Skip to content

TROLL IN ASCESA TUTTA ALL’INSU’ E VERTICALE…..

10 luglio 2011
File:Trollfreezone.svg

Rappresentazione satirica: "divieto d'accesso ai troll"!

Recentemente il Blog è stato inondato da commenti da parte di TROLL. Alcuni di loro, molto scaltri, sono riusciti a passare la rete dei moderatori – altri no e quindi non avete potuto assaporarne la dialettica. Alcuni di loro si sono “lamentati” del fatto che i moderatori non li hanno più fatti commentare! Questo Blog è proprio antidemocratico! Vista superficialmente la cosa potrebbe essere minimizzata. Invece è necessario che venga analizzata sopratutto visto che  è coincidente con uno strepitoso aumento delle statistiche del Blog. Questo cosa significa? Significa che l’esodo è concreto, che il passaparola è incessante e sopratutto che le tattiche sino ad ora utilizzate dalla Setta di Miscavige non hanno funzionato, o hanno funzionato molto lontano dalle aspettative. 

Dal punto di vista della Setta di Miscavige l’esodo deve essere assolutamente fermato. Quindi la prima delle cose che deve essere compresa è che hanno alzato il livello di attacco. E come lo fanno? A viso aperto? No assolutamente, lo fanno utilizzando il loro inimitabile stile 1.1, completo di tutti gli attributi che contraddistingono quel livello di tono, viscido, infame, bugiardo, altezzoso e pungente.

Istituiscono un Blog Anti-Indipendologo, e di cosa lo riempiono? E’ ovvio di menzogne che riguardano gli Indipendenti. Alcuni Indipendenti vengono tirati dentro nel gioco e la cosa è fatta! Cosa? L’attenzione viene distolta! Questo è uno degli obbiettivi primari: distogliere l’attenzione. Da cosa? Da quello che in realtà invece stiamo facendo: cercare di recuperare e di salvare il “soggetto” di Scientology.

Per salvarlo serve anzitutto avere la consapevolezza che è stato alterato e messo in pericolo dalla Setta di Miscavige e che quindi se nulla di energico verrà fatto il soggetto andrà perduto. Una volta che si ha questa consapevolezza lo si recupera applicandolo ed utilizzandolo nella maniera corretta. E QUESTO STA AVVENENDO NEL CAMPO DEGLI INDIPENDENTI. Gli Indipendenti hanno trovato la forza di rialzarsi dal fango dove erano stati gettati dalle pratiche di Reverse Scientology ed hanno detto basta!

Poi hanno trovato le risorse disponibili ed hanno iniziato a ricominciare la loro ascesa spirituale, che era stata bloccata intenzionalmente dalla Setta, ed hanno ricominciato ad addestrarsi e a dare e ricevere auditing nel campo. E questi sono fatti, inequivocabili – il campo degli Indipendenti sta fiorendo ed il soggetto viene applicato in maniera standard e produce i risultati voluti.

Quindi OSA & Co  cosa puo’ fare per mettere freno alla cosa? Semplice, per prima cosa cerca di distogliere l’attenzione ed attirarla verso di sè utilizzando ogni mezzo possibile, e poi cerca di creare attriti interni, e di sminuire ed annientare noi come Blog e gli Indipendenti come persone. Certo uno viene attirato dall’odore della rissa! Ma è come il banchetto delle tre carte fuori dalla stazione che aspetta il pollo che arriva per essere spennato! Nessuno di loro gioca contro il banco! Sono tutti compari, e uno ha l’illusione di vincere e quindi inizia a giocare, il finale è conosciuto. Pelati, ripuliti e con le pive nel sacco. Perchè? Perchè l’intenzione è una sola: spennare il pollo! I Troll che entrano nel nostro Blog, o i contenuti del Blog Anti-Indi sono generati e diretti da operativi di OSA, staff o mercenari del pubblico. Non hanno alcuna intenzione di trattare seriamente le vere questioni che sono sul tavolo:

1. L’alterazione della Tech

2. Il fatto che DM sia un SP e che abbia abusato fisicamente e mentalmente degli Executive di Scientology

3. Che siano state forzate ad abortire decine di persone nella Sea Org

4. Che i Scientologist siano diventati “mucche” da mungere per realizzare Cattedrali nel Deserto in piena violazione di quanto è scritto nelle policy di LRH in relazione alle Org ed alla loro espansione

5. Che i costi per progredire sul Ponte sono in totale violazioni delle policy e quindi il Ponte sia inaccessible al 99% della popolazione della terra.

6. Che la pratica della Disconnessione, eliminata da LRH, sia stata reintrodotta da Miscavige ed usata come arma di ricatto sui Scientologist dissidenti.

7. Dovremmo fare un sunto di tutto il Blog ma penso abbiamo reso l’idea

Quindi se non vuoi o non puoi trattare queste questioni cosa fai? Sposti l’attenzione! Usi confessioni e rivelazioni che Indipendenti hanno fatto ai propri auditor o ethics officer e le pubblichi, in piena violazione del segreto confessore-penitente. Ti inventi quello che vuoi e spari! Poi mandi alcuni “cari” amici sul nostro Blog e li fai pretendere che vogliono capire, che vorrebbero chiarire, ecc ecc. E distogli l’attenzione! Da cosa? Lo ripeto: dal recupero e dall’uso completo del soggetto di Scientology per il raggiungimento della propria e dell’altrui libertà spirituale. La distogli dall’analizzare e dal denunciare i crimini che giornalmente la Setta di Miscavige continua a commettere.

Qualcuno pensa veramente che dall’altra parte ci sia qualche Scientologist che ha la minima volontà di stabilire una sana comunicazione a due sensi? Chi scrive e commenta su quel Blog o che viene sul nostro a fare il Troll è operativo di OSA. E’ vietato dalla setta andare su internet e visitare siti che non siano generati dalla setta stessa. E nessun Scientologist, tranne chi OSA sa essere oramai disaffezionato conosce dell’esistenza del Blog Anti-Indipendologo, e non sia mai dell’Indipendologo. Quindi quel Blog non è un VERO BLOG ma una messa in scena, una trappola, il cui target sono solo ed esclusiavamente gli Indipendenti od i disaffezionati e lo scopo è quello di fermare un esodo che oramai è inarrestabile.

Quindi se dovete fare una tesi di laurea sul Livello di Tono 1.1, o se avete bisogno di spezzare quel TA Fluttuante che l’esservi allontanati dalle grinfie di Miscavige ha generato, o se dovete fare pratica sull’utilizzo della Serie dei Dati per trovare illogiche, beh allora tuffatevi a capofitto in quel Blog e sprecate il vostro tempo a dibattere con Troll ed Operativi di Osa – sappiate comunque che state facendo solo ed esclusivamente IL LORO GIOCO e ricordatevi anche di portare con voi dosi massicce di deodoranti, disinfettante, crema anti punture di insetti ecc ecc , perchè quando si fa un bagno in liquami del genere può volerci tempo e sforzo per recuperare splendore e tornare puliti, ma se vi piace …. ognuno è libero di tuffarsi nel mare che vuole. Penso che la cosa sia chiara.

Ma il Trollismo, che è quanto sta accadendo, è un  argomento molto interessante e complesso e merita un approfondimento, noi riteniamo che l’incremento di questa pratica sarà proporzionale alla nostra espansione e che quindi il conoscerne le radici ci potrà aiutare a gestire meglio sia il Blog che le relazioni che si instaurano tramite i commenti fatti sul Blog stesso, relazioni tese alla CREAZIONE di una COMUNITA’ e non alla sua distruzione.

Vi invitiamo quindi a leggere le informazioni e l’analisi che Wikipedia fornisce per il fenomeno dei Troll ed a giudicare per voi stessi quanto di questo possa essere applicato al nostro Blog ed alla nostra comunità.

E teniamo comunque a ribadire la nostra posizione:

C’è un incendio che brucia ……..  i pompieri non si fermano se qualche cane abbaia !

Grazie

LO STAFF DELL’INDIPENDOLOGO

Troll (Internet)

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Il Troll – nel gergo di Internet, e in particolare delle comunità virtuali – è un soggetto che interagisce con gli altri utenti tramite messaggi provocatori, irritanti, fuori tema o semplicemente senza senso, con l’obiettivo di disturbare la comunicazione e fomentare gli animi.

Dal sostantivo troll si derivano comunemente, sia in lingua inglese sia tramite storpiature della lingua italiana, il verbo to trolltrolling(tradotto in trollare), ovvero l’agire come un troll (fomentare gli animi provocatoriamente), e la locuzione farsi trollare, ovvero il cadere nella trappola di un troll, rispondendo alle sue provocazioni.


Di norma l’obiettivo di un troll è far perdere la pazienza agli altri utenti, spingendoli a insultare e aggredire a loro volta (generando una flame war). Una tecnica comune del troll consiste nel prendere posizione in modo plateale, superficiale e arrogante su una questione vissuta come sensibile e già lungamente dibattuta degli altri membri della comunità (per esempio una religion war). In altri casi, il troll interviene in modo apparentemente insensato o volutamente ingenuo, con lo scopo di irridere quegli utenti che, non capendone gli obiettivi, si sforzano di rispondere a tono ingenerando ulteriore discussione e senza giungere ad alcuna conclusione concreta.

Comportamento tipo

Il cross posting, ovvero la pubblicazione di messaggi identici in più sezioni diverse, è un sistema utilizzato dal troll per infastidire più gruppi contemporaneamente.

Un troll particolarmente tenace e astuto può scoraggiare gli utenti e causare financo la chiusura di una comunità virtuale.

La figura del troll può coincidere in alcuni aspetti con quella del fake, ovvero colui che disturba una comunità fingendosi qualcun altro. Tuttavia, un fake potrebbe partecipare in modo disciplinato e costruttivo alla conversazione (diversamente dal troll), mentre un troll potrebbe non celare né falsificare la propria identità (diversamente dal fake). Sovente le due figure, però, hanno obiettivi sovrapponibili.

]Esempi di comportamento

Alcuni tipi di messaggi e attività associati all’azione del troll:

  • L’invio di messaggi intenzionalmente sgarbati, volgari, offensivi, aggressivi o irritanti.
  • L’invio di messaggi con contenuti senza senso (come: semplici lettere, emoticon, testi casuali).
  • L’invio di un numero di messaggi, anche se non particolarmente provocatori o insensati, tale da impedire il normale svolgimento delle discussioni.
  • L’invio di messaggi volutamente fuori tema (con frasi come: “come sviluppo la mia pagina web?”, in un forum nel quale si parla di musica).
  • L’invio di messaggi contenenti errori portati avanti con finta convinzione (con frasi come: “Così è la vita è certamente il miglior film di Roberto Benigni, checché ne diciate!”).
  • Il perorare intenzionalmente e con tensione un’argomentazione basata su un errore difficile da dimostrare o su opinioni potenzialmente verosimili, facendosi seguire nella discussione dalla comunità.
  • Il pubblicare contenuti di disturbo come suoni, immagini o link a siti offensivi, sovente mimetizzandoli come innocui.
  • Lo svelare trame di film o libri senza avvertire.
  • Lo sbagliare deliberatamente e ripetutamente i nomi (di persone o cose) o regole grammaticali per irritare gli altri utenti.
  • L’attribuire a tanti l’opinione di uno, vittimizzandosi e non rispondendo nel merito, spingendo possibilmente altri utenti a prendere le proprie difese (con frasi come: “vi siete coalizzati contro di me”).
  • Il ridicolizzare o denigrare ripetutamente gli interventi di un utente “concorrente”.
  • Lo scrivere deliberatamente messaggi enfatici su un dato argomento divertendosi alla spalle di chi corrobora poi la propria fasulla tesi.
  • Il portare avanti tesi opposte a quelle dichiaratamente discusse nella comunità, con argomentazioni vaghe, imprecise e pretestuose, generando quindi flame (per esempio pubblicando teorie evoluzioniste in un forum di creazionisti o viceversa).

Storia del fenomeno

Rappresentazione ironica di un troll.

I primi riferimenti all’uso del termine troll sono presenti nell’archivio Usenet e risalgono agli anni 1980.[3] Non è tuttavia chiaro se il significato attribuito al termine fosse quello successivamente attribuitogli o se fosse un semplice epiteto utilizzato fra i vari possibili.

L’origine più probabile del termine troll è nella frase “trolling for newbies“, che divenne popolare nei primi anni 1990 nel gruppo Usenet alt.folklore.urban: un detto scherzoso fra utenti di lunga data che presentavano domande o argomenti tanto ripetuti e dibattuti che solamente un nuovo utente poteva perder tempo a rispondervi. Altri estesero il significato per includere il comportamento di utenti disinformati; tuttavia i troll erano ancora considerati nell’accezione ironica, più che provocatrice.

Nella letteratura la pratica venne documentata da Judith Donath nel 1999, che citò molti esempi aneddotici provenienti da vari gruppi Usenet. Secondo Donath:[4]

Nel mondo fisico c’è una intrinseca unità fra identità e individuo, perché il corpo fornisce di per sé una adeguata e inappellabile definizione di identità: la regola è “un corpo, una identità”. (…) In questo il mondo virtuale è diverso, perché è composto di informazione invece che di materia.[4]

Donath fornì una sintetica panoramica dei comportamenti che si basano sulla confusione fra comunità fisica e virtuale:

Agire come troll è un gioco di false identità, compiuto senza il consenso degli altri partecipanti. Il troll cerca di farsi passare per un legittimo utente che condivide gli stessi interessi e argomenti degli altri; i membri del gruppo, se riconoscono un troll o altri impostori, cercano sia di distinguere i messaggi reali da quelli degli impostori, sia di fare in modo che l’impostore abbandoni il gruppo. Il successo o meno di questi tentativi dipende da quanto sono bravi (sia gli utenti che i troll) ad individuare le rispettive identità; alla fine, il successo o meno di questa strategia dipende da quanto diminuisce il divertimento che il troll ricava da questo gioco a causa del “prezzo” imposto dal gruppo.[4]
D’altro canto i troll possono danneggiare il gruppo in molti modi. Possono interrompere le discussioni, dare cattivi consigli, minare la fiducia reciproca della comunità degli utenti. Inoltre un gruppo di discussione che sia stato oggetto di attacco di un troll può “sensibilizzarsi” e rifiutare di discutere o rispondere a domande oneste ma ingenue, scambiandole per ulteriori messaggi del troll: questo può portare a osteggiare un nuovo venuto, che non sa nulla di tutta la vicenda e si ritrova rabbiosamente “accusato”. Anche se l’accusa è infondata, essere considerati dei troll è molto dannoso per la propria reputazione online.” [4]

Uso e significato del termine

"Non alimentare i Troll"

Il termine troll deriva dalla mitologia norrena. Nell’accezione originale, indica una creatura fantastica, generalmente malvagia, con carattere antropomorfo, abitante nelle foreste del nord Europa[5]

Nel linguaggio di internet, dare del troll a qualcuno significa postulare una congettura sul motivo per cui agisce, mentre il verbo derivato (to trolltrollare) descrive la percezione che si ha riguardo al suo comportamento. L’azione di comportarsi come un troll può però essere legata anche al contesto e alla personalità di chi scrive. È possibile, infatti, agire come un troll senza averne l’intenzione: irritando una comunità in modo non volontario e in buona fede.

Il significato di troll ha inoltre confini molto soggettivi e variabili a seconda del contesto, un comportamento che nella comunicazione interpresonale potrebbe venire considerato un semplice sfogo o uno scatto d’ira, potrebbe essere etichettato come “trollare” nelle discussioni su Internet. Una discussione animata per taluni interessante, potrebbe essere reputata da troll per altri.

In casi frequenti, il termine troll è utilizzato anche per screditare – con malafede o meno – un utente che porta una posizione opposta alla propria o a quella maggioritaria, generando nel gruppo forme di rigetto.[6]

Dare da mangiare ai troll (to feed the troll) è infine una locuzione utilizzata per indicare il “dare corda” ai provocatori, rispondendogli ripetutamente e dandogli così nuovo materiale su cui agire. “Per favore non date da mangiare ai troll” (please don’t feed the troll) è perciò un suggerimento comune che gli utenti esperti inviano ai nuovi, quando pensano di aver individuato un troll al quale l’utente sta involontariamente dando benzina da gettare sul fuoco.

Motivazioni dei troll

Secondo vari studi, sebbene comportamenti di disturbo siano riscrontrabili anche nelle normali relazioni interpersonali, un ruolo chiave che spinge ad agire come troll nelle comunità virtuali è la sensazione di anonimato che molti utenti percepiscono durante la navigazione su internet.[7]

Poiché la definizione stessa di troll non è condivisa, cosa spinga un utente ad agire come tale è oggetto di dibattito. Alcune motivazioni:

  • Ricerca di attenzione: dominare la discussione incitando l’astio e dirottando efficacemente l’attenzione verso di sé.
  • Divertimento o satira: irridere chi si infervora seriamente e perde tempo per le parole volutamente provocatorie di un totale sconosciuto, provocando grandi discussioni con poca fatica (si veda anche teoria del domino).
  • Disagio personale: reazione a situazioni di disagio familiare, scolastico, finanziario o relazionale; per esempio combattendo sentimenti di inferiorità attraverso l’esperienza di controllare un ambiente.
  • Ragioni economiche: sfruttare la figura dei troll come mezzo di marketing per attrarre utenti e discussioni in una comunità o far parlare di sé.
  • Modificare l’opinione: ostentare opinioni estreme per fare in modo che le proprie vere opinioni, poi, sembrino moderate, e convincere quindi un gruppo di utenti a seguirle.
  • Combattere il conformismo: rompere la chiusura e il conformismo del gruppo agendo con una “terapia d’urto”.
  • Attaccare un utente o un gruppo: agire personalmente contro un soggetto o gruppo di soggetti per ripicca, gelosia, non condivisione di idee o altra ragione.
  • Diminuire il rapporto segnale/rumore: diluire i messaggi informativi in un fiume di messaggi inutili, per far perdere interesse e utilità al gruppo o all’argomento discusso.
  • Verificare la robustezza di un sistema: violare le regole e i termini d’uso per controllare se e come gli amministratori/moderatori prendono contromisure
  • Ricerca sociologica: studiare il fenomeno per ragioni di ricerca sociologico/scientifica.

I soggetti coinvolti

Nelle comunità virtuali, alcuni utenti agiscono come “cacciatori di troll”, entrando volontariamente in conflitto con altri utenti che reputano tali e finendo per essere a loro volta dannosi per la comunità (dando, per l’appunto, “da mangiare al troll”).

Durante i conflitti causati dai troll il comportamento degli utenti si può dividere in categorie:

  • Il Troll, chi attivamente fomenta gli scontri e gli attriti (volontariamente o involontariamente).
  • Dirottatori o Foraggiatori, coloro che rispondono animatamente ai messaggi provocatori del troll, “dandogli da mangiare”.
  • Il Cacciatore di troll, che non inizia il conflitto, ma se coinvolto ricambia con eguale protervia, talvolta sfruttando il troll stesso per agire in modo aggressivo e accusando quindi spesso falsi positivi.
  • Il Nobile, chi cerca di ignorare il conflitto, continuando a discutere gli altri argomenti; esprimendo disapprovazione per il troll ma non sfidandolo, postando consigli semplici ed efficaci del tipo “non date da mangiare ai troll” o altre frasi volte alla pacatezza o all’ironia gentile (“suvvia, ragazzi, ignoratelo e se ne andrà da solo”).
  • Moderanti o Moderatori, chi cerca di risolvere attivamente il conflitto in modo che tutte le parti in causa restino il più possibile soddisfatte, dando talvolta involontariamente “da mangiare ai troll”.
  • Gli Spettatori, chi si allontana dal conflitto limitandosi a osservare o anche abbandonando la comunità.

Contromisure alle azioni di disturbo

La soluzione più comune alle azioni del troll è ignorare le provocazioni, resistendo alla tentazione di rispondere. Quando un troll viene ignorato, solitamente inizia a produrre messaggi sempre più offensivi cercando di provocare una reazione, sovente scadendo anche nel grottesco, per poi abbandonare il gruppo.

Se il sistema lo permette, si possono inoltre applicare filtri che rendono invisibili al resto della comunità i messaggi inviati dagli utenti segnalati al sistema come disturbatori (per esempio i killfile nel caso dei newsgroup, o le “black list“).

Altra soluzione, specie se la discussione sta degenerando, è sfruttare le capacità degli utenti moderatori che pacatamente cercano di riappacificare gli animi.

Poiché esistono diversi motivi che portano ad assumere il comportamento tipico di un troll, alcuni non in malafede, attribuire ad un utente l’etichetta di troll può generare ulteriori tensioni.

La letteratura sulla risoluzione dei conflitti in sociologia, suggerisce infatti che indicare una persona come un disturbatore non sempre aiuti a far cessare i comportamenti indesiderati. Una persona allontanata da un gruppo sociale, può infatti assumere il ruolo di antagonista e cercare di disturbare o far arrabbiare ulteriormente i membri del gruppo. L’etichetta di “troll” può quindi perpetuare o aggravare il comportamento del disturbatore.

Aspetti utili dell’attività dei troll

Sebbene il “troll” sia generalmente considerato una presenza indesiderabile, la sua attività può in taluni casi portare conseguenze utili alla comunità, può infatti:

  • Rafforzare il sistema contro gli attacchi e contribuire a formare i soggetti che si occupano della prevenzione.
  • Contribuire alla maturazione democratica di una comunità nel tollerare il dissenso.
  • Scardinare posizioni di potere, dominanti o di controllo autoritario all’interno di una comunità.
  • Stimolare o rianimare, anche involontariamente, le discussioni e la partecipazione informativa.
  • Rivelare la presenza di altri troll nascosti o l’abuso da parte di amministratori e moderatori dei propri poteri di controllo.

Vi sono infine casi nei quali l’epiteto di “troll” è formulato con intenti ironici e scherzosi e contribuisce quindi alla coesione del gruppo.

Annunci
46 commenti leave one →
  1. Tony permalink
    11 luglio 2011 12:09 AM

    Ciao a tutti.
    Grazie per i dati veramente molto interessanti!!
    Stavo cercando il post dove si accennava ad uno stato dove c’è stato negli ultimi anni un vasto calo del supporto degli scientologist alla stessa chie$a SCN ma visto che non riuscivo a trovarlo velocemente faccio qui il mio commento.
    Ho avuto con molto piacere una comm con un mio amico di quelle parti.
    Era diverso tempo che non comunicavamo e anche se mi erano arrivate delle voci che le cose non gli stavano andando bene,soprattutto fisicamente,non sapevo cosa effettivamente stava passando.
    L’ho sempre considerato un ottima persona e stare in sua compagnia era veramente divertente con la sua grande arc.
    Sapevo che era arrivato ad un buon livello sul ponte e quando venne fuori la sit fisica,come già mi era successo per altre sit simili di altre persone,la mia irrealtà come molto di più la sua,fu enorme!!!!
    Avevo poi saputo che sarebbe andato a cercare di maneggiare la sit ad un org avanzata,in quel periodo smise di comunicare e quindi non seppi più nulla…..fino a ieri sera.
    Ora so alcune cose e posso immaginarmi anche se non tutto,quello che gli è successo,quello che stà facendo e quali sono le sue attuali intenzioni con la chie$a!!
    Per me è un grande essere e con due coglioni quadrati e nel futuro non potrà fare altro che fiorire e prosperare,questo è il mio migliore augurio che gli posso fare,certamente dovrà maneggiare ancora delle cose ma quando mi ha detto che sapeva tutto di me e non solo di me,leggendo sul blog indi….bèh sono andato veramente VGI per lui
    Se leggi questo commento my friend te lo ripeto……SAPPI CHE NON SARAI MAI PIU’ SOLO E QUI TROVERAI SEMPRE QUALCUNO CHE TI TENDERA’ LA MANO!!
    Spero a prestissimo ml a te e a tutti gli indi!!

  2. Margherita permalink
    11 luglio 2011 1:01 AM

    Ciò che dite circa OSA che usa “confessioni e rivelazioni che Indipendenti hanno fatto ai propri auditor o ethics officer e le pubblichi, in piena violazione del segreto confessore-penitente. Ti inventi quello che vuoi e spari!”
    Vi posso dire che violare il segreto confessionale è una cosa che fa rabbrividire le persone non scentologhe con le quali parlo, io non credevo che vi fossero così tante persone che sono a conoscenza di questa lurida condotta da parte di una Chiesa che osa chiamarsi tale. Personalmente penso che una delle cose che fa associare SCN ad una setta è proprio questa, una religione non farebbe mai una cosa del genere.
    Quindi ancora una volta dobbiamo dire “GRAZIE MISCAVIGE per il grande lavoro che hai fatto per portare così in basso SCN, che più in basso di così non si può.” Spero che LRH dovunque si trova, ti maledica!

    • LUTHER permalink
      11 luglio 2011 2:27 PM

      E vogliono ottenere il riconoscimento religioso? Violando il segreto confessionale se lo sono giocato del tutto e senza possibilità di appello.
      VERGOGNATEVI!

      Luther

  3. caterina permalink
    11 luglio 2011 8:20 AM

    Certo che le spie lavorano ancora……adesso cercano di sapere chi conduce il blog,chi ci sta dietro..fanno illazioni supposizioni mettono nomi vari come esca per vedere chi abbocca!!!!!!Infiltrano ot per scoprire le trame e l’ordito,ma con poco successo.Anche le spie in fondo sanno.
    Mi fanno pena!!!!!!
    Se non sapessi quanta cattiveria generano…ma purtroppo l’ho sperimentata sulla mia pelle.
    Spero solo che tutto gli torni indietro e che ognuno di noi che ha subito e sofferto fiorisca e prosperi alla grande!

    • Margherita permalink
      11 luglio 2011 11:13 AM

      Ci puoi contare Caterina che tutto torna indietro, senza limiti e riserve.
      Per ciò che riguarda noi, stiamo già fiorendo e prosperando sulla strada della verità.

  4. Davide Golia permalink
    11 luglio 2011 10:58 AM

    Ciao, innanzitutto grazie per questi dati. Recentemente ho fatto esperienza con alcuni TROLL del blog anti- Indi e li ho mollati piuttosto velocemente.In passato pur facendo parte della CofS ho avuto
    a che fare con F.Carbognin e presumo che alcuni di voi lo conoscono.
    Costui si comportava da vero TROLL non sò se lo faceva coscientemente o meno le sue lettere erano dal significato irreale e irritanti.
    So che esiste una POLICY LETTER, ma non ricordo il titolo e la data.
    So che il REG deve scrivere con realtà, invece lui faceva al contrario ignorava la “R”. Risultato finale non gli scrissi più. “Bel prodotto sig.Carbognin?”

  5. Artista permalink
    11 luglio 2011 11:43 AM

    violare il segreto confessionale,….queste situazioni ce ne sono sempre state in tutte le religioni, ma che questo sfregio viene usato proprio gravemente e molto apertamente da un clan criminale come quello di DM non mi sorprende molto,…. vedendosi alle strette viene usato tutto e tutti,…..per difendere “bugiology”,….lui e molti dei suoi “hardliners”,…..hanno al 100 % l’idea di essere sulla via giusta,… e di essere la giustizzzzzzzzzia in persona.

    questa atteggiamento, l’ho visto gia mille volte nelle varie org avanzate,…

    • Cordusio permalink
      11 luglio 2011 12:12 PM

      Io personalmente non ho mai sentito violare il segreto confessionale nelle altre religioni se non nel periodo dell’Inquisizione dove non c’erano regole e dove “Il potere spirituale” aveva quello di vita e di morte sui fedeli.
      Qualche SIMILITUDINE con la CofS trasformata in SETTA da Miscavige???????????

  6. Shila permalink
    11 luglio 2011 12:28 PM

    Ultimo Respiro dici Anita?!! E’ lo stesso ultimo respiro che ha costretto MiscaRidge a fare un unico Event per il Maiden Voiage? Ma dove si è visto mai?? Sono alla frutta ragazzi…Un unico event significa che gli ot 8 quest’anno hanno dato buca alla grande….Anzi qualcuno ha qualche info in più su questo rovinoso fatto?

  7. 11 luglio 2011 12:38 PM

    HA HA HA HA CARI TROLLS!!
    Quando riuscirete nella vita ad avere almeno la metà del pubblico qui proposto…..forse forse un applauso di incoraggiamento lo avrete!!
    HA HA HA HA
    Buona visione

    • 11 luglio 2011 12:51 PM

      Siete lontani anni luce dalla verità e se ancora state sperando nella protezione della vostra amata chie$a che protegge ATTI CRIMINALI e non solo del NANO ma di parecchi scientologist su alti livelli del ponte(MA QUALE PONTE!!!)
      SIETE DEGLI ILLUSI!!!
      Quando ho scritto l’ultimo sms al DSA dicendogli di fare qualcosa per farmi riavere i soldi dell’emeter pagato all’azienda di S.Marino e non pagato alla chiesa e mai visto in 2 anni altrimenti avrei pubblicato EVIDENZE DI REATI PUNIBILI DALLA LEGGE(la condanna è in via definitiva)di ALTI SCIENTOLOGIST…..mi ha risposto che sapevo benissimo che stavo commettendo ATTI SOPPRESSIVI…….forse ancora non ha realizzato che lui sta proteggendo CHI ha già commesso quegli atti ed è ancora nella sua chiesa!!!
      MA TUTTI I NODI VERRANNO AL PETTINE……tra l’altro un azienda che vende e meter che nulla hanno a che fare con il lavoro dell’azienda stessa,c’è pure la possibilità che stia commettendo ATTIVITA’ ILLECITA!!!!
      BRAVI BRAVI TROLLS CONTINUATE COSI’ CHE STATE ANDANDO BENE!!

      • 11 luglio 2011 1:06 PM

        Alcuni e solo alcuni di questi atti sono i seguenti e non solo nei miei confronti;
        USO DELLE LINEE DI SCN PER PROFITTO PERSONALE
        TENTATA(IN PARTE RIUSCITA)ESTORSIONE
        METTERE INTENZIONALMENTE IN DIFFICOLTA’ ECONOMICA UNO SCIENTOLOGIST,utili societari mai liquidati,circa 7 mila euro,e meter pagato mai visto e mai rimborsato,9 mila euro trattenuti in base ad un accordo verbale ILLEGALE,svariate volte stipendio trattenuto x mesi per i cazzi finanziari loro,15/20 mila euro di danni MAI RIMBORSATI perchè l’azienda era irregolare con l’INPS…….!!
        E QUESTI SONO SOLO ALCUNI
        VERGOGNATEVI… MA LA LEGGE SAPRA’ COSA FARNE DI VOI!!!

        • 11 luglio 2011 1:08 PM

          HO DOVUTO FARE L’ENNESIMO PRESTITO PER CAMPARE IO E LA MIA FAMIGLIA LURIDI FARABUTTI MA ME LA PAGHERETE CARA

          • 11 luglio 2011 1:14 PM

            INOLTRE HO UN CONTRATTO LEGALMENTE VALIDO CON QUESTI TIPACCI CHE HO GIA’ CHIESTO PIU’ VOLTE DI ANNULLARE MA NESSUNO DI LORO HA IL CORAGGIO DI RISPONDERE…OLTRE AD AVERMI TAGLIATO FUORI E QUINDI IMPOSSIBILITATO A LAVORARE(MA IL MIO AVVOCATO E’ GIA UN BEL PEZZO AVANTI)….VOGLIO PROPRIO VEDERE COME LA METTERANNO VISTO CHE SONO ANCORA CONNESSI A ME…..L’SP!!!!

  8. LUTHER permalink
    11 luglio 2011 1:23 PM

    Ma perché se la stanno prendendo così tanto con gli Indipendenti? Internet è piena di squirrel e di soppressivi di ogni genere che spargono entheta a tutta randa su Scientology da molto prima. Questi ultimi, al contrario, vengono semplicemente ignorati.
    Perché? Perché così tanto livore nei confronti di questo gruppo?

    L’unica razionale risposta è che gli Indipendenti devono essere MOLTO pericolosi. Sì, essi SANNO, sono CONSAPEVOLI, sono LI’ e stanno COMUNICANDO. Questo non è ammissimile da una Chiesa che ha preso ormai completo possesso della mente dei suoi adepti rendendoli in tal modo degli SCHIAVI. Non è più una questione di SOPRAVVIVENZA ma di INTERESSE e il cosiddetto “maggior bene per il maggior numero di dinamiche” viene usato ancora una volta per convenienza. Che delusione.

    Ad OSA: Lasciate che le vostre “pecorelle” sappiano cosa sta VERAMENTE succedendo in Scientology e scoprirete quante ne resteranno nel vostro recinto.
    Ma questo lo sapete già, non è vero? E’ per questo che vi date un gran da fare per dimostrare loro quanto l’erba, ormai priva di qualsiasi nutrimento che state loro propinando sia buona. Poco importa se ogni tanto fa venire loro il mal di stomaco. Siete riusciti a far credere che anche questo dipende dalla loro condizione e non dall’erba cattiva da voi dispensata a caro prezzo.

    Continuate così. Continuate pure con il vostro controllo ossessivo e forse vincerete. Ma se succederà questo allora vorrà dire che Scientology sarà persa per sempre e non esisterà più un Ponte verso la libertà totale. A quel punto, FORSE, capirete i vostri errori e quanto siete stati stupidi.

    LUTHER

    • Artista permalink
      11 luglio 2011 2:09 PM

      perche prendono di mira gli scientologist indi ? perche sanno che loro possono creare dei veri problemi,troppe persone che spargono veritá di prima fonte e questo e un vero problema X loro.

      perche non se la prendono con gli altri ? perche non sono pericolosi per loro,….. ci sono sempre stati,……e guardando bene sono sempre le stesse cose che si spargono……niente problema per la “chiesa”

      ma l’indi e nuovo e sá troppe cose, troppi OT, troppi terminali di tec. troppi terminali di admin e troppe persone di int…… DANGER DANGER DANGER………

      se non fosse un DANGER perche reagire ??????

    • Renata Lugli permalink
      11 luglio 2011 2:38 PM

      Luther hai ragione nel dire

      “L’unica razionale risposta è che gli Indipendenti devono essere MOLTO pericolosi. Sì, essi SANNO, sono CONSAPEVOLI, sono LI’ e stanno COMUNICANDO.”

      Sì siamo qui, stiamo comunicando e siamo coordinati.
      Ma prima di questo c’è qualche altra cosa che DM&Co non riescono proprio a stare di fronte:
      noi non ci vendiamo, non ci lasciamo corrompere, non ci lasciamo intimidire, diffamare nè infastidire perchè ci sono sempre i Carabinieri per denunciare questo tipo di cose, poi c’è sempre qualcosa come scrivere alla Procura della Repubblica se necessario, oltre fare una non existence espansa a più non posso a 360° circa la sit che la CofS sta attraversando col suo Traffico Umano.

      Io dal mio personale punto di vista non ho nulla da perdere. Quello che avevo l’ho già perso: ho perso mio figlio, ho perso un’azienda milionaria e leader nel settore, ho perso tutti i miei soldi, tutte le mie case, ed ho perso gli anni più belli della mia vita inseguendo uno stendardo della libertà fasullo e traditore.

      Mi rimane però la cosa più importante: me stessa, derivante dal recupero totale della mia Beingness lungo la traccia intera; questo non può togliermelo nessuno, so che è per l’eternità ed è questa la mia forza.

      • Paolo Grazioli permalink
        11 luglio 2011 4:53 PM

        Cara Renata
        la tua forza e integrità è d’esempio per tutti noi.
        Paolo

        • Renata Lugli permalink
          11 luglio 2011 7:18 PM

          Paolo sei molto Theta, grazie

      • Isabella Marziani permalink
        11 luglio 2011 10:55 PM

        Renata sei grande!!!!

        • Renata Lugli permalink
          11 luglio 2011 11:24 PM

          Ciao Isabella, ti abbraccio.

      • Giglio Rosso permalink
        12 luglio 2011 1:56 AM

        Renata il tuo commento mi ha toccato innanzitutto per il tono 40 nell’andare da A a B nella prima parte, poi leggere quello che hai passato che è veramente molto triste, infine la parte più bella dove descrivi il tuo successo sulla beingness e qui ho percepito la tua potenza come thetan.
        Con affetto
        Giglio R

        • Renata Lugli permalink
          12 luglio 2011 10:12 PM

          Ciao Giglio e grazie. Spero di conoscere al più presto la tua vera identità

      • Renata Lugli permalink
        12 luglio 2011 11:16 PM

        Ciao F&L e grazie.
        Oggi Il Ponte si può fare SOLO fuori dalla chiesa.
        I guadagni che ho avuto, è stato solo per pura “fortuna” di aver incontrato un Auditor che mi ha audito esattamrnte come avrebbe fatto Ron. Ma questa fortuna mi è arrivata dopo 18 anni passati all’Inferno, con un massacro così atroce, continuo e ripetuto dello Squirreling di David Miscavige a 360°che, se sono viva e posso ora commentare su questo Blog, lo devo a mio marito Claudio per essermi stato vicino col suo umorismo terapeutico. (La stessa cosa ho fatto io con lui quando si è venuto a trovare lui in una situazione simile e insostenibile da solo, ma questo lo racconterò un’altra volta se ne avrò voglia).
        Quindi l’attuale Chiesa di Scientology, non può e non deve permettersi di nominare la parola Squirrel, perchè è lei La Madre dello Squirreling e ogni volta che etichettano ingiustamente qualcuno con questo nome, che le loro lingue non possano più essere le stesse.

        • Tony permalink
          13 luglio 2011 4:48 PM

          Ciao Renata e Claudio.
          Siete MITICI e i pilastri del movimento indi italiano.-)
          Non è una leccata di piedi….sinceramente la vostra storia ha avuto un ruolo importantissimo per me e sono sicuro per tanti altri!!
          A presto ML

        • Renata Lugli permalink
          13 luglio 2011 7:34 PM

          Sono io cara Anita che devo ringraziare tutti voi dell’Indipendologo per avermi permesso di dare sfogo alla mia rabbia derivante dal tradimento subìto per un terzo di secolo.
          Grazie per essere lì, per comunicare e per ridare la speranza.

        • Renata Lugli permalink
          13 luglio 2011 7:49 PM

          Caro Tony, anche tu non sei stato da meno, guarda che movimento di Tone Arm che sei riuscito a creare con la tua più che coraggiosa Dichiarazione di Indipendenza. Sei stato un vero esempio per i lettori.
          Grazie comunque per i tuoi apprezzamenti.
          Un caro saluto a te e alla tua bellissima famiglia

        • Orlando Furioso permalink
          14 luglio 2011 9:18 PM

          Ciao Renata.-)
          Scusa il ritardo ma ero in viaggio.
          Grazie un milione.-)
          A presto ML

  9. 11 luglio 2011 1:40 PM

    Grazie Camillo.
    Avevo già osservato che inseguire la giustizia sulle linee della attuale chiesa sarebbe stato solo una gran perdita di tempo e denaro.
    TROPPE MENZOGNE CHE QUESTI FANATICI HANNO USATO PER QUASI 10 ANNI,PER CONTROLLARE ME E I MIEI COLLEGHI !!EX COLLEGHI
    SPUDORATAMENTE HANNO SEMPRE MENTITO E SONO MARCI CHE PIU’ MARCI NON SI PUO’ GRAZIE ALL’INSEGNAMENTO DEL MANAGEMENT MARCIO FINO ALL’OSSO PURE ESSO!!
    VOGLIO PROPRIO VEDERE COSA SI INVENTERANNO QUANDO TUTTO VERRA’ ALLA LUCE DEL GIORNO!!

  10. 11 luglio 2011 1:48 PM

    FARANNO LA FINE DI MISCAVIGE E LA CHIESA CHE INVECE DI TRANSARE TUTTE LE CAUSE LEGALI A BUON PREZZO,LE HA PORTATE AVANTI PER POI CHIUDERLE AD UN PREZZO MOLTO MA MOLTO PIU’ ELEVATO.
    L’HO GIA’ VISTO SUCCEDERE ED HO LE PROVE…..NON SI IMMAGINANO NEMMENO QUANTO GLI COSTERA’ CARO LA LORO PRESUNZIONE

  11. 11 luglio 2011 2:28 PM

    E INFINE BECCATEVI QUESTA TROLL DEI MIEI COGLIONI;

    “Un vero gruppo deve avere un management che utilizzi affinità, realtà e comunicazione, ed ogni gruppo ha il pieno diritto , quando un esame completo e razionale mostra che il management sia in fallo e abbia pervertito o tagliato l’ARC, di massacrare, esiliare o sospendere quel management. L’ARC è sacro.”
    Essay on Management
    “discreditare attivamente la soppressione della conoscenza, della saggezza, della filosofia o dei dati che aiuterebbero il genere umano.“
    Code of a Scientologist – The Creation of Human Ability 1954
    “[La gente] impara a tenere la bocca chiusa, e quella è la lezione sbagliata. Quando sei in dubbio parlane. Quando sei in dubbio, comunica…. avrai sempre successo se solo ti ricorderai questo.”
    LRH

    • ORLANDO FURIOSO permalink
      11 luglio 2011 7:35 PM

      Grazie Ron….stanne certo…
      Li MASSACREREMO..A COSTO CHE CI VOGLIA PURE UNA VITA INTERA PER FARLO!!
      ARRIVERA’ QUEL GIORNO CHE PROTESTEREMO IN MASSA …E NON AVREMO LE MASCHERE DEGLI ANONIMUS…NON ABBIAMO BISOGNO DI NASCONDERCI.
      VOI SI INVECE CHE VI NASCONDETE E PORTATE UNA MASCHERA….MA QUESTA MASCHERA PRIMA O POI SI SPEZZERA’ E NON POTRA’ MAI PIU’ NASCONDERE LA VERGOGNA CHE PROVERETE IN QUEI MOMENTI FUTURI PROSSIMI!!

  12. LIBERO permalink
    11 luglio 2011 2:52 PM

    Per quanto riguarda il segreto confessionale più volte sono stato minacciato dal DSA di rivelare (a non so chi) i miei overt, ma purtroppo per lui (essere ignobile) non avevo nulla da nascondere o vergognoso da essere rivelato. Quindi giù verifiche interminabili senza alcun risultato rilevante da poter essere usato… Inoltre anche se ci fossero crimini perseguibili legalmente la legge stessa ne proibisce l’uso in una disputa se sono atti confidenziali. Quindi… loro sanno questo e non OSAno piu’ di tanto perche la diffida è sempre pronta in risposta. Inoltre io stesso ho assistito più volte alla violazione del segreto confessionale da parte di staff e Scientologist. Ho le prove e testimonianze. Caro DSA ringrazia il cielo che non parto con il risarcimento danni perche vi spolpo vivi. Questo è certissimo. Con me avete overt criminali e ne pagherete il conto in qualche vita. Sarà molto salato e mi dispiace molto per voi e non vorrei essere al vostro posto. Auguri. Se fosse per me vi perdonerei e non me fregherebbe un tubo ma purtroppo l’essere è buono e sarete voi stessi a bloccarvi.

    • margot permalink
      11 luglio 2011 3:41 PM

      Marzo 2005 l’ufficiale di Etica spiattella a tutta Milano Org la mia presunta Out 2D, presunta nel senso che hanno ben pensato di valutare al posto mio che essendo io green nn avevo diritto a formare una 2D con un veterano…il quale assolutamente doveva mettersi in etica e rivedere le sue posizioni…..alla faccia del potere di scelta e dell’autodeterminismo…non contenta ha deciso di anticipare tutti e andare a raccontare alla ex 2D del mio compagno che stavo aspettando un bambino…lascio immaginare le inturbolazioni derivate a tutta la famiglia…….se questo non è violazione del segreto confessionale e direi anche professionale….ma per fortuna noi adesso firiamo e prosperiamo…loro in quel di Milano proprio non so!

    • ORLANDO FURIOSO permalink
      11 luglio 2011 7:56 PM

      Ciao Libero e Margot.
      Non so di quale DSA o etic officer parlate ma da quello che scrivete sono di certo degli ESSERI IGNOBILI!!
      E sapete perchè rimangono impauriti nel recinto della chie$a???
      PERCHE’ SA NNO BENISSIMO CHE USERANNO ANCHE CON LORO QUELLE TATTICHE E HA NNO TALMENTE PAURA CHE SI CAGANO SOTTO ‘!!
      MA QUALE PAURA E PAURA…L’UNICA COSA CHE POSSONO FARE PER FERMARCI E’ UCCIDERCI TUTTI QUANTI, MA ANCHE SE LO FACESSERO,NON AVREBBERO RISOLTO NULLA!!

  13. KING & QUEEN permalink
    11 luglio 2011 2:56 PM

    Spettacolare…esaudiente lezione sui TROLL…una conoscenza che non avevamo, GRAZIE.

    Tanti anni fa quando avevo 7 o 8 anni mio nonno mi raccontò che un giorno con i suoi amici andò una battuta di caccia, dovevano trovare un cinghiale che devastava le colture.
    Dopo circa due ore fu avvistato e un cacciatore molto abile da circa dieci metri di distanza gli sparò mirando alla fronte, ma o per un colpo di vento o per un minimo movimento dell’animale la pallottola ferì il cinghiale alla spalla.
    Il cinghiale si scatenò e puntò un cacciatore che impaurito si rifugiò su un albero, il cinghiale cercava di far cadere l’uomo dall’albero dando delle testate alla pianta, urlava di dolore e le sue forze sembravano centuplicate ( gli animali quando sono in pericolo si affidano alla loro forza isterica)
    Il cinghiale aveva perso l’attenzione tentando di colpire il suo “nemico” e non vide tre cacciatori che gli spararono molte volte, uccidendolo.
    Cruento, ma il tutto era supervisionato da due guardie forestali ed era tutto legale, anche se la scena deve essere stata veramente cruenta.
    Bene! quando ho letto l’articolo sui Troll di Miscavige mi è venuto in mente questo aneddoto….il Troll sono la forza isterica della Chiesa di Miscavige, sono l’ultimo disperato tentativo di non soccombere, ma la fine è ormai segnata.
    E’ solo una questione di tempo, poco tempo….
    I tre cacciatori chi sono? Marthy, Mark e Ron ?
    Ecco perché Miscavige ha paura degli INDI un gruppo che crede nella Tech originale, un gruppo che si sta espandendo nel nome di Ron, un gruppo che vuole Scientology, quella vera…l’unico gruppo a cui Ron potrà unirsi quando esisteranno le condizioni sufficienti.
    Miscavige sa che dovrà pagare il suo conto.

    Se qualche TROLL mi sta leggendo gli chiedo solo di osservare la realtà, di ascoltare il suo cuore, di informarsi seriamente su cosa Ron intende per Religione di Scientology e di pensare VERAMENTE con la propria testa.
    Semplicemente questo.

    K & Q

  14. Giovanni Carboni permalink
    11 luglio 2011 11:50 PM

    Carissimo staff dell’indipendologo,
    VERY WELL DONE!!!!!!!!!
    Un abbraccio forte
    Giò.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...