Skip to content

CORREVA L’ANNO CAPITOLO III

22 dicembre 2010


Immagine tratta dal film “L’Ammutinamento del Bounty” con Marlon Brando

Ecco la terza parte di “Correva l’anno”, un racconto veramente incredibile, per il quale ringraziamo di cuore l’Oracolo. Questa volta grazie al contributo di diversi Indipendenti non ci sono solo parole ma fotografie di quei giorni, proprio là dove l’azione aveva luogo. L’oramai mitico “Istituto Italiano di Tecnologie Applicate” e molti degli staff che ne facevano parte. Sarebbe molto gradito se alcuni di voi sono in possesso di materiale che può essere utile all’Oracolo di inviarlo a centralfile@husmail.com. Ma veniamo al post di oggi, secondo me racchiude l’essenza del temperamento e della forza degli Italiani. Sono certo che se ad INT avessero applicato la stessa procedura con David Miscavige oggi non saremmo nella situazione in cui ci troviamo, perchè LRH dice esattamente questo:

“Ci sono persone che sopprimono. Non sono molte.

Queste spesso salgono di posizione sino a che arrivano

ad essere a capo di qualcosa ed allora tutto inizia a decadere .

Essenzialmente sono delle personalità psicopatiche.

Queste vogliono una posizione per uccidere.

…Sono arrivati dove sono arrivati, sono a capo delle cose,

perchè nessuno quando stavano salendo ha detto ‘No’.

Sono monumenti ai codardi, le persone ragionevoli che non hanno messo fine a loro

sino a che erano solo dei bulli ed erano vulnerabili.”

HCO P/L 7 December 1969
Ethics, The Design of
(OEC Vol. 1, p. 483)

Buona lettura.

GARY BALDI

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Giuliano Monaco e Pippo Polara

Immaginatevi il nostro stupore quando lo rivediamo arrivare in Istituto !

Ebbene sì era tornato!

Ad accoglierlo Renata Lugli la nostra receptionist che proprio Giuliano aveva assegnato a quel posto vista la sua prorompente bellezza da fotomodella da copertina quale era.

Renata Lugli

Renata Lugli

Renata Lugli

Renata Lugli

Renata Lugli

Devo ammettere che tutte noi eravamo un po’ gelose di lei ma abbiamo tirato un sospiro di sollievo quando Renata sposò poi Claudio Lugli.

Renata e Claudio Lugli

Renata lo accompagna al suo ufficio dove ad attenderlo c’era Amir.

Amir Geuron

Lui ne rimase sorpreso, ma non potè fare altro che riconsegnare lo scettro del comando.

Ma per noi il sogno si era infranto.

Voci di corridoio iniziarono a girare. Il mostro era tornato! Cosa potevamo fare ?!??! Iniziarono forti commenti di dissenso, alcuni si chiedevano “Perchè lo dobbiamo sopportare ?”.

“La Rossa” Rossella Cominelli

Il più intraprendente era senza dubbio Paolo Facchinetti, che tramava il da farsi sia con Amir che con tutto il resto della ciurma.

Iniziarono a girare i primi nomi di battaglia, il Tenente, La Caporale, e via così … Gradi, mostrine ….. un vero e proprio subbuglio in uno spazio molto, molto piccolo, i  200 metri circa di Via Cavallotti al 13.

Ma la tensione era evidente, la moquette dei corridoi era calda da tanto che veniva calpestata, negli andirivieni di Trino verso l’ufficio della Rossa e di Pier, quel metro per un metro dove si valutavano i Test, ma adesso si stava valutando il futuro di scientology in Italia.

La Classe: Giuliano con Claudio e Renata Lugli

L’aria era densa ed i mock up della futura rivoluzione iniziavano oramai a diventare solidi, chi avrebbe dato il via al primo passo? AMMUTINAMENTO !!!! Cosa state dicendo??!! Come per il Bounty ??! Ebbene sì!

L’Orso – Alberto Ferrero

La voce iniziò a girare, l’approvazione era totale. HCO Trino Tirale ultimo baluardo dell’etica crollò e passò dalla nostra parte.

Va bene! Facciamolo! Pippo Polara a sostegno, forse sarebbe stata necessaria della forza fisica ….. Irruppero nell’ufficio, senza timori, Trino grido “HCO PORTA ORDINE!!! “

Pippo emise il verdetto – “Giuliano te ne devi andare! Dacci le chiavi dell’Org” –  E lo prese per un braccio e lo portò di peso insieme a Trino verso la porta ….. e lo buttarono fuori!!!  Urla di gioia, pacche sulle spalle, abbracci, euforia totale, senza ritegno.

Ce l’avevamo fatta! Il mostro se ne era andato …. o almeno così pensavamo noi….

Pier Paderni all’Hammond

Telescrivente

I telex, a nostra insaputa, iniziarono a sfrecciare tra la posta locale di Milano e la base di comando in Europa –

Giuliano preparava il contrattacco utilizzando le sue connessioni, tanto curate nel suo soggiorno in addestramento. Dovevano essere stati telex di fuoco!

Si saranno detti: “Chi è quella ciurma di pirati senza regole che hanno osato ammutinarsi!”

“PIPPO” Polara

Ma l’Italia era cosa minuscola, alla periferia dell’impero, un luogo quasi dimenticato ed insignificante nel quadro generale di Scientology di quel periodo.

Ma la situazione era inaccettabile, inammissibile ed inoltre un ALTO CRIMINE scritto con marchio di fuoco sul libro di etica.

Era cosa mai successa prima in tutto il globo! Non dopo l’istituzione della Sea Org. Ma questa era faccenda ben seria ed alla Sea Org la cosa era sfuggita di mano. E quindi le forze dovevano essere unite e venne tirato in ballo anche il GUARDIAN’S OFFICE.

Trino Tirale ed un giovanissimo Guillame Lesevre

Ed ecco che sempre a nostra insaputa un contingente pronto per la Missione di recupero venne formato, ma non erano missionari qualunque ma persone di altissimo rango e di peso:

SUSAN HASSELBERGER

ASSISTENTE DEL GUARDIAN per L’EUROPA

LENNART LARSON

ASSISTENTE DEL GUARDIAN PER L’INFO (branca dello spionaggio del GO)

un italiano …. un certo

GABRIELE SEGALLA

GUARDIAN PER L’ITALIA IN ADDESTRAMENTO E  AIUTANTE IN SECONDA DELLA MISSIONE

UNA RAGAZZA BIONDA FORSE TEDESCA (non ricordo il nome, l’età avanza ed è implacabile)

INCARICATA DELLA MISSIONE

e dulcis in fundo

RON LOVING

COMMODORE MESSENGER ORGANIZATION

(Non si conosce bene il motivo della sua presenza……..)


Piombarono su di noi come falchi, noi che pensavamo di aver fatto la cosa giusta, non conoscevamo nemmeno l’esistenza e la forza di quella organizzazione se non per averla letta nelle policy di LRH.

Ma vedersi quel numero di persone entrare in azione, con tutta la loro alterigia, in alta uniforme, fu per tutti noi uno shock!
Cosa sarebbe successo??? Plotone di esecuzione ???

Imbracciarono i meter, rigorosamente Mark V, e Gabriele iniziò ad intervistare tutto staff presente. Interviste garbate, non erano inquisitorie, ma miravano al punto.

Ognuno diceva la sua ovviamente dal suo punto di vista, e penso che analizzarono la cosa a fondo. Susan, vecchio lupo di mare, giunse alla conclusione ed emise il suo verdetto. Amir era senz’altro persona scomoda ed il suo carisma e l’attaccamento che tutti noi avevamo nei suoi confronti era stata la miccia che aveva innescato l’ammutinamento, quindi doveva essere eliminato.

Ma non sarebbe bastato, bisognava anche mettere una testa sulla picca! E chi se non il Paolo Facchinetti, ribelle di sempre, memore delle lotte nel movimento studentesco?!??! Ok – ecco i due martiri, presi ed impacchettati per bene e subito spediti a Copenaghen. Voci dei giorni seguenti narravano di tremende azioni di etica, forse era stata usata anche quella cosa chiamata RPF …. cosa fosse non lo sapevamo molto bene ma suonava male, molto, molto male.

Ma politicamente parlando, Susan non poteva lasciare Giuliano al suo posto, senza dubbio era evidente che non era amato dallo staff, e dalle interviste era certo che le sue “manie” erano venute alla luce. E quindi anche lui prese il largo, per quali lidi non ne venimmo mai a conoscenza ….. ma Giuliano uscì definitivamente dalla scena. Problema grave ora! Chi avrebbe gestito l’apparato tecnico con Amir assente, unico C/S disponibile? Ma la soluzione era forse già nella valigia della Hasselberger: Ron Loving.
Tutti noi eravamo intimoriti da quel personaggio, un uomo alto sulla quarantina, biondo, lo spazio che permeava era a tutti percepibile e poi erano corse voci era ……… OT !!!! Mamma mia, che forse potesse leggere nelle nostre menti??? Niente di più facile.

Susan passò a Loving lo scettro dicendo che sarebbe stata cosa breve, un paio di settimane, un mese al massimo. Avrebbero poi trovato loro un Team di Comando adeguato a portare avanti il Bounty.

Ma quella previsione era veramente molto, molto lontana da quanto veramente sarebbe poi accaduto.

CONTINUA

L’ORACOLO

P.S. Grazie a tutti gli Indi che hanno mandato fotografie e materiale del periodo, per favore cercate, cercate!

17 commenti leave one →
  1. 22 dicembre 2010 11:48 PM

    Fantastico! E’ andata proprio così come descritto dall’Oracolo. L’atmosfera al tempo era veramente elettrizzante, e nessuno di noi voleva tornare ai tempi bui della gestione Monaco. Amir (R.I.P.) era una persona fenomenale, veramente vitale in tutti i sensi e ci aveva fatto vedere che era possibile disseminare Dianetics, e che funzionava così come era scritto. Noi certo eravamo giovanissimi, ma avevamo uno scopo gigantesco e per noi significava tutto. Non vedevamo barriere, orari, soldi, tutto veniva dopo. Ognuno di noi veniva da storie diverse, ma tutti avevamo una fortissima carica spirituale ed il desiderio di cambiare il mondo. Sapevamo di aver trovato la strada corretta. Anni dopo penso sia terapeutico rivivere quei momenti dove era solo quello scopo, intatto, candido, inalterato da altri interessi che ci faceva andare avanti. Ora nella Chiesa di scientology è rimasta solo una parvenza di quello spirito, tutto è coperto da una montagna di ipocrisa e di PR. Il nostro sogno era OT, ora so che il sogno potrà realizzarsi.

    Claudio lugli

  2. Zorro permalink
    23 dicembre 2010 12:05 AM

    Ho conosciuto Trino, Rossella Tirale e Pippo Polara qualche anno dopo i fatti raccontati in questo post. Sapevo che erano stati tra i pionieri italiani e ho sempre avuto un senso di ammirazione nei loro confronti.
    Non so che fine abbiano fatto perchè è tanto che non ne sento parlare, comunque fanno parte della storia di Scientology in Italia più autentica e genuina, al di là di cosa fanno adesso.

  3. Ghandi permalink
    23 dicembre 2010 12:18 AM

    Wow che bella storia. Sono nato dopo questi fatti ma ho avuto l’onore di conoscere Trino, la Rossella, Pippo, Claudio, Renata e Pier. Che gente stupenda loro si che sono veri scientologist.

  4. jacob permalink
    23 dicembre 2010 9:01 AM

    Che bel racconto. Questa è la vera Scientology che tutti noi vorremmo.. mi ritornano tanti bellissimi ricordi.
    Credo che la maggior parte di quelli ancora nella chiesa ci stiano nella speranza che ritornino quei momenti…

  5. 23 dicembre 2010 10:53 AM

    Un Tornado nel Cuore: GRAZIE!
    Noi Pionieri alla Frontiera……..e voglio citare il Grande Trino: “La Div. 6 è come la prua di quella Nave chiamata DIANETICS: fende (aprendo la strada) la Mente Reattiva dell’Umanità.”
    Siamo quì per aiutare LRH….fin dall’inizio….
    Io preferisco LRH
    8)

  6. Jenkins permalink
    23 dicembre 2010 11:00 AM

    Grazie Oracolo! Bello svegliarsi una fredda mattina pre-natalizia, ‘accendere’ l’Indipendologo ed essere riscaldati da questa bellissima storia, dal sapore della leggenda.

    Ero completamente rapito, dall’inizio alla fine. Quando sono entrato in Scientology, tanti anni dopo questi fatti, solo una frazione di QUELLO spirito fu ciò che mi fece restare nel gruppo, assieme alla magia di LRH.

    Ora mi rendo conto più che mai che, quella piccola ‘scia’ di scopo, che ancora al tempo tanti scientologist univa, altro non era che non il ‘raccolto’ di tanti anni prima. Purtroppo quel raccolto fu seguito più da una semina avvelenata di cianuro, e oggi assaggiamo con disgusto i suoi frutti dentro Miscavology.

    Ma qualche grande thetan (…voi per primi Ragazzi…) ha conservato quei primi semi, che possono ora essere piantati di nuovo ed innaffiati di arc e libertà. Spero tanto che il ‘disboscamento’ della gramigna non prenda tanto tempo, questo non succederà se resteremo uniti.

    Buon Natale a tutti

  7. Renata Lugli permalink
    23 dicembre 2010 2:22 PM

    Sì, quello che scrive l’Oracolo è tutto vero.
    Ricordo molto bene il fermento che c’era durante la pianificazione dell’ammutinamento. Il feelling che permeava tutta l’area in via Cavallotti in quei momenti era: adesso che finalmente abbiamo tra le mani lo strumento per salvare il mondo dalla schiavitù, di sicuro non lasceremo che Giuliano Monaco infranga questo sogno proprio ora che comincia a realizzarsi.
    Amo ricordare una cosa di quei primi anni: c’era una tale coesione di gruppo che generava in noi una forza da travolgere tutto ciò che veniva ad interporsi tra il gruppo ed il raggiungimento dei suoi scopi di libertà, sì, eravamo proprio “Tutti per Uno, Uno per Tutti.”
    Un’altra cosa amo ricordare: la quantità di entusiasmo condiviso era enorme e si rinnovava ora per ora, giorno per giorno, questo veniva alimentato dall’evidenza che veramente riuscivamo ad aiutare gli altri e di conseguenza ci stavamo espandendo notevolmente

  8. David Franchi permalink
    23 dicembre 2010 6:07 PM

    Wow quello era lo spirito che ha attratto I miei genitori a scientology.🙂
    Ci vorrebbe un altro ammutinamento qualcuno vada a prelevare Trino e la Rossella all’OTL… Penso il resto del gruppo sia giá allineato.

  9. LIBERO permalink
    23 dicembre 2010 6:21 PM

    Dopo l’esperienza con il nano-inplantafrottole siamo piu forti e consapevoli di prima… Il cialtrone ha i giorni contati. He he!
    Quando lo beccheranno con le mani nel sacco non avra’ posto dove nascondersi…
    Molto presto…

  10. pino permalink
    10 gennaio 2011 10:35 PM

    Finalmente un vento nuovo con l’indipendologo. Dopo l’ammutinamento di Facchinetti e Pellegrini ecco finalmente questo post che mi fa tornare a trent’anni fa. Forza ragazzi! Felix mi ha dato lo spunto. Tanti ,tanti auguri!

  11. 30 marzo 2011 1:09 AM

    ANCH’IO SON PRONTO A TORNARE NEL GRUPPO … IO, ORA, PIU’ FORTE HE MAI !!!
    CONTATTATEMI AL PIU’ PRESTO ! Ferro

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...