Skip to content

L’ATMOSFERA DELLA CONFERENZA

27 aprile 2011

Ci dissero che tutti quelli che sarebbero stati espulsi, sarebbero stati anche sbattuti in galera

L’atmosfera doveva essere veramente pesante.  Al quarto piano dell’Hilton di San Francisco l’aria si poteva tagliare con un coltello. La sala venne chiusa a chiave e alla porta vennero messe guardie della International Finace Police, nel frattempo i Commodore Messenger in piena uniforme iniziarono la conferenza. Misero da parte qualsiasi maschera sociale e mostrarono il loro vero volto. Pugno di ferro senza alcun ritegno. Per sette ore, il pubblico che era stato fatto prigioniero, si sorbì le loro litanie e venne accusato e bistrattato. Gli abusi erano verbali, venivano ripetutamente scattate fotografie in faccia con un flash accecante, minacce ed umiliazioni non venivano risparmiate contro i Mission Holder.

 Bent Corydon ricorda: “Non ci potevamo muovere, non potevamo andare in bagno, e nemmeno parlare a meno che non ci fosse specificatamente richiesto” – “Loro erano solamente in 15 e noi eravamo un centinaio. Se gli fossimo saltati addosso non avrebbero avuto modo di controllarci. Ma eravamo tutti terrorizzati. Subito all’inizio tre Mission Holder vennero presi a caso ed espulsi, lì davanti a tutti, e la loro vita finita.”

Prima che il meeting iniziasse , al Mission Holder Gary Smith, che se ne stava seduto nelle file posteriori insieme a sua moglie ed alla figlia di solo quattro anni, venne ordinato di sedersi in prima fila. Lui si rifiutò e venne dichiarato Soppressivo, lì così di punto in bianco.

 Corydon commentò anche che “Ci dissero che tutti quelli che sarebbero stati espulsi, sarebbero stati anche sbattuti in galera. Ci dicevano quando applaudire e lo facevamo. E’ un triste ricordo ed una nota dolente per tutti noi che eravamo lì presenti. Ma quando sei stato nella Chiesa per più di 20 anni e ci credi profondamente, non vuoi sentirti dire che non puoi più partecipare, e che i tuoi amici non ti possono più parlare perchè sei stato scomunicato.”

Tra le file di poltrone c’erano allineati Ufficiali di Etica della Sea Org, che con uno sguardo sprezzante, osservavano il pubblico da vicino portandosi appresso dei clipboard per prendere nota anche del minimo segnale di dissenso. Il Cerimoniere era il ventiduenne David Miscavige, un “Comandante” della Sea Org, e senza che nessuno del pubblico lo sapesse lui era il Presidente del Consiglio della Author Service Incorporated. Introduce l’avvocato della Chiesa Larry Heller che oltre ad informare i Mission Holder che i marchi erano adesso di proprietà di RTC disse anche:

“RTC ha il diritto di mandare una missione direttamente dal Mission Holder per determinare se voi state usando in maniera appropriata i marchi. La missione di RTC può rivedere i vostr libri contabili, le vostre registrazioni, ed intervistare il vostro personale … RTC… ha il diritto di sospendere immediatamente qualsiasi diritto ad utilizzare i marchi. La parola “immediatamente” è la parola chiave qui. Non ci dovrà essere una udienza per convalidare la sospensione. RTC vi ordinerà di non usare più i marchi e voi dovrete smettere o sarete soggetti a pene in sede civile ed anche ad essere incriminati penalmente.”

Ma l’avvocato Heller era l’unico oratore che non indossava galloni, cordoni e gradi. I nuovi leader salirono sul podio, pieni di importanza di sè, con tutti i loro titoli paramilitari, e sembravano essere i nuovi capoccia di una dittatura di bassa lega. 

Per la maggior parte dei Mission Holder era la prima volta che vedevano David Miscavige. Le guardie della sicurezza non lo lasciavano nemmeno un attimo durante tutta la serata. Miscavige avvisò i Missio Holder di quello che sarebbe successo a chiunque si fosse messo contro Scientology, e disse:

“Il futuro di quelle persone è nero. E’ così nero che non riesco nemmeno a descrivervelo adesso. Non riesco nemmeno a trovare le parole per decrivervi quanto nero sarà il futuro di quelle persone…… voglio dire sarà un futuro veramente nero.” 

Qualche giorno più tardi alcuni di loro scoprirono esattamente quello che voleva dire. Diciotto persone vennero portate in un campo di prigionia ad Happy Valley dove si unirono a David Mayo che era lì già dall’estate. Furono tenuti lì alcuni mesi prima di essere rilasciati.

Questa era l’atmosfera, rimanete sintonizzati gli “orrori” non sono finiti.

E questa fu l’alba dell’impero di Miscavige ed il tramonto del network delle mission.

CAMILLO BENZ

Annunci
5 commenti leave one →
  1. Diogene permalink
    28 aprile 2011 5:36 PM

    C’è da aggiungere alla cronaca un piiiccolo particolare che neppure ai più incalliti mission holders caduti in quella fatidica imboscata era dato sapere… e che invece rendeva arroganti e spietati quella dozzina di filibustieri…
    Dal 1° gennaio 1982 loro (i cui nomi sono ormai noti) si erano presi da Ron (consenziente?)tutte le chiavi del castello (CST – RTC – CSI), disponendo e manipolando poi i terminali con incarichi ufficiali, così che poterono usare tutta la violenza necessaria ad imporre radicali cambiamenti nel modo di dirigere scientology…
    Bisogna riuscire a leggere i fatti nella esatta sequenza per capire la messa in opera di quella arancia meccanica… e non è robetta da poco, anche se oramai non è più così misteriosa…
    Ma si può vedere dai resoconti di quel meeting quanto tutto fosse ancora segreto e quanto di ciò che avrebbe dovuto essere pubblico fosse volutamente tenuto nascosto anche ai più fedeli veterani…
    E’ stato come buttare una bomba in un tranquillo party ed aggredire i presenti sconcertati, per accusare alcuni di loro di essere stati la “causa” dell’incursione armata… tattica vecchissima, ma sempre efficace (e tuttora in uso nel mondo politico e militare)…
    Il caos che ne è seguito su tutte le linee nei mesi successivi ha dato il tempo ai nuovi “padroni” di consolidare le proprie pedine, che avrebbero poi eseguito e fatto eseguire gli ordini, portando avanti un piano prestabilito (da chi?… “nessuno” lo sa)…
    Di evidente c’è soltanto un’azione condotta con metodi soppressivi, giustificata dal possesso di documenti che gli scientologist non conoscevano e che ancora oggi non conoscono del tutto… provate a chiedere nelle org… avessero almeno cura del loro benessere…

    (Se qualcuno trova dei paralleli con ciò che sta accadendo nel nord africa, o con altre guerre “premeditate” nel passato… e magari si chiede pure perchè riescono a fare ciò che un semplice cittadino non giustificherebbe o non gli verrebbe giustificato… ok, è un pass)

  2. Diogene permalink
    29 aprile 2011 2:33 AM

    Commenti istruttivi… grazie Anita, grazie Camillo…

    Considerare Ron PTS di un paio di nullità come Dave e Pat risulta ostico anche ad un cinico come me… Tendo a spiegarmi la debolezza di Ron piuttosto come una qualche condizione nella quale si è andato a ficcare per conto suo (e non mi permetto di speculare su questa ipotesi) ma resta il fatto che le persone a lui vicine e che avrebbero dovuto prendersi cura di lui se ne sono approfittate, rendendolo suggestionabile o (chi lo sa?) ricattabile… e qui c’è la mano degli SP, cattivi consiglieri. Posso immaginare che Ron fosse in una condizione tale (fisicamente) da non incutere in chi lo vedeva quel sacro timore che imponeva la sua immagine pubblica e ovviamente il rispetto che un SP può concedere è solo di livello 1.1 …

    Il potere vero e proprio sta scritto nelle carte che loro hanno firmato e successivamente mescolato e rimaneggiato…
    Con quei documenti in mano, la cricca ha potuto agire ufficialmente.
    Addirittura direi che hanno “dovuto” agire, perchè il cambiamento era scritto a firma di LRH e il panorama andava distrutto e ricostruito.
    E’ stato come dare un bazuka in mano a dei bambini per assaltare il negozio delle caramelle… e cavolo, se l’hanno usato!
    Penso che l’accordo concesso da Ron fosse rivolto al cambiamento per quando lui fosse venuto a mancare… ma non ha saputo prevederne l’uso immediato, subdolo e distorto da parte dei riceventi. Le prove stanno nei rapporti di sopraffazione violenta e nei ripetuti cambi dei terminali, sempre meno in grado di reagire alle imposizioni o ad agire autonomamente… i documenti sono su internet…

    Come sempre, le citazioni di Ron sono illuminanti… ma, come sempre, vanno inquadrate nel giusto contesto storico o dottrinale…
    La ragione sfida il tempo e apporta benefici… se è così, andiamo avanti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...