Skip to content

RIPARAZIONE?

5 febbraio 2011

L. Ron Hubbard è certo fonte di notevole ispirazione attraverso i suoi scritti. E’ senza dubbio una persona geniale con un altissimo livello di osservazione. Analizzando la Chiesa di Scientology come gruppo è ovvio che uno noti che le cose non funzionano come dovrebbero e che gli scopi di Scientology come filosofia applicata sono oramai compromessi e non verranno mai raggiunti in presenza di David Miscavige e dell’attuale management. Spesso nel nostro blog e su quello di Marty come in altri si è vista scritta la frase la “chiesa di Scientology è morta”, o forse potrebbe essere riparata o in che dirizione sta andando?

Vediamo cosa ne pensa LRH, dal suo articolo “DIAGNOSI E RIPARAZIONE DEI GRUPPI” Gennaio 1951 (presente nei Volumi rossi pre-Miscavige a pagina 91 del Volume I):

Riparare i gruppi è in realtà uno studio della scala del tono e dell’equipaggiamento mentale a disposizione del leader del gruppo.

Un gruppo non è più etico di quanto non sia il sistema di etica che adotta. L’etica è una misura diretta della posizione sulla scala del tono. Un sistema per misurare l’etica di qualsiasi individuo o gruppo potrebbe essere derivato da test che misurino fattori relativi alla comunicazione, l’affinità e la realtà dell’individuo. E similmente un sistema per misurare l’etica di un gruppo potrebbe essere derivato dallo studio dei fattori relativi alla comunicazione, l’affinità e la realtà di quel gruppo.

Il Theta è puro nella misura in cui ha verità in esso. La quantità di Theta allo stato puro in un individuo o in un gruppo misura i potenziali di vita e l’energia di quel gruppo. Noi studiamo, nel Theta, non solo la ragione e gli ideali, ma anche la dinamica – l’energia e la longevità – di sopravvivenza. Quindi quando diciamo “quantità di Theta” potremmo anche dire “quantità di ragione” e “abbondanza di energia che viene spesa per la sopravvivenza”.

L’Etica è distinta dalla morale. L’Etica sono quei fattori che riguardano la sopravvivenza così come si applicano in maniera ragionevole e diretta al problema. L’onesta, di conseguenza, è il più alto livello di sopravvivenza. I potenziali di sopravvivenza possono anch’essi essere misurati, in altre parole, in termini di quantità di verità che viene scoperta ed applicata a dati problemi e situazioni. La morale ha solamente a che fare con le abitudini ed i costumi e sono in larga misura reattivi, non basati sulla ragione.

Sulla scala del tono può essere visto che il potenziale di sopravvivenza scende sempre più in basso nella stessa misura in cui scendono in basso la comunicazione, l’affinità e la realtà. La morte è nessuna affinità, nessuna comunicazione, nessuna realtà e nessuna sopravvivenza. Non appena uno individua un gruppo o una persona sulla scala del tono riesce anche ad individuare delle reazioni esatte e precise relative all’ARC di quella persona. Intorno a due, per quel che riguarda la comunicazione, l’individuo censurerà la comunicazione. Intorno a due lui esprime una ostilità aperta come affinità. Intorno a due lui sfida, ed interrompe i suoi accordi. Più in basso, verso 1.5, ha a che fare con la perversione della comunicazione, l’odio per affinità ed un completo disaccordo per i suoi accordi (realtà). Verso 1.0 taglia la comunicazione, come affinità esprime una ostilità nascosta e contraddizioni in relazione ai suoi accordi.

……….

Sotto 2.0, qualsiasi siano le intenzioni che esprime, l’individuo opera come enTheta ed enMEST e quando scenderà sino a 1.0 ucciderà veramente sia se stesso altri individui e gruppi. Lui parla di morte e di emergenze. Lui escogita potenti rimedi per situazioni di “morte potenziale”. E malgrado sembri lavorare duro per “rimediare” le situazioni di cui parla, lui produrrà solamente una sopravvivenza diminuita e morte per se stesso, i suoi associati ed il suo gruppo. Potrà sembrare che stia lavorando con la massima efficienza, potrà pensare che sta facendo il meglio che può e comunque sia il prodotto del suo comportamento sarà una riduzione della sopravvivenza e morte.

……….

Quindi, possiamo vedere ad esempio, che un amministratore favorirà la segretezza nei suoi affari, che pratica la crudeltà sugli individui del gruppo ma che maschera quella crudeltà come una “necessità”, che altererà e sopprimerà qualsiasi piano che gli venga sottoposto – lo si può posizionare sulla scala del tono ad 1.1. Si vedrebbe immediatamente che quella organizzazione sarebbe diretta verso la morte e che fallirà. In realtà, proprio quelle misure che lui spiegherà in maniera così convincente servano a risolvere le “emergenze” porteranno al fallimento ed al disastro.

L’effetto che un qualsiasi individuo ha su di un gruppo dipende da quanto in alto in quel gruppo sia quell’individuo. Una persona che ha una posizione di comando all’interno di un gruppo può avere un peso maggiore sul gruppo di quanto non lo abbiano tutti gli altri membri del gruppo messi assieme a meno che non sia stato escogitato un sistema che dia più statura ai membri del gruppo.

L. Ron Hubbard

Quale pensiate sia il livello di tono “sociale” di Miscavige? Ottima osservazione………. e quindi a voi trarre le conclusioni: dove pensate sia o si stia dirigendo la Chiesa sotto la guida di David Miscavige? MORTE O SOPRAVVIVENZA?

ANITA BALDI

Annunci
15 commenti leave one →
  1. jenkins permalink
    6 febbraio 2011 11:02 AM

    Ciao grande Anita! come sempre è un arricchimento leggerti, e lo scritto di LRH che hai postato mi è piaciuto particolarmente… perché il grande puffo non recupera QUESTO come tech perduta? sono sicuro che solo una piccola frazione di Scientologist lo conosce (e comunque se è un miscavologist, per ragionamento deduttivo dovuto a mia esperienza difficilmente riuscirà ad incastrarlo con l’attuale situazione, in rapporto al suo grado di ‘convinto servilismo e sostegno’ al management attuale… c’è di buono che i ‘miscavologist convinti’ sono sempre meno..)

    Ah già, la risposta alla tua domanda… uhm… vediamo… dove si sta dirigendo… ops! ma non dirmi che è una domanda retorica vero?? 😉

    • Renata Lugli permalink
      6 febbraio 2011 3:33 PM

      Anche se la domanda è retorica, la risposta che avrei comunque voluto dare, in effetti l’ho appena scritta pochi minuti fa sul post “STAT”, ma si adatta anche qui per cui la riporto:

      Jettero non abbiamo formato “un gruppo squirrel” ma molto di più.
      Stiamo allertando a 360 gradi tutte le autorità competenti affinchè intervengano per abolire la SCHIAVITU’ e il TRAFFICO UMANO:

      – Povertà e assenza di sonno – Debilitamento

      – Scarsità e povertà cibo – Debilitamento

      – Sfruttamento e abuso del lavoro, dalle 15 alle 18 ore al giorno – Debilitamento

      – Assenza di cure mediche con la sola eccezione di quando la malattia assume una forma ormai grave

      – Quasi inesistenti retribuzioni, 0,50 / 1 $ all’ora – Povertà

      – Assenza quasi totale di svago: intervalli, vacanza domenicale, ferie – Debilitamento

      – Isolamento con l’esterno, wog

      – Isolamento da amici e parenti

      – Controllo totale, monitoraggio, sulle rari comunicazioni con l’esterno

      – Istigazione a mentire su verità compromettenti della chiesa

      – Controllo dell’informazione attraverso il divieto assoluto di navigare su Internet, guardare la TV, ascoltare la radio, leggere giornali, possedere un cellulare

      – Abuso di metodologie specifiche, sec check, per aumentare la suggestionabilità la sottomissione ed il controllo

      – Forti pressioni di gruppo che sfociano in continui stress

      – La sospersione del giudizio critico individuale attraverso minacce di punizioni

      – La promozione di una totale dipendenza da quel gruppo con la paura delle conseguenze che ne deriverebbero dall’andarsene: la perdita della propria libertà spirituale

      – Incitamento all’aborto

      – Disconnessioni forzate da parenti e amici se questi non si uniformano alle regole della chiesa

      – Relegare in prigionia da un minimo di 3 anni in sù, RPF, che sono posti più simili ai Gulag che le attuali prigioni, se si violano le regole

      Questo è IL LUOGO dove vive anche mio figlio

      Quindi la risposta evidente alla domanda di Anita è MORTE

      • jenkins permalink
        6 febbraio 2011 4:20 PM

        ciao Renata, la tua descrizione della vita da lager condotta in Sea Org è quanto più possibile lucida ed esaustiva. Sono sicuro che, per lo meno in Italia dove ancora Scientology non gode dello status di confessione religiosa, ci sono davvero gli estremi per porre fine con la legge a tali brutalità. Nella Sea Org, specialmente in alcuni suoi ‘distretti’ dove la situazione è visibilmente insostenibile, oggi si è superata la linea di demarcazione tra la concezione di una normale vita di confraternita religiosa, totalmente dedita allo scopo umanitario, nella quale qualche privazione potrebbe pure essere plausibile o tollerabile in forza di uno ‘scopo più alto’, e le caratteristiche di una setta. questo perchè 1) lo scopo per cui stanno lavorando i SOm oggi è l’intenzione di un comando corrotto e motivato dai soldi a qualunque costo e 2) se anche lo scopo fosse rimasto inalterato rispetto a quanto era in origine, è da tempo che si è trasceso il rispetto di diritti umani fondamentali. Sono certo che Ron non avrebbe tollerato questo modo di agire. L’altro lato della medaglia è che molti tra gli STESSI membri della Sea Org si comportano in modo corrotto e perpetrano sui loro stessi fratelli questi abusi.

        E’ pur vero che le persone sono disposte a sperimentare tanto dolore per alla fine ottenere un po’ di piacere dal conseguimento di un obiettivo, ma qui simao al masochismo…

        comunque, anche per loro come per noi, l’ago della bilancia che farà passare il loro giudizio da una cieca ‘ragionevolezza soppressiva’ a un più obiettivo ‘come ho fatto a tollerare tutto questo’ è acquisire la consapevolezza del fatto che in realtà stanno lavorando per un nemico, quindi grazie ancora all’Indipendologo e ai suoi colleghi, e a tutti le nostre azioni che sono servite e serviranno ad esporre i crimini del bastardazzo… Un caro saluto J

  2. gargamella permalink
    6 febbraio 2011 1:23 PM

    A rimirar lo basso ed il gretto, vieppiù si stima il malaffare.
    Non può il verro, per sua natura, rimirar lo cielo.

    Gargamella

    (traduzione di Birba: se si continua a mettere l’attenzione sulle cose entheta queste ti cattureranno. Per sua natura il maiale non può guardare il cielo perchè il suo collo non si piega verso l’alto. Capito?)

    • jenkins permalink
      6 febbraio 2011 4:38 PM

      Ciao Garga, bentrovato… è sempre un piacere leggere i tuoi sagaci commenti, che a volte sono ermetici il tanto che basta da spingermi a pensare un po’ di più e ad avere una bella cognition 🙂 ps ti pagherò i diritti per aver preso a prestito il marchio ‘grande puffo’ che ormai mi piace tanto usare per definire il nostro caro leader…

      • gargamella permalink
        6 febbraio 2011 5:13 PM

        Grazie Jenk,
        aggiungerò un’altra tacca al mio bastone della pioggia!
        Love is everywhere.

        Gargamella

  3. Mirko permalink
    6 febbraio 2011 2:53 PM

    Un bel scritto di LRH sui gruppi.

    A parte (come dice Jenkins, ciao Jenk) la scontata/ironica domanda che fai tu Anita (DM ha già dimistrato in abbondanza dove sta portando il gruppo di scientology: per il momento quanto meno verso il ridicolo), l’articolo mette in risalto una cosa interessante:

    “La quantità di Theta allo stato puro in un individuo o in un gruppo, misura i potenziali di vita e l’energia di quel gruppo”
    “Il Theta è puro nella misura in cui ha verità in esso. ”

    Continuare a riprestinare verità, nonostante i pericoli ed i rischi connessi, è in questo momento il più alto livello d’azione.

    Dunque avanti con la luce della verità… anche se in questo frangente è un’attività dura e difficile, è azione vincente.

    Mirko

    • jenkins permalink
      6 febbraio 2011 4:30 PM

      E’ vero Mirko, il legame tra Theta puro e Verità è un concetto chiave ed è alla base secondo me del successo dell’Indipendologo e delle varie rinascite ed espansione che gli Scientologist sperimentano quando si affrancano dal regime. Non è solo una questione di de-ptssarsi ma allo stesso modo l’essere dalla parte della verità che rende forte questo gruppo.
      Jenkins

  4. calla permalink
    6 febbraio 2011 9:27 PM

    Hai proprio ragione Anita – Ron E’ geniale comunque …lui a saputo descrivere con certosina esattezza le varie situazioni in start change and stop …. e quindi è sempre illuminante ogni qual volta si presentano i suoi scritti o conferenze !!!!….

    Lui conosce molte bene il grande gioco nei suoi step e nei suoi EP. !!!!

  5. mr xy permalink
    7 febbraio 2011 9:35 AM

    LRH è veramente GRANDE. E voi siete grandi a trovare i giusti riferimenti adatti al caso specifico………….. beh, però quelli sulle caratteristiche della persona sopressiva, si adattano tutte perfettamente al nano… ha ha ha

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...