Skip to content

PAUSA DI RIFLESSIONE CON IL TAO

29 luglio 2011

File:Yin yang.svg

Alcune citazioni dal Tao Te Ching non possono fare altro che illuminare la strada. 

Perfetto tempismo da parte di Marty!

Da Wikipedia:

Tao significa discorso, via nel senso dell’inglese way che vuol dire anche modo, stile. Infatti il tao è uno stile di vita, la via maestra che si riflette sia nel macrocosmo (l’organizzazione perfetta dell’universo) che nel microcosmo (stile di vita di ognuno di noi, l’arte di compiere ogni attività). Nel secondo capitolo si afferma che il tao è aldilà degli opposti, un’essenza che la dualità non comprende. Gli opposti (per es. il bene e il male) servono solamente per orientarsi, ma qualunque saggio sa che non esistono. Lo yin e lo yang (prodotti del tao) non esistono puri ma sono sempre in reciproca proporzione e il loro intreccio dà vita alle “10.000 cose” (tutte le cose) che non sono altro che un’interazione fra opposti.

MAX ZINI

MARTY RATHBUN

28 LUGLIO 2011

Visto che ho notato alcune carenze nella mia condotta recente, mi sono rivolto al Tao Te Ching di Lao Tzu come faccio spesso.  Ho preso nota ed ho scritto alcuni passaggi che secondo me sono applicabili in particolare ai recenti accadimenti. Può essere che servano da cibo per la mente anche per altri. Per coloro che pensano che qualsiasi tipo di conoscenza e saggezza al di fuori di Scientology sia deleteria, eccovi alcune parole di  L. Ron Hubbard sul Tao Te Ching:

“Dice che l’uomo può cercare la sua condizione-Tao in molti modi, ma dovrebbe praticare e vivere in modi ben definiti per raggiungere quella condizione-Tao. Ora non c’è motivo di elaborare la cosa oltre, ma vi meraviglierà il fatto che questo libro sia un lavoro molto civilizzato. E’ quel tipo di opera civilizzata che vi aspettereste sia il frutto di persone molto, molto educate, estremamente compassionevoli, gentili e di un altissimo ordine intellettuale che uno è abituato a leggere. E’ un libro molto bello. E’ abbastanza semplice, un po’ naive e vi dice che dovreste essere semplici ed usare l’economia e che dovreste fare questo e quello. E questa, comunque, dal punto di vista Scientologico è l’unica falla che ci sia: che dice che devi usare economia….. (ride). Quella cosa è un po’ fuori dal contesto. Ma il resto della “Via” , chissà se forse noi prendessimo il Tao così come è stato scritto e conoscendo ciò che conosciamo in Scientology, ci mettessimo semplicemente a praticare il Tao. Non so può essere che potremmo ottenere un Theta Clear.”– Conferenza Scientology, Its General Background, Parte II, Le Conferenze di Phoenix.

Passaggi selezionati dal Tao Te Ching:

Non esiste illusione più grande della paura, nessuno sbaglio più grande se non quello di preparare la propria difesa, e nessuna  disgrazia peggiore di quella di avere un nemico. Chiunque sia in grado di guardare oltre la paura sarà sempre al sicuro.

Se una nazione viene governata con tolleranza, le persone saranno a loro agio ed oneste.

Se una nazione viene governata con la repressione, le persone saranno depresse e maliziose.

Il Maestro vede le parti con compassione perchè lui comprende l’insieme. La sua pratica costante è l’umiltà. Non sfavilla come un gioiello ma si lascia forgiare dal Tao, rugoso e comune come una pietra.

Quando il grande Tao viene dimenticato, appaiono la bontà e la devozione. Quando declina l’intelligenza del corpo, la furbizia e la conoscenza si fanno avanti. Quando non c’è pace in famiglia, inizia la devozione dei figli. Quando la nazione cade nel caos, nasce il patriottismo.

Se riempi la tua ciotola sino all’orlo allora traboccherà. Continua ad affilare il tuo coltello e diventerà spuntato. Corri dietro ai soldi ed alla sicurezza ed il tuo cuore non si aprirà mai. Se ti preoccupi di avere l’approvazione della gente allora diventerai loro prigioniero. Fai il tuo lavoro, e poi fai un passo indietro. Questo è l’unico cammino verso la serenità.

Colui che sta in punta di piedi non  ha una posizione ben salda.

Colui che corre avanti non fa molta strada.

Colui che cerca di brillare offusca la sua propria luce.

Colui che definisce se stesso non può sapere chi è veramente.

Colui che ha potere sugli altri non può avere potere per se stesso.

Colui che si aggrappa al suo lavoro non creerà niente che duri nel tempo.

Se vuoi essere in accordo con il Tao, semplicemente fai il tuo lavoro, e poi lascia andare.

Una grande nazione è come un grande uomo: quando fa un errore, lo realizza.

Una volta che lo ha realizzato, lo ammette.

Una volta che lo ha ammesso, lo corregge.

Considera coloro che gli fanno vedere gli errori che fa come i suoi insegnanti più benevoli.

Pensa ai suoi nemici come le ombre che lui stesso proietta.

Cos’è un uomo buono se poi è un pessimo insegnante?

Cos’è un uomo cattivo se poi invece il suo lavoro è positivo?

Se non capisci questo, ti perderai, non ha importanza quanto tu sia intelligente.

Questo è il grande segreto.

Annunci
8 commenti leave one →
  1. Renata Lugli permalink
    29 luglio 2011 12:04 PM

    Mi è piaciuta particolarmente la frase che esprime un concetto a me familiare

    “Se ti preoccupi di avere l’approvazione della gente allora diventerai loro prigioniero.”

  2. Bonzani Giovanni permalink
    29 luglio 2011 2:50 PM

    A me è piaciuta la frase
    “Chiunque sia in grado di guardare oltre la paura sarà sempre al sicuro”.

    Molti maestri ascesi ed esseri di luce che in questo ultimo periodo della nostra storia ci mandano messaggi attraverso terminali sulla terra, spiritualmente molto evoluti ed in grado di ricevere le loro comunicazioni, ci invitano ad abbandonare la paura in quanto è l’arma principale che usano gli oscuri, una civiltà che da parecchie migliaia di anni vuole impossessarsi del pianeta, schiavizzando tutti i suoi abitanti. Questi, ed i loro tirapiedi, sono responsabili di tutto ciò che di brutto e malvagio è avvenuto e sta avvenendo sulla terra.
    Si nutrono di paura e per avere questo cibo, organizzano e producono eventi catastrofici atti ad incuterla nelle popolazioni.
    Trovo molte analogie con quello che sta avvenendo nella setta miscavegiana. Infatti molti restano legati, nonostante tutto quello che devono sopportare, per paura di perdere la possibilità di progredire sul ponte. Questa è PAURA e, come detto sopra, è il cibo di cui si nutrono sua maestà ed i suoi scagnozzi.

  3. 29 luglio 2011 4:44 PM

    Ho sempre provato una particolare affinità per il pensiero orientale e, pur non conoscendo a fondo il Tao, so che è imbevuto di saggezza e di grande umiltà. Cose queste, assai carenti nella cultura occidentale ormai persa in un materialismo ossessivo e degradante.

    Basterebbe veramente poco per vivere meglio la nostra vita e per stare più in pace con se stessi.
    Ci si circonda di cose inutili. Ci si fa grandi con parole che nemmeno conosciamo.
    Tanta significanza e poca sostanza.

    Parole, parole e ancora parole, ricche di valore estetico ma, ahimè, vuote di saggezza. Col tempo, e forse anche grazie a Scientology, ho imparato ad apprezzare il silenzio, a parlare di meno e ad ascoltare di più. Anche questa è comunicazione. Guardatevi intorno. Quante sono le persone che ascoltano veramente a fronte di tutti coloro che molto spesso “ciarlano” soltanto, a flusso pressoché continuo e senza alcuno scopo utile alla vita stessa?

    E come è bello invece essere lì e percepire. Sembra quasi che tutto ti attraversi, che nessun problema ti riguardi. Vedi il mondo che si muove nella sua frenesia e sembra che nemmeno ti appartenga.

    Sensazioni.

    Si, ogni tanto le persone dovrebbero fermarsi un attimo, respirare profondamente. Potrebbero scoprire un mondo nuovo e realizzare che forse c’è qualcosa di più oltre quello che i loro occhi vedono.
    Potrebbero scoprire se stessi e la strada che porta a questo è lì davanti ai loro occhi, solo che non la vedono, annebbiati come sono da stupidità di ogni genere.

    Si, credo proprio che un po’ di Tao possa essere di estrema utilità per il vivere comune.

    Saluti al Blog

    SPARTACUS

    • Orlando Furioso permalink
      29 luglio 2011 6:51 PM

      Ciao a tutti.
      In quest ultimo periodo in cui ho viaggiato parecchio mi è diventato sempre più reale quanto manchino di ARC le strategie del nano malefico e del management…..altro che chiarimento planetario…..e non sono andato in oriente altrimenti la realtà sarebbe stata sicuramente un milione di volte maggiore!!!!
      PS:A Spartacus???
      Ho capito il silenzio ma già qui non si capisce un cazzo quando parlano e visto che almeno tu qualcosa della loro lingua sai…se te ne stai pure zitto stiamo freschi.-)HA HA HA HA
      ML

  4. LIBERO permalink
    29 luglio 2011 4:44 PM

    Proprio come DM, riflette il suo pensiero… Veramente c’e’ da comprendere.
    Ricordo alcune frasi di Ron sugli staff: “sono persone fantastiche, incredibili e straordinarie”. Proprio quello che pensa DM. UGUALE! Mettiamoli nel buco ste facce da c..o!!! He He!

  5. Diogene permalink
    29 luglio 2011 10:42 PM

    Di tanto in tanto rammento a me stesso:
    Quando parli, ascoltati…
    Quando ascolti, smettila di pensare ad altro…

    Qualcuno ricorda le vittorie sui TRs?… Da sballo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...