Skip to content

LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA INTESA DA LRH parte 6

15 febbraio 2011

Continuiamo l’analisi della Struttura così come era intesa da LRH. Potrete notare che dovrebbero attenersi ad un codice….. ma non voglio rovinarvi la lettura.

Buon proseguimento di scoperte.

CAMILLO BENZ

TRADUZIONE A CURA DI

MARGOT

§§§§§§§§§§§§§


b. Durata dell’Incarico.

Le persone nominate Direttori Speciali devono possedere un mandato a vita, fino a che restano in regola con il State Bar Association of California. Se qualcuno dei Direttori Speciali dovesse fallire dal restare in regola, la sua posizione terminerà ed il vuoto che si venisse quindi a creare dovrà essere colmato in accordo al paragrafo (d) di questa sezione 4.

c. Dimissioni.

Ogni direttore può presentare le proprie dimissioni dandone comunicazione scritta a tutti i Direttori. Le comunicazioni devono indicare una data successiva per la validità di tali dimissioni.

d. Posti vacanti.

Ogni posto vacante nel Board of Special Directors, sia causato da morte che da dimissioni, può essere colmato a maggioranza dei Direttori Speciali rimasti o dall’unico Direttore Speciale rimasto

Per quanto possibile i posti vacanzi dovranno essere occupati da membri in regola con la California State Bar Association , che siano poi impiegati presso lo studio legale Lenske, Lenske, Heller & Magasin o loro successori (LLH&M) e siano in linea con gli scopi di questa associazione. Nel caso in cui i Direttori Speciali o il restante Direttore Speciale non sia in grado di colmare i vuoti con impiegati di LLH&M, allora il posto potrà essere occupato da esterni al LLH&M, purchè ogni candidato sia in regola con la California State Bar Association e sia in linea con gli scopi di questa associazione. Ogni appuntamento e colloquio sarà fatto con approvazione della maggioranza dei Direttori Generali e Fiduciari autorizzati. Nel caso in cui il Consiglio dei Direttori speciali non sia in grado di riempire i posti vacanti a causa di morte o dimissioni di tutti i Direttori Speciali, allora i posti vacanti dovranno essere riempiti dalla maggioranza dei Direttori Generali e Fiduciari autorizzati.

e. Compensi.

I Direttori Speciali dovranno aver diritto a un emolumento basato sulla tarriffa oraria poi aumentata per i loro servizi professioanli.

Sezione 4

Assemblee dei Direttori

a. Call of Special Meetings. Special meetings of the Boards may be called by any two General Directors, by the President, or by any Special Director. Special meetings of either Board may be called by any two (2) members, or in the case of the Board of General Directors, by any two (2) members, or the President.

b. Notice. Notice of all special meetings of the Boards, or each of them, or of an annual meeting to be held at a time or place other than a time or place fixed by resolution of the Boards, or either of them, shall be given to all Directors, or to the Directors of each respective Board, as the case may be.

c . Rinuncia del preavviso. Transactions of any meeting of the Boards, or either of them, however called, however noticed, and wherever held, are as valid as though adopted at a meeting duly held after regular call and notice if a quorum of each Board is present and if, either before or after the meeting, each of the Directors not present signs a written waiver of notice and consent to the holding of such meeting. A Director shall be deemed to have waived notice and consented to the holding of a meeting if he votes to approve the minutes thereof. All such waivers or consents shall be filed with the minutes of meetings of the Boards, or either of them. Notice of a meeting shall also be deemed given to any Director who attends a meeting without protesting, before or at its commencement, the lack of proper notice to him.

d. Quorum. A majority of the Directors authorized shall constitute a quorum of for [sic] each of the Boards for transaction of business or for taking of action which may be taken with less than unanimous consent of all Directors.

e. Verbali. I Direttori generali devono designare uno di loro o un ufficiale dell’associazione per redigere i verbali dei loro incontri. I Direttori Speciali devono designare uno di loro per redigere i verbali dei loro incontri

f. Rinvii. A majority of the Directors present, whether or not a quorum is present, may adjourn any Directors’ meeting to another time and place. Notice of the time and place of holding an adjourned meeting need not be given to absent Directors if the time and place be fixed at the meeting adjourned.

g. Incontri ordinari, speciali e annuali. Gli incontri dei consigli devono tenersi non meno di una volta l’anno. I Direttori speciali devono riunirsi in consiglio non più di sei volte l’anno. Gli incontri designati quali Meeting annuale devono tenersi nel mese di giugno di ogni anno. Meetings other than annual meetings shall be called regular meetings or special meetings. The time and place of annual meetings may be fixed by unanimous resolution of the Boards, or either of them, and, once so fixed, shall not be subject to the notice

requirements of subsection (b).

h. Uso delle conferenze telefoniche. Directors may meet through the use of conference telephone facilities or similar communications equipment, so long as all Directors participating in the meeting can hear and address one another.

i. Azioni aldifuori degli incontri. E’ permesso o richiesto ai consigli eseguire azioni e prendere decisioni al di fuori degli incontri se i rispettivi consigli consentono in forma scritta a tali azioni. Tali azioni con consenso scritto devono avere la stessa forma e gli stessi effetti di un voto unanaime dell’intero Consiglio. Tali consensi scritti devono essere conservati con i verbali delle assemblee.

ARTICOLO VIII

Funzionari dell’Associazione

Sezione 1

Funzionari richiesti

I Funzionari dell’associazione, in quanto distinti dale cariche ecclesiastiche, devono essere eletti dalla maggioranza dei voti del Consiglio dei Direttori generali, e devono includere un Presidente, un Segretario e un Tesoriere , ognuno dei quali a servizio del rispettivo Consiglio. Ognuno di questi incarichi deve essere presieduto da persone che siano anche Direttore Generale. Il Consiglio dei Direttori Generali può eleggere la stessa persona quale Segretario e Tesoriere.

Sezione 2

Funzionari opzionali

Il Consiglio dei Direttori Generali può eleggere uno o più Vice-Presidenti, uno o più assistente Segretario e assistente Tesoriere;i funzionari subordinati dovranno essere ritenuti appropriati di volta in volta.

Sezione 3

Doveri dei Funzionari

a. Il Presidente deve avere la responsabilità della supervisione generale per gli affari economici dell’associazione. Inoltre dovrà eseguire ogni altro atto e dovere di competenza del Consiglio dei Direttori Generali. Il Presidente dovrà essere il Chief Executive, il funzionario a capo di tutta l’associazione, al quale gli altri funzionari ed i loro agenti dovranno rispondere ed essere responsabili per le proprie performance ed i propri compiti.

b. Il Vice-Presidente, se presente, deve adempiere a tutti I doveri per conto dell’associazione che gli possano essere assegnati dal Consiglio dei Direttori Generali o dal presidente. In assenza o in caso di impedimento del Presidente, i doveri del Presidente dovranno essere adempiuti dal Vice-Presidente.

c. Il Tesoriere deve essere il funzionario Responsabile finanziario dell’associazione e deve avere in custodia i suoi fondi, libri sociali e registri contabili. Il tesoriere deve avere l’autorità di ricevere ed accettare denaro, recuperare i debit, aprire conti bancari e provvedere agli esborsi in nome dell’associazione. Il tesoriere deve occuparsi di tenere o far tenere regolare registro dei conti rispecchiante ogni attività inerente lassociazione e ogni incasso ricevuto o esborso effettuato, e deve preparare o far preparare i bilanci economici su richiesta del Consiglio dei Direttori Generali. Il tesoriere deve depositare tutto il denaro ed altri valori in nome e a credito dell’associazione, a mezzo dei depositari designati dallo stesso Consiglio dei Direttori Generali. Il tesoriere deve esborsare fondi sulla base delle indicazioni del Consiglio dei Direttori Generali.

Il tesoriere dovrà, in qualunque momento gli venga richiesto dal presidente del Consiglio dei Direttori Generali, rendere conto e motivare ogni transazione da lui effettuata o autorizzata.

d. L’Assistente Tesoriere, if any, shall carry out such duties on behalf of the corporation as may be assigned or delegated to him by the Board of General Directors, by the President, or by the Treasurer. In the absence or disability of the Treasurer, the Assistant Treasurer shall discharge the duties of the Treasurer.

f. L’ Assistente Segretario, if any, shall carry out such duties on behalf of the corporation as may be assigned or delegated to him by the Board of General Directors, by the President, or by the Secretary. In the absence or disability of the Secretary, the Assistant Secretary shall discharge the duties of the Secretary.

Sezione 4. Esecuzione dei contratti. Contracts, instruments of conveyance or encumbrance, or other obligations of the corporation may be executed and delivered on behalf of the corporation by any two (2) officers of the corporation unless the Board of General Directors provides otherwise by general or special resolution.

ARTICOLO IX

Responsabilità di Direttori e Funzionari

Direttori, Funzionari, Trustee ed altri rappresentanti dell’associazione, e i patrimoni di queste persone, non possono essere soggetti al pagamento né possono essere loro imputati, debiti o obbligazioni dell’associazione.

ARTICOLO X

Ordinazione dei Ministri e Ordini religiosi

Sezione 1

Ordinazione

La Chiesa deve avere pieno potere ed autorità ad ordinare ministri, che avranno potere di svolgere cerimonie nuziali, amministrare il confessionale, seppellire i defunti, battezzare, praticare guarigione spirituale, dare guarigione spirituale, dare consigli spirituali e amministrare i bisogni spirituali di congreazioni e parrocchiani; di revocare tali stati di ministri ordinati; di concedere e revocare tali altri gradi e certificati di conseguimento o qaulifica che possano essere appropriati.

Sezione 1

Codice di condotta

Questa Chiesa deve domandare e richiedere ai suoi ministri ordinati conformità al seguente codice dei ministri ordinati (Conosciuto come Il Codice dell’Auditor di Scientology), in relazione all’assistenza spirituale e alla guida di tutti i parrocchiani e/o praticanti:

IO PROMETTO, IN QUALITÀ DI AUDITOR, DI OSSERVARE IL CODICE DELL’AUDITOR.

1. Prometto di non valutare per il preclear in seduta o di dirgli che cosa dovrebbe pensare di se stesso.

2.Prometto di non invalidare il caso o i miglioramenti del preclear in seduta o fuori seduta.

3.Prometto di usare su un preclear solo la tecnologia standard in modo standard.

4.Prometto di rispettare tutti gli appuntamenti di auditing, una volta fissati.

5.Prometto di non dare procedimenti a un preclear che non sia riposato a sufficienza e che sia fisicamente stanco.

6.Prometto di non dare procedimenti a un preclear che non abbia mangiato a sufficienza o che abbia fame.

7.Prometto di non consentire un cambiamento frequente di auditor.

8.Prometto di non dare compassione a un preclear, ma di essere efficiente.

9.Prometto di non consentire a un preclear di terminare la seduta di sua spontanea volontà, ma di portare a termine i cicli che ho iniziato.

10.Prometto di non abbandonare mai un preclear durante la seduta.

11.Prometto di non arrabbiarmi mai con un preclear durante la seduta.

12.Prometto di continuare ogni azione maggiore di caso fino a ottenere un ago fluttuante.

13.Prometto di non continuare mai un’azione dopo che ha prodotto un ago fluttuante.

14.Prometto di concedere beingness al preclear durante la seduta.

15.Prometto di non mischiare i procedimenti di Scientology con altre pratiche, tranne quando il preclear sia fisicamente malato e siano necessarie cure mediche.

16.Prometto di mantenere la comunicazione con il preclear e di non interrompere la sua comunicazione, né di permettergli di fare overrun in seduta.

17.Prometto di non introdurre in seduta commenti, espressioni o turbolenza che distraggano il preclear dal suo caso.

18.Prometto di continuare a dare al preclear il comando di auditing o il procedimento quando necessario nel corso della seduta.

19.Prometto di non lasciare che il preclear esegua un comando mal compreso.

20.Prometto di non dare spiegazioni o giustificazioni, né di trovare scuse in seduta, per qualunque errore da parte dell’auditor, reale o immaginario che sia.

21.Prometto di valutare lo stato attuale del caso di un preclear solo in base ai dati della supervisione standard del caso e di non discostarmene in base a differenze immaginarie nel caso.

22.Prometto di non usare mai i segreti rivelati da un preclear in seduta per punizione o vantaggio personale.

23.Prometto di non falsificare mai i fogli di lavoro di una seduta.

24.Prometto di assicurarmi che qualunque somma ricevuta per il processing venga rimborsata in base alle direttive amministrative del Consiglio di verifica dei reclami, se il preclear è insoddisfatto e ne fa richiesta entro tre mesi dopo il processing, con la sola condizione che non riceva più processing o addestramento in futuro.

25.Prometto di non raccomandare Dianetics o Scientology solo per curare malattie o soltanto per il trattamento di malattie mentali, ben sapendo che esse sono intese a produrre miglioramenti spirituali.

26.Prometto di cooperare pienamente con le organizzazioni ufficiali di Dianetics e Scientology nel salvaguardare l’uso etico e la pratica di questi soggetti.

27.Prometto di rifiutarmi di permettere che qualunque essere venga leso fisicamente, danneggiato violentemente, operato o ucciso in nome del “trattamento mentale”.

28.Prometto di non permettere libertà sessuali o violenza carnale nei confronti dei pazienti.

29.Prometto di rifiutarmi di accettare nelle file dei praticanti qualunque individuo insano.

Sezione 3

Ordini religiosi

La Chiesa può stabilire e mantenere ordini religiosi, gli scopi dei quali dovranno essere promossi dalle attività religiose ed amministrative di questa Chiesa ed associazione. Le funzioni ed i doveri specifici di tali ordini religiosi, e i membri di tali ordini, dovranno essere determinati ed assegnati dal Consiglio dei Direttori Generali in accordo con le Scritture, coerentemente con gli scopi degli ordini religiosi qui normati. L’accettazione di persone all’interno degli ordini religiosi della Chiesa dovrà essere governata dall’applicazione delle scritture applicabili. Persone che cercano di essere accettate all’interno dell’ordine religioso di questa Chiesa dovranno aderire ad un accordo che esprima il desiderio individuale e l’intenzione di dedicare loro stessi al perseguimento dei fini e degli obbiettivi di questa Chiesa e della Religione di Scientology. Tutti i membri dell’ordine religioso dovranno concordare di rispettare le policies di questa associazione, le Scritture, gli articoli e questo statuto.

Sezione 4

Termine

Adesione, affiliazione, licenze, ordinazioni, certificazioni o altre dispense speciali, o riconoscimenti, devono terminare, su indicazione del Consiglio dei Direttori Generali per le seguenti cause:

a. Morte

b. Dimissioni

c. Azioni considerate contrarie ai principi, scopi, finalità, codice, lettere ecclesiastiche, policies, accordi, lo Statuto di questa associazione e di Scientology.

Sezione 5

Restituzione dei beni

Al momento di ogni termine, a norma della sezione 4 di questo articolo X, alle persone il cui status si intende terminato, devono essere immediatamente richiesti la restituzione all’associazione o alla Chiesa, di ogni bene reale o personale a loro rilasciato dalla Chiesa.

Sezione 6

Riservatezza dei Direttori

A norma delle Scritture, particolarmente il sistema di etica e giustizia di Scientology, la qualifica di membro di un ordine religioso, l’ordinazione o l’affiliazione possono essere negate o revocate per cause ritenute essere sufficienti a discrezione anche dei soli direttori Generali.

ARTICOLO XI

Ufficio principale

L’ufficio principale dell’associazione deve essere situata in un luogo, entro o fuori lo Stato della California, determinato di volta in volta a maggioranza del Consiglio dei Direttori Generali, a sua discrezione.

ARTICOLO XII

Sigillo

L’associazione deve avere un sigillo la cui forma deve essere determinate ed adottata dal Consiglio dei Direttori Generali.

ARTICOLO XIII

Modifiche

Salvo quanto diversamente previsto in questi Statuti, questi Statuti possono essere modificati od abrogati e nuovi statuti adottati con voto unanime dei Consigli, a condizione che Statuti nuovi o modificati non mettano a repentaglio lo status di esenzione fiscale di questa associazione, non ne alterino gli scopi né le qualifiche richieste ai suoi trustee e Direttori, e non contravvengano alle scritture.

CERTIFICAZIONE

Noi sottoscritti certifichiamo :

1. Che noi siamo i Direttori della Chiesa di tecnologia Spirituale, un’ associazione religiosa non-profit, sottoposta alla legge dello stato della California,

e

2. Che i precedenti Statuti costituiscono gli Statuti della suddetta associazione, come debitamente adottati in occasione dell’assemblea de direttori del 7 giugno 1982.

A TESTIMONIANZA DI CIO’, abbiamo apposto e sottoscritto I nostril nomi questo 7 giugno 1982

Firma Lyman Spurlock

_________________________________________

LYMAN SPURLOCK, Direttore Generale

Firma Rebecca (Pook) Hay >>

_________________________________________

REBECCA POOK, Direttore Generale

Firma Maria H(?) Starkey >>

_________________________________________

MARIA STARKEY, Direttore Generale

Firma Stephen A Lenske

_________________________________________

STEPHEN A. LENSKE, Direttore Speciale

Firma Sherman D Lenske

_________________________________________

SHERMAN D. LENSKE, Direttore Speciale

Firma LE Heller

_________________________________________

LAWRENCE E. HELLER, Direttore Speciale

Advertisements
7 commenti leave one →
  1. LIBERO permalink
    15 febbraio 2011 6:31 PM

    Che dire… mi pare che nella chiesa tutto sia perfettamente allineato come da sorgente… A parte alcuni dettagli di criminini negli ultimi 30 anni… HA HA HA!!!
    Chiedo venia, ma gli atti illegali perpetrati da DM nello statuto sono stati denunciati alle autorita compententi? Altrimenti cosa serve pubblicarli?

  2. Mirko permalink
    15 febbraio 2011 10:48 PM

    Sono d’accordo con Libero: se questi documenti sono veri ed esistenti (e non lasciano nessun dubbio sulle intenzioni di LRH, fondatore della chiesa), come mai non vengono impugnati per “detronizzare” l’usurpatore tiranno e criminale?

    Come ho detto altre volte,visti tutti questi documenti e atti costitutivi, ecc. , ecc. , non mi pare possibile non si riesca ad abbattere il regno DM!?

    Ma è vero però che queste personalità non cedono alle loro “ambizioni” nemmeno di fronte al plotone d’esecuzione.

    Ieri sera ho visto un film in TV sugli ultimi giorni di Hitler (chi l’ha visto?) e ho compreso ancor di più che un tiranno (pazzo furioso), non si “schioda” dal posto di comando (posto di comando per poter ammazzare chiunque in grande quantità) nemmeno di fronte alle più eclatanti evidenze di sconfitta. Deve uccidere fino all’ultimo istante di fiato in corpo…

    Ci vuole un bel confronto (non è facile non restare sbigottiti) per osservare e capire questi personaggi…

  3. Mirko permalink
    15 febbraio 2011 11:17 PM

    INTERESSANTE ARTICOLO DI LRH , MANDATO DAL CLO PER RECLUTARE…
    SE LO LEGGESSERO BENE LORO, TUTTO ANDREBBE MEGLIO….
    MA COME AL SOLITO : “PREDICANO BENE, MA RAZZOLANO MALE”.
    FORSE è PERCHE’ DM LI TIENE CON IL GUINZAGLIO CORTO, E COSI NON RIESCONO A MANDARE “IN” LA LORO INTEGRITA’.

    “Mentre ero in Marina durante la guerra mi divertivo un sacco a usare le navi da guerra come ottimi laboratori galleggianti.
    Cosa fanno gli uomini sotto stress? Come operano i gruppi di uomini?
    Che cosa può andare storto con gli uomini?
    Questi erano problemi interessanti.

    Per occuparsi degli uomini sono necessari, per esempio, i vecchi codici navali della frusta e della prigione?
    Su di una nave tentai un esperimento.

    A quel tempo conoscevo le leggi di base di Dianetics; solo che non era stato costruito un Ponte che arrivasse fino ad esse.
    Esisteva però un manoscritto sin dal 1938.

    Chiamai a raccolta l’intero equipaggio, circa 11 uomini, sul castello di prua e dissi: “Per quanto mi riguarda l’unico motivo per cui siete qui è per sopravvivere ad una guerra. Questa nave deve sopravvivere, e voi dovete sopravvivere ed io devo sopravvivere a questa guerra, e dobbiamo fare qualche azione. Per quanto mi riguarda c’è solo un modo che ci permetterà di sopravvivere a questa guerra, cioè se ciascuno di voi, individualmente, assume responsabilità completa per la nave, me incluso.”

    Un paio di marinai di secondo grado si toccarono pensando a cosa sarebbe successo loro se fossero scesi nella sala macchine a dire: “Guardate cosa state facendo a questa sala macchine”.
    Uno di essi ne fece menzione, disse: “Ci fracasserebbero la testa se andassimo giù in sala macchine”.

    Io dissi: “Ebbene, c’è un solo modo per far sì che la cosa venga tollerata completamente, così che voi possiate scendere in sala macchine e mostrare loro quelle macchie di grasso.
    In realtà ci sarebbe solo un modo perché sia tollerato, e cioè avendo la vostra parte del reparto sul ponte funzionante e in perfetto ordine. Non vi pare? Se il vostro reparto è in uno stato eccellente nessuno avrebbe da obiettare quando richiamate la loro attenzione su qualcosa.”
    “Beh, è vero.”

    Ci vollero 30 giorni per farglielo entrare nel cranio. Nel frattempo ribattei il punto regolarmente e con costanza: “Voi siete responsabili di qualsiasi altra cosa su questa nave.”

    Arrivai persino al punto di negare ad un uomo il suo permesso dopo che era stato alla mitragliera da 20 millimetri perché l’ancora non era stata lavata.
    Non era nemmeno il responsabile dell’ancora. E si arrabbiò pure!

    Dopo 30 giorni questi ragazzi venivano a montare di guardia nelle uniformi blu (invece che in tuta) di loro spontanea volontà.

    Di loro spontanea volontà misero insieme una corte di giustizia.
    Si occupavano di ogni caso.
    Su quella nave non c’era ulteriore giustizia amministrata da capitano, non ce n’era bisogno.
    L’attrezzatura era in ottime condizioni e funzionava tutto, cosa mai sentita in marina nell’intero periodo di guerra.

    Potevate arrivare da un ragazzo sul pontile e cominciare a parlare con lui, e vi avrebbe detto “Responsabilità” piuttosto francamente: “Non è possibile avere un ufficiale del ponte (l’ufficiale responsabile della nave durante un periodo di guardia) su una nave con un organico di ufficiali così ridotto, solo sei ufficiali, mentre siamo in porto. Perciò sono io l’ufficiale del ponte ed ho la piena responsabilità di questa nave.
    ………………

    I ragazzi gettarono via il libro organizzativo di questa nave, perciò nessuna delle loro esercitazioni veniva fatta secondo le norme, ma venivano fatte eccome!
    Esercitazione: “tutti ai posti di combattimento”… trentacinque secondi per andare ai posti di combattimento al buio di notte.
    Se siete stati in marina, sapete che è molto difficile. è incredibilmente veloce. Lo facevano ad occhi chiusi, e inventarono e si imposero un sacco di cose.

    Su quella nave c’era disciplina circa quaranta volte superiore ad ogni altra nave. Nessuno poteva farla franca.

    Da questo dedussi che prima o poi avrei probabilmente trovato il bottone che aveva causato tutto ciò, perché più o meno era stato solo un esperimento uscito come per magia.

    SENZA DUBBIO OGNI INDIVIDUO È CAUSA SU TUTTE LE DINAMICHE.
    E QUANDO È INCAPACE DI ESSERE CAUSA SU UNA DINAMICA, HA FALLITO.

    E gli individui lavorano meglio assieme quando ognuno sa di essere la causa ed opera come tale.

    La cosa strana è che immediatamente cominciarono ad operare bene; gli individui nelle loro relazioni interpersonali smettono di lagnarsi, di bisticciare e di brontolare, ed iniziano ad operare in modo liscio, in stretto rapporto l’uno con l’altro.”

    L. Ron Hubbard

    • Diogene permalink
      16 febbraio 2011 3:00 AM

      Mirko, grazie per la citazione. Ottimo spunto…

      Hai ragione, quando si è capito, si dovrebbe essere in grado di vivere: l’etica si applica da se stessi…

      Ho la strana sensazione, però, che i thetans più si avvicinano alla verità e più ne sono terrorizzati: è l’auto-distruzione di ogni ego… forse il nulla… forse, alla fine, la libertà totale…

      Il gioco, invece, richiede ordine e bugie funzionali… ci si può applicare, si può “tendere” verso la ragione… e quindi non ci resta che causare ciò che in un modo o nell’altro percepiamo…

      Così, il senso di impotenza che a volte ci assale va contrastato con le piccole azioni di ogni giorno. Intendo dire… ogni grande impresa è fatta di piccole cose: bisogna farle bene e verso uno scopo.

      Se manteniamo questa linea, avremo più successo come Indipendenti di tutte le grandi strategie che una chiesa disonesta possa attuare…
      ciascun gruppo artefice del proprio destino… sapendo che la verità non la cavalca nessuno, ma che la menzogna è un cavallo morto…

      • calla permalink
        17 febbraio 2011 2:42 PM

        Per quel che ne so io ..i thetans con più si avvicinano alla verità con più sono liberi e consapevoli del gioco che stanno facendo, dei ruoli che decidono di sostenere e di essere consapevoli del conoscere ciò che sanno e non sanno….

        Chi “può essere terrorizzato” è ciò che il thetan “per gioco” ha messo lì a fare le sue funzioni e del quale sta facendo not-is e quindi il terrore di essere distrutto come ego.. come nulla …(tramite il riconoscimento del thetan come sua creazione) .

        Ricordiamoci inoltre che Ron non si è svegliato la mattina e scritto Scientology, ma esse stessa è derivata dalla conoscenza propria di Ron e dallo studio di altre discipline – credenze – scuole di vita ecc.

  4. Diogene permalink
    16 febbraio 2011 1:06 AM

    Qualcuno ben addentro nelle segrete stanze può elencarci i nomi degli attuali (2011) Direttori Generali?

    Così… tanto per sembrare intelligenti…

    Nè titoli nè nomi altisonanti hanno mai fermato una folla quando, a ragione, chiede giustizia… nè il giorno è conosciuto, ma arriva…

  5. Tiziano Marzotto permalink
    16 febbraio 2011 5:24 PM

    Sarebbe interessante chiedere lumi allo studio legale Lenske, Lenske, Heller & Magasin, se esiste ancora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...