Skip to content

HY LEVY LIBERO parte I

20 dicembre 2010

Qualsiasi italiano sia stato ad FSO negli ultimi vent’anni avrà avuto il piacere oppure il “dispiacere” ……. (vedendosi svuotare le tasche) di conoscere Hy con la sua assistente Paola Bond (Stanzani), il loro lavoro non era sempre cosa piacevole, ma perlomeno lo hanno sempre fatto in modo allegro e discreto . Hy è secondo me  una persona comprensibile e molto capace. Sono veramente felice che sia libero e che si sia unito al Movimento Indipendente. La sua storia è lunga ma molto interessante perchè mette in luce aspetti e situazioni riguardanti FSO che senza dubbio per chi era del “pubblico” non risultavano essere così evidenti. Quindi preparatevi per una lunga cavalcata.

ANITA BALDI

Mi chiamo Hy Levy.

Sono stato staff di FSO per quasi 24 anni e sono uscito nel Giugno del 2009. Sono rimasto “sotto i radar” da allora ma adesso ho deciso di prendere posizione, visto che il mio silenzio ha aiutato a sostenere troppo a lungo l’attuale regime di DM.

Ecco la mia storia. Spero di non annoiarvi. Non ha annoiato me che l’ho vissuta.

Sono entrato in Scientology nel 1974 quando uno staff member della Foundation Org di san Francisco, che lavorarva anche fuori nello sesso posto dove lavoravo io, mi diede un assist di contatto quando mi feci male usando un macchinario obsoleto che funzionava male.

Vide che provavo dolore e mi chiese se poeva fare qualcosa per aiutarmi.

Io le dissi “SI!!! TUTTO QUELLO CHE PUOI FARE VA BENE!!”. Mi diede un assist di contatto che in pochi secondi produsse il risultato e che io non fui in grado di spiegare con tutta la conoscenza che avevo della scienza fisica.

Io ero un programmatore di computer a quel tempo ed ero molto orientato sul MEST ( non in termini di accumulo di MEST visti che non ne avevo) nel modo in cui vedevo la vita. Tutto era spiegato dalla scienza fisica. Sono stato cresciuto come Ebreo Ortodosso ma smisi di praticare anni prima e non credevo a nulla di spirituale. Credevo che tutte le risposte fossero solamente nell’universo fisico dove le cose le potevi vedere, toccare, sentire misurare quantitativamente. Nient’altro per me aveva alcun significato o valore.

Il risultato del contact assist cambio tutto. Era qualcosa che non iuscivo a spiegare con tutto quello che conoscevo. Il mio dito si era intrappolato nell’ingranaggio di una catena e si era tagliato e stava sanguinando. Stavo soffrendo moltissimo. Dopo trenta secondi il sangue smise di uscire ed il dolore era svanito. Che cosa diavolo era la cosa che mi aveva fatto? Aveva totalmente distrutto tutti i miei dati stabili circa la vita e tutte le mie spiegazioni relative alle cose che potevo materialmente percepire.

Quello staff mi chiese se aveva sentito parlare di Scientology. Non ne avevo mai sentito parlare e quindi lei non aveva alcun antagonismo da maneggiare con me. Io le chiesi, come se stessimo facendo un esercizio sulla disseminazione, “Dove posso trovare altre risposte sulla cosa?”. Lei mo mando all’Org locale l’Org di San Francisco. Feci il test sulla personalità,  me lo valutarono e lì iniziò tutto.

Il reg della DIV 6 cercò di vendermi il corso di comunicazione, che al tempo costava $ 25. Essendo totalmente un materialista, “sapevo” che non avresti potuto ottenere nulla da qualcosa che costava $ 25. Quindi le chiesi: “Cosa altro hai da offrirmi?”. Il reg mi parlò dell’HQS. Le chiesi quanto costasse e mi disse $ 100. Io ne guadagnavo $ 125 alla settimana (tasse incluse) quindi per me era una cifra importante. E dissi “Va bene lo compro!”

Inizia il corso. lo staff member che mi diede l’assist era il Chiaritore di Parole della Foundation della Divisione 6. La prima sera sul corso, dopo poco che stavo studiando, mi chiamo per farmi una verifica. L’attenzione che mi veniva rivolta e la tech del chiarimento di parole furono incredibili.

Continuai a studiare e dopo un paio di giorni il Sup mi chiese se volevo fare il pc per un altro studente. Fui meravigliato di essere così fortunato. Lo considerai un regalo incredibile che stavo ricevendo grazie non so a quale fortuna o quale Dio avevo posato gli occhi su di me. Naturalmente dissi “Sì”. (più tardi realizzai che quello studente aveva bisogno di un pc che non fosse in mezzo a qualche altro ciclo di auditing per fare la sua pratica)

A quel tempo l’HQS richiedeva che tu facessi l’intera batteria di oggettivi ad un altro studente. Stavamo percorrendo un procedimento che richiedeva che il pc toccasse un oggetto nella stanza e poi alternativamente una parte del suo corpo, più e più volte. Il mio studente auditor mi fece toccare prima il braccio e poi la sedia, il braccio e poi ancora la sedia. Qualcosa di “strano” iniziò ad accadere e penso di aver avuto uno sguardo particolare visto che l’auditor mi chiese: “Cosa sta succedendo?”. Anch’io mi chiedevo cosa stesse succedendo. Lo potevo descrivere solamente in un modo che non faceva senso nemmeno a me. Gli dissi, “Vedi, tocco la sedia e sò quanto è distante solamente perchè conosco la lunghezza del mio braccio. Ma la sedia in qualche modo è molto più distante, ma in realtà non lo è visto che sò quanto è lungo il mio braccio. “. Balbettai un po’ su questa cosa per un attimo e poi ebbi uno shock. “Io” ero sul soffitto e guardavo in basso la sedia. Non avevo mai sentito parlare del concetto di  esteriorizzazione e come ho spiegato prima io ero totalmente orientato da spiegazioni MEST per le cose che succedevano. Mi ci volle un po’ per riuscire ad accettare che qualcosa che non potevo spiegare in termini materiali stava accadendo proprio a me. Ero exterior. Con percezioni. E poi ripensai ad una volta nella mia infanzia dove la stessa cosa era successa ma nessuno sapeva cosa mi stesse accadendo e cosa stavo sperimentando ed io ero spaventato perchè tutto sembrava essere così longano. A quel tempo mi misi a correre attorno a casa mia piangendo, e guardavo cose che mi erano familiari ma non erano nel posto dove dovevano essere in relazione a dove ero “io”. Mia mamma riusci a calmarmi nel modo in cui sanno fare le mamme. La cosa funzionò ed il problema svanì. Ma fu quel giorno in session che capii che cosa fosse successo allora. Ero andato exterior con percezioni.

Bene il gioco aveva preso tutta un’altra dimensione!

Continuai sul corso e dopo due settimane che avevo scoperto Scientology, un reclutatore della Sea Org arrivò nella mia org. Le parlai a lungo. Mi spiegò che cosa fosse la Sea Org e quale fosse stato il livello di partecipazione necessaria. La cosa non mi preoccupava. Mi spiegò che le persone venivano validate in base al lavoro che erano capaci di fare. E quello fu il “bottone” che mi chiuse. Sentivo che sarei stato bene anche a lavare i pavimenti se fossi stato validato se facevo un buon lavoro ( e lo credo ancora oggi).

Firmai il contratto e lasciai il mio lavoro ed andai in macchina da San Francisco sino a Los Angeles per entrare nella Sea Org. Andrò avanti veloce qui. Mi sposai nella Sea Org. Io e mia moglie non eravamo contenti di come andavano le cose (erano solo 2 anni che ero dentro) e studiammo un piano per scappare e così fu. Forse c’erano stati degli O/W ma avevo anche avuto delle pessime esperienze con le condizioni di etica che erano state applicate male ed anche su come le cose andassero in generale. Comunque ce ne andammo.

Dopo circa 4 anni io e mia moglie ci separammo e poi divorziammo. A quel tempo cercavamo di pagare i nostri freeloader come potevamo. Non avevamo molti soldi ma ogni settimana versavamo 10 $ a testa verso i nostri debiti. Ad un certo punto notammo che avevamo fatto 100 agamenti a testa, c’era ancora molta strada da fare prima di saldare il debito che avevamo ( tipo $ 3.000 solo io) e poi guardammo quanto sarebbe servito per pagare per il Ponte una volta finito di pagare il freeloader. Ci sentivamo sopraffatti dalla cosa e smettemmo di mandare i soldi. Poco dopo ci separammo e ci lasciammo per ragioni che non avevano a che fare con Scientology.

Ero completamente disconnesso  dalla Chiesa e la mia era una vita tranquilla. Mi contattò un FSM che mi informò di un programma che aveva ridotto il debito del freeloader basandosi sul numero di anni che uno era rimasto nella Sea Org. La cosa mi indicava ed ancora una volta il mio “bottone” venne premuto: il validare e dare riconoscimento al lavoro fatto. Il mio debito era ancora comunque di $ 3000. Il programma lo ridusse a $ 2000. Andai subito all’Org di New York (al tempo vivevo a Brooklyn), pagai il mio debito, feci l’amnistia che era in vigore al tempo (1980) e poi pagai il ponte sino a Clear.

Andrò avanti ancora veloce qui. Diventai Dianetics Clear, andai all’AOSH e poi ad AOLA per fare gli OT prep, OT I a V ( ed in mezzo feci anche i 3 Ls) e poi a Flag per l’OT VI e l’OTVII. Lunga la strada i guadagni furono miracolosi incluso il risolvere completamente un artrite che avevo da quando avevo compiuto 28 anni e che influenzava tutte le giunture, come pure infezioni dolorosissime che mi arrivavano circa ogni 6 mesi da 8 anni ( e per le quali i dottori dicevano non c’era nulla da fare). Quindi non c’è dubbio che abbia avuto risultati dal mio auditing.

Mentre ero a Flag venni di nuovo reclutato per la Sea Org ad FSO (sapevano che ero scappato già dalla Sea Org in precedenza ma in qualche modo aggirarono l’ostacolo) Avevo anche altre cose per cui non avevo le qualifiche necessarie per essere staff di FSO e quindi dovetti fare una petizione al GO per avere l’OK di entrare nello staff (era il 1985). La cosa venne accettata. Finii OT VI e tornai a casa con i materiali ed inizia ad audirmi su OT VII mentre facevo il mio “Progetto di Preparazione” per tornare ad FSO come staff.

Tornato a casa dopo 6 mesi di permanenza a Flag, ero rimasto senza soldi, non avevo un lavoro e dovevo muovermi subito per poter sopravvivere. Applicai le condizioni come si deve (un soggetto con il quale non avevo alcun problema al tempo ma che poi divenne un incubo a causa di tutte le applicazioni scorrette alle quali fui sottoposto). Dopo 3 settimane trovai un lavoro con un tizio a cui stavo veramente sulle scatole. Ma per una ragione o per un’altra mise da parte la cosa e mi assunse. Un contratto a termine come programmatore che faceva in modo che riuscissi almeno a pagare i conti. Era un contratto per un progetto che non venne poi portato a termine e quindi la cosa durò solamente un mese.

Nello stesso periodo, il mio datore di lavoro precedente che mi aveva detto che non poteva riassumermi a causa di tagli al bilancio etc. mi contattò. Avevano problemi in relazione ad un grosso progetto e mi disse di “fare la mia offerta”. Wow, pensai, questo OT VII funziona davvero (insieme alla corretta applicazione delle condizioni ed un po’ di policy sulle finanze ed amministrative che conoscevo ed usavo).

Nel frattempo iniziavo ad esserre titubante sull’attivare il contratto che avevo firmato per la Sea Org. Facevo sui 15.000 $ al mese (e per il 1985 era la paga di un Re), ma alla fine decisi di rientrare nella Sea Org ad FSO e lo feci nel Novembre 1985.

Rimasi staff di FSO sino al 2009 quando ne uscii nel Giugno del 2009.

Ho scritto nel dettaglio le mie esperienze per rendere chiaro che io ero uno Scientologo di successo che aveva ottenuto moltissimi benefici dall’applicazione di Scientology alla mia vita.

Il mio primo posto fu quello di D del P nell’HGC di NOTs. Visto che ero stato in mezzo ai computer per moltissimi anni, mi piacevano tutte le cose tecniche. Ero solamente un Auditor di Livello 0 e non avevo veramente una forte aspirazione a diventare un auditor. Non avevo LA MINIMA IDEA di cosa veramente dovesse fare un D del P, ma imparai alla svelta. Feci degli errori veramente stupidi all’inizio, ma avevo un C/S meraviglioso che mi seguiva e che era il mio junior e che mi dava dei cramming stupendi per ogni cosa che sbagliavo. Ho imparato molto da quei cramming cose che sino ad oggi mi hanno aiutato.

Essendo una persona tecnica (computer) ma non avendo del vero e proprio traininge dovendo essere a capo di un certo numero di Auditor di Nots, dovendo fare interviste ai Pcs, etc. etc. Ho deciso che l’unico modo per sapere che cosa realmente stessi facendo sarebbe stato quello di leggermi il pacco di N OTs. Proprio così. Un Auditor di Livello 0 che stava studiando NOTs. Visto che ero OT VII, non c’era alcun problema ad avere accesso ai materiali (specialmente visto che ero il D del P). Quindi ce la misi tutta, studiai sino a tarda notte e durante le pause pranzo. Trovai il materiale affascinante. Fui anche in grado di comprendere meglio le difficoltà che i miei auditor potevano incontrare ed inoltre ero in grado di dare interviste migliori ai miei PC (avevo un intervistatore che lavorava per me, ma io facevo le interviste più difficile, quelle atte a “crackare i casi”).

Tutto sembra molto bello no? Quindi dov’è che le cose sono andate a finire male? Ci sono stati moltissimi episodi durante la strada e ve li racconterò così come me li ricordo, non necessariamente nell’ordine in cui avvennero.

Io ero orgoglioso di avere quel posto. Le mie statistiche non erano sempre al massimo, ma io facevo tutto quanto era possibile per fare in modo che i miei PC vincessero e risolvessero le cose che volevano risolvere. Uno dei miei auditor una volta commentò che io ero il miglio D del P Intervistatore che conosceva. Non tutti però erano d’accordo con il modo in cui io svolgevo le mie funzioni. Io credevo che, come D del P, la mia funzione principale, così come delineato da LRH, fosse stata quella di “vigile del traffico”. Per me quello voleva dire fare qualsiasi cosa fosse stata necessaria per fare in modo che le persone ottenessero i risultati che si aspettavano di ottenere. Comprendere i miei auditor e fare in modo che fossero vincenti. Prendere cura dei miei PC e maneggiarli bene. Alcuni dei miei Senior, guardando le mie statistiche delle WDHA (Ore di auditing ben fatte), pensavano che dovevo essere più duro con i miei auditor. Io dovevo urlare con loro, dirigerli duramente, etc. . Non ero capace di fare una cosa del genere almeno di routine, anche se purtroppo l’ho fatto più volte del dovuto. Non mi sento orgoglioso di quella parte della mia storia.

Per illustrarvi le divergenze di opinione che avevo con i miei senior circa il mio posto, vi racconterò un episodio. Successe alla fine degli anni 80 o forse addirittura nel 1990. Avevo trovato un vecchio pacco contenente trascrizioni di discorsi fatti da LRH. Uno che mi ricordo molto chiaramente era intitolato ” LRH parla al SNR  C/S 1970″. In quel discorso, LRH descriveva quale fosse l’hat del D del P nell’intervistare i PC per riuscire a scoprire su cosa si basassero le loro difficoltà nell’auditing. Richiedeva l’uso dell’e-meter, seguire le read ed investigare in modo che il C/S potesse risolvere le cose quando queste prendevano la piega sbagliata. Ero innamorato di quella conferenza. Un giorno, avevo un PC che aveva grossi problemi di caso. Parlai con il C/S riguardo ciò che volesse scoprire, ed il C/S mi diede una serie di domande, e che riferimenti usare per ottenere il mio prodotto. Fu una lunga intervista. Circa due ore se ricordo bene. Alla fine il PC si sentiva molto sollevato ed io pensavo di aver ottenuto il prodotto che mi era stato richiesto dal C/S. Lo scopo dell’intervista no  era quello di crackare il caso del PC, ma di scoprire quello che non si riusciva a capire in relazione a quanto stesse succedendo sul suo caso. Ottenni quel prodotto, come mi venne poi confermato dal C/S e su come poi proseguì l’auditing per quel PC.

Quando uscii dall’intervista, un Senior Exec dell’org era fuori ad aspettarmi, e inveì su di me dicendomi che avevo fatto una intervista troppo lunga. Lei la chiamò “squirrel” ed era furiosa perchè avevo lasciato per tutto quel tempo l’HGC. Mi chiese quale riferimento stessi applicando. In realtà lei stava semplicemente dicendo che non esisteva alcun riferimento per definire quanto avessi fatto “squirrel”. Quando cercai di darle il riferimento esatto nel quale LRH spiegava ciò che io avevo appena fatto, lei non mi ascoltò nemmeno e prosegui con l’urlarmi addosso.

Questo, insieme ad altri episodi, fu ciò che mi fece pensare che non appartenevo più a quel posto.

Poi ci fu quella volta nel 1991 quando l’org era in una pesante situazione di etica. Venne annunciato che ogni giorno al muster del pranzo un individuo sarebbe stato mandato in RPF. Erano cose da pazzi che mi fecero venire in mente le pulizie etniche dei Nazisti. Ogni giorno andavamo al muster, sapendo che qualcuno di noi, e potevi essere proprio tu, sarebbe stato spedito in RPF. Per una delle qualsiasi cose che erano contenute nel libro di etica, da un semplice errore in su. Dopo aver visto il tipo di ragioni insignificanti per le quali una persona veniva mandata in RPF, tutti diventavano terrorizzati da un qualsiasi errore facessero nel loro lavoro perchè quella poteva essere una ragione valida per spedirli in RPF. Ma non potevi sapere nulla sino a che la cosa veniva annunciata a tutto lo staff al muster di quel giorno. La persona scelta veniva poi portata via dalla security e messa in RPF. Potete immaginare l’atmosfera che si respirava.

Persino con tutte quelle prove che mi facevano vedere che le cose non andavano come sarebbero dovute andare in una org di Scientology, io, così come facevano la maggior parte degli staff member, facevo finta di niente ed andavo avanti a fare il mio lavoro nel miglior modo possibile per non essere oggetto di quei maneggiamenti.

Nel 1993, mentre ero ancora un D del P, ci eravamo spostati nel nuovo posto appena rinnovato al Sand Castle. Mi venne detto che mi avrebbero assegnato un nuovo auditor, che in precedenza era stato staff ad INT, e che sarebbe stato meglio per me che gli avessi trovato subito dei PC da audire. In quel periodo l’overt più grande che un D del P potesse fare era quello di avere un auditor senza PC da audire. Ma la quantità di PC a disposizione al tempo era limitata e quindi non potevo togliere PC agli auditor esistenti. Ma volevo risolvere il problema in m odo che tutti fossero stati contenti. Come mi dissero al mattino quell’auditor sarebbe potuto arrivare in ogni momento, ed allora inizia ad assegnare i nuovi PC che arrivavano in HGC a lui. Penso che vennero 3 PC nuovi in HGC, che avevano fatto la loro intervista, avevano il folder programmato e pronti ad iniziare. Ma l’auditor ancora non si vedeva all’orizzonte. Al tempo c’era anche una nuova regola  che era quella che se un qualsiasi PC non andava in session durante la giornata, PER QUALSIASI MOTIVO, la cosa doveva essere fatta sapere a DM in persona che al tempo era alla Base insieme a tutta una squadra in Missione da INT.

Le ore passavano e l’auditor non si faceva vivo (non era sotto il mio controllo la cosa visto che quello era un “regalo” di DM ad FSO), i PC che avevo assegnato a quell’auditor iniziarono a lamentarsi perchè non stavano andando in session. Con quella regola per la quale tutti i pc dovevano andare in session altrimenti eri fritto, iniziai a preoccuparmi.

Alla fine, Marc Ingber, che penso al tempo fosse il CO CMO INT arrivò nella mia HGC e chiese il numero dei PC che non erano ancora andati in session. A quel punto fui un po’ autodistruttivo ed inclusi nella conta tutti i pc che non erano andati in session senza escludere quelli che non c’erano andati per validi motivi. Il numero era se ricordo bene 22. Anche solamente 1 PC sarebbe bastato, ma 22 !!?? Quindi, lui guardò il tabellone delle schedule e vide che ne avevo allineati con quel nuovo auditor 3 e che nessuno di loro era andato in session. Mi massacrò per aver assegnato a quell’auditor dei PC visto che lui non era nemmeno entrato ufficialmente sulle linee di FSO. (un nuovo concetto che in 8 anni non avevo mai sentito) e comunque lui non era ancora un mio staff. La mia debole difesa fu quella di dire “Non era mia intenzione che quei pc non andassero in session!” La sua risposta fu: “Non sono qui a discutere del tuo caso!” (Penso stesse alludendo a qualche tech dell’FPRD che ha a che fare con le intenzioni, che non c’entrava nulla con quello che volevo dire io). Quel veloce scambio di parole non fece altro che spingere di più il coltello nella piaga e separare il mio modo di vedere le cose da quell dei miei senior e dell’INT management. Eri maledetto se facevi una cosa ma eri lo stesso maledetto se non la facevi, quella era la frase che mi veniva in mente.

Poi ci fu la volta in cui la tecnica del “cane da caccia” contenuta nel Big League Sales (un libro consigliato da LRH per addestrare i reg incluso il tutto il training dei Reg Professionisti) mi mise nei casini.

Un “cane da caccia” è chiunque dia una dritta al venditore su di un prospetto che poi compra qualcosa. Era uno strumento, secondo il BLS, vitale alla produzione di un venditore. Diceva persino che bisognava dare premi in denaro tutte le volte che qualcuno faceva da “cane da caccia” per un venditore che poi riusciva a vendere alla persona segnalata.

Questo sistema era usato anche ad FSO ed era una cosa approvata su tutte le linee. I reg tutte le settimane prendevano nota delle segnalazioni fatte dai loro “cani da caccia”, ed una specifica percentuale veniva pagato loro come commissione, veniva fatto un regolare PO (Purchase Order ordine di acquisto) che veniva presentato durante la pianificazione finanziaria dove venivano elencati tutti i cicli e poi i reg pagavano i loro “cani da caccia”. Questo è esattamente come funzionava la cosa. Io come D del P, controllavo i pc che dovevano re-iscriversi. Era una cosa pro sopravvivenza per la mia HGC visto che poi avrei avuto sempre PC da poter audire e che quindi gli auditor avrebbero avuto da fare. Non lo facevo per le commissioni , non ne tenevo nemmeno il conto o mi aspettavo che mi venissero pagate. Era una cosa forzata su di me da reg. Non che io avessi obiezioni alla cosa anzi mi facevano comodo dei soldi in più. Ma voglio solo dire che non era una cosa che io instigavo o che cercavo di fare assiduamente. Era semplicemente il sistema che veniva usato.

Un giorno, una persona dell’amministrazione dell’ufficio dei reg mi venne a chiedere una lista dei pc che avevano pagato la settimana precedente e quali di quei pc io ero responsabile per aver fatto in modo che pagassero in modo da calcolare le mie commissioni. Mentre quella persona era nell’HGC, Bitty Miscavige (non sono sicuro di quale fosse stato il suo posto a quel tempo ma senz’altro un posto molto alto a CMO INT) era presente e le chiese cosa stesse facendo in HGC . Lei lo spiegò molto succintamente ma in maniera chiara. Bitty si girò verso di me ed in tono MOLTO RISENTITO mi disse “Se ricevo anche solo un’altro rapporto su di te ti scorterò personalmente in RPF!!”. In quel periodo non ero in nessun casino di etica e quindi la cosa mi sembrò leggermente “fuori gradiente” in relazione all’aplicazione della tech di etica. La cosa mi terrificò!

A quel tempo c’era anche un’atmosfera di etica pesantissima alla base (sto parlando del 91 – 93) ed ogni sera tutto lo staff riceveva un briefing dal COB che dettagliava tutte le cose fuori etica che erano state trovate durante il giorno nella base. Quella sera il soggetto ero io. Venni menzionato come se stessi facendo qualcosa di illegale, di fuori etica e fuori policy e come se fosse stata una cosa fatta di nascosto e che adesso era stata scoperta. Venne resa un tale crimine che i sospiri del resto del staff echeggiavano nell’auditorium mentre lui spiegava la malvagità del fuori etica in cui io ero coinvolto. Era come se io fossi stato l’unica persona che lo faceva e che tutta la faccenda era tenuta segreta (tutti i reg lo facevano specialmente con tutti i D del P). Alla fine DM dichiarò un’amnistia che assolveva chiunque altro fosse stato coinvolto nella cosa. Quella fu la fine del sistema del “cane da caccia”, un sistema ben discusso sul BLS, il libro scelto da LRH come la “bibbia” sul come essere un reg di successo ( riferimento LRH ED 236 INT dove lui specifica che il perchè del GI basso era la mancanza dell’utilizzo delle tecniche descritte in quel libro)

Il giorno dopo, DM viene nella mia HGC. Di proposito ci scontriamo e lui “scherzando” mi dice “Non va bene avere dei withold con me!”. E nel flebile tentativo di difendermi dissi “Sir, non era un withold visto che lo sapevano tutti”. La sua risposta fu ” Io (sottolineato) non lo sapevo!”. Quello mise fine al tentativo che avevo fatto per CHIARIRE LA COSA IN RELAZIONE A QUEL SOGGETTO.

CONTINUA

Advertisements
4 commenti leave one →
  1. jacob permalink
    21 dicembre 2010 8:29 AM

    Pazzesco.. se addirittura i Reg di Flag ( Reg = $$$) stanno mollando, mi sa che il nano ha proprio perso completamente la capacità di trattenere la gente dentro..

  2. Ghandi permalink
    21 dicembre 2010 10:47 AM

    Il nano malefico stará sbraitando in tutte le direzioni cercando di accusare il target sbagliato. Sono sicuro che altri veterani usciranno al piú presto. Per chi non l’avesse ancora capito Marty Rathbun non ha organizzato un gruppo squirrel, anzi tutt altro, applica Scientology al 100% come intendeva LRH é per questo che é finito nei guai, il vero gruppo squirrel é l’attuale chiesa di Scientology o per meglio definirla la chiesa di michevology.

  3. Ksw1 permalink
    21 dicembre 2010 5:22 PM

    Effettivamente e’ un po’ che non si vedeva in giro, ma qui’ far domande e’ oramai TABU’……. Vorra’ dire che ci alleneremo con la Telepatia…….
    Ksw1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...