude).

Ultima domanda a Marty: “Che cosa suggerisce a chi volesse uscire dall’organizzazione ma non lo fa per il timore delle rappresaglie che ne potrebbero conseguire? Qual è il suo consiglio?”

Marty: “Consiglierei di leggere il mio blog. Lì ho indicato fin dal principio qual è l’azione più efficace da intraprendere. Tutti sentono questa spada di Damocle sopra la testa, questa paura: no, rimanete  uniti, alzatevi in piedi, create una massa che vi tiene al riparo dai colpi, insieme si può fare qualcosa e se si arriva a quel punto  in cui tutti stanno uniti restando in piedi con coraggio e creano una rete, allora ce la faranno…  La paura va tolta dalla cima. Dobbiamo liberarcene.”

Markus Lanz ringrazia Marty e Ursula per la loro partecipazione al programma.

(Per i  vegliardi che le hanno riconosciute, le sorelle Kessler – famose show girls degli anni 70 – stavano sedute con i nostri eroi ed ascoltavano attentamente, in attesa di essere a loro volta intervistate da Lanz) (Il traduttore si scusa per lacune ed imperfezioni eventuali)

Annunci
8 commenti leave one →
  1. Jack permalink
    11 settembre 2011 10:57 AM

    Sono convinto che al suono della campanella dell’ultimo round…Marty vince per KO!!!!
    Però non si sa mai che l’avversario ormai tramortito abbandoni il ring!!!!

  2. Isabella Marziani permalink
    11 settembre 2011 5:55 PM

    Non ho molto da dire…sono felicissima di quanto ha fatto Marty in questi giorni e sono strasicura che qualcosa di grosso ora succederà…magari IL SECONDO ESODO ?????
    COMPLIMENTI ANCORA A MARTY

  3. Cordusio permalink
    11 settembre 2011 7:09 PM

    Grazie per la traduzione. E’ veramente una intervista di fuoco, con rivelazioni incredibili! Cruise che chiama Clinton con lì Miscavige che complottano come far digerire Scientology a Tony Blair! Questo e vero lobbismo!
    E’ ovvio che OSA non molli e segua Marty ovunque anche a Berlino. Mi spiace vedere cosa succede ma penso che MArty sappia esattamente cosa fare e che in definitiva queste azioni ridicole si ritorcono contro chi le fa! Cretini!
    Alla fine dell’intervista Marty dice:
    Ultima domanda a Marty: “Che cosa suggerisce a chi volesse uscire dall’organizzazione ma non lo fa per il timore delle rappresaglie che ne potrebbero conseguire? Qual è il suo consiglio?”

    Marty: “Consiglierei di leggere il mio blog. Lì ho indicato fin dal principio qual è l’azione più efficace da intraprendere. Tutti sentono questa spada di Damocle sopra la testa, questa paura: no, rimanete uniti, alzatevi in piedi, create una massa che vi tiene al riparo dai colpi, insieme si può fare qualcosa e se si arriva a quel punto in cui tutti stanno uniti restando in piedi con coraggio e creano una rete, allora ce la faranno… La paura va tolta dalla cima. Dobbiamo liberarcene.”

    Credo sia il consiglio corretto. So che ci devo lavorare un po’ su, ma sto andando in quella direzione.
    Grazie ancora, e anche grazie allo staff per tutte queste informazioni vitali.

  4. Cristiano permalink
    12 settembre 2011 12:56 AM

    Buonasera staff dell’Indipendologo
    Grazie per la traduzione.
    State facendo veramente un gran lavoro per la traduzione e siete da validare anche per il semplice fatto di essere presenti
    Questa mia lettera ha poco a che vedere con quanto da voi pubblicato , ma oggi ho letto con attenzione la traduzione e mi sono ricordato che poco tempo fa ho visto per la prima volta il vostro sito e così , un po’ in balia delle emozioni ho deciso di scrivervi.
    Quando ho letto per la prima volta questo sito è stato sconvolgente e illuminante nello stesso momento.
    Passata la sorpresa del primo momento ho capito che non ero il solo ad avere dei dubbi .Questo mi ha confortato
    Diverse cose sono cambiate da quella mia prima volta dell’avventurarmi su internet sul soggetto di Scientology ,(l’HAS mi aveva detto che se digitavo Scientology su google venivo dichiarato) la più importante è che io mi sento un uomo libero.
    Io sono libero dalla mentalità della chiesa , una chiesa che per darti la libertà ti chiede in cambio la chiusura degli occhi.
    Quale libertà e mai questa?
    Forse la definizione più appropriata e PTS-ness , ognuno tragga le proprie conclusioni se vuole.
    Per me è così
    Appena mi sono accorto di questa mia condizione ho rimesso la mia integrità in , e mi sono affrettato ad applicare la policy del prosperare e fiorire . In breve tempo tante situazioni che erano bloccate , da anni , si sono sbloccate causandomi un sollievo incredibile. Questo da solo senza auditing mi ha fatto andare al settimo cielo
    Personalmente mi sono riconosciuto Indipendente dal pensiero meccanico della chiesa fin da subito dopo aver rimesso in l’integrità ed è sempre un piacere ed un emozione leggere le nuove Dichiarazioni di Indipendenza di altre persone libere.
    A voi dell’Indipendologo un ringraziamento per riportare i fatti , senza i quali una persona difficilmente potrebbe avere il quadro generale della situazione e potrebbe pensare che certe outness accadute a lei siano semplicemente un caso e non una statistica.
    Affinità
    Cristiano Purinani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...