Skip to content

CRITICO?

18 agosto 2011

Parlando con parecchi Kool-Aid drinker, nel tentativo di portarli ad osservare, ho notato che esiste una malcomprensione di fondo o meglio un implant di base che fa in modo che non possano vedere quello che hanno di fronte, o meglio forse lo vedono ma non è concesso loro di criticarlo!

Critico?

Bruttissima parola …. ricorda una equazione: PC CRITICO= W/H (Withhold).

Certamente non c’è nulla di sbagliato in quella equazione se non fosse che poi quella definizione venga usata per etichettare OGNI critica, o per meglio dire ogni analisi che viene fatta dalla persona nei riguardi di una situazione.

Diciamo che il criticismo a cui LRH si riferisce  nella frase PC CRITICO ha una definizione precisa che è contenuta nel Dizionario Tecnico. E la definizione dice:

CRITICA – CRITICISMO: 1. gran parte delle critiche sono giustificazioni del fatto di aver commesso un overt. Ci sono cose giuste e cose sbagliate nel comportamento, nella società e nella vita in generale, ma una critica 1.1 cavillosa, a casaccio, quando non è sostenuta dai fatti è solo uno sforzo di ridurre le dimensioni del bersaglio dell’overt. HCOB 21 Gennaio 1960 “Giustificazione”

Vorrei quindi analizzare innanzitutto che viene scritto “gran parte” e quindi non tutte le critiche in assoluto. E come vedete LRH poi conferma il fatto che esistano “cose giuste e cose sbagliate nel comportamento, nella società e nella vita in generale”, e quindi se cose sbagliate esistono ed una persona le osserva e le giudica tali e le critica non necessariamente sono la prova dell’esistenza di un overt sottostante la critica. Ma LRH ci da la chiave di lettura per poter differenziare e ci spiega cosa determina che un overt sottostante esista: “una critica 1.1 cavillosa, a casaccio, quando non è sostenuta dai fatti” questo è l’indicatore che l’auditor o ognuno di noi nella vita può usare per comprendere la differenza. E la differenza c’è ed è sostanziale, e chi abbia esperienza come auditor sa per certo che quando quell’indicatore esiste il chiedere W/H lo porterà a scovare l’overt sottostante quella critica 1.1 e cavillosa e non sostenuta da fatti.

Chiarito questo aspetto ed il fatto che se questa differenziazione non viene ben compresa la cosa possa essere generalizzata e rendere ogni critica un segnale di overts, è bene allora capire e sottolineare il fatto che la critica è salutare.

Il pensiero critico e la capacità di differenziare “cose giuste e cose sbagliate” segue una scala delineata da LRH nella Conferenza del 13 Aprile 1955 – Le Otto Dinamiche – e riportata come scala nel Libro Scientology 0-8 a pagina 280.

E la scala è la seguente:

SCALA DEL CRITICISMO

Può guardare, vedere cos’è che non va, riconoscere qual’è il rimedio e agire per porre rimedio a quella manchevolezza.

Non solo guarda, ma sa che può fare qualcosa di giusto.

Può guardare e trovare le cose che non vanno.

Ha un barlume che ci sia qualcosa di sbagliato ed è deciso a scoprire quale è la vera cosa che non va.

Parla di manchevolezze illusorie. Molte manchevolezze, ma non ti mostra in che cosa consistono.

Non si lamenta neanche di manchevolezze illusorie. Lui è vera e propria apatia.

Certamente non sarà difficile per voi posizionare le descrizioni di quella Scala sul livello appropriato sulla Scala del Tono. Quindi se siete qui a leggere questo Blog, se vi siete Dichiarati Indipendenti, se avete messo in dubbio i comportamenti illogici della Setta di Miscavige in base a cose che voi stessi avete osservato, significa che perlomeno avete avuto il “barlume che c’era qualcosa di sbagliato” e da lì siete risaliti o state risalendo sulla scala.

Molti sappiamo “non si lamentano” nemmeno più o …… non si sono mai lamentati.

Grazie per le vostre critiche…..

CAMILLO BENZ

Annunci
16 commenti leave one →
  1. Tiziano Marzotto permalink
    18 agosto 2011 11:30 PM

    Questo è un esempio illuminante di come una malcomprensione possa trasformare SCN soggetto ottuso. Ci sarebbero molti altri esempi del genere, come l’affermare che una persona che abbandona un gruppo per forza deve avere O/W nei confronti del medesimo mentre ci sono un paio di policy (quelle che trattano su come recuperare PC e studenti blow, purtroppo non mi ricordo il titolo esatto, pertanto se qualcuno mi può aiutare) che elencano svariati motivi per cui una persona possa fare blow da un gruppo.

  2. Nella Dell'Aquila permalink
    19 agosto 2011 1:12 AM

    Correttissimo Anita. Poi mi sembra importante distinguere il fare blow dal lasciare consapevolmente e di propria determinazione un gruppo o una situazione. Se noi abbiamo lasciato la Cofs è per i suoi crimini, le sue violenze, i suoi sopprusi. Altro che storie!!
    Se proprio gli OW li abbiamo commessi (come in ogni sit PTS) è contro noi stessi, contro il nostro codice d’onore, contro i nostri amici e così via.
    Comunque questo post mi ha riempito di gioia per l’ analisi scientifica che fà, riferendosi esattamente a ciò che dice Lrh , con tanto di Dizionario Tecnico, senza (e lasciatemelo dire)
    elucubrazioni mentali che creano confusioni e appagano il nostro ego.
    Vorrei aggiungere che una critica costruttiva denota impegno e presenza etica.

    • Vulcano permalink
      19 agosto 2011 10:14 AM

      Bellissimo post che fa chiarezza su un tema dove c’è sempre stata molta confusione creata dalla chiesa per tapparci la bocca e controllarci.
      Sono d’accordo con Nella quando dice -Se proprio gli OW li abbiamo commessi (come in ogni sit PTS) è contro noi stessi, contro il nostro codice d’onore, contro i nostri amici e così via.

    • Renata Lugli permalink
      19 agosto 2011 8:23 PM

      Intelligente commento il tuo Nella, come al solito d’altronde.

  3. Artista permalink
    19 agosto 2011 10:55 AM

    questo post e proprio forte,….ed e proprio cosi,……mia suocera una volta in una org…………” ideale ” disse ad uno staff, una cosa che a lei non andó bene, non ricordo cosa, in quell momento passó una lady di copenhagen (see org) senza capire di cosa mia suocera stesse parlando, disse allo staff “SHE IS NATTERING,SHE HAS OVERTS YOU HAVE TO HANDLE THIS “…..semplice o nooo,…….

    un ristorante fatto a style DM,…se ti lamenti della carne troppo dura,….ti sbattono fuori a calci in culo,…e in piu devi pagare il conto tre volte ………. : )

  4. Davide Golia permalink
    19 agosto 2011 12:06 PM

    Bellissimo e altrettanto utile il Post. Sembra sia stato scritto per me. 😉 Mi sono dovuto scontrare con l’auditor in session, perdendo tempo a mie spese per la disputa di CRITICA.
    Accidenti, lui non riusciva a capire la differenza trà l’osservazione di una SIT e vedere cosa c’è di sbagliato e una VERA critica gratuita.

    Dice bene ANITA BALDI che parla di ROBOTISMO, lui era fissato sull’unica definizione. Una cosa simile mi capitò nello stesso periodo anche con l’ufficiale di etica quando le dissi una determinata cosa sulla CofS e cosa non mi costò la sua malcomprensione.

    Penso che portare avanti una simile teoria dicendo: “quando senti qualcuno lamentarsi in qualsiasi modo, devi trovare il WITHOLD”. Cosi facendo uno si para il C..O dando sempre la colpa agli altri e cosi uno smette di lamentarsi, facendolo cadere in APATIA. …E lui, loro… incassano i soldi sempre!

    Un Grazie a CAMILLO BENZ

    • Margherita permalink
      19 agosto 2011 1:24 PM

      Bellissimo Post Tecnico scritto intelligentemente.
      Fatene altri di questo genere.

  5. latika permalink
    19 agosto 2011 1:10 PM

    post di grande valore

  6. KING & QUEEN permalink
    19 agosto 2011 2:09 PM

    Bellissimo POST….
    il “criticismo” nella Organizzazione di Miscavige è sempre stata un un’arma per mandare i PC su cicli di etica , sec ceck,…ecc insomma un buon modo per tirar su soldi.
    Un PC o uno Junior non può fare una “critica costruttiva” non è un termine tecnico…esiste solo il termine “criticismo”.
    L’unica cosa sbagliata è l’applicazione scorretta della tech…tutto il resto è una conseguenza…
    ML

  7. Isabella Marziani permalink
    19 agosto 2011 3:38 PM

    Ennesima ovazione x l’INDIPENDOLOGO!!!!!
    Articolo stupendo !!!
    Appoggio completamente ciò che scrive Nella, che è stata ed è un grande Ufficiale di Etica nonchè ottimo Supervisore, e nn ho altro da aggiungere.

    ML A TUTTI

  8. 19 agosto 2011 6:47 PM

    Un Post che mette chiarezza. Aggiungo qualcosa se mi è permesso.
    Perchè la Chiesa disapprova il criticismo? Beh, basta leggere quanto sopra descritto per capirlo. Perchè la Chiesa è talmente convinta di essere nel giusto che non può esserci nulla di sbagliato in quello che dice o quello che fa. Da ciò, essa deduce – erroneamente – che devi essere tu ad avere qualcosa di sbagliato, vale a dire O/W.

    Finchè coloro che la amministrano non troveranno l’errore di fondo, la malcomprensione resterà. Ma sicuramente ce ne sono altre di malcomprensioni che poi vanno ad appoggiare il pensiero distorto della CofS.

    Basterebbe ricordarsi, di tanto in tanto che, in ogni caso, gli assoluti non esistono, come dice il Vecchio. Quando comprendi veramente la tech, ti rendi conto quanto poi sia semplice.
    Troppo spesso siamo noi a renderla complessa e/o difficile ed è anche vero che ci sarà sempre qualcuno pronto a distorcerla consapevolmente o no.

    Grazie.

    D.S.

  9. Giovanni Carboni permalink
    19 agosto 2011 7:32 PM

    Cristo santo, proprio quello che ci voleva, non nascondo che x malcomprensione ed indottrinamento sbagliato sul soggetto, ultimamente mi sono messo in ETICA rimanendo però inchiodato, proprio xchè riguardo alcune critiche che ho fatto……….. non ero chiuso a riguardo.
    Ora sono chiuso sul serio, ed ho sganciato massa, ma sopratutto ho spostato la mia attenzione che era rimasta fissa su dei precisi episodi.
    Grazie ragazzi, questo chiarimento a aiutato non solo me, ma senza dubbio molti di noi.
    Giò.

  10. Giovanni Servalli permalink
    19 agosto 2011 10:49 PM

    bellissimo post come al solito supportato da scritti fondamentali di Ron,sono pienamente daccordo con té Nella con quanto hai scritto…brava!!!

    Con ARC GIò

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...