Skip to content

BLOWN FOR GOOD CAPITOLI 16 – 19

21 aprile 2011

E la saga continua. Grazie a Simon Bolivar per la traduzione.

MAX ZINI

Capitolo sedici – al volante

Dopo l’event dell’Associazione Internazionale degli Scientologi del 1993 e l’affare con l’IRS, sembrava che David Miscavige non avesse più nulla da fare. Si stava facendo coinvolgere sempre più con i fatti che succedevano alla Base. Dalla revisione tecnica dei corsi al tipo e colore della moquette della sala da pranzo, Dave doveva approvarli o dettare quali dovessero essere.

Se l’organizzazione di Scientology fosse stata guidata come un auto, chi mai sarebbe stato il pilota? Chi era al volante di Scientology, tanto per parlare? La risposta è semplice, Dave Miscavige. Controllava ogni singolo aspetto di tutte le operazioni e prendeva tutte le maggiori decisioni.

Nel 1995, venni mandato in Florida per installare diversi sistemi al Fort Harrison Hotel e negli edifici circostanti. Dovevo installare alcuni articoli di attrezzature nuove nell’auditorium di Flag, al Sandcastle e al Coachman Training Building.

Dave Miscavige era a Flag per tutto il tempo che ci sono stato io. Lui guidava ogni cosa di Flag. Siccome era là, e voleva usare l’Auditorium del Fort Harrison per istruire su base regolare lo staff di Flag, io dovevo assicurarmi che se anche avessi sganciato qualcosa o sostituito i cavi del banco mixer o di un’altra attrezzatura nell’Auditorium, il sistema doveva essere in grado di funzionare in pochi minuti se Dave Miscavige aveva bisogno di usarlo.

Avevo allestito un sistema audio per un matrimonio all’aperto che si tenne al Sandcastle. Dave Miscavige sarebbe stato presente al matrimonio di due membri della Sea Org che avevano lavorato con lui, cosi grazie a questo, dovevo preparare il sistema audio. Se Dave non avesse presenziato, non si sarebbe dovuto fare nulla, ma siccome lo avrebbero ascoltato, lo staff di Gold doveva allestire il sistema audio. Dio non voglia che Dave non potesse sentire la cerimonia propriamente!

A Dave piaceva istruire l’intero staff di consegna tecnica di Flag almeno una volta a settimana.

Quando dico istruire e Dave Miscavige nella stessa frase è uno slang della Sea Organization per dire frustare o friggere.

Questi briefing si tenevano nell’Auditorium di Flag e di solito era Dave Miscavige da solo sul palco e tutto lo staff seduto nell’Auditorium. Siccome questi staff si rapportavano col pubblico durante le ore di servizio, il briefing si sarebbe tenuto nei momenti liberi quando normalmente avrebbero dovuto dormire.

Il primo briefing che fece mentre eravamo là fu uno veramente tosto. Aveva revisionato i folder di auditing degli scientologist pubblic cercando cose sbagliate cosi da poter frustare lo staff. Era incavolato circa certi pubblic che non venivano forzati a fare certe azioni. Lo staff di Flag non era sufficientemente persistente a far fare al pubblic i servizi che Dave voleva che facessero.

A questo briefing in particolare, partecipò tutto lo staff tecnico di Flag.

Iniziò a passare attraverso i folder di auditing individuali del pubblico dicendo su che azione avrebbe dovuto essere quella persona e stava arrostendo lo staff per non averla messa su queste azioni. La persona che menzionò in questo briefing è scritta a fuoco nella mia mente dato che ha un significato speciale per me.

Menzionò un pubblic in particolare chiamato Dan Kingsbury, lo stesso Dan Kingsbury con cui mia madre ebbe un figlio. Si supponeva che Dan si dovesse muovere più in su sul ponte, ma si era preso una pausa per curarsi i denti e cosi non aveva fatto progressi. Dave disse che questa era una scusa per non salire sul ponte e che Dan doveva essere maneggiato e non si doveva più permettergli di prendersi una pausa per curarsi i denti. Ora io non so se c’era una foto dei denti di Dan nel suo folder, ma chiunque conosceva Dan sarebbe stato d’accordo che fosse stata una bella idea farsi curare i denti. Ma ahimè, la foto dei suoi denti non c’era e senza riguardo, Dave ora si sarebbe accertato personalmente che Dan venisse forzato sul suo prossimo auditing e Dave stesso l’avrebbe controllato.

Prima di allora, non avevo idea che Dave Miscavige  fosse coinvolto in materie tecniche di questa natura. Sapevo che sapeva che alcuni dei livelli più alti consegnati a Flag (chiamati i rundown L) erano i servizi più costosi che Scientology avesse mai avuto. Avevo sentito queste parole uscire dalla sua bocca. Ma in ogni caso, disse di volere vigilare questo gruppo selezionato di persone che stavano facendo servizi a Flag e LUI avrebbe mostrato allo staff di Flag quanto imponente era nel farlo. Per quanto ne sapevo, Dave era un Auditor di classe IV addestrato a Saint Hill in Inghilterra negli anni 70 quando aveva 12 anni. Non era un supervisore del caso.

Dave continuò con la successiva persona del pubblico. Fece la prefazione con il fatto che questa ragazza aveva pagato una grossa somma in servizi e si sarebbe dovuto trattarla bene ed assicurarsi che continuasse sul ponte non importava altro. Il suo nome era Lisa McPherson. Lesse sul folder di auditing e appuntò cose che erano state sbagliate sul suo caso e disse allo staff che avrebbe revisionato i suoi folder per assicurarsi che venisse maneggiata correttamente e non gli venisse permesso di andare a caccia di farfalle mentre poteva essere messa sul ponte.

Eravamo su nel balcone dell’Auditorium mentre questo succedeva. Il balcone è nella parte vicina al fondo dell’auditorium, ma c’era dello staff seduto a 5 metri da noi sulle sedie sottostanti. Un ragazzo alzò il braccio e guardò il suo orologio mentre Dave parlava e istantaneamente Dave iniziò una filippica.

“VUOI ANDARE A CASA?” esplose la voce di Dave, “DAVVERO?”Sono qui per fare il tuo lavoro, e tu sei preoccupato per andare a casa a dormire. “Vengo lì e ti rompo il tuo fottuto orologio! Mentre ce l’hai ancora al braccio!” Se David era agitato prima, ora era genuinamente incazzato. Era il tipo di cose che lo facevano scattare. Era qui cercando di mostrargli come dovevano fare il loro lavoro e come lui stava facendo ciò che avrebbero dovuto fare loro e loro se ne infischiavano. Volevano andarsene a casa e farlo smettere di parlare. Sapevamo esattamente cosa significava. Non sarebbe finita molto presto adesso. E sicuramente, il tipo dell’orologio avrebbe avuto la sua alesatura, personalmente da Dave o da uno del suo staff.

Il briefing finì un ora dopo. Prima che tutti fossero dismessi, lo staff del Religious Technology Center acciuffò “il tipo dell’orologio” e lo portò dietro al palco. Solo la mossa teatrale di questo tipo portato via sarebbe servita come esempio a tutti gli altri staff presenti che erano avvisati. Il resto dello staff quindi molto quietamente se ne andò.

Qualcuno del Religious Technology Center venne sul balcone.

“Hai il nastro?” chiese.

“Si signore, lo stiamo riavvolgendo ora”, gli dissi.

Tutti i briefing di Dave Mioscavige venivano registrati con una telecamera e i microfoni sul palco erano alimentati direttamente nel banco audio. Molto probabilmente avrebbe spedito il nastro alla Base e lo avrebbe fatto vedere anche a tutto lo staff. Perché no? Poteva mostrargli quel video per fargli vedere come lui svolgeva anche tutti i loro compiti. Dopo tutto, stava letteralmente bypassando tanti scaglioni delle struttura di comando di Scientology in tutti i posti dal Religious Technology Center, alla Base, agli executives di Flag anche solo per aver parlato a queste persone. Come minimo, stava svolgendo il lavoro del Segretario Tecnico di Flag. Il COB stava facendo un lavoro 50 livelli sotto al suo. Ma questo è il modo in cui faceva Hubbard anni prima, cosi era come Dave Miscavige l’avrebbe fatto.

I briefing furono eventi regolari per le successive settimane. Mostravamo video di session fatte male, qualsiasi cosa. Dave gli sfregava in faccia ogni piccolo errore che poteva trovare a Clearwater. E avrebbe sfregato loro la faccia su queste cose finché non avessero iniziato a fare le cose a modo suo.

Un giorno, Dave Miscavige ci chiese di preparare un nastro da mostrare all’equipaggio di Flag nel briefing di quella notte.

Il nastro era un nastro semi-confidenziale chiamato “A talk to A Basic Qual” (n.d.t. Una chiacchierata a una Qual di base) dico semi-confidenziale perché non era stato sostanzialmente rilasciato al pubblico ed era disponibile solo su certi corsi. Gli studenti potevano ascoltarlo solamente nella classe del corso e non gli era permesso di portarlo fuori dall’org.

Si fece il briefing dopo di che il COB chiamò alcuni di noi dentro la stanza verde nel retro dell’Auditorium. Uno dei suoi staff era salito sul balcone e ci aveva chiesto di portar giù nella stanza verde la video cassetta che avevamo mostrato.

Dave Miscavige era tutto eccitato. Aveva una idea. Nel nastro, LRH parlava di due argomenti che avevano fatto scattare qualcosa in Dave. LRH parlava di far esercitare gli auditors e parlava di un E-Meter che aveva delle qualità specifiche che l’E-Meter corrente non aveva. Questa notte “cambierà Scientology per sempre” disse David Miscavige. Senza scherzare. Aveva ragione.

Nei mesi a seguire Dave visse in Florida e rattoppò ogni singola area di Flag finché non funzionò come una macchina ben oliata. Ogni cosa dal modo in cui le stanze di auditing del Sandcastle vengono preparate a come le persone vanno in session.

La conclusione di Dave era che se Flag poteva creare auditors perfetti – tanti auditors e rapidamente, loro potevano alzare l’incasso di quasi un milione di dollari a settimana per Flag a due o anche tre milioni grazie alla razionalizzazione di ogni aspetto di Flag. E se loro lo potevano fare in ogni area di Flag, allora avrebbero potuto farlo in ogni organizzazione del mondo?

Era nata la Golden Age of Tech. Dave Miscavige avrebbe codificato e perfezionato ogni singolo aspetto di ogni singola cosa di Scientology cosi che non ci fosse più un qualsiasi processo di pensiero coinvolto. Gli auditors sarebbero stati semplicemente programmati per fare la cosa giusta e le persone avrebbero ricevuto auditing perfetto. Essenzialmente Dave avrebbe costruito una enorme macchina che avrebbe sfornato i servizi di Scientology.

Entro poche settimane l’incasso di Flag superava il milione ogni settimana. Dave aveva portato giù 30 persone dalla Base per lavorare sulle investigazioni tecniche e i maneggiamenti che voleva venissero fatti. Per la maggior parte significava spazzar via dai posti lo staff di Flag. Si incontrò con lo staff del Religious Technology Center per ricercare e disegnare un nuovo E-Meter. Nel frattempo, Dave aveva messo degli staff giù alla Base a compilare delle nuove esercitazioni che avrebbe messo in vigore per ognuno e tutti i corsi tecnici di addestramento in Scientology.

Dave era riuscito a togliere ogni cosa che comprendeva qualsiasi parte “amichevole” o “personale” fuori da Scientology. Ora era una macchina che aveva un percorso e una risposta sola, e quella risposta doveva essere programmata dentro ad ogni membro dello staff, ogni pubblic, ognuno che avesse una qualsiasi cosa a che fare con Scientology. Se non seguivi l’esatto percorso messo giù nella Golden Age of Tech, finivi in Etica nessuna eccezione. Se qualcuno rifiutava Etica ed erano in un qualche modo irrazionali o “matti”, dovevano fare il Rundown dell’introspezione oppure venivano sottoposti a Sec Check, punto. Non c’erano eccezioni. La nuova macchina di Dave era una fabbrica che aveva solamente opzioni esatte. Andati erano i giorni dove potevi parlare a qualcuno e scoprire o decidere che cosa servisse basandosi su quello che pensavano. Il processo di pensiero era stato tolto dall’equazione. Ogni comunicazione sul pensiero era stata tolta dall’equazione. Guardavi alla routing form o al programma e se diceva Int Rundown, quello era ciò che dovevi fare.

La Policy su Mantieni Scientology in Funzione veniva pesantemente quotata. “Preferiremmo vederti morto piuttosto che incapace”, Hubbard scrisse la Policy che appare come prima cosa da leggere in ogni corso di Scientology. Beh questo è ciò che successe nel Dicembre del 1995. Lisa McPherson, una delle poche persone su cui Dave Miscavige aveva personalmente vigilato e superveduto, era morta. Dave sapeva di essere personalmente coinvolto in questo fatto. Ognuno che aveva avuto a che fare con la situazione “LMP”, come veniva chiamata, era controllato come un falco.

I due rappresentanti del Religious Technology Center a Flag che avevano eseguito gli ordini di Dave su Lisa vennero rispediti alla Base e assegnati a lavare i piatti nella cambusa. Il Senior Case Supervisor sul suo caso venne fatto addetto alle pulizie a Flag. Una delle stanze dove Lisa venne trattenuta ed esaminata venne pulita e spolverata completamente. Ogni traccia di Lisa venne cancellata. Alle persone venne data una storia ufficiale su cosa era successo anche se loro, per ciò di cui erano stati testimoni, la pensavano diversamente.

Dave Miscavige aveva fatto un grosso casino. Lo sapeva, e tante persone che lavoravano con lui, per lui o intorno a lui, lo sapevano. In qualche modo, trovo un sistema per farla franca. Mentre era al volante, aveva sbattuto e benché fosse sicuramente colpevole e ci fossero dei testimoni, venne classificato come una toccata e fuga e non lo avrebbero catturato. Non ora almeno.

C’erano persone presenti quando tutto accadde. C’erano almeno cinque persone che sapevano la verità su cosa era successo a Lisa McPherson. Queste persone eventualmente racconteranno la loro storia e la verità verrà a galla. Potrebbero sentirsi moralmente sbagliati per non aver parlato, ma sono sicuro che la loro esitazione derivava dalla preoccupazione che potessero finire proprio come Lisa se lo avessero fatto.

Capitolo diciassette – Monumento

L’ufficio internazionale del Landlord era localizzato alla Base. Era l’ufficio responsabile di assicurarsi che ogni singola organizzazione nel mondo fosse in un edificio grande a sufficienza, ben posizionato e propriamente disegnato e organizzato in accordo con la policy di Hubbard.

L’ufficio del Landlord aveva dei libri di foto che contenevano fotografie dettagliate di ogni organizzazione in giro per il mondo. Nel frontespizio del libro c’era una fotografia dell’esterno dell’edificio e dentro c’erano le foto di tutte le stanze interne, dei muri, dei mobili, dei bagni, lavandini, piastrelle rotte nel pavimento. Ditene una voi, avevano la foto.

Ora, c’erano circa dieci staff nell’ufficio del Landlord. Alcuni designer, alcuni pianificatori di spazi, alcune persone della logistica, alcuni progettisti che andavano in giro per supervedere i progetti individuali di ristrutturazione e l’international Landlord. L’ultimo posto menzionato era il posto più frequentato dell’intera articolazione. Penso che ci fosse un nuovo International Landlord una volta l’anno. Ne ricordo almeno sette di loro, e non interagivo molto con loro.

Il mio coinvolgimento iniziale con l’ufficio del Landlord fu quando aiutai a costruire i loro uffici come parte del settimanale aiuto che tutti davano nella ristrutturazione del 1990. L’ufficio del Landlord era posizionato in quel che una volta era una stazione di benzina adiacente all’autostrada principale che correva in mezzo alla proprietà, nel “garage” o “immobile” come venne chiamato in seguito.

Nel 1993 passavo molto tempo nell’ufficio del Landlord a disegnare piani per una delle loro più grandi organizzazioni in Europa. Era l’Advanced Organization & Saint Hill Europe. Questo edificio sarebbe stato il primo ad avere un nuovo tipo di sistema di sorveglianza delle session di auditing installato in tutte le stanza di auditing. Dovevamo installare un microfono e due minuscole telecamere in ogni singola stanza dove si faceva auditing. Le telecamere e il microfono sarebbero state convogliate all’interno di diverse postazioni centrali dove potevano essere sia controllate che registrate.

Un numero qualsiasi di persone avrebbe quindi potuto osservare queste session.

Avevo già installato questo stesso sistema a Los Angeles, e anche altri sistemi audio visivi in altre organizzazioni dell’area di LA.

Il Danish Building era quasi interamente realizzato con muri di solidi mattoni, cosi pianificare l’installazione del cavo per centinaia di telecamere e microfoni non era un obiettivo da poco. Ci vollero molte settimane per pianificarlo e molti più mesi per eseguirlo.

Mentre lavoravo nell’ufficio del Landlord divenni familiare con uno dei più grandi progetti su cui avevano lavorato. Era il nuovo edificio di Flag. Doveva diventare la nuova infrastruttura dove si sarebbero dovuti consegnare i Rundowns del Super Power dall’altra parte della strada del Fort Harrison Hotel. L’edificio era ENORME. Era alto sei piani e interamente ricoperto di pannelli di vetro. Non assomigliava per nulla al Fort Harrison. C’era un modello in scala dell’edificio in mostra dentro all’ufficio. Era molto dettagliato e c’erano anche piccole auto che passavano sulla Fort Harrison Avenue e persone sui marciapiedi.

Mi venne chiesto di guardarmi l’edificio perché anche lì c’era il bisogno di installare lo stesso sistema di telecamere e microfoni. Era enorme e c’erano centinaia e centinaia di stanze per l’auditing. Gli dissi che ci volevano un sacco di soldi per quel tipo di materiale. “Abbiamo speso più di 50.000 $ per far costruire questo modello”, mi disse uno staff del Landlord. “Penso che ci potremo permettere le telecamere con i milioni di dollari che stanno raccogliendo per costruire questo edificio”.

Super Power – 1995

C’erano due ragazze che lavoravano alla Base nella divisione di qualificazione di Gold. Katie e Melissa. Entrambe Katie e Melissa avevano lo stesso cognome Feshbach. Non erano sorelle, ma cugine ed entrambe figlie dei famosi fratelli Feshbach. I fratelli Feshbach erano famosi dentro a Scientology perché erano ricchi. Non solo erano ricchi, ma erano ancora ricchi dopo aver donato milioni dei loro dollari a Scientology. Infatti erano, pazzescamente ricchi.

Katie e Melissa non stavano messe male a contanti. La maggior parte di noi viveva settimana per settimana sul nostro assegno di 35 $. Katie e Melissa no. Anche mia moglie lavorava nella divisione di Qualificazione di Gold e lavorava molto spesso assieme a Katie e Melissa. Quando Katie si sposò con un mio buon amico, io e mia moglie dividemmo l’appartamento con Katie e suo marito, Josh.

Melissa aveva un auto (datagli da suo padre), ma non aveva fatto la scuola guida, cosi di frequente la guidavo ovunque volevo, in cambio di farle da autista quando gliene serviva uno. Era un accordo molto onesto e la sua auto nuova non era un detrimento per me.

Beh, ad un certo punto Katie e Melissa scoprirono che i loro padri e lo zio stavano tutti venendo alla Base! Non si era mai sentito. Pubblico scientologo che veniva alla Base? Solo le stelle del cinema o i musicisti normalmente venivano qui su, non traders di borsa a breve termine! Sicuramente, Joe, Matt e Kurt Feshbach rimasero alla Base per parecchie settimane.

Poi scoprimmo il perché. Stavano consegnando a tutti loro il Super Power! Sicuramente Dave Miscavige li aveva invitati personalmente a venire per ricevere il livello altamente confidenziale come parte di un programma di maneggiamento fatto apposta per loro.

Lo sperimentale del Super Power era stato fatto alla Base Int per alcuni anni, nel 1991 e 92 ma fu tutto lì. I Rundowns vennero consegnati a circa una dozzina di staff. Era un programma pilota, qualcosa che LRH aveva scritto alla fine degli anni 70 ma che non era mai stato rilasciato. Era tipo il film Guerre Stellari. LRH aveva immaginato il procedimento, ma la tecnologia per fare ciò che aveva scritto a quel tempo non esisteva. Poi LRH finì per maneggiare tutti i motivi per cui non si poteva rilasciare il Super Power sistemando i TRs (Routine di Addestramento) e poi col Key To Life (un corso sulla grammatica e la comunicazione). I primi programmi pilota completi furono quelli del 1991. C’erano veramente pochi staff della Base Int che erano addestrati su tutti gli scritti di LRH sul Super Power ed erano i soli che potevano audirlo. Per poter audire sul Super Power, dovevi prima essere audito sul Super Power. Era come il dilemma dell’uovo e della gallina. Uno dei Rundowns del Super Power era disegnato per affinare tutte le 57 percezioni, alcune delle quali includevano: Vista, gusto, ritmo, odorato, circolazione del sangue, gravità, movimento, campi magnetici, orientamento e dolore.

I procedimenti per ognuno di questi venivano messi a punto basandosi su ciò che lo staff nell’area delle Ricerche Tecniche e Compilazioni di LRH pensava potesse funzionare meglio. Poi venivano scritte per gli auditors che consegnavano il programma pilota sul Super Power e questi rapportavano se “funzionavano” o meno o cosa invece era successo.

Ricordo un giorno di aver visto uno dei fratelli Feshbach sul Par Course (il percorso di fitness) con il loro auditor, Gelda Mithoff. Il Par Course era un percorso di esercizi alla Base Int che aveva vari ostacoli e buche di sabbia sul lati del tracciato dove uno si esercitava e controllava il suo battito cardiaco. Stava camminando attraverso una delle travi di equilibrio in legno. Hmmmmm? Poteva star perfezionando la sua percezione di “equilibrio”? Forse. Ne poteva fare una intera serie. Se fosse caduto in un qualsiasi punto durante il percorso avrebbero potuto cambiare sulla percezione del “dolore”. Comunque, quello era il luogo dove apparentemente si facevano la maggior parte delle percezioni con i fratelli Feshbach.

Dopo alcune settimane quando tutti ebbero “completato” i Rundowns pilota, i Feshbach donarono almeno 4 milioni di dollari tra loro e le loro famiglie all’edificio del Super Power di Clearwater, Florida.

C’era molto poco di scritto da LRH su cosa fare in alcuni dei Rundowns. Su questo Rundown, il Rundown delle percezioni, disse che le percezioni dovevano essere addestrate e testate. C’erano molte poche direttive o scritti su come farlo. Hubbard aveva detto di far si che la persona metta la sua attenzione sulla percezione e che poi l’avesse tolta. Era uno dei maggiori blocchi nel consegnare il Super Power. Nessuno dello staff era qualificato per poterlo capire. Alcune di queste cose erano altamente tecniche e richiedevano ingegneria complicata e lavoro di design.

Il progetto per l’edificio del Super Power venne annunciato nel 1991. Cinque anni dopo non era nemmeno stato disegnato! Come potevano disegnare e costruire e testare 57 sistemi percettivi da installare ed usare alla Base Int e quindi perfezionati e reinstallati nel nuovo edificio del Super Power? Nel 1998, ci furono alcune discussioni su come potevano sperimentare in modo appropriato i Rundowns del Super Power per poter capire come costruire l’edificio in Florida. Avrebbero dovuto costruire a Int i sistemi percettivi PRIMA che l’edificio fosse propriamente disegnato? Era una situazione enorme che doveva essere risolta. Non solo ci si dovevano lavorare sopra, ma ci dovevano lavorare su persone che non stavano già lavorando ad altri aspetti del Super Power altrimenti sarebbero arrivati ad uno stridente stop.

Dave Miscavige trovò la soluzione. Chi all’interno della struttura organizzativa di Scientology aveva disegnato e costruito delle cose che non erano di già state immaginate da altri? CST. La Chiesa di Scientology Spirituale era la responsabile organizzativa per il disegno e la costruzione dei bunkers segreti sotterranei in California e nel Nuovo Messico. Erano gli stessi che avevano progettato come mettere tutti gli scritti di Hubbard su dischi di titanio e piastre d’oro. Erano anche riusciti a farlo con un quantitativo illimitato di fondi messi a disposizione da Author Service, Inc. Questi fondi provenivano principalmente dai diritti d’autore delle vendite dei libri di fantascienza e fantasy, edizioni limitate artistiche come anche donazioni pubbliche per la “Conservazione della Tech”, Russ Bellin, l’ufficiale comandante di CST, era la forza trainante per fare queste cose.

Russ e la sua squadra vennero fatti entrare e istruiti di cosa c’era bisogno. Dovevano lavorare velocemente perché il nuovo edificio del Super Power doveva essere disegnato in definitiva intorno a ciò a cui sarebbero risaliti in termini di design per il sistema percettivo individuale.

Quando CST avrebbe finito i test e ideato i dispositivi percettivi, la sperimentazione poté essere fatta correttamente per la prima volta. Ma quando dovrebbe iniziare?

Da quando LRH avete originariamente scritto del Super Power nel 1978, non era si era mai riusciti a consegnarlo in una organizzazione di Scientology. L’intenzione originale di LRH per il Super Power era che fosse destinato agli staff fuori etica e improduttivi che gestivano Scientology International. Non era mai stato originariamente inteso per il pubblico!

2003 – Cine Castle

Il Sec di Cine Castle, Lisa Schroer, venne a trovarmi al Cine Castle. Russ Bellin ed altri staff di CST avevano bisogno di testare un dispositivo percettivo al Cine Castle. A quel tempo, ero il direttore di Pre-Produzione a Cine Castle e quindi sopra ogni cosa che vi succedeva, dato che avevo sotto di me gli equipaggi dei Set e dei Prop cosi come la mano d’opera per costruire e muovere cose.

Russ Bellin si sarebbe incontrato con noi assieme ad alcuni staff di CST. Ci incontrammo nello studio principale. Tom Willis e Tom Vorm, entrambi alti staff di CST arrivarono e ci videro con Russ Bellin. Russ parlò per tutti. Ci informò su cosa sarebbe successo. Per uno degli imminenti event della Freewind per gli scientologist di alto livello (OTVIII), dovevamo mostrare alcune delle nuove attrezzature percettive per poter ottenere maggiori donazioni per il progetto del Super Power. Dave Miscavige aveva istruito Russ Bellin di prepararsi a girare un filmato video di alcune di queste attrezzature. Quella che avremmo impostato sarebbe stato “L’Orbitron” e il “Impianto Gravità Zero”. L’Orbitron era il solito giroscopio che si può trovare nelle palestre moderne con un piccolo dettaglio aggiuntivo. Era motorizzato e c’era installato un joystick sopra cosi che si poteva regolare la rotazione e l’asse in ogni direzione mentre eri a bordo. Se esisteva una percezione che aveva a che fare con il percetto di vomito che cadeva dalla bocca, questa era la macchina per testarlo. Mi piacciono le montagne russe, ma questa cosa era come la più pazza montagna russa che uno avesse mai provato – fatto di crack. Aveva piastre d’acciaio a forma di diamante su ogni superficie piatta immaginabile.

La successiva attrezzatura percettiva era abbastanza docile se paragonata al Vomi-tron. Consisteva di due capriate di set di cavi alte 6 metri per una distanza di 7 metri che sostenevano una imbracatura personale. Con un gruppo di pesi che pareggiavano il peso del proprio corpo, si poteva camminare con l’apparenza di gravità zero. Se davi una leggera spinta col piede sul terreno mentre ti trovavi nell’imbracatura, ci si alzava in aria per parecchi metri. Questa attrezzatura, benché fantastica, era incredibilmente rumorosa. Un aspiratore ad acqua veniva usato per regolare il bilanciamento del peso, mentre motori e pompe macinavano di continuo quando la persona saltellava in giro sull’attrezzatura. C’erano anche alcuni fili che si muovevano e parti molto sensibili al movimento.

Quando CST arrivò con le due attrezzature perché le filmassimo, portarono anche il tipo che li aiutò a costruirle. Questo tizio era incredibile, aveva truccato dei camion con delle piastre d’acciaio a forma di diamante su ogni superficie libera. Iniziavo a capire da dove arrivavano i criteri per disegnare queste attrezzature percettive. Dopo aver posizionato le attrezzature ed aver parlato con lui un attimo, divenne chiaro che si trattava di un ingegnere che stava lavorando fuori casa ed era un tizio del luogo che CST aveva trovato per lavorare sul loro materiale. Dedussi che veniva da Running Springs o un’altra città vicina a noi.

Sebbene queste attrezzature sembrassero eccellenti per un breve filmato di qualcuno che veniva pompato in alto per poi pompargli dalle tasche più soldi per l’edificio del Super Power, non riuscivo a raccapezzarmi su come le avrebbero perfezionate per poterle installare in un edificio per un uso regole e costante da parte del pubblico pagante. Pensate solamente a quanto spesso si rompono le montagne russe e quanta gente rimane ferita. Ora immaginate che Billy Bob in fondo alla strada disegni e costruisca le montagne russe. Queste erano quelle attrezzature. Erano progetti nati in casa con un sacco di soldi che li spingevano da dietro.

Dopo aver sistemato le attrezzature e girato il filmato, Dave Miscavige pensò di mostrare tutto il lavoro che le persone di CST avevano fatto ed iniziò a portare sempre più attrezzature percettive alla Base da far vedere e provare alla gente. Di fatto lui ne aveva tante sistemate nel suo nuovo edificio da 70 milioni di dollari appena costruito a RTC “Building 50”. Comicamente, l’edificio di RTC da 70 milioni di dollari passò dal disegno alla costruzione in non più di cinque anni. Il che includeva il lavoro interno rifatto parecchie volte e un sacco di mobili molto costosi costruiti su misura, ma venne comunque realizzato in un quarto del tempo che ci volle per l’edificio del Super Power! Una volta che le attrezzature percettive furono montate, Dave ce le mostrò lui stesso e le paragonò a ciò che era stato fatto prima nei passati vent’anni.

C’era l’attrezzatura per la percezione degli odori. Centinaia e centinaia di fiale di odori diversi che non evaporavano. Ditene uno, banana, menta piperita, girasole, ogni odore di cui possiate pensare, lo avevano in una fiala. C’erano file e file di fiale ed ognuna aveva su un numero. Molti odori erano molto simili, come l’arancio, il tangerino, la buccia d’arancia, il succo d’arancia, dovevano dire la differenza e finché non riuscivi a nominarli ognuno correttamente, non finivi questa percezione.

Dave Miscavige disse che prima che CST avesse disegnato e costruito questi congegni percettivi, la percezione dell’odorato veniva fatta usando piatti di arance, mele, limoni e banane. Avresti potuto fare la percezione degli odori usando un menù per il breakfast di un Hotel! Fu il modo in cui i Feshbach passarono attraverso la percezione dell’odorato.

Vedemmo un marchingegno per allenare la percezione dell’equilibrio. Era una piccola piattaforma a forma di diamante di circa 1 metro di larghezza con una piccola barra che saliva dal pavimento con tre maniglie dove aggrapparsi con la mano. Dovevi stare in piedi sulla piattaforma che lentamente avrebbe aggiustato l’inclinazione a caso per farti cadere. Se ti aggrappavi alla barra avresti riportato di default la piattaforma alla posizione piatta di partenza. Ray Mithoff salì sulla macchina e Russ Bellin la accese. Prima che potesse realmente cambiare l’inclinazione, Ray perse l’equilibrio e si aggrappò alla barra. Anch’io resistetti circa 15 secondi al mio primo tentativo prima di aggrapparmi alle maniglie!

Sebbene pensassimo che questo “mostra e dimmi” fosse molto interessante, Dave Miscavige aveva un’altra ragione per mostrarci tutto questo materiale.

Un mattino poco successivamente, ci chiamò tutti dentro la sala conferenze principale del Building 50. Sapevamo tutti che sarebbe stata uno di quegli incontri di sei ore dove ci avrebbe detto perché eravamo tutti responsabili di aver mantenuto questo progetto in fase di stallo. Ci spiegò che CST aveva speso alcuni anni e tanti milioni di dollari per perfezionare queste macchine percettive per il nuovo edificio del Super Power. E anche con queste non pensava che potessero portarci all’apertura del nuovo edificio. Perché?

INIZIO DEL MEETING: L’edificio del Super Power era stato ridisegnato e costruito parzialmente, ma doveva essere ridisegnato ancora per poter ospitare le nuove attrezzature percettive e anche questo era un indovinarci dato che nessuno dei rundowns era mai stato consegnato con queste attrezzature, erano state solo progettate sulla carta. Non erano state testate o pilotate con le persone e l’auditing. Dave ci ricordò che i nuovi disegni significavano anche che tutti i soldi che l’ufficio del Landlord aveva speso sull’originale disegno “Stella morta” dell’edificio del Super Power dovevano essere buttati e il nuovo disegno sarebbe stato più armonico con il Fort Harrison. Erano milioni di dollari dissipati sui vecchi progetti, i designer, modelli, ecc…

Ora ecco l’argomento decisivo. Non cera nessuno per fare il lavoro di cui c’era bisogno per approntare il Super Power.

Chi avrebbe fatto i progetti pilota? Gli staff della Base erano criminali fuori etica e non potevano avere guadagni di caso. Questo era stato il problema durante tutto il tempo; non si possono ottenere risultati standard su persone che sono fuori etica. Ma era un programma confidenziale che si doveva fare alla Base. (Divertente, era la ragione ESATTA per cui LRH aveva sviluppato il Super Power in primo luogo – far diventare gli staff fuori etica della Base Int degli staff più produttivi.)

Cosi dopo che i rundowns pilota del Super Power verranno testati su un misterioso gruppo di persone, che doveva scrivere i procedimenti e codificarli come verranno consegnati? Qualcuno doveva scrivere il pacco del corso in modo che ogni persona che riceverà i rundowns lo studi. Qualcuno doveva scrivere un pacco per il supervisore del corso del Super Power. E si doveva scrivere un pacco del corso per Supervisore del Caso del Super Power e dovevano essere scritti i checksheet per tutti questi pacchi.

I pacchi dovevano essere disegnati, stampati, e poi dovevano essere testati in congiunzione con le attuali attrezzature e su come era disposto l’edificio.

Come si potevano avere tante persone che facevano i rundowns tutti insieme? Ci sarebbero state delle persone bloccate su un sistema percettivo più di altre? Ci dovevano essere stanze multiple per alcuni sistemi percettivi e meno stanze per altri? Queste erano tutte le domande a cui non si era dato risposta per anni e sarebbero rimaste senza risposta per molti anni ancora.

La sola ragione per cui Flag era stata razionalizzata a metà degli anni 90 fu per incrementare il numero di auditors dei nuovi L. Gli L erano la singola più grande risorsa di incasso di tutti i servizi di Scientology. Erano una parte del motivo per cui si creò la Golden Age of Tech. Era uno sforzo di creare una macchina che producesse più velocemente auditor di L di quanti ne venissero prodotti prima. Più auditor di L uguale più soldi. Se avesse funzionato per gli auditor di L, tutta la tech sarebbe stata addestrata in quel modo.

E poi, naturalmente c’era il Rundown della Rinascita del Caso, o Running Rundown Programm. Questo era stato un programma pilota estensivo lungo quanto quello del Super Power e ancora non totalmente finito.

Centinaia di persone della Base avevano fatto il Running Program, era un programma molto semplice. Lo so, perché lo feci io stesso. Una persona doveva correre attorno ad un tracciato sabbioso fino a che non era fisicamente esausto e non poteva più correre. Gli veniva permesso di entrare in una piccola area con dei lettini per riposarsi. Non appena era riposato, gli veniva detto di uscire e correre ancora. Quando dico correre, non voglio dire camminare veloce, voglio dire correre come quando sei inseguito. Si faceva questo per almeno cinque ore al giorno no-stop. Era il numero minimo assoluto richiesto di ore giornaliere  per fare il programma. Alla maggior parte di persone che facevano il programma gli veniva chiesto di farlo per dieci o dodici ore piene al giorno. La lunghezza del rundown era diversa per ogni persona. A me ci vollero circa tre mesi per completare il programma. L’ultimo giorno che ero sul programma, corsi per sei ore senza fermarmi. Feci la versione pilota del rundown. Tutti i materiali che lessi mentre facevo il rundown pilota furono scritti nei primi anni 80.

Il Running Progrm era stato fatto alla base per anni. Poteva essere fatto solo da persone fisicamente preparate o che potevano diventarlo se ci lavoravano, ma anche le più preparate si ferivano su questo programma. Come si poteva supporre che lo consegnassimo al pubblico? C’era anche il fatto che una piccola percentuale di persone che fecero il programma eventualmente scappavano o venivano dichiarate SP. Ma perché? Che cosa veniva fatto male?

E i checksheet per i PC, Supervisori, C/S sul Running Program dovevano essere disegnati e le persone dovevano essere addestrate e portate attraverso il programma PRIMA che l’edificio fosse aperto cosi che potessero trovarsi sul posto in anticipo.

Il Super Power non erano le sole cose che bisognava rilasciare:

  • Avevamo ancora tutti i libri di base e le conferenze da rifare.
  • Il nuovo Mark VIII Ultra E-Meter – 30.000 già prodotti e fermi in un magazzino a Los Angeles. Costarono solo 40 $ l’uno per produrli ma li avremmo venduti ancora per oltre 3.000 $. Non era richiesto ritornarli per gli aggiornamenti. Potevano essere aggiornati via internet. Veniva richiesto a tutto il pubblico di acquistarne due e li avremmo venduti tutti nel primo anno. Avevamo costruito solamente 30.000 Mark VII cosi sapevamo che c’erano perlomeno cosi tante persone a cui sarebbe servito il nuovo E-Meter.
  • I nuovi libri per l’E-Meter – Il nuovo E-Meter avrebbe richiesto di rifare tutti questi libri.
  • Nuovi Gradi – Con il nuovo E-Meter potevamo ri-rilasciare i Gradi che erano stati incorrettamente modificati e 10 volte più lunghi di quello che dovevano essere.
  • Key To Life e Life Orientation Course dovevano essere rifatti dato che non erano stati consegnati come LRH disse di farli e ci voleva troppo per completarli.
  • Avrebbero rilasciato il Saint Hill Special Breifing Course su CD? Tutte e 400 e più conferenze dovevano venir re-editate e controllate, le trascrizioni dovevano essere rifatte. Doveva essere rifatto anche il packaging.
  • Avrebbero sistemato anche gli L? Le pubblicazioni usate erano dei Board Technical Bulletins scritti da David Mayo – un passato Senior Case Supervisor International che era l’auditor di LRH e ora era stato dichiarato soppressivo – assieme a tanti altri. Come potevamo sistemarli dato che erano quelli che facevano più soldi, anche se non scritti da LRH? Come potevamo risolvere questo dilemma?
  • Ogni corso per auditor che conteneva dei riferimenti all’E-Meter doveva venire aggiornato. Tutte queste cose si relazionavano una all’altra. Non si poteva cambiarne una senza dover cambiare l’altra. Se si rilasciava una cosa dovevi ri-rilasciarne anche altre quattro.

Queste erano le cose che dovevamo risolvere. FINE DEL MEETING.

Dave Miscavige poi passo altre 2 ore a dirci che lui era l’unico che poteva fare ognuna delle cose descritte sopra e di come avesse dovuto sistemare tutti i nuovi libri Basics lui stesso, aveva dovuto rifare il corso PTS/SP lui stesso, aveva dovuto rifare tutta la Golden Age of Tech da solo con poche persone che lavoravano direttamente per lui. Poi dopo tutto questo, ha dovuto rifare da solo le policy e avrebbe dovuto inevitabilmente rifare tutti i bollettini tecnici e i nuovi volumi di Tech lui stesso. Ogni cosa che non era stata rifatta negli scorsi anni doveva TUTTA essere rifatta perché ci sarebbero state cosi tante cose nuove che le vecchie non avrebbero più combaciato, non avrebbero più avuto senso e si sarebbero contraddette tra di loro.

Il meeting durò fino alla 1 a.m. circa e noi tornammo alle nostre aree di lavoro. Naturalmente, ho omesso le parolacce dette, le persone colpite da Dave, le frasi piene di profanità volgari e Dave Miscavige che mandava la gente fuori dal meeting perché non voleva più “vedere la loro faccia” mentre parlava.

Sarete sorpresi di come io possa sedermi a raccontare ciò nei minimi dettagli. Beh, avendo visto che questo esatto meeting si tenne almeno 30 volte in una forma o nell’altra per diversi anni, lo ricordo come se fosse successo stamattina. C’erano più o meno le stesse persone e si passava sopra alle stesse cose dato che Dave ci aveva parlato di quelle in centinaia di occasioni – era l’unico che poteva fare queste cose e ogni lavoro fatto da chiunque che non fosse lui veniva uniformemente rigettato, allora perché preoccuparsi?

Ogni tanto, una delle centinaia di cose di cui aveva parlato veniva finalmente realizzata e sarebbe stata una, singola cosa di cui non si sarebbe più sentito parlare. Anche se qualche volta ne avremmo risentito parlare, più tardi, Dave avrebbe deciso che ora era viziata basandosi su fatti nuovi che lui aveva deciso avrebbero dovuto essere fatti in un certo modo. Per esempio, un libro che si accompagnava ad un certo set di conferenze che era stato erroneamente accoppiato con il set sbagliato al momento del ri-rilascio.

Uno penserebbe che un editore di libri dovrebbe avere certe abilità per correggere un libro. Beh essendo questo il caso, vi potete immaginare Mike Rinder (il capo dell’Ufficio degli Affari Speciali, il ramo di intelligence operativa di Scientology) che correggeva un libro di LRH senza aver dormito? E Ray Mithoff (Senior Case Supervisor International e attuale Ispettore Generale per la Tech), lo stesso tipo che venne dichiarato una Persona Soppressiva da Dave Miscavige nel 2000 per l’out tech sul KTL e il LOC? E riguardo al mixer audio, Rick Cruzen, la cui sola qualifica che lo fece assegnare alla correzione dei libri di LRH fu che li aveva letti tutti – mentre era sul Progetto Forza di Riabilitazione per tanti anni! Tutti questi individui stavano correggendo i libri di LRH i libri di base. Dave Miscavige disse che era giunto a correggere tutti i libri di base da solo. Cosi come diavolo si poteva completare e riempire di pubblico e staff l’edificio del Super Power?

(Nota dell’autore: Mentre scrivo questo nel 2009 l’edificio del Super Power ancora non ha aperto. Sono stati raccolti oltre 100 milioni di dollari per fondarne la costruzione – e continuano ad essere raccolti, anche se è stato raggiunto più del doppio del budget richiesto. Per costruire l’Empire State Building ci volle un anno! La sola cosa rilasciata dalla lista di materiali data sopra sono i “Libri di Base e le conferenze”.)

Capitolo diciotto – I grandi spazi aperti

Dovevamo girare un film cosi che si potesse rilasciare all’event del giorno dell’Auditor programmato per Settembre. Il film che doveva essere girato era il Film #1 di addestramento tecnico – I TR nella vita.

Mitch Brisker era un regista di professione assunto per dirigere il film mentre tutti gli altri staff che lo producevano erano membri della Sea Org. Mitch Brisker era uno scientologo da tanti anni. La storia fu che lui anni indietro usava abitualmente droghe e un giorno si svegliò con la sua ragazza morta (overdose di cocaina) al suo fianco nel letto. Finì per fare il Rundown di Purificazione e anni dopo diventò regista di spot commerciali e poi in qualche modo finì a Gold a dirigere tutti i film tecnici che dovevano essere ri-girati. Dovevano essere ri-girati perché i film esistenti erano di cosi bassa qualità da renderli completamente inguardabili e imbarazzanti. (Nota: Dave Miscavige era nel gruppo che girò i film merdosi e solo un film su cui lavorò viene oggi mostrato nelle organizzazioni).

Il resto della squadra delle riprese erano membri della Sea Org. C’erano circa 25 di noi. Erano il cameraman, le luci, il Make-up, i costumi, i macchinisti, il Set e lo staff dei talenti. Un gruppo di Hollywood equivalente che faceva lo stesso tipo di riprese filmate avrebbe avuto almeno il triplo di persone che avevamo noi.

Avevamo quattro veicoli dove doveva trovare spazio ogni staff e l’equipaggiamento. Avevamo un Camion GMC del 1979 per le luci (che si rompeva abitualmente da qualche parte). Avevamo un camion GMC del 1979 per le telecamere, un Chevrolet “Dually” con carrello e un Van bianco per 15 passeggeri. C’erano solo cinque dei venticinque staff a cui era permesso guidare questi veicoli.

Nella Sea Org di Gold, ci sono dei requisiti specifici che devi avere per poter guidare. Solo pochi staff avevano tutti i requisiti:

  1. Dovevi aver fatto scuola guida, un corso che richiedeva la tua presenza sullo studio per un intero mese per 2,5 ore al giorno dove imparavi come funzionava un auto e come guidarla.
  2. Dovevi avere una patente correntemente valida. Uno su venti staff di Gold aveva una patente valida.
  3. NON DOVEVI essere nella lista delle fonti potenziali di guai (PTS). Era una lista generata dal consiglio di perimetro. Dato che ogni corrispondenza da e verso Gold veniva aperta e letta dalla sicurezza, ogni cattivo indicatore o commento critico verso Scientology espresso da un parente o amico ti avrebbe fatto atterrare sulla lista PTS. Fino a che non maneggiavi regolarmente o disconnettevi da quella persona, saresti rimasto sulla lista PTS. Ancora, se ti ammalavi in un modo qualsiasi, ti avrebbero aggiunto alla lista PTS fino a che la persona che ti sopprimeva non era stata localizzata e maneggiata o tu non avessi disconnesso da loro.
  4. Dovevi leggere il manuale del veicolo che desideravi guidare e un’altra persona ti doveva interrogare su dei punti specifici del manuale fino a che eri capace di rispondere ad ogni domanda che ti veniva posta.
  5. Non dovevi avere nei tuoi verbali di guida nessun incidente o multa. Se facevi un incidente o ti davano una multa dovevi rifare la scuola guida e pagare per l’incidente o la multa per poter ritornare “sulla strada”.
  6. Dovevi essere assicurato per il veicolo che volevi guidare. Se era un veicolo personale, dovevi coprire i costi di assicurazione con la tua paga di 40$ la settimana. Se era un veicolo dell’Org, dovevi venir approvato per guidarlo e aggiunto al piano assicurativo di copertura generale.

Come ho detto, solo pochi staff riuscirono ad avere l’Okay per entrare nella lista di Guida; dei venticinque di noi, ce n’erano cinque ed erano veramente molti. In alcune parti di Gold, su cinquanta persone solo una o due potevano guidare. I veicoli servivano principalmente per trasportare l’equipaggio in una località per girare da e per lo studio. Vedete, durante questo periodo Gold non aveva uno studio per girare i propri film e quello usato negli anni precedenti era minuscolo e appena sufficiente per girarci dei film. Gold girava la maggior parte dei film in un bunker atomico abbandonato nella base dell’Air Force Norton a San Bernardino. L’Air Force si era appena spostata e aveva lasciato una parte della base alla locale tribù indiana di San Manuel come parte di un accordo governativo. Cosi Scientology pagava un affitto agli indiani e loro usavano i soldi per costruirsi un casinò.

Ogni giorno caricavamo le cose e viaggiavamo per 40 minuti da Gold a questo bunker dell’Air Force abbandonato in mezzo al nulla. A fine giornata facevamo su tutto e ritornavamo a Gold. Nell’edificio operativo non c’era aria condizionata ed in alcuni giorni estivi nello studio c’erano 40 gradi. Cerano condizionatori portatili che ci portavamo per dirigerli verso gli attori durante le pause cosi che il make-up non si sciogliesse dalle loro facce. Si, questo era il posto dove il 90% dei film tecnici di Scientology venivano girati! Ora, se dovevamo girare in una location, di solito ci dovevamo svegliare alle 3 – 4 a.m. circa cosi potevamo caricare l’equipaggiamento arrivare alla location, preparare e girare. Poi ricaricare ogni cosa e ritornare alla Base.

Per il film TR#1 (Routine di addestramento nella vita), avevamo circa 30 sequenze da girare. Per la maggior parte delle sequenze ci voleva un intero giorno di riprese. Mitch, il Regista, aveva deciso che circa la metà di queste sequenze le voleva girare in una location e l’altra metà nello studio. Questo voleva dire che dovevamo suddividere le riprese cosi che un giorno giravamo nella location, il giorno dopo le dovevamo girare nello studio. Questo avrebbe permesso ai macchinisti di cambiare il set mentre noi eravamo nella location e cosi via.

Beh, Dave Miscavige voleva rilasciare il film TR#1 per il giorno dell’Auditor che cadeva in Settembre. Era la fine di Giugno, e basandosi su quanto tempo sarebbe occorso per montare il film, trovare la musica e finalmente fare il mixaggio, aveva arbitrariamente deciso che voleva mostrare il film per il giorno della Sea Org (primi di Agosto). Il che ci dava circa un mese per girare 30 sequenze. Ogni giorno che passava sarebbe stato un giorno perso e si doveva iniziare a girare subito. Iniziammo alcune settimane dopo aver scovato le location e dopo l’approvazione dei progetti e del budget.

La nostra schedula per le riprese era qualcosa del genere:

GIORNO 1 – Ci alzavamo alle 6.00 a.m. partivamo per Norton, riprendevamo tutto il giorno e tornavamo a Gold verso le 10.00 p.m. Facevamo il nostro meeting per ripassarci le riprese del giorno successivo, che erano in una location. Tornavamo a casa verso le 11.00 p.m.

GIORNO DUE – Ci alzavamo verso le 4.00 a.m. partivamo per Norton, una volta a Norton, caricavamo l’attrezzatura e guidavamo verso la nostra location. Giravamo tutto il giorno e tornavamo a Gold verso le 10.00 p.m. se eravamo fortunati. Facevamo il nostro meeting per ripassarci le riprese del giorno successivo. Tornavamo a casa verso le 11.00 p.m. Almeno si poteva dormire fino alle 6.00 a.m. il mattino successivo!

GIORNO 3 – Ripetizione della schedula del GIORNO 1.

GIORNO 4 – Ripetizione della schedula del GIORNO 2.

E andò avanti cosi per un intero mese. Quando arrivammo all’ultima settimana di riprese, l’equipaggio si addormentava in piedi, o mentre guidava, dite voi. La maggior parte dell’equipaggio dormiva mentre stavamo viaggiando. Ma, siccome c’erano solo cinque autisti per i nostri quattro veicoli, la maggior parte di loro dormiva dalle 2 alle 5 ore per notte quando andava bene. Alcune notti ritornammo dalla location dove avevamo girato alla 1 a.m. e dovevamo ritornare allo studio per le 7.00 a.m. il giorno dopo.

Bene, arrivammo alla fine del film e qui le cose divennero un po’ complicate. La sequenza finale del film conteneva tutti gli attori che apparvero durante tutto il film. C’erano 30 e più attori che dovevano essere disponibili a venire con noi nel bel mezzo del nulla e passare sei ore su un set a 35 gradi. Aggiungeteci a questo, la sceneggiatura di LRH richiedeva un movimento di macchina quasi impossibile da fare che non era nemmeno stato inserito le versione precedente del film. Questa sequenza venne ri-rigirata quattro volte. Ogni volta veniva rivista, Dave disse che non andava bene e che non poteva essere usata nel film. Cosi la girammo un ultima volta. Finimmo molto tardi quella notte allo studio e portammo il film alla base. Era domenica notte e martedì sarebbe stato il giorno della Sea Org. Finalmente avremmo avuto un giorno libero e il film era finito!

Tornammo il lunedì, le riprese erano state esaminate. Non erano buone. Dave era incavolato. I suoi piani erano stati sventati e il film non sarebbe mai stato finito in tempo ora. Questo cosa significava? Cosa dovevamo fare? Organizzare un’altra ripresa era fuori questione dato che alcuni attori erano fuori città, su altri progetti, ecc.. Avevamo già girato la sequenza quattro volte ed alcuni attori si rifiutarono di ritornare indietro non importa il motivo. Ed erano gli attori di Scientology! Chiedemmo se, tra le quattro versioni girate della sequenza finale, ci fosse stato sufficiente filmato da poter montare assieme una sequenza piena cosi da poter finire il film. No, non era una delle opzioni. Dave Miscavige stesso aveva affermato che senza la sequenza finale propriamente girata, l’intero film era un fallimento e non poteva essere completato. Non sapevamo cosa dovesse succedere, ma sapevamo che non sarebbe stato buono. Eravamo marionette in attesa di essere messe in moto. Bene, non importava cosa succedesse, sapevamo che Dave Miscavige avrebbe tirato i fili.

Quel primo strattone avvenne molto presto. Naturalmente, i primi della lista furono tutti i capi del dipartimento che vennero pesantemente sottoposti a verifiche di sicurezza dallo staff di RTC. E questo includeva ognuna e tutte le attività sospette in cui potevamo essere coinvolti. Ladri? Furti? Sesso con gli attori? Pasticciare? Sesso tra di voi? Gioco d’azzardo? Ditene una voi, ci venne chiesto. Ci vennero fatte esattamente le stesse domande più e più volte, formulate diversamente, ci venne gettato addosso ogni cosa e qualunque cosa. Durò perlomeno otto ore continue. Avevamo fottuto le riprese di questa unica sequenza per quattro volte e ci doveva essere un qualche vero crimine sotto tutto questo. Nessuno volle sentirci parlare di non aver dormito per un intero mese. Nessuno volle sentire dell’equipaggio che aveva dovuto usare i propri soldi per pagare la benzina dei veicoli dell’Org. No, la sola cosa che volevano era che ammettessimo di aver commesso i crimini più atroci immaginabili e solo allora avrebbe avuto senso. Dave Miscavige disse che avevamo dei crimini e cosi ce li avevamo, e finché non li ammettevamo, non si sarebbero fermati.

Dopo ore e ore di verifica di sicurezza, si era fatta quasi la 1 a.m. Fu a quel punto che realizzammo che, fino a quel momento, non avevamo mai vissuto nulla di paragonabile a ciò che doveva arrivare. Ci venne detto di adunarci fuori sulla strada vicina alla sala da pranzo. Ci venne detto che ovunque dovevamo andare, dovevamo correre, che non dovevamo parlare se non venivamo interrogati, eravamo su una schedula strettamente militare e non dovevamo lasciare la proprietà per ritornare al dormitorio fino a che tutti noi non ammettevamo tutti i crimini in cui eravamo coinvolti. I sei di noi si allinearono sulla strada. C’erano quattro ragazzi e due ragazze. Eravamo tutti stanchi e non avevamo avuto che poche ore di sonno a notte per almeno un mese. Era Luglio e non eravamo pelle e ossa solo per non aver mangiato molto, ma il caldo e la mancanza di sonno avevano chiesto il conto sul nostro complessivo livello di energia. La maggioranza degli staff sulla proprietà era da tempo ritornata a casa. La maggioranza delle luci sulla proprietà era stata spenta ed là fuori era molto buio. Eravamo qui, dopo aver passato ore sulla griglia per dei crimini che avevamo commesso e tutto quello che desideravamo era poter dormire. Fu in quel momento che arrivarono tre moto fuoristrada. Jon Stumbke, Ispettore Generale Master of Arm del Religious Technology Center era su una moto e sulle altre c’erano a cavallo le guardie della sicurezza di Gold.

“Correte!” ci ordinarono. “Restate nel fascio di luci e correte finché non vi diamo lo stop!”

Iniziammo a correre. Dove stavamo andando? Cosa diavolo era questa cosa? Avevo sentito parlare di qualche pazza stronzata che succedeva alla Base ma questa era oltre ogni limite che avevo visto o sentito. Motociclette che ci inseguivano nel buio pesto mentre noi venivamo fatti correre davanti a loro come dei cani. Ci gridavano ogni secondo di continuare ad andare e ci rimproverarono perché rallentavamo.

Continuarono a guidare e a gridare di andare a destra o sinistra in certi punti e corremmo su tutta la proprietà. La Base Int copre oltre 500 acri ed alcune parti sono poco sviluppate. Corremmo su tutta la proprietà e continuammo a correre. Quando uno di noi rallentava o si fermava, veniva ordinato agli altri di afferrare la persona e forzarla a continuare. Non importa cosa succedeva, non ci era permesso fermarci per nessuna ragione. Corremmo attraverso aree erbose, terriccio, asfalto, attraverso alberi, e ovunque i ragazzi delle motociclette decidessero di guidarci. Era come se non fossimo diretti in una qualche specifica zona, ma che dovevamo solo continuare a correre fino a che qualcuno decideva che avevamo corso a sufficienza.

Alla fine, una delle ragazze collassò. Non ne poteva più di correre. Era stanca e piangeva. Al resto di noi venne ordinato di fare delle flessioni mentre le urlavano per farla alzare e iniziare nuovamente a correre. Piangeva e correva allo stesso tempo. Era orribile da guardare. Era orribile da vivere. Era solo semplicemente orribile, quella sensazione di malessere che ti arriva quando vedi qualcosa di terribilmente sbagliato.

Quel momento rimase impresso a fuoco nella mia esistenza per sempre. Seppi in quell’istante che non lo avrei mai dimenticato per il resto della mia vita. Si fecero le 2.30 a.m. e ci venne detto che dovevamo correre fino a dove avremmo dormito. Finalmente la tortura era finita. Ci venne detto di correre fino alla parte estrema a sud della proprietà. Non faceva senso, perché non c’era NIENTE laggiù. Nessun edificio, nessun rifugio, nulla. Solo alberi e campi d’erba. Ma quando le motociclette rombarono dietro a noi, corremmo e corremmo fino a che raggiungemmo la parte sud. Ci venne ordinato di fermarci e rimanere sull’attenti al buio. Molti di noi usarono questa pausa per riprendere il fiato. Una delle ragazze stava ancora piangendo e tirava su col naso di tanto in tanto nel mezzo delle lacrime.

Passarono dieci minuti prima di vedere un paio di fanali che venivano contro di noi. Era un Pick-up. Si fermò; qualcuno scese e salì sul piano del pick-up. Procedettero a calciare un grosso pacco giù dal retro dell’auto e a gettare alcuni pali giù a terra. La persona tornò dentro l’auto e guidò via.

Fuori era nero pesto e se c’era la luna era una falce. Potevamo appena vederci l’uno con l’altro ad alcuni metri di distanza. La sola luce arrivava dalle stelle e un debole riverbero dalla vicina città di Hemet. Jon Stumbke ci disse che avremmo dormito qui per la notte. Erano state approntate due tende ed era tutto quello che avevamo. Ci venne detto che avremmo marciato verso la nostra prossima assegnazione all’alba e che sarebbe stato meglio per noi avere le nostre tende impaccate e pronte per quando il sole si fosse alzato dalle montagne. Salì sulla sua moto, cosi come le due guardie della sicurezza che cosi felicemente avevano guidato dietro a noi nelle scorse due ore. Andarono via e con loro se ne andarono le sole luci che avremmo visto per il resto della notte.

Fino a quel momento della mia vita, non avevo mai apprezzato tanto le tende da campeggio della Coleman che mi divertivano da bambino. Si mettono i due pali all’interno di una guaina di tessuto e puff ecco una tenda! Le tende che ci diedero quella notte non erano tende Coleman. Erano come ci parve di capire vecchie tende di canapa ammuffita dell’esercito. Non potevano avere meno di 30 anni, e i pali che le accompagnavano erano molto vecchi e consumati. Ci volle almeno 45 minuti per capire come tende e pali si accoppiavano. Era nero pesto e non avevamo mai visto queste tende, nemmeno mai montata una in precedenza.

Alle 3,30 a.m. avevamo le tende montate. Scoprimmo che questo vecchio tipo di tende non aveva nemmeno il fondo come invece c’era nelle nuove eleganti tende Coleman. Avevamo le tende ma non le coperte, o il fondo della tenda per dormirci su. L’erba era ancora un po’ bagnata dall’inizio della nottata. La maggior parte del terreno di Gold aveva annaffiatori temporizzati che scattavano verso le 11.00 p.m. Quattro ore più tardi c’era ancora un po’ di umidità rimasta. Molti di noi si riposarono mettendo solamente le mani sotto la testa o dormirono direttamente sull’erba. Fortunatamente, era estate e fuori non era cosi freddo. Era il massimo della fortuna che ci potevamo aspettare.

Alle 4.30 a.m. partirono gli annaffiatori. Non tutti quelli del lato sud partirono. SOLO quelli dove dormivamo noi. Molti di noi saltarono in piedi e corremmo fuori dal raggio dove gli annaffiatori partirono. C’era un’area sabbiosa a circa 25 metri da dove dormivamo. Ora i nostri vestiti erano definitivamente impregnati d’acqua e non avevamo nulla per asciugarci. Alcuni di noi riuscirono a sdraiarsi nella terra e tornarono a dormire, mentre uno o due semplicemente si sedettero là fino a che sorse il sole.

Dopo aver trascinato la tenda bagnata fuori dall’erba ed averla impacchettata, fummo accolti da una altra guardia della sicurezza su una motocicletta. Naturalmente, Jon Stumbke e le altre due guardie stavano dormendo nei loro caldi letti da qualche parte e non sarebbe arrivati per scuoterci cosi presto al mattino. Sono certo che tutti stavamo pensando la stessa cosa quando vedemmo la nuova guardia arrivare. Comunque, ci disse di correre al garage per farci una doccia.

Ci vennero dati 10 minuti per farci una doccia e ritornare fuori pronti per la colazione. Molti di noi si lavarono solamente le mani e la faccia e ritornarono fuori. L’acqua nel garage era gelata e se aspettavamo che si scaldasse si sarebbe fatta l’ora di andare. Ci venne detto di correre fino alla cambusa per incontrare l’addetto alle pulizie della cucina. Ci avrebbe dato la colazione e detto cosa dovevamo fare dopo.

Arrivammo alla cambusa e trovammo l’addetto alle pulizie. Sembra che chiunque che si trovi nelle posizioni più basse del totem adori la possibilità di dirigere qualcun altro. L’addetto alle pulizie ci disse di avere del pane e dei wafers per noi. Dovevamo mangiare in cinque minuti e poi metterci al lavoro. Sembrò che non appena ci lasciò, fosse di ritorno per dirci che la colazione era finita e ci diede uno spazzolino da denti a testa. Ci informò che lei e il resto dello staff della cambusa si erano presi un giorno libero dato che era il giorno della Sea Org. Noi dovevamo passare l’intera giornata a strofinare le piastrelle del pavimento della cambusa con i nostri spazzolini appena acquisiti.

Non avete mai provato il dolore fino a che non siete rimasti per sedici ore sulle mani e sulle ginocchia a strofinare piastrelle del pavimento con un piccolo spazzolino. Per nostra fortuna, ci concessero 10 minuti di pausa per il pranzo e per la cena. Siccome molti dell’equipaggio della Base Int erano assenti per la giornata, non c’era molta gente in giro a vederci strofinare il pavimento. Era già abbastanza umiliante avere gli addetti alle pulizie che ci bosseggiavano. Sembravamo assolutamente delle merde per non aver riposato o fatto una doccia.

Alla fine della giornata, eravamo fisicamente incapaci di fare qualcosa a parte dormire. Ci fecero correre fuori all’area dove avevamo dormito la notte prima. Sapendo molto bene che gli annaffiatori erano stati riprogrammati per coincidere con il nostro periodo di sonno, ci spostammo di posizione fuori dalla loro gittata e avevamo contrabbandato dalla cambusa dei grossi sacchi di plastica per la spazzatura da usare come coperte su cui dormire. Almeno sapevamo come si allestivano le tende, cosi non ci volle tanto a montarle. Fummo in grado di addormentarci verso mezzanotte. Per la prima notte dopo tante avremmo fatto una intera nottata di sonno, perlomeno lo pensavamo.

Circa verso le 3.00 a.m. venimmo svegliati da un’altra guardia della sicurezza. Ci venne detto che non ci era permesso dormire sull’erba dato che eravamo in punizione e dovevamo fare ammenda e non meritavamo un tale lusso. Ci dissero che dovevamo smontare le tende, portarle fino a OGH e rimontarle là. Normalmente ci volevano 20 minuti di cammino fino a OGH da dove ci trovavamo. Arrivare là con le tende ci vollero 45 minuti. Intorno a OGH c’era solo terreno. Non c’erba da nessuna parte. Guardammo il lato in luce, non c’era erba = nessun annaffiatore. Quando riuscimmo ad arrivare là, optammo per stendere le tende sul terreno e dormirci sopra. Ci avrebbe concesso un po’ più di tempo per dormire e non dovevamo nemmeno smontarle al mattino.

Giorno dopo giorno, settimana dopo settimana, seguivamo la stessa routine. Nessun permesso di parlare con gli altri staff, nessun permesso di ritornare a casa nostra o ai dormitori. Nessun permesso di vedere le nostre spose. Di noi sei, quattro erano sposati e avevano mogli che lavoravano alla Base. Dopo due settimane, ci fecero una sorpresa; l’intera troupe del film si unì a noi. Altri venti più o meno persone che dormivano per terra. Nessuno di loro sapeva perché si era unito a noi nelle tende, a strofinare cassonetti tutto il giorno, o i bagni, o i pavimenti con uno spazzolino da denti. Finirono semplicemente qua fuori e nessuno sapeva quanto ci sarebbero rimasti.

Ci vollero circa due mesi prima che ci fosse permesso di ritornare ai nostri normali incarichi e ritornare ai nostri letti per dormire. Nessuno di noi ammise mai alcun crimine e nulla venne fuori riguardo a niente. Il film TR#1 fu completato e Dave Miscavige stesso si sedette nella sala montaggio con il capo montaggi e usò tutte le riprese che avevamo filmato nelle quattro volte che riprendemmo l’ultima sequenza e riuscì a fare quello che avevamo suggerito noi prima che ogni tortura mentale o fisica avvenisse. Non ci fu mai data nessuna spiegazione sul perché ci venne permesso di ritornare al nostro posto, nulla. Semplicemente ritornammo alla nostra vita come se niente fosse successo.

Oh, ma qualcosa era davvero successo. Parecchi individui vennero emotivamente spaventati a morte. Ad oggi penso che la notte dove venimmo inseguiti intorno alla Base dalle motociclette nel buio sia la sola volta dove ho concepito l’idea del suicidio in questa vita. Solo anni dopo, quando diventai uno dei più alti executive alla Base Int., scoprì cos’era successo e perché ci venne permesso di ritornare alla nostra vita normale.

Scoprì che dopo che Dave Miscavige ci aveva ordinato di star fuori nelle tende e alle guardie di correrci dietro su tutta la proprietà e via di seguito, venne coinvolto in una grossa causa legale e si scordò di noi totalmente. Partì per LA e lavorò su altre questioni. Dato che non ci ordinò mai di ritornare sul posto non ritornammo mai. Alcune settimane dopo, il soggetto della troupe delle riprese venne fuori in qualche meeting e a sua “sorpresa”; eravamo ancora fuori nelle tende e strofinavamo bagni tutto il giorno. Ci venne quindi ordinato di rientrare in produzione come se nulla fosse successo.

Capitolo diciannove – Adesso, questo è divertimento

Era il 1999 e Dave Miscavige aveva scritto agli executive di Int per tutto l’anno per assicurarsi che l’event del 2000 fosse il più grande event della storia di Scientology. Dave scrisse anche un dispaccio al CO CMO Int il primo Gennaio 1999, dicendogli che ci sarebbe voluto tutto l’anno per poter pianificare in modo appropriato l’event dell’anno nuovo.

Cosi naturalmente quando giunse Ottobre 1999, nulla era stato fatto durante tutto l’anno per prepararsi all’event del nuovo anno 2000. Dave aveva chiesto riguardo a questo event durante tutto l’anno ed era stato assicurato che ci si sarebbe preso cura di tutto. Cosi fece ciò che sapeva far meglio, creò una devastazione.

Ora tenetevi a mente che l’event della IAS del 1999 si era appena tenuto in Inghilterra e fu un completo sterminio. All’inizio del’event, il proiettore dei film 35mm che doveva mostrare il filmato d’apertura si ruppe. In aggiunta, le trascrizioni in qualche modo furono sbagliate e gli interpreti dal vivo semplicemente rinunciarono di stare al passo con la rapida e prolissa consegna di Dave Miscavige e lo piantarono a mezza strada. Essendo una folla predominante di persone di lingua straniera da tutta Europa, l’event venne ufficialmente classificato un vero disastro. L’intera squadra dell’event stava ancora annaspando da tutto ciò e il tipo del proiettore ricevette un biglietto per il Progetto Forza di Riabilitazione. Accadde che lui era anche uno dei ragazzi degli effetti speciali di Gold e loro erano già corti di personale ancor prima della sua assenza.

Basandosi sulla squallida performance in Inghilterra, e dal fatto che l’intera Base lo aveva ignorato per tutto l’anno riguardo a questo nuovo event, Dave Miscavige ordinò che ogni singola persona dell’intera Base Int lavorasse sulla produzione dell’event del nuovo anno. Normalmente ci avrebbe lavorato una squadra di poche centinaia di persone fino a poche settimane prima di un event. Questa volta sarebbe stata l’intera Base Int. Ogni singola ultima persona doveva lavorare per produrre l’event e se non fosse stato un grande successo sarebbe stata colpa di ogni singola persona della Base Int, (eccetto Dave, naturalmente!).

L’event del nuovo anno 2000 doveva superare quello più grande fino ad ora, che era l’event della IAS del 1993. Per poterlo fare avrebbe richiesto molte più persone e in una scala più grande di quello dell’event della Sport Arena di LA. Dave decise che la Sport Arena doveva essere la sede per tenere l’event, ma che sarebbe stato più grande come dimensione e scopo. E che questa volta non ci dovevano essere sedie vuote in nessun posto. Quando Dave ragguagliò la squadra dell’event su questa cosa, fu un déjà vu riguardo a tutto. Sapevamo che questo event sarebbe stato maledetto di sicuro. Se non ci fosse già stato sufficiente malocchio attaccato all’event, questa volta era garantito che si sarebbe trasformato in un gigantesco panino di merda. La Sport Arena di LA era come un nero presagio per ogni membro della squadra di Gold. Deteneva la speciale significanza di essere l’unico posto dove Gold aveva prodotto un event in cui non una singola cosa era andata bene. Eravamo sulla strada verso morte certa.

Nei seguenti tre mesi Dave Miscavige passò tra la sala montaggio nella Upper Lodge e la sala Conferenze della Lower Lodge urlando alle persone e esigendo discorsi migliori, video montaggi migliori, partiture musicali migliori e qualsiasi cosa volesse migliore. Forniva dettagliatamente che tipo di riprese video voleva, che tipo di strumenti voleva nella colonna sonora, come voleva che un video finisse e iniziasse il prossimo, come voleva che un discorso transitasse all’interno del video, ditene una voi. Dettava ogni respiro che avremmo o non avremmo preso per tre interi mesi.

Dato che il temuto event si avvicinava e Dave cambiava costantemente discorsi e video, divenne chiaro che nulla sarebbe stato pronto per la grande notte. Aveva ordinato di mettere due grandi schermi su ogni lato del palcoscenico che mostrassero spezzoni di video in movimento durante il suo discorso. Cosi in essenza avevamo quattro ore di riprese in movimento che dovevano essere girate e montate sul suo discorso, un discorso che cambiava costantemente. Anche Dave sapeva che era un obiettivo impossibile a sole poche settimane dalla data dell’event. Capimmo che Dave lo sapeva quando ordinò di installare dei segnalatori di puntamento LED nelle cornici degli schermi su ogni lato del palco. Questi segnalatori di puntamento sarebbero serviti alla squadra degli effetti speciali per re-inserire la corretta ripresa dentro gli schermi video dopo che l’event dal vivo era finito. Almeno il video finale dell’event sarebbe stato quello giusto, anche se lo show dal vivo fosse stato un pasticcio.

Lo show dal vivo era ora ad una settimana di distanza. Nella Sport Arena c’era una armata di membri del Progetto forza di Riabilitazione da LA e almeno un centinaio di persone di una squadra del locale sindacato teatrale. Gli RPF di LA erano un numero superiore alle centinaia questa volta. Erano come una schiera di formiche che attaccava giganteschi pezzi di scenografia a bordo di automezzi e dopo pochi minuti i pezzi del palco trasportati a mano giù per una lunga rampa dentro l’arena venivano passati su al sindacato teatrale. Era uno spettacolo da vedere.

Il palcoscenico era un poco più grande di quello realizzato per la IAS nel 1993. Aveva un look simile con le consuete grandi colonne e un piccolo podio. Questo era l’event del nuovo anno non quello della IAS, cosi un tema più celebrativo rimpiazzò il logo della terra e torce che era storicamente agganciato alla IAS.

In aggiunta all’enorme schermo per le proiezioni su ogni lato della scenografia con spezzoni video in movimento, due schermi aggiuntivi ancor più grandi vennero posizionati su entrambi i lati della sala per proiettarci l’evento dal vivo per la folla. Poi altri 20 schermi per le proiezioni e 50 giganteschi televisori al plasma vennero posizionati tutt’intorno all’arena cosi che il pubblico potesse vedere Dave Miscavige chiaramente durante tutto l’event.

Dato che non c’era rimasto più nessuno del dipartimento delle proiezioni per eseguire il tutto. Vennero sfruttati per fare il lavoro e i rimpiazzi i ragazzi che erano finiti nel Progetto Forza di Riabilitazione. Anche se io ero direttamente a capo del dipartimento che si supponeva dovesse costruire il palco e al di sopra del Manager del palco stesso, dovevo anche in qualche modo preparare tutte le proiezioni per il più grande event di tutta la storia di Scientology nel mio tempo “libero”.

L’event pianificato si doveva aprire con una grande processione di bandiere rette da membri della Sea Org provenienti da tutte le parti del mondo che marciavano attorno all’arena trasportando le bandiere del loro paese e delle loro Org. Quindi ci sarebbe stata una squadra che avrebbe danzato in un turbinio di bandiere colorate sul palco principale e infine Dave Miscavige sarebbe uscito a parlare introducendo una serie di video avendo delle riprese in movimento durante il suo discorso. Dave Miscavige aveva anche infilato la frase “La guerra è finita” dentro al suo discorso cosi che la potesse dire e metterla su film dopo essere stato truffato di questo piacere cosi tanti anni prima. L’event sarebbe finito con un’altra canzone di Scientology scritta appositamente per l’event, che sarebbe stata eseguita da un gigantesco coro Gospel.

Come il giorno dell’event si avvicinava, le telecamere venivano approntate, i camion della produzione venivano preparati, i sistemi sonori erano stati costruiti e i giganteschi deflettori vennero installati in giro per l’arena per togliere l’eco che aveva rovinato il precedente event nel 1993.

All’operatore della telecamera cablata venne ordinato di non puntare mai la telecamera direttamente giù, e gli venne detto che se un qualunque seno fosse apparso in una qualunque ripresa non sarebbe stato pagato. I suggeritori telematici erano stati pienamente automatizzati con elevatori pneumatici e calibrati a perfezione millimetrica. L’illuminazione su Dave doveva rimanere su di lui per tutto il tempo non importa cosa succedeva non doveva distogliersi da lui in ogni punto durante il suo discorso per paura che una qualche ripresa fosse inutilizzabile. Ogni piccolo dettaglio era stato preso in considerazione – o perlomeno pensavamo.

Arrivò il giorno dell’event. Tutta la squadra di Gold era sugli spilli e di certo sapeva che questa sarebbe stata o la cosa migliore che fosse mai capitata o la peggiore. Basandosi sui precedenti mesi e anni di esperienza, molti sapevano che la monetina si trovava su – la peggiore.

La squadra del carrello della produzione aveva pagine e pagine di discorso e la maggior parte del visivo che era stato preparato era fuori sequenza e non combaciava. Cosi la squadra del carrello sapeva ancor prima di iniziare l’event che sarebbe arrivata una bomba dal loro dipartimento.

Dato che io ero responsabile per entrambi il palco e le proiezioni, decisi che sarei rimasto per tutto l’event nel backstage dove erano posizionati i proiettori principali per l’event. In questo modo potevo tenere un occhio sui proiettori cosi come su ogni papera che fosse accaduta sul palco.

L’event iniziò bene. Il palco sembrava a posto, le luci erano decenti, il suono era okay e le proiezioni e gli schermi TV stavano funzionando tutti a meraviglia. La processione di bandiere durò un po’ più a lungo, ma ce la cavammo.

Poi arrivarono sul palco gli sbandieratori. Erano circa venti ragazze del college  in calzamaglia con delle enormi bandiere che roteavano intorno. Fecero un balletto e marciarono intorno al palco lanciando le bandiere in alto all’unisono.

Mentre facevano tutto questo, Dave Miscavige si preparava per entrare sul palco. Il Manager del palco lo aveva istruito di entrare da un esatto punto del palcoscenico. C’erano solo alcuni punti dove uno poteva entrare o uscire dal palco. Bene, il Manager del palco era rimasto sveglio per sei giorni e potrebbe aver confuso i punti. Mentre le ragazze danzavano sul palco e Dave era fermo sul punto magico, iniziò a sentirsi a disagio. Domandò al Manager del palco se il punto era quello corretto e disse che pensava di dover entrare da un punto diverso. Proprio mentre la musica era in crescendo e le ragazze delle bandiere stavano quasi finendo, Dave decise di muoversi nonostante quello che gli era stato detto. Come le ragazze uscirono dal palcoscenico, lanciarono le loro aste d’acciaio delle bandiere appuntite come una picca fuori dal palco nell’esatto punto dove Dave era stato fermo in piedi fino a due secondi prima. (disse più tardi che come si mosse dal punto, poté sentire la punte delle bandiere spazzolargli i capelli mentre si muoveva!) Ora, normalmente avrei detto che era una sua esagerazione, ma questa volta avevo visto l’intera scena avvenire davanti ai miei occhi. Dave Miscavige scampò per pochi secondi dall’essere infilzato a morte multiple volte da un gruppo di piccanti ragazze del college che indossavano completini succinti! Tanto per parlare di ragazze selvagge! Non capitò. Ma adesso il prossimo grande disastro del millennio era in corso.

Mentre Dave iniziò il suo discorso, si poteva notare che ogni tanto le riprese video sugli schermi laterali erano o troppo precoci o tardive o non avevano nulla a che vedere con quello che diceva. Ma a un certo punto dell’event, fu caos puro. Le riprese erano completamente casuali e qualche volta riprese che erano già state mostrate in precedenza apparivano ancora sullo schermo. Sarebbe stato completamente da rifare in post produzione, garantito.

Dopo aver visto il quasi sviss-kaboom di Dave Miscavige e la cancellazione del visivo, ponderai il trambusto che ne sarebbe derivato. Sapevo che il mio diretto junior, il manager del palco, era destinato al Progetto forza di Riabilitazione, era un dato di fatto. Non puoi quasi uccidere il COB e cavartela. Era di sicuro già andato. Ma cosa riguardo al resto di noi? Eravamo stati svegli per gli ultimi tre mesi giorno e notte. Molti di noi erano troppo intontiti per sentire dolore o anche solo per preoccuparci di cosa ci sarebbe successo.

Dopo l’event, le persone sparivano qui e là senza dare spiegazioni del perché o dove venivano mandate. Se qualcuno avesse chiesto, “Ci stiamo liberando della legna secca”, era la risposta. Autobus carichi di gente venivano mandati al Progetto Forza di Riabilitazione di LA.

Ognuno alla Base dovette rifare una batteria di esami; ogni singola persona della Base ricevette una Fitness Board. Se per una qualsiasi ragione, venivi trovato impreparato per la Sea Org, avevi l’incerto destino di essere inviato all’RPF o scaricato in un paese straniero a vivere con alcuni SP cui era stato assegnato il compito di prendersi cura di te per farsi togliere la dichiarazione.

Eravamo ritornati a pause per il pranzo corte, nessun privilegio di cantina, persone ristrette alla Base per mesi senza fine, dormire sotto le scrivanie, negli attici, o dovunque potevi trovare un posto indisturbato per alcune ore durante le ore morte della notte.

Mentre molte persone della Base Int venivano considerate la feccia della terra, io ebbi il piacere di essere il senior diretto del ragazzo che quasi fece ammazzare il COB RTC. Non solo venni ristretto alla base per un non specificato periodo di tempo, ma venni messo su di un guinzaglio corto. Avrei dovuto strisciare, pregare e supplicare per poter mai uscire dalla proprietà e dormire ancora nel mio letto. Come molti altri staff della Base Int, dovevo provvedere a me stesso.

Un sacco di gente doveva trovare uno spazio che non fosse già stato preso e farlo diventare il loro spazio. Era molto territoriale. Se avevi trovato uno spazio, e avevi tutti tuoi effetti personali lì, era comunemente risaputo tra i detenuti dei membri della Base Int che quello spazio era preso.

Essendo stato là durante tutta la costruzione dello studio del Cine Castle film, conoscevo dei buoni spazi che erano fuori dalla vista e fuori dalla mente. Dormì in un attico sopra un corridoio dietro al muro del castello del cyclorama per quattro interi mesi. Avevo una piccola coperta che avevo preso dai costumisti e ogni notte verso le 3.00 a.m., trovavo la mia strada sopra al corridoio per dormire con la coperta sopra al soffitto di compensato fino verso le 7.00 a.m. del mattino seguente. Fortunatamente, gli staff del Set & Props che lavorava durante l’intera notte caricando le scenografie per le riprese del giorno successivo non erano troppo rumorosi e io potevo farmi una buona, solida dormita di tre ore. Ero al di sopra di tutti i dipartimenti della pre-produzione a quel tempo ed ero uno dei più alti executive sul posto al Cine Castle, cosi non era inusuale per il mio staff vedermi a tutte le ore del giorno e della notte. Mangiavo gli spuntini avanzati degli attori professionali, mi facevo la doccia nelle cabine dove si cambiavano i costumi, facevo il bucato nelle macchine lavatrici del guardaroba e dormivo nel mio piccolo letto sull’attico improvvisato. Il castello era la mia casa. Alcuni del mio staff commentarono che “è come se non lasci mai il castello”. Non avevano nessuna idea che per la maggior parte del 2000, non lo feci. Vivevo lì.

Adesso, Questo è divertimento.

Annunci
19 commenti leave one →
  1. Cleopatra permalink
    18 aprile 2011 6:07 PM

    Pensate a quante angherie tutti NOI abbiamo subito……………..umiliazioni……………invalidazioni………………..BASTA!!!!!!!!!!!!!!!
    Guardiamo al futuro e cerchiamo di dare ai nostri figli il retaggio di LRH!!!!!!!!!!!!!!
    La Vs. Cleopatra!!! Ciao belli!

  2. Tiziano Marzotto permalink
    21 aprile 2011 1:54 PM

    Un consiglio: è meglio pubblicare un capitolo alla volta perchè il sottoscritto, come immagino molti altri, non possono stare così tanto tempo a leggere un post così lungo.

  3. Mirko permalink
    21 aprile 2011 10:05 PM

    Io faccio un bel copia ed incolla… e poi mi gusto e leggo con calma l’interessante libro.
    Dopo di che si può spedire l’intero libro come allegato a chiunque.

    Leggere questo libro da l’idea dell’atmosfera che girava/gira dentro a quel lager che è la base di Int . E che dovrebbe essere rititolata: “la base del Inf – erno”.
    Che gente fulminata quelli di RTC, pazzi completamente fuori dalla realtà.

  4. AlessandroMagno permalink
    22 aprile 2011 12:31 PM

    WOOWW!!ho appena finito di ridere come non mai!!! 😀
    un bel blog eticaeverità…le cavolate non meritano commenti…i più implantanti se la berranno,ma credo che avrà l’effetto contrario viste le fantastiche NANOTROIATRON 32X ripide e verticali che vengono sparate!!!…basta cercare un pò e la verità esce..GRAZIE!!!!
    Comunque non vale la pena perdere tempo meglio FIORIRE e PROSPERARE!!!
    però mi piace aiutare quindi a chi scrive dai una letta a:
    hcopl 25 luglio 1972 la forma dell’org
    hcopl 12 marzo 1975 l’org ideale
    hcopl 11 agosto 1971 espansione infinita
    hcopl 11 dicembre 1969R la sezione dell’aspetto nelle divisioni del pubblico
    hcopl 19 maggio 1970 sanità mentale
    magari scopri che le cavolate sono ancora più verticali..altro che 32X!!!
    Bye Bye 😀

  5. margherita permalink
    22 aprile 2011 1:58 PM

    Nel capitolo 18 è particolarmente agghiacciante il punto dove Marc descrive quello che gli ha fatto passare l’Ispettore Generale MAA di RTC quando a lui e a altri li ha fatti correre incessantemente e tutto a seguire da lì in poi.
    Per fare una cosa del genere o sei un SP o sei entrato completamente nella valenza dell’SP n°1 David Miscavige. Comunque sia ripeto è agghiacciante

    • Renata Lugli permalink
      22 aprile 2011 2:42 PM

      Margherita anche a me ha colpito particolarmente quel punto del racconto perchè mi sono vista davanti l’immagine di mio figlio Flavio al posto di quella povera ragazza che collassò durante la lunga e sfrenata corsa e lo schiavista MAA di RTC le ha urlato di alzarsi e continuare, piuttosto che soccorrerla e farla smettere.

      Dire che questo è agghiacciante è poco, Flavio ci avrebbe lasciato le penne in quanto è affetto da insufficienza respiratoria, ragione per la quale fu esonerato dal servizio militare e ragione per cui sono sempre stata apprensiva sulla sua salute fisica proprio perchè sono sempre stata al corrente delle condizioni restrittive in cui viveva.
      Anche se lui lavora a Flag, non credo che le condizioni siano molto diverse da quelle di Int, di fatto la Gestapo RTC, polizia di DM, è particolarmente presente in quella che è La Top Org della Perversione Tecnica del Pianeta.

      Quando sono venuti da noi a Brescia gli scagnozzi numero UNO di DM: Marion Pow e Mike Sutter, mio marito Claudio ha chiaramente fatto capire loro che Flavio non aveva le idoneità per rimanere nella SO per il motivo su espresso più altri, sempre fisici, ma loro se ne sono fregati altamente.

      Comunque un MESSAGGIO ad OSA l’ho mandato una delle volte che Flavio mi ha chiamato da Flag, dove la telefonata era registrata oltre che monitorata.
      Il messaggio è stato questo: “Flavio se dovesse succederti qualcosa, io farò tanto di quel casino che rimarrà nella storia di Scn”.

      • Renata Lugli permalink
        22 aprile 2011 8:26 PM

        Grazie Simon, lo prendo in considerazione

        Un caro saluto

  6. Diogene permalink
    22 aprile 2011 3:32 PM

    Un covo di vipere è più sano di quella gabbia di matti allucinati…

    Il nano abbindolatore è definitivamente inchiodato su “controllo compulsivo” e non sa concepire nè “aiuto” nè “comunicazione”… davvero lui vive in un buco nero che l’ha inghiottito e lui ne è terrorizzato… prova ne sia la sua spasmodica necessità della luce dei riflettori e del riverbero delle cromature per succhiare un po’ di vita agli altri…
    Dietro il paravento delle sue sordide astuzie, dietro il bancone dell’alchimista ossessionato dall’oro, dietro ai balletti delle ombre oscure ed oscuranti… NON C’E’ ANIMA VIVA… c’è un piccolo Nessuno… disperato e dispettoso…
    Non meriterebbe alcuna considerazione, se non fosse perchè ha dimostrato di essere così disastrosamente incapace… e come castigo, lui cerca ed avrà l’indifferenza.
    Pensate cosa gli accadrebbe se tutti quanti, di punto in bianco, decidessero di IGNORARLO completamente… di voltargli la schiena, di non “vederlo”…
    D’altra parte è il suo sistema preferito per nullificare gli altri… disconnessione.
    L’altro sistema di cui lui è maestro insigne è “rendere confusi”… lui sa che gli basta “sparare nel mucchio” per colpire “qualcosa”… osceno schiavista…
    E come nei vecchi film western, la sua banda esegue e sghignazza… ma la parola “fine”, a questo mondo, è l’unico immutabile “assoluto”…

    • Diogene permalink
      22 aprile 2011 10:09 PM

      Ottima osservazione…
      Cristo disse “Padre, perdona loro, perchè non sanno quello che fanno”
      Lo direbbe anche Ron?… Loro sanno bene quello che fanno…
      E pensano pure di essere OT… di essere “SE STESSI”…. bravi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...