Skip to content

FENOMENI OT

12 aprile 2011

A SUA IMMAGINE E SOMIGLIANZA

Masaniello ha colpito ancora e ci ha fornito questa grande lavoro di traduzione in modo da poter affrontare una seria discussione su un soggetto molto caldo: I Poteri OT.

I tre post che seguono sono stati scritti rispettivamente da Jeff Hawkins, Steve Hall e Marty Rathbun. Il soggetto sono i Fenomeni OT. La palla è stata buttata in campo da Jeff Hawkins, che ha assunto un punto di vista molto scettico, quasi da CICAP, in relazione alla possibilità che Scientology sia in grado di produrre realmente degli “OT”. Lui si chiede: “Il punto non e’ “esistono fenomeni paranormali?”, quella discussione potrebbe durare all’infinito. La domanda e’ “Scientology produce queste abilita’?”

Ora è indubbio, come lui stesso afferma, che per lui Scientology non sia in grado di produrre degli OT. E questa è senz’altro la sua esperienza personale, e certamente Scientology su di lui non ha funzionato. Quindi pur rispettando e ringraziando Jeff per il supporto dato nell’esporre gli abusi sia fisici che mentali, le violazioni dei diritti umani e le frodi perpetrati dalla Chiesa di Scientology, ritengo che Jeff sia, certamente dal punto di vista tecnico, un “caso senza guadagni”, al che una domanda nasce spontanea in relazione al fatto che sia rimasto in Scientology e nella Sea Org per più di trent’anni è : “Perchè c’è rimasto? Se soggettivamente non ha avuto risultati?”.

Io ritengo che la sopportazione di tutti quei soprusi, di quelle angherie e di quegli implant si attenui quando viene relazionata ai “possibili” guadagni spirituali che in potenza sono raggiungibili, ma tolto questo rimane una semplice schiavitù. Jeff ha anche cessato l’attività di blogger sul suo sito “LEAVING SCIENTOLOGY” e scrive:

E, per essere onesto, ho scoperto di di non aver più interesse in questi giorni sul soggetto di Scientology. …..

La Chiesa, per quanto mi riguarda, è morta. E’ un piccolo culto, di poca importanza che al giorno d’oggi influenza forse al massimo alcune migliaia di persone, ed ha impatto pari a zero sul mondo. Saranno probabilmente in grado di mantenere un certo tipo di facciata ancora per anni, e tenersi stretti gli ultimi fedeli, ma non c’è alcuna sostanza effettiva in essa. Il suo inevitabile  tracollo finale è diventata una semplice piccola curiosità per me.

Per quanto riguarda il movimento degli Indipendenti di Scientology, auguro loro ogni bene, comunque io non ho alcun interesse nel continuare in Scientology, in alcun modo. Spero che loro saranno in grado di evitare i tranelli e le trappole che hanno portato la Chiesa a degenerare e a diventare un culto che abusa delle persone e che sta fallendo.

Come però lui stesso afferma la promessa del raggiungimento di queste Abilità OT è stata la prima cosa che lo ha attratto in Scientology. E chi non ne sarebbe attratto? Certo chi ha poco o nessun interesse nel carattere spirituale dell’individuo non vede nemmeno la possibilità che tali abilità possano esistere.

Ma tagliamo la testa al toro e diciamo questo, è vero, nessuno degli OT che conosco ha camminato sulle acque, o ha moltiplicato il pane ed i pesci. Ma senza dubbio ritengo non ci si possa aspettare che la cosa avvenga in un attimo, questo innanzi tutto, ed in secondo luogo la dedizione necessaria e la pratica per il raggiungimento di queste abilità non è cosa da poco.

Il problema sussiste quando queste abilità NON VENGONO ESERCITATE. Il non esercitarle può essere dovuto ad una condizione di caso, legittima, e che quindi deve essere risolta prima che queste abilità POSSANO essere ESERCITATE, mi riferisco nello specifico nel caso relativo alla R6, ad OT3 e a NOTS – oppure il non esercitarle può essere dovuta ad UNA REALE SOPPRESSIONE CHE FA’ IN MODO CHE I DRILL PER RAGGIUNGERE QUESTE ABILITA’ NON SIANO RESI DISPONIBILI O NON INDICATI. QUESTO ULTIMO ASPETTO è STATA LA PROCEDURA STANDARD DELLA CHIESA DI MI$CAVIGE NEGLI ULTIMI 25 ANNI. E cioè agli “OT”, meglio sarebbe dire ai “PRE-OT” è stato fatto fare un ponte CIRCOLARE che è stato ampiamente trattato in altri POST.

Quindi secondo me, quando uno ha sperimentato sulla sua pelle enormi guadagni spirituali attraverso l’applicazione della corretta tecnologia e filosofia di Scientology, e quando utilizzandola su altri, audendoli od istruendoli ha OSSERVATO gli stessi “fenomeni” su altri Pre-OT, diventa difficilissimo INVALIDARE LA POSSIBILITA’ che queste Abilità OT esistano in concreto.

Come ottenerle? Quando le otterremo? Questo è tutto un altro capitolo. Il dire che siccome nessuno ancora cammina sulle acque, Scientology abbia fallito nella sua promessa è molto presuntuoso.

“Preparati per una lunga camminata” ci avvertiva LRH sul RJ “DA CLEAR ALL’ETERNITA'” – e lunga camminata sarà. Oppure potete starvene seduti dove siete ad ammirare le margherite. Ognuno in definitiva è responsabile delle proprie condizioni.

GARY BALDI

§§§§§§§§§§§§§

Abilita’ OT

13 Marzo 2011

Jeff Hawkins

Argomento interessante. Un argomento su cui ho pensato di scrivere da un po’ di tempo. Un argomento che sono sicuro sollevera’ forti opinioni.

La promessa delle Abilita’ OT e’ stata la prima cosa che mi ha attratto a Scientology. Leggevo avidamente le storie di “Fenomeni OT” degli OT nella pubblicazione “Advance”. All’epoca, negli anni ’70, divenni il direttore di Advance e raccoglievo e pubblicavo quelle storie con avidita’. Per alcuni versi ero il candidato perfetto per essere direttore, non ero ancora OT io stesso e avevo una grande attrazione verso questo soggetto. Il mio senso di profonda ammirazione e aspettativa si riverso’ nella pubblicazione e aiuto’ a creare un senso di mistero e meraviglia che circondava i livelli OT.

E le storie erano davvero avvincenti. Storie come comunicazione su lunghe distanze attraverso il pensiero (telepatia), visione remota (percezione extrasensoriale o chiaroveggenza), influenza su materia, energia, spazio e tempo come spirito (telecinesi o psicocinesi), guarigioni soprannaturali, predizione di eventi futuri (precognizioni), ricordo di vite passate, incontri con fantasmi e oltre. Materiale eccitante e travolgente, affascinante e che dà un senso di potere.

E gli articoli di LRH rinforzavano il senso di meraviglia. Hubbard ci disse che saremmo potuti diventare dei super-esseri: “Un thetan che viene completamente riabilititato e che puo’ fare tutto cio che un thetan puo’ fare, come muovere MEST e controllare altri a distanza, o creare il suo proprio universo; una persona che e’ capace di creare il suo proprio universo o, vivendo nell’universo MEST e’ capace di creare illusioni percepibili da altri a proprio piacimento, capace di controllare oggetti dell’universo MEST senza mezzi meccanici e non avere o provare bisogno di corpi o neppure dell’universo MEST per mantenere se’ stesso e i suoi amici interessati all’esistenza.” (Scientology 8-8008)

Quando ho raggiunto OT personalmente, desideravo cominciare ad utilizzare questi tipi di abilita’. Ho messo avidamente alla prova le mie abilita’ di visione remota, le mie abilita’ di lettura del pensiero, le mie abilita’ di muovere o interagire con la materia a distanza. I risultati furono, beh, insoddisfacenti. Beh, ho pensato, forse succedera’ sul prossimo livello OT. Oppure quello ancora successivo.

Raccontai una volta questa storia ad uno scientologo saldamente attaccato alla dottrina, uno appartenente alla freezone, ed ottenni una reazione interessante. Questa persona presupponeva che io ero quello strano, che chiunque altro avesse raggiunto queste abilita’ e che c’era qualcosa di strano in me che non avevo. Beh, potrebbe darsi. Forse io ero l’unica persona che non aveva raggiunto questo tipo di abilita’ a causa di qualche mancanza personale, ma tutti gli altri facevano allegramente levitare oggetti, leggevano nelle menti, vedevano eventi del futuro e cosi’ via. Ma per qualche motivo non credo sia cosi’. Infatti, nei miei 35 anni in Scientology, non ho mai incontrato un solo scientologo che fosse effettivamente in grado di dimostrare questo tipo di abilita’. Non ho mai incontrato un super-essere. Certamente ho incontrato un sacco di persone meravigliose, intelligenti e dedicate. Ma nessuno che potesse dimostrare cio’ che la chiesa promuoveva come “Abilita’ OT”. (Sarei felice di sentire qualcuno che abbia avuto un’esperienza differente).

Ma prima di andare oltre, definiamo alcuni termini:

Abilita’ psichiche contro Abilita’ OT

Gli scientologi tendono ad unire questi due termini. Ma siamo specifici: il termine generalmente usato nella societa’ per fare riferimento a queste cose e’ “abilita’ psichiche” o “fenomeni paranormali”, oppure termini simili. Le abilita’ OT dovrebbero venire usate per fare riferimento specifico a quelle abilita’ guadagnate dagli scientologist come risultato del salire il ponte verso OT.

Se non si chiariscono queste definizioni allora si finisce in questo genere di discussioni: uno scettico mette in dubbio la validita’ delle “abilita’ OT” di Scientology. Lo scientologo quindi risponde che “i fenomeni psichici esistono”, e accusa lo scettico di essere un materialista che nega qualsiasi genere di abilita’ spirituale. Lo scientologo potrebbe quindi citare in maniera selettiva molti, molti studi effettuati negli ultimi 100 anni sui fenomeni paranormali per dimostrare che cose come la telecinesi o la visione remota esistono effettivamente. Lo scettico viene messo sulla difensiva e la discussione si sposta tutta su “esistono questi fenomeni?”.

No, restiamo sul tracciato in questa occasione. Il punto non e’ “esistono fenomeni paranormali?”, quella discussione potrebbe durare all’infinito. La domanda e’ “Scientology produce queste abilita’?”.

Fenomeno e Abilita’

L’altra cosa da differenziare e’ il fenomeno rispetto all’abilita’.

Un fenomeno e’ qualcosa che avviene, un evento osservabile. Io ho personalmente sperimentato cio’ che potrebbe essere denominato un “fenomeno paranormale”, e questo e’ avvenuto prima di Scientology. In un caso, ero in una citta’ sconosciuta e in qualche modo ricordavo di essere stato li in passato ed infatti fui capace di orientarmi senza una mappa. In un’altra occasione fui capace di osservare accuratamente qualcosa senza l’uso dei miei occhi. Se parli ad una dozzina di persone, non scientologhe, probabilmente troverai una dozzina di storie del genere. A molte persone sono accadute strane cose inspiegabili come queste. Questi sono fenomeni, eventi osservati, per quanto incomprensibili, strani o bizzarri che siano.

Un’abilita’, d’altro canto, e’ qualcosa che si e’ imparato a fare. Suonare il pianoforte o programmare un computer sono abilita’. Una persona puo’ impiegarle in qualsiasi momento. Se richiesto di dimostrare queste abilita’ una persona puo’ farlo senza esitazione.

L’abilita’ contiene in se’ anche il concetto di permanenza. Le abilita’ non sono transitorie. Una persona non suona il pianoforte un giorno e dimentica come si suona il giorno dopo. Una persona non diventa improvvisamente incapace di suonare il pianoforte perche’ qualcuno lo ha guardato storto o ha invalidato la sua esecuzione. Questo potrebbe turbarli, ma saprebbero ancora suonare il pianoforte.

Non e’ un caso che le storie su Advance fossero chiamate “Fenomeni OT”. Quelli erano eventi singoli. Di certo erano affascinanti, come il mio orientarmi in una citta’ sconosciuta. Ma non erano cose che chi le raccontava poteva ripetere a piacimento. Ricordo di una storia di qualcuno che aveva magicamente trovato un parcheggio in una citta’ affollata. Bene, ma puoi trovare parcheggio ogni volta che vai in quella citta’? oppure “ho pensato a mia zia Marta e lei mi ha chiamato”. Ottimo, ma puoi farti chiamare a tuo piacimento pensando alle persone?

Per cui una prova valida per qualcuno che reclama di avere abilita’ OT dovrebbe essere quella di chiedergli di dimostrare quelle abilita’. Questo non sarebbe irragionevole o “entheta”. Se qualcuno dice di avere un’abilita’, allora che lo dimostri. Se tu hai l’abilita’ di vedere cose a distanza, allora dimmi cosa c’e’ nella stanza a fianco. Se hai l’abilita’ di muovere oggetti, allora muovine uno. Se puoi leggere nel pensiero, allora dimmi a cosa sto pensando.

Certamente, nel momento in cui suggerisci questa cosa, tendi ad ottenere qualcosa come “Chiedere una prova e’ un’invalidazione per un OT”, oppure “non faccio giochi di prestigio” oppure “quello e’ uno standard nascosto”. (No, non e’ nascosto, e’ nelle pagine di Advance e nei riferimenti di LRH. Non e’ nascosto quando puoi promuoverlo. E’ nascosto solo quando ti viene richiesto di provarlo.)

E un’altra cosa a cui non avevo pensato e’: “Le persone che chiedono prove nell’universo fisico di abilita’ OT sono degli scettici di tono basso e cerebralmente morti e non possono percepire cose spirituali ad ogni modo. Perche’ sprecare il mio tempo prezioso distribuendo perle ai porci”. Davvero? mi dispiace ma non vedo come chiedere prove per queste affermazioni possa essere di tono basso o possa essere indice di inconsapevolezza spirituale. Cosa? e’ “di tono alto” o “spiritualmente illuminato” accettare queste cose per fede e non chiedere per qualche genere di prova??

E certamente, avete sentito che quegli OT che non possono dimostrare queste abilita’ “hanno degli out-tech sul loro caso” oppure “sono PTS” o “sono l’effetto di David Miscavige”. Certo, potrebbero suonare il pianoforte se non fosse per tutti quegli SP!

Oppure la gente comincerebbe a citare che la ricerca del paranormale non ha nulla a che fare con Scientology. Come ad esempio citando la ricerca di Ian Stevenson sulla reincarnazione per provare che “esistono le vite passate”. Mi ripeto, il punto non e’ “esistono questi fenomeni?”, la domanda piuttosto e’ “il processing di Scientology produce oppure crea effettivamente e in maniera affidabile queste abilita’ nelle persone?”

Beh, forse il mio amico della freezone aveva ragione. Forse sono io quello strano, l’unico che non ha ottenuto questo genere di abilita’ paranormali sui livelli OT. Forse tutti gli altri hanno ottenuto queste cose e me lo hanno tenuto nascosto.

Ma quali sono le vostre esperienze? Quali abilita’ avete ottenuto o non ottenuto da questi livelli OT? E ricordate, non stiamo discutendo di fenomeni che avete sperimentato, stiamo parlando di abilita’ che avete guadagnato. Potete effettuare consapevolmente e a piacimento il genere di atti paranormali accennati nelle storie di “Fenomeni OT”?

Cedo a voi il palco…

TEIERE VOLANTI E GIOCHI DI PRESTIGIO

Mercoledi 16 marzo

di Thoughtful

STEVE HALL

Eccovi parti dell’articolo di Steve che se volete potete leggere nella sua totalità in questo documento PDF:

FENOMENI OT STEVE HALL


Uno scientologo indipendente che scrive come “Splog” sul blog di Marty ha lasciato un commento e ha ispirato l’articolo che segue.

Prima, ecco questo brillante articolo di Splog:

Ho pensato di farmi avanti ed esprimere alcune idee su cosa OT significa per me.

Io non sono OT (mai fatto i livelli OT), potrei essere Clear ma cio’ non e’ mai stato chiarito. La definizione di OT e’ causa su materia, energia, spazio, tempo, forma e vita.

La definizione non e’ assoluta, c’e’ tanto spazio per gradienti in essa. Una persona diventa OT gradualmente, in maniera molto simile a come diventa “educata”, non c’e’ un punto finale e una persona puo’ sempre divenire piu’ educata di quanto sia oggi.

Anche il semplice occcuparsi della vita giorno dopo giorno richiede di “essere un po’ OT”, come potresti fare in modo che il corpo tiri su un piede, ne metta un altro sul pavimento e cammini per strada? In un modo o nell’altro l’essere deve manovrare i fili nel cervello del corpo per far si che i nervi e i muscoli operino, non si tratta di “causa su materia”?

Io credo fermamente che lo stato di OT sia enormemente malcompreso e quello che viene detto nell org di Classe V non aiuta a comprendere. Non si tratta di giochi di prestigio o teiere che volano nell’aria con gran facilita’, a che servirebbe? Non si tratta di cancellare la forza di gravita’ con i “poteri della mente” ed andare sulla luna senza sforzo, si dovrebbe prima arrivare ad esser d’accordo con tutti gli altri sul non avere la forza di gravita’ in primo luogo.

No, si tratta piuttosto di ottenere che le cose vengano fatte, e che vengano fatte all’interno del contesto di realta’ del resto del mondo. Diciamo che un vero OT volesse aiutare una comunita’ povera a diventare autosufficiente. Io vivo in Africa, per cui questa cosa e’ reale per me. Un vero OT coinvolgerebbe la gente del villaggio, scoprirebbe qual’e’ la condizione attuale e aiuterebbe a trovare qualcosa di utile per loro da fare. Dovrebbero capire come ottenere ed utilizzare le risorse, poi ci sono i fondi, trovare i mercati per qualsiasi cosa decidano di produrre e un sacco di lavoro per portare la gente su per la scala del tono e che producano attivamente.

Magia e giochi di prestigio non fanno parte in tutto questo, piuttosto ne fanno parte la comunicazione e l’ARC. Non si tratta di “ondeggiare” o “fiammeggiare” qualcosa nel modo giusto, si tratta di persistere nell’avere a che fare con la gente finche’ le cose non cominciano ad andare nella direzione della sopravvivenza. Si devono avere buone intenzioni su tutte le dinamiche, si deve in qualche modo essere liberi dai propri stessi dubbi e incertezze sul riuscire a farcela e si deve essere desiderosi di confrontarsi con le persone e ascoltare mentre loro ti dicono tutte le loro ragioni per cui qualcosa non si puo’ fare.

Per me, questo e’ cio’ di cui OT e’ fatto. Non ho bisogno di una teiera magica che vola (piuttosto posso mettere assieme una caffettiera che si collega ad internet), io ho bisogno di riguadagnare l’abilita’ di muovere un gruppo in direzione della sopravvivenza.

Forse un vero OT o tre possono contribuire con le loro idee su quanto io sia vicino o lontano dal vero?

Teiere volanti e giochi di prestigio

Secondo me, la gente che dice “OT non esiste” non ha capito cosa sia OT.

Splog ha fornito un ottimo esemptio di un OT che aiuta una comunita’. Certo, e’ ovvio che un OT puo’ fare questa cosa. Ma far cio’ sarebbe molto piu’ facile da fare se si e’ OT. Ecco come avviene per un vero OT. Lui o lei si fa l’idea di fare qualcosa. Il desiderio di farlo e’ li perche’ sembra divertente oppure gratificante o interessante. 24 ore dopo, sta parlando con un elettricista che sta ristrutturando una casa e il tipo menziona il fatto di voler aiutare il suo villaggio. Vuole insegnare alla gente come essere autosufficiente ma ha bisogno di qualcuno che gestisca il progetto. Ed una fiammella si accende. Parlano un altro po’ e l’OT pensa: “wow, che coincidenza!” ma naturalmente lui sa che non si tratta di una coincidenza. Poi si scopre che il villaggio di cui si sta parlando  e’ lo stesso posto dove l’OT era andato a pescare l’anno scorso. La gente gli era piaciuta e allora ricorda di aver fatto un postulato a quel tempo di aiutare quella gente un giorno. Ancora un po’ di discussione rivela che hanno amici in comune nello stesso villaggio.

Il giorno dopo, l’OT chiama l’amico comune nel villaggio (che si da il caso sia un insegnante) e salta fuori che voleva fare qualcosa e aveva anche preparato una conferenza, ma aveva bisogno di un conferenziere.

Quel weekend, l’OT l’elettricista e l’insegnante fanno la loro prima riunione e il progetto per la comunita’ e’ nato. E l’OT va anche un po’ a pesca.

E tutto avviene senza sforzo. Come per magia. Come per caso, ma non era un caso.

Accendere la tua luce.

C’e’ una vecchio detto Zen: “Qualsiasi cosa tu stia cercando, quella cosa sta cercando te”. Beh, quanto piu’ tu diventi OT tanto piu’ il procedimento scorre armoniosamente dal momento che non c’e’ niente che lo trattenga. Eventualmente il pensiero da solo puo’ creare un cambiamento instantaneamente e non scherzo a riguardo. Ho imparato a mie spese di “fare attenzione a cio’ che desideri”.

Questa e’ la differenza tra l’operare come un essere sprirituale (ovvero in Scientology come “thetan” da cui OT) ed operare come un oggetto materiale.

Il fatto e’ che tu non sei un oggetto materiale. Per cui e’ difficile operare in quel modo! Non e’ normale ne’ naturale.

La cosa naturale e’ di operare come spirito, perche’ questo e’ cio’ che SIAMO. Uno spirito “opera” attraverso il pensiero. L’osservazione e’ parte di cio’. La comunicazione e’ parte di cio’. Lui o lei fa un postulato (“Ho intenzione di aiutare il villaggio”) oppure considera qualcosa (“lavorare per la comunita’ sara’ divertente”) e le cose nel suo ambiente si dispongono rapidamente in ordine.

Un istante dopo, il progetto e’ in piena produzione, scintille, chiodi e denaro volano. E ora l’OT sta scrivendo un blog su questo progetto oppure un libro o cio’ che e’ cominciato con una comunita’ e’ diventato un movimento popolare che tocca le vite di tante persone.

Questo e’ OT.

Ma per quanto riguarda la scelta di cio’ che un OT puo’ fare, questo potrebbe includere qualsiasi cosa costruttiva. In aggiunta al definire la vita come un gioco, LRH defini’ la vita come “avere e seguire uno scopo”. Quindi questo spalanca l’intera vita per un OT. Di solito sono coinvolti in un sacco di cose e nel farlo si divertono un mondo.

Il motivo per cui essere OT non include far volare teiere per la stanza e’ perche’ ogni gioco ha delle regole, e in questo particolare settore dell’universo, le regole non includono il fare giochi di prestigio. Se vuoi del the’, semplicemente allunghi il tuo braccio. Oppure chiedi a qualcuno di passartelo. Oppure postuli che qualcuno te ne porti un po’ in primo luogo.

…………

In caso di emergenza, viola le regole

Mentre salivo il ponte, ci sono stati giorni in cui potevo fare degli incredibili giochi di prestigio. Un giorno mentre ero sui TR professionali ad Austin scoprii che potevo spostare l’attenzione della gente e farli girare e guardare. Ho fatto voltare e guardare il muro qualcuno al ristorante. Ho fatto voltare e guardare diritto verso di me gente a mezzo isolato di distanza. Ho fatto girare persone e guardare dietro di loro. Che spasso! L’ho fatto con 10 sconosciuti uno dopo l’altro. Ho fatto si che ciascuno di questi si girasse e guardasse qualcosa. Loro non sapevano neanche perche’ stessero guardando. Alcune ore dopo l’abilita’ era “svanita”. Potevo farlo ancora? Si e no. Eticamente, si tratta di barare. Qualcosa in merito a questa cosa suona sbagliato, anche se era divertente da fare. Ad ogni modo c’e’ una situazione in cui fare miracoli e’ permissibilie.

Emergenze. E questo spiega come una madre puo’ sollevare un veicolo di due tonnellate per liberare un bimbo intrappolato. Tutti sanno come farlo e probabilmente lo ha fatto ad un certo punto nella vita.

Ho fornito un paio di modi per provare che siete degli OT. Ce ne sono altri sotto il naso di tutti. Eccone un altro: Verificate con qualunque fisico e scoprirete che la “massa” e’ spazio vuoto per il 99.9999999999 percento. Non dovreste essere in grado di far collidere due cose anche se voleste. Cio nonostante lo state facendo proprio ora.

Se non foste OT, scivolereste giu attraverso il pavimento e nella terra. I vostri vestiti scivolerebbero attraverso di voi.

Nulla potrebbe mantenersi assieme. Non c’e’ niente li’ che tiene unito nulla dal momento che la massa e’ virtualmente completamente spazio vuoto.

Cio nonostante gli oggetti mantengono la loro forma e potete anche far si che uno “spazio” sia capace di aggrapparsi ad un altro “spazio” entrambi essendo fondamentalmente spazio vuoto. Ma non e’ OT se uno di quegli “spazi vuoti” e’ la tua mano e l’altro “spazio vuoto” e’ una teiera.

Fotografie fornite dallo scientologo indipendente “haiku”

E’ davvero una barzelletta. Tutto cio’ che ci circonda e’ magico. Tu VIVI in un mondo magico. Quanto piu’ una persona diventa OT, tanto piu’ evidente questo diventa ed aumenta la sua sfera di influenza. Andando oltre il far volare le teiere, un OT influenza il mondo intorno a lui o lei attraverso il “pensiero” il quale include postulati, considerazioni, intenzioni e accordi. Un OT e’ capace di “imbattersi” in linee di comunicazione di livello superiore e seguire progetti generalmente costruttivi piu’ facilmente. Un OT quindi si sposta al di sopra della banda dello sforzo, e nelle bande di energia “senza sforzo” che si trovano al di sopra della banda dello sforzo. Potete trovare molte informazioni a riguardo nei libri e nelle conferenze di LRH.

Non per vantarmi, ma la ragione per cui so tutto questo, e’ perche’ ho studiato! Tra il 1994 e il 2004 ho studiato qualcosa come 1004 conferenze di LRH, in piu’ ho letto tutti i suoi libri varie volte. E ho applicato la tech alla mia vita, perche’ dovevo, per sopravvivere alla infame base di Int, dal momento che quel posto e’ un campo di sterminio spirituale. E a volte era un campo di sterminio fisico. La mia risposta alla soppressione di quel posto era quella di imparare in materia di OT meglio di CHIUNQUE altro sapesse. E non sto cercando di vantarmi, ma la prova e’ evidente. Guardate cosa e’ stato raggiunto da quando ho avviato questo sito web. Ci sono stati dei grossi cambiamenti.

Vi diro’ una cosa: e’ molto piu’ facile applicare queste abilita’ OT in un ambiente sicuro fuori da quell’inferno che all’interno di esso. Ad ogni modo ho imparato che posso farlo dovunque.

Ma che si smetta di preoccuparsi degli OT che invadono il mondo (che e’ totale idiozia) non e’ che un OT “comanda” le cose di accadere intorno a se. Questa e’ l’affermazione piu’ ignorante e sbagliata. No. Un OT si innalza in responsabilita’ ed in ARC per il mondo intorno a lui. Si innalza ad un livello piu’ alto di comunicazione con tutte quelle persone che costituiscono il mondo intorno a lui. I suoi desideri e progetti sono naturalmente “in sintonia” con gli altri. Non si tratta di effettivo “comando” delle cose, ma e’ molto piu’ accuratamente descritto con “cooperazione”. Un OT ama le altre persone e vuole aiutarle. Altrimenti non sarebbe “OT”. Dio, come e’ stupido pensare altrimenti!

Amore, fede, comunicazione, realta’, affinita’, comprensione, responsabilita’, conoscenza, buon controllo, integrita’, compassione: QUESTE sono le componenti di OT. QUESTE sono cio’ che abilitano un OT a CONOSCERE. QUESTE sono le cose responsabili del “sesto senso” di un OT (e settimo ed ottavo senso, di qualsiasi cosa si tratti, sto scherzando).

Quanto sei OT? Quanto ami il mondo? Quanta compassione hai per la gente che e’ intrappolata dalla vita invece di giocare nella vita. Rispondi a questa domanda e li trovi la risposta alla tua domanda su dove ti trovi in riguardo ad OT. Inoltre hai bisogno di conoscenza e se non hai studiato diligentemente le conferenze e i libri di LRH… non sei da nessuna parte.

…………… omissis

Abilita’ OT

di

Marty Rathbun

Una discussione molto interessante si e’ accesa sul blog di Leaving Scientology. E’ stata avviata da un post provocativo sulle Abilita’ OT da Jeff Hawkins a questo indirizzo: http://leavingscientology.wordpress.com/2011/03/13/ot-abilities/ . Anche Steve “Thoughtful” Hall si e’ fatto coinvolgere su questo soggetto (vedi post precedente).

E’ un ottimo argomento di discussione, particolarmente in luce del fatto che la chiesa di Miscavige, a differenza di quella di LRH, ha effettivamente censurato il soggetto della discussione delle abilita’ OT. Confrontate le pubblicazioni della chiesa corrente a quelle su cui Jeff ha lavorato come editore quando le pubblicazioni della chiesa erano sotto gli occhi di LRH negli anni 70.

Io non affronto l’argomento nel modo in cui lo fa Jeff. Io penso che lui, non avendo sperimentato o riconosciuto o dichiarato di aver ottenuto alcuna abilita’ OT, affronti l’argomento con un’attitudine di “bicchiere mezzo vuoto”. Avendo io sperimentato, riconosciuto o dichiarato di aver ottenuto diversamente, affronto questo argomento con un “bicchiere mezzo pieno”.

Devo ammettere che Jeff e’ piu’ liberale nella sua policy di moderazione di quanto lo sia io. Spesso io non permetto lunghi e infuocati commenti designati per denigrare o invalidare LRH e i benefici di Scientology, oppure chi rivela contenuti di materiali di livelli superiori. Questo perche’, in aggiunta al fatto che quest’ultima cosa in particolare potrebbe confondere o allungare il percorso sul ponte per un individuo, sono al corrente che molti membri attivi della chiesa di Scientology sulle linee frequentano il mio blog perche’ io rispetto tali preoccupazioni. Molti di quelli che hanno lasciato le stazioni di implant di Miscavige mi hanno detto che era sicuro da guardare, cominciando con il mio blog e cio’ che hanno appreso qui gli ha aperto gli occhi e li ha aiutati a rompere le loro catene.

Ad ogni modo, una completa discussione e visione sul soggetto delle abilita’ OT dovrebbe abbracciare l’intero spettro di esperienze e punti di vista. Per cui io sto qui aprendo la discussione particolarmente a quelli con il punto di vista del “bicchiere mezzo pieno”, ed incoraggiando quelli che vogliono vedere tutti i punti di vista a dare un’occhiata alla discussione di Jeff.

In primo luogo, voglio chiarire che io sono in disaccordo con cio’ che io considero un approccio di rigido “oggettivismo” di Jeff.

Credo che anche sotto standard non scientologhi questo non e’ un approccio affidabile per arrivare alla VERITA’.

A sostegno di questa posizione raccomando due lavori non scientologhi.

Il primo, “The Will to Believe” (ndt. Il desiderio di credere) dello psicologo/filosofo William James. Potete trovarlo cercando per autore e titolo su Google. James sostiene che il negare l’importanza del credere e della percezione spirituale e i fenomeni inspiegabili o non dimostrabili e’ di corte vedute allo stesso modo di quanto lo sia la fede cieca. Lui osserva che i “pensatori piu’ scientifici” che negherebbero l’esistenza del fisicamente non dimostrabile sono fuorviati e accecati alla stessa misura di quanto lo siano i religiosi piu’ zelanti.

Il secondo, “A Brief Hitory of Everything” (ndt. Una breve racconto su Tutto) di Ken Wilbur. Wilbur mette giu’ una completa analisi sull’argomento del pensiero logico e scientifico. Un cardine della sua analisi e’ che negare la visione personale e soggettiva equivale al negare che la VERITA’ completa possa essere ottenuta.

Detto cio’, ecco la mia risposta alla domanda di Jeff in merito alle possibilita’ di OT.

La mia esperienza personale e’ che quanto piu’ mi muovo in alto sul Ponte, tanto piu’ diventano piu’ stabili e frequenti le mie percezioni delle mie abilita’ personali di comunicare telepaticamente e di causare che eventi occorrano senza sforzo e tramite postulato. Posso dimostrare questa cosa per provarlo? Posso e lo faccio con quelli che hanno una realta’ simile e una comunicazione sufficientemente regolare con me da poterlo sperimentare. Posso salire su un palco e farlo vedere ai miscredenti? No. Per me deve essere senza sforzo. A me succede quando vado su Azione e Giochi sulla scala del tono per periodi sufficientemente lunghi che comincio a trascendere al livello di Postulati. Non fraintendetemi, non sto sempre lassu’. Io sperimento una grande varieta’ di emozioni, incluso sotto 2.0 proprio come chiunque altro. Ma, quando sono concentrato su una possibilita’, e lontano da bande piu’ vicine a sforzo, soccombere e MEST, viene semplicemente da se’. Io vedo un corollario immediato alla mia abilita’ di fare questo con l’auditing e il processing di Scientology. Il che porta all’altra “abilita’” io credo sia innalzata dall’auditing e dal training di Scientology. Questa e’ l’abilita’ di disinturbolare il theta in qualcun altro e in quella stessa misura di ripristinare altro theta libero in lui o lei. E questo conduce quest’individuo piu’ su sulla scala del tono in direzione di Azione, Giochi, Postulati e oltre.

Jeff apparentemente contesterebbe forse che tutto cio’ che io sostengo di sperimentare e’ semplicemente una coincidenza “psichica” casuale e che non proviene dal livello di abilita’. Non posso provare il contrario finche’ lui non percepisce e da’ accordo a cio’ che io percepisco e con cui vado in accordo io. E neppure lui puo’ provare che io sia nel torto, a meno che io non percepisca e sia d’accordo con cio’ che lui fa.

Ad ogni modo, ringrazio Jeff per avermi aiutato a chiarire da solo cio’ che io so e cio’ che credo.

Come dice il mio amico Jeff, cedo il palco…

 

 

Annunci
29 commenti leave one →
  1. Renata Lugli permalink
    12 aprile 2011 11:09 PM

    Voglio rispondere a Jeff riguardo la sua frase:

    “L’abilita’ contiene in se’ anche il concetto di permanenza. Le abilita’ non sono transitorie. Una persona non suona il pianoforte un giorno e dimentica come si suona il giorno dopo. Una persona non diventa improvvisamente incapace di suonare il pianoforte perche’ qualcuno lo ha guardato storto o ha invalidato la sua esecuzione. Questo potrebbe turbarli, ma saprebbero ancora suonare il pianoforte.”………

    …….”E certamente, avete sentito che quegli OT che non possono dimostrare queste abilita’ “hanno degli out-tech sul loro caso” oppure “sono PTS” o “sono l’effetto di David Miscavige”. Certo, potrebbero suonare il pianoforte se non fosse per tutti quegli SP!”

    Caro Jeff non sono d’accordo, perchè questo non lo chiedi a Marty e ad Ignazio? O meglio, perchè non lo chiedi ai loro pc, pre OT, OT 8, auditi di recente? Sentiresti delle testimonianze che ti arriverebbero addosso come una valanga, testimonianze che direbbero addirittura che il proprio auditor, attraverso l’applicazione Dn e Scn Standard, hanno ridato loro LA VITA, la quale vita era stata DISTRUTTA da David Miscavige attraverso:

    – Reverse Dianetics
    – Reverse Scientology
    – Reverse Ethics
    – Dover ripetere livelli di consapevolezza che si erano già ampiamente raggiunti
    – Estorsioni di soldi
    – L’atteggiamento invalidante, continuo e costante da parte dei SOm, Staffm nei confronti dei public OT, i quali, a meno che non entrassero sullo Staff o non portassero 50 persone nuove al giorno o pagassero enormi quantità di denaro, venivano considerati come quelli che “non ce l’hanno fatta”

    Ora, sommate queste cose, dimmi caro Jeff dove può andare a finire un thetan anche se è un pre OT?
    Quanto può essere riintrappolato? Interiorizzato? Introvertito? Riinturbolato? Rimpicciolito?
    Te lo dico io, fino a morire! E quelli che sono sopravvissuti, è solo perchè avevano la fortuna di avere così tanto theta che, anche tutti i soprusi ricevuti, non sono riusciti ad intrappolare completamente.
    Se tutto questo non ci fosse stato, caro Jeff sono sicura ne avresti visti di “Fenomeni OT” e….. le mani sarebbero VOLATE sulla tastiera del pianoforte.

    • Diogene permalink
      13 aprile 2011 4:27 AM

      Un genuino OT non ha bisogno di provocare fenomeni…
      Lui E’ UN FENOMENO….

      La Verità si manifesta come MERAVIGLIA…

      Per questo non smettiamo di meravigliarci… per questo ci sentiamo vivi… per questo noi pensiamo che ciò che accade è vero…

      E’ As-is dell’ARC momento per momento…
      E’ OT… vita consapevole in PT.

      (N.B.: Questo è come la penso io… e ognuno è OT a suo modo)

  2. Zorro permalink
    13 aprile 2011 10:27 AM

    Comunque Jeff è da capire, dopo 35 anni di Scientology all’incontrario, di sopressioni ed abusi di ogni sorta non è difficile disilludersi. E’ già bravo che non sia uscito completamente pazzo.

  3. Frank Wool permalink
    13 aprile 2011 12:30 PM

    E’ sempre un piacere leggere le analisi di Steve Hall, ha uno stile talmente “diretto al bersaglio” che mi trova molto spesso in totale accordo.
    Anche in questo caso la sua disamina dei fenomeni OT è illuminante.
    Grazie a lui, ed al team di traduttori dell’indipendologo!

  4. AlessandroMagno permalink
    13 aprile 2011 1:29 PM

    Dear ANITA o staff dell’indi,
    non riesco ad inviarvi e-mail…ho bisogno di girarvi un pò di cose…come devo fare??
    Come vanno le stat??..le hco dei polentoni sono in subbuglio!!! 😀

    • AlessandroMagno permalink
      13 aprile 2011 6:56 PM

      Thanks Simon!!!…alla mia org tutti su un bel seck-ceck….oi oi oi….c’è un’aria “allertata”…e io che guardo il DSA e dico “ooooooo”..”accipicchia!!!” con questa espressione: ^o^
      pure io al meter allora!!!…però avrò l’aghetto libero di sicuro…mai stato così felice di causare un’affluence!!!
      ehehhehee
      TAnTa ARC a chi preferisce LRH!!!!!

  5. Giovanna Ongaro permalink
    13 aprile 2011 1:42 PM

    Penso che le abilita OT ogniuno di noi le sperimenta lungo il cammino verso la liberta,con L’auditin cancellando engram si ha in effetti un guadagno negativo,togliendo le cose dannose potete avere anche un progresso positivo.Questo è chiamato guadago negativo (definizione dal dizionaro tecnico)salendo su verso il ponte togliendo tutti sti guadagni negativi ci si sente sempre più sè stessi come Thetan e dato che le abilita OT sono innate nel Thetan uno le può sperimentare ogni giorno,ma non c’è bisogno che diventi un Clown.Ogniuno dentro di sè sa quali sono le sue abilità e in qualsiasi momento li può sperimentare.Con affetto Giovanna

  6. Calla ( Silvia Chiari ) permalink
    13 aprile 2011 6:16 PM

    La reazione di Jeff è comprensibile nella misura in cui una persona che è entrata in Scn con aspettative da effetti speciali si ritrova ” CAUSA D.M.” in una stazione di diffusione di implant che gli impedisce di ricoscere il proprio livello di libertà spirituale….. perchè questo è quello che la maggior parte di noi sta cercando ed ottenendo in base ai livelli che ha percorso…la libertà spirituale, il riconoscimento di noi come thetan.
    Ci sono persone che entrano in Scn per poter poi fare “effetti speciali”perchè in questo caso la mente fa da direttrice delle scelte…poi proseguendo si diventa sempre più consapevoli della differenza tra corpo mente e thetan e a questo punto gli effetti speciali o fenomeni non interessano più perchè sono nell’essenza di essere thetan che può essere più o meno operante a libera scelta.

  7. G. Bonzani permalink
    13 aprile 2011 8:50 PM

    Secondo molti messaggi da entità che sostengono di appartenere a dimensioni spiritualmemte superiori alla nostra, molte delle quali si sono volutamente incarnate nel passato con lo scopo di portarci sulla strada della comprensione, in particolare circa la relazione che abbiamo con l’ottava dinamica e l’universo fisico in cui siamo immersi, ho trovato molte cose che coincidono con quanto dice LRH.
    La più importante e basilare è quella che loro chiamano la legge dell’Uno. In sostanza dicono che tutti noi siamo una scintilla di Dio, cioè dei frammenti staccati dell’Essere Supremo allo scopo di fare esperienza degli universi che continuamente vengono creati.
    Come dice Ron, noi non abbiamo le Dinamiche, SIAMO le dinamiche e quindi anche l’Ottava. Nel libro “La Storia dellUomo” c’è la definizione di “Corpo Theta principale”, che dice la stessa cosa. In più definisce anche “Corpo Theta secondario”, che saremmo noi e che io interpreto come le scintille di Dio che si sono separate da Lui stesso.
    Queste entità sostengono che il nostro percorso, che può durare Eoni ed Eoni, è proprio quello di ricongiungerci con l’origine da dove veniamo e che il tempo quale noi misuriamo è relativo solo in pianeti come la terra. Nelle dimensioni superiori, non esiste, c’è solo “L’adesso” e quindi, come Ron dice nella definizione di Theta.
    Esiste molto altro che coincide con quanto ci insegna Ron, che chiaramente sarebbe trppo lungo parlarne. lui stesso in alcuni suoi libri, prima del rifacimento taroccato (Fondamenti), ringraziava molti saggi del passato, lo studio dei quali, a detta sua, gli hanno permesso di sviluppare tutto il suo retaggio. Come fosse una sorta di invito a leggerli per avere più comprensione del suo lavoro.

    Il motivo di questa premessa è in relazione a quanto ho letto nel post di Jeff Howkins. In realtà non è il primo che sento e che abbia pensato che i livelli OT gli potessero dare abilità da stregone. Secondo me è ridurre il vero scopo che un Thetan dovebbe avere, cioè ritrovare il vero significato della vita su di un pianeta come la terra e sopratutto interrompere il ciclo di nascita e morte che dura, come dice Ron, mezza eternità.
    Circa i guadagni di caso che si possono ottenere, a parte le stupidaggini di Jeff, dipende dalle aspettative di ognuno di noi. Sono d’accordo che molte cose non corrispondono con quanto ci hanno fatto credere e sono state instaurate con solo scopo di spillarti soldi. Comunque sia, quando si parla di livelli OT bisogna considerare che sino ad ora, a parte OT VIII con tutti i dubbi sulla sua originalità, Ron lo ha definito il primo vero livello OT. Sino ad ora abbiamo avuto a disposizione i livelli di pre OT che arrivano fino a OT VII e che non è altro che Dianetics per OT, un metodo diverso di percorrere engrams. I veri livelli OT a detta di Marty non esistono o se esistono, nessuno sa dove sono finiti.
    Tornando a quanto detto sopra circa i messaggi trasmessi da queste entità, ho anche scoperto che una di queste ha fatto riferimento agli engrams ed all’efficacia del lavoro di Ron, molto importante per liberare gli esseri dai traumi sulla traccia.
    Se uno dovesse andare a fondo su cosa esattamente succede quando si percorre un engram, che sia con Ned o con Nots, forse capirebbe che non è solo fare As-Is della carica connessa, ma quel procedimento gli permette di recuperare quella parte di Theta che lui ha lasciato sulla traccia e come tale lui come essere si espande un poco di più. E più percorre engrams più theta si riporta a casa e più si espande come essere. Nell’economia degli scopi spirituali di Scn, quanto vale questo? E’ più importante espandersi come thetan od avere abilità da stregone? E’ più importante avere un punto di vista relativo a questa vita o un punto di vista che mira al percorso futuro come essere che essendo Ottava dinamica deve ritornare alla sorgente?
    Purtroppo i veri principi e scopi di Dn e Scn sono stati stravolti ed usati per scopi puramente materiali ed, aggiungerei, soppressivi.
    Per quanto mi riguarda, e l’ho gia detto molte volte, Ron mi ha permesso di comprendere un sacco di cose spirituali e grazie a lui non mi sono fermato al solo credere, ma continuo a cercare quello che risuona per me e se confrontandole trovo che sono vere, lo sono per me.
    Giovanni

    • 13 aprile 2011 11:26 PM

      Ciao Giovanni,aspettavo il tuo commento ero curioso di leggere cio’ che pensavi.
      Io da questo argomento mi aspettavo molto come hai tempi in cui leggevo Advance ed i fenomeni OT con questi racconti di OT che andavano al di la’ della ” realta’ ” e del “vivere” dove tutto sembrava senza senso se non per il sesso ed i soldi e l’anima se sei “bravo” andrai in paradiso altrimenti all’inferno.
      Oppure trova l’amore una donna Sposati fai dei figli lavora e tra mille sacrifici cerca di portare avanti l’insegnamento dei genitori comportati bene sii onesto non fare del male il tutto per 70 80 anni ed alla fine sei li’ in un cimitero a marcire.
      Questa era’ la mia “realta” la vita che mi si prospettava ma nonostante tutto questo indotrinamento mi interrogavo MA IO CHI SONO. COSA FACCIO QUI.
      E questo mio interrogarmi mi portava’ ad essere triste non mi piaceva l’idea della mia vita e che tutto finisse li’ in un cimitero, a che pro’ vivere fare sacrifici lavorare per quadagnare quanto basta per avere quelle cose che “tutti hanno” la casa, la macchina,dei vestiti ecc… e vantarsi di cio’ come se avendo di piu’ o cose piu’ belle o che non tutti si possono permettere sia motivo di stimolo a portare avanti questo modello di vita.
      Poi finalmente qualcosa avenne nella mia routine e’ spezzo questo tran tran,partii militare e’ li’ un giorno d’estate del 1982 andai al mare in autostop era una splendida giornata di sole entrai in acqua mi portai al largo da riva camminando mi spinsi un po’ piu’ in la’ questa volta, perche’ avevo preso un po’piu’ confidenza con l’acqua le precedenti volte che mi ero recato al mare non sapevo nuotare stavo imparando andavo fino a quando l’acqua mi arrivava al petto poi mi giravo verso riva e con la spinta che mi davo con le gambe e con un po’ di movimento di braccia avanzavo verso riva,ma quella volta un passo in piu’ mi fece cadere in una buca e panico bevvi toccai il fondo e risalii ridiscesi e bevvi di nuovo ed in questo su e giu’ pensavo: il primo pensiero fu’ di cercare di controllare il respiro ma non mi riusci poi pensai di gridare aiuto ma mi prese un senso di vergogna e l’istante dopo stavo scendendo di nuovo toccai il fondo e mentre risalivo pensai questa volta devo gridare aiuto o e’ finita.
      A quel punto come riaffiorai avenne qualcosa di incredibile PROVAI una pace ed un benessere mai provato prima SENTII e considerai il sole piu’ caldo e subito mi SENTII piu’ in alto poi OSSERVAI la riva e mi AVVICINAI e VIDI la gente distesa al sole e quei corpi mi sembravano delle bambole e pensai di “giocare” con loro.
      Istantaneamente mi RITROVAI ad OSSERVARE un lato di un viso ma non CAPIVO finche’ MISI piu’ attenzione e CONSIDERAI : MA QUELLO SONO IO. e istantaneamente mi SENTII risuchiato nel corpo e’ li provai i sintomi di annegamento camminai ancora verso riva ma di fatto il corpo aveva camminato sul fondale fino al momento che “rientrai “.
      Questa esperienza era strana e non quadrava con cio’ che “sapevo” e il fatto contrastante era che strano stavo morendo e non sono mai stato cosi’ bene mentre avevo l’idea che morire era dolore. fatto sta che dopo alcuni mesi ripensando a cio’ o sognado cio’ IO stesso avevo quasi il dubbio che cio’ non fosse mai successo ma che era solo la mia mente che aveva immaginato tutto cio’ finche nei primi mesi del 1983 conobbi Scientology.
      E quando vidi nel libro Scientology per immagini la pagina del burattino e della mano che tiene le asticelle capii cosa era sucesso e che cio’ non era frutto della mia mente ma cera’ questo IO pensante e che sperimentava provava emozioni e sensazioni ed aveva idee e il tutto in uno stato di pace e benessere e in una differente sensazione di esistenza.
      Questo per me e cio’ che da allora cerco di raggiungere Essere li’ stabilmente fuori dal corpo con piene percezioni ed operare.
      Ora per me’ Questo e’ essere OT l’ unico dubbio che ho leggendo l’articolo e se cio’ puo’ essere veramente raggiunto con Scientology, io sapevo di si e che gli LS davano questo EP.
      Per quanto riguarda 8 dinamica ho percorso un episodio di “separazione ” e di ASSUMERE il mio punto di vista IO SONO. e CREARE spazio e sperimentare l’ESSERE dentro L’ESSERE fuori ESSERE grandi in uno spazio piccolo ESSERE piccoli in uno spazio grande.
      E Giovanni la definizione di CORPO THETA PRINCIPALE descrive molto bene quel momento.
      ADRIANO.

    • Mirko permalink
      14 aprile 2011 10:38 AM

      Giovanni, mi è piaciuto il tuo commento, molto.
      Mi è piaciuto anche quello di Adriano, una esperienza chiara.

      Anch’io nell’ adolescenza ho avuto una esperienza “strana”, ma reale: ho comunicato telepaticamente con un mio amico.
      Eravamo di fronte l’uno all’altro seduti per terra, avevamo fumato “roba pesante” (ma non ho mai invalidato la cosa perché “eravamo fumati”; in realtà eravamo solamente al 2° spinello… io poi ho smesso e non l’ho fatto mai più… qundi non eravamo 2 “tossici”) e ci dicevamo tante cose: mentre la nostra bocca non si muoveva. Me ne sono sempre ricordato.
      Una esperienza reale, di cui ci siamo chiesti spiegazione per mesi e mesi. Poi il mio amico ha invalidato tutto sostenendo che “era un effetto del fumo”.

      Questo per dire che molte persone di certo avranno sperimentato dei fenomeni lì per lì inspiegabili (ed infatti allora io non riuscivo a capire cosa, come… ) e qualcuno non ha invalidato, qualcun altro se l’è dimenticato.

      Sta di fatto che anche questo fenomeno accadutomi mi ha portato all’istante dentro in Scn: il concetto di Thetan mi fu reale da subito.

      Sono d’accordo con Giovanni, con Adriano, con Steve, con Marty, che i fenomeni OT sono individuali e non sempre eclatanti per altri; anzi essi sono soggetti a molta invalidazione che li fa svalutare ed etichettare come “caz-zate”. E poi hai voglia di recuperarne il concetto e la natura spirituale.

      • 14 aprile 2011 4:26 PM

        E vero Mirko alcune cose inspiegabili o classificate tali perche’ non riesci a dare una spiegazione logica ( non conoscendo CHI SEI o quasi ed avendo un indotrinamento che ti spinge nella direzione opposta (almeno nel mio caso) EFFETTO.)ecco allora che non spiegandosi cosa e’ successo scatta quel meccanismo di invalidare.
        Cio’ non puo’ essere reale “tutto” ti sta dicendo non e’ possibile ed alla fine trovi una ragione per porre fine al dubbio.
        ED ecco Scientology che ti valida’ come ESSERE e quando ripercorri questi episodi “strani” “stranamente” ti senti bene validando cio’ che sembrava impossibile o quasi.
        Qui sta il processo inverso Scientology valida l’ESSERE ed essere CAUSA (anche se a volte e dura la verita’ e “vorresti non esserlo.)
        Di certo e’ una scala graduale ed ecco quindi che OGNUNO OPERA secondo le sue capacita od ABILITA’ non represse.
        Quindi comprendo che di fatto uno E’ SEMPRE OT E SEMPRE SARA’ in maggiore o minore misura OPERERA’ su diversi livelli da lievemente CAUSA a CAUSA TOTALE.
        Questo e’ cio’ che sento sta avvenendo con Scientology attraverso l’auditing ed il percorrere ed il validare episodi passati di questa ed altre epoche.
        Che dire GRAZIE RON.
        ADRIANO.

  8. Spartacus permalink
    14 aprile 2011 5:28 PM

    Ciao a tutti.
    Una discussione interessante. Fenomeni OT? Ne ho avuti a bizzeffe e non sono nemmeno Clear. E allora? Chi non ne ha? Il punto è che la stragrande maggioranza delle persone non se ne rendono conto e pensano che sia il frutto del caso. Noi sappiamo che non è così, non è vero? I postulati viaggiano, eccome se viaggiano. Anche in direzione della IAS, per la miseria. In passato mi è successo svariate volte di pensare cosa ne avrei fatto di quei soldi appena guadagnati grazie al sudore delle parti basse ed ecco, puntuale come la morte, la telefonata della IAS. Ma che cavolo? E come facevano a saperlo? Il dubbio che ho sempre avuto a riguardo è che i nostri pensieri fossero costantemente monitorati. Oppure il nostro conto in banca, chi lo sa?
    Comunque già da tempo sono arrivato al punto di avere percezioni talmente chiare da sapere cosa succederà e ne sono quasi spaventato. Tanto per fare un esempio, nel corso del 2008 stavo attraversando un periodo piuttosto turbolento nell’ambito del mio lavoro. La mia azienda mi aveva proposto l’anno prima, un incarico di maggiore responsabilità all’interno del gruppo. Io avevo accettato e condotto le cose talmente bene da ricevere, nel corso del tempo, svariati encomi ecc., e stavo avendo successi incredibili, ottime stat e così via. Ma qualcosa dentro di me non quadrava poichè mi sentivo inquieto a causa del comportamento di un terminale appena promosso a capo dell’azienda e che, ovviamente, era il mio senior. Continuamente coinvolto in strane confusioni e ordini contrastanti cercavo comunque di svolgere il mio lavoro in favore del maggior bene per il gruppo. Cominciai a sentirmi scontento di tale situazione e a cercare di dare un senso a ciò che accadeva intorno a me. Un giorno ebbi una netta percezione accompagnata da un brivido alla schiena e mi dissi: “ca..0! Mi fanno fuori”. E così è stato. Dopo circa un mese l’azienda mi comunica che sono destituito dall’incarico che sarebbe stato dato ad un’altra persona. Le motivazioni dell’azienda erano ingiustificate e talmente ricche di falsità che non potevo accettare detta decisione. Lottai fino allo stremo, ma non ci fu niente da fare. Non valsero a nulla i vari rapporti per conoscenza sulle persone coinvolte nella decisione estrema che inoltrai ai terminali competenti. Dovetti ingoiare il rospo con tutti gli insetti che si era mangiato.Un vero caso di ingiustizia. In seguito le cose furono chiarite e l’azienda ammise l’errore commesso nei miei confronti ma le cicatrici sulla mia pelle non sono ancora sparite del tutto.
    Ad ogni modo riguardo gli OT ecco come la penso: indipendentemente da ciò che Ron ha scritto sullo stato e sulle capacità OT, io SO di essere qualcosa di simile a ciò che lui descrive. So che potrei fare veramente cose straordinarie una volta liberato da tutte le schifezze che ho sulla traccia. Potrei anche fare tutti i giochetti di cui si parla in questi articoli ma sarebbe solo a scopo di divertimento o di svago. A noi piace giocare, non è vero? Ci siamo divertiti un mondo e abbiamo fatto di tutto e di più. Guardate, tra l’altro, cosa fanno i thetan travestiti da Homo Sapiens per avere un pò di attenzione e/o di ammirazione. Guardate cosa riesce a fare certa gente. Esistono dei talenti naturali ed esistono persone che, attraverso il loro studio e la loro particolare applicazione fanno cose tanto incredibili da sembrare veri miracoli. Ognuno di questi, a suo modo è OT in una certa misura. Poi c’è ovviamente una cosa chiamata consapevolezza e tutto un percorso spirituale per raggiungerla.
    Dal Dizionario Tecnico punto 2.” Un Thetan Operante è “causa consapevole” e volontaria sulla vita, pensiero, materia, energia, spazio e tempo”.
    In “Che cos’è Scientology?” viene data questa definizione: – per “operante” si intende “capace di agire e di occuparsi delle cose”, mentre “thetan” si riferisce all’essere spirituale che è il sè fondamentale. – Per cui si evince che uno sia OT in quella misura.
    Da “La Storia dell’Uomo” cap. Le Capacità dell’Essere Theta pag 74: “….come nota finale di questo capitolo, non mettiamoci a sconvolgere i governi o dare spettacolo per “dimostrare” qualcosa all’Homo Sapiens, almeno per un pò. E’ una tentazione terribile quella di far volare a cinquanta metri il cappello di qualcuno, leggere libri situati a due o tre nazioni di distanza o penetrare nel reparto di rotocalcografia di uno dei settimanali della Hearst, ma ciò significherebbe rendere le cose difficili a chi sta cercando di attraversare questo Ponte. ……Guarite gli storpi, gli zoppi e gli incapaci con tutto l’assortimento delle tecniche necessarie. Proteggete il Clearing di theta finchè non ce ne saranno un pò.” Ron
    So che sapevate già tutto questo. Ho voluto soltanto comunicarlo.
    ARC

    • Orlando Furioso permalink
      15 aprile 2011 12:36 AM

      Complimenti Spartacus.
      Gran bella azienda la tua,non mi dire che sono degli scientologist?
      Anzi mi correggo…..scientologist sarebbe troppo un complimento per loro,CREDENTI della CHIESA di Scientology????
      Mi sa che io e te ci conosciamo e se l’azienda è quella che penso io,sarebbe proprio ora che qualcuno li faccia ritornare in PT…PRIGIONE TERRENA!!!
      ARC a te e a tutti gli indipendenti

  9. 14 aprile 2011 7:16 PM

    Spartacus penso che piu’ che liberarsi delle schifezze.
    Sia il prendersi responsabilita’ di averle fatte.
    Complimenti per le tue percezioni.
    Adriano

    • Spartacus permalink
      15 aprile 2011 2:44 PM

      Naturalmente caro Adriano e grazie del riconoscimento. Sarei felice di conoscerti. ARC

  10. luca permalink
    18 aprile 2011 11:56 AM

    complimenti a tutti ………BEL POST….. BEI COMMENTI…. GRAZIE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...