Skip to content

COME STUDIARE SCIENTOLOGY

29 ottobre 2010

Geir Isene è un OT VIII Indipendente Norvegiese, una delle prime persone che più di un anno fa oramai ha pubblicamente dichiarato il suo abbandono dalla chiesa di Scientology. Ha notevolmente contribuito al movimento indipendente attraverso un suo Blog ed un forum di Scientology. Le considerazioni che seguono penso siano di interesse comune.
Max Zini

L’articolo “Come Studiare Scientology” (Ability Magazine, Feb 1959) penso sia il mio secondo pezzo favorito tra gli scritti di L. Ron Hubbard. Fornisce una base per studiare il soggetto, assicurandosi che venga mantenuta l’integrità personale una volta che qualcuno intraprende l’avventura della ricerca di se stesso. Mi piacerebbe veramente che questo articolo vennisse messo all’inizio di ogni corso. E sì, anche prima di “Mantenere Scientology in Funzione”.

Entriamo un attimo nella pubblicazione. Nel primo paragrafo LRH afferma:

Uno dovrebbe, prima di iniziare a discutere, criticare o cercare di migliorare i dati che gli vengono forniti, scoprire per se stesso se i meccanismi di Scientology funzionano così come vengono esposti, e se faccia quanto si propone di fare o meno.”

Nell’articolo, Ron sottolinea quanto sia importante per lo studente di Scientology scoprire veramente per se stesso ciò che è vero per lui – e di non accettare nulla perchè “lo ha detto l’autorità”. E continua:

Ci sono due modi con cui l’Uomo solitamente accetta le cose, e nessuno dei due è molto positivo. Uno è quello di accettare un’ affermazione perchè l’Autorità dice che è vero e deve essere accettato, e l’altra è a causa di una preponderanza di accordo tra le persone.”

L’attenzione va posta sulla tua osservazione personale e sulla tua integritàpersonale; Avere il coraggio di osservare, avere il coraggio di decidere per se stessi e trarre le proprie conclusioni:

I dati sono tuoi dati solo a condizione che tu li abbia valutati. I dati o sono tuoi perchè ti sono stati forniti da  una autorità o sono dati tuoi. Se i dati sono tuoi perchè te li ha forniti una autorità, qualcuno li ha forzati su di te, e come minimo è un po’ di più di una leggera abberazione. Naturalmente, se tu fai una domanda ad una persona che tu pensi sappia il fatto suo e lui ti da le sue risposte, quel dato non è stato forzato su di te. Ma se tu poi vai via da lui credendo da lì in poi che quel dato esista senza prenderti la briga di investigare la risposta per te stesso – senza compararlo con l’universo conosciuto – allora non hai completato il ciclo dell’apprendimento.”

La prima frase nel paragrafo sopra potrebbe essere veramente una sveglia per qualcuno. Se tu accetti dei dati senza una tua personale ispezione, diventi aberrato. Se tu accetti Scientology senza assucurarti che sia vera per te, diventerai ancor più aberrato. Ho tenuto dei seminari a dei Scientologist su questo tema ed ho ottenuto parecchi “Oh, mio Dio!” su questo punto.

LRH dà parecchi esempi nell’articolo sul come si accettano dati senza un’ispezione personale e quanto la cosa possa essere deleteria. Non manca nell’articolo l’invito ad avere una propria integrità:

Qualsiasi disaccordo tu possa avere con la teria è qualosa che solo tu puoi risolvere. La teoria è corretta, o non è corretta? Solo tu puoi rispondere a questa domanda; non ti può essere data una risposta.”

E Ron continua la sua sfida all’autoritarismo:

“L’Autoritarismo è un po’ di più di una forma di ipnosi. L’apprendimento viene forzato usando la minaccia di una qualche forma di punizione.”


Questo mi sembra quanto sta accadendo nell’attuale Chiesa di Scientology. Totalmente all’opposto di quanto Ron chieda di fare agli studenti di Scientology:

Ti viene richiesto di esaminare il soggetto di Scientology da una base critica – una base molto critica .

Alla maggior parte dei Scientologists ai quali ho chiesto di leggere la frase sopra entrano in uno stato di confusione immediatamente. Ma non c’è bisogno di sentirsi confusi visto che il pensiero critico è senz’altro necessario per mantenere la tua integrità personale.

Quindi noi ti chiediamo di guardare a Scientology, di studiarla, di metterla in discussione, ed usarla così come la presentiamo e tu scoprirai qualcosa per te stesso. E nel fare questo può darsi che tu scopra molto di più.

E naturalmente dovresti essere in grado di rifiutare qualsiasi parte di Scientology che tu dopo aver esaminato non ritieni essere corretta:

Quando l’hai applicata così come deve essere fatto, ed applicata così come viene insegnata a scuola, ed ancora trovi che non funzioni, è tuo privilegio metterla in discussione, e se tu vorrai, rifiutarla.

Se sarai vero con te stesso, ti succederanno solo cose positive.

Annunci
14 commenti leave one →
  1. Lucajkl4 permalink
    29 ottobre 2010 10:59 PM

    Niente di più vero… Se le cose funzionano o meno, bisogna sempre verificarle di persona e solo dopo trarre conclusioni. Partendo da una base critica si possono verificare i pro e i contro di un soggetto. Io ho fatto i miei esperimenti e dico che funziona la tech di LRH. Comunque sono Felice di essere qui per comunicare i miei pensieri =). Anche se so che probabilmente lo sapete gia, ma vi invito a rileggere l HCO PL “Mantenere Scientology in funzione”. Partiamo dal punto 1: Avere la tecnologia corretta. Bhe…. gia qua partiamo bene… che fine ha fatto la vera tech??? Bho…. non si sa. saltiamo al punto 3: Sapere che è corretta e qui li staff ecc… pensano che sia corretta ma avendo un punto 1 gia out automaticamente il 3 è out. Saltiamo agli ultimi tre punti: 7 Estirpare la tecnologia scorretta 8 debellare le applicazioni scorrette 9Sbarrare la porta a qualsiasi possibilità di tecnologia scorretta 10 Sbarrare la porta alle applicazioni scorrette. Ma ora, mi chiedo, come fare?? Ormai la tech scorretta è ovunque e cm fare a debellarla? Con questa domanda vi lascio. Con ARC Luca.

    • Giuseppe permalink
      30 ottobre 2010 3:21 AM

      Ciao Luca!
      Beh, chi ci dice che gli indipendenti non possano garantire il punto 1 e così anche il resto?!
      Secondo me dovremmo cominciare a credere che la cosa sia del tutto possibile. La soluzione è promuovere coloro che si reputa personalmente essere in linea con tutto ciò. Sempre attraverso la propria esperienza e quella SPASSIONATA e non CONDIZIONATA di altri.

      Favorire chi lo fa, dare supporto a chi lo vorrebbe fare.

      Inoltre, favorire chi tra gli indipendenti ha la tendenza a creare un gruppo.
      Un gruppo può meglio organizzarsi.
      E vedrai che se scopri un gruppo in grado di auto-disciplinarsi (cosa normalissima ai giorni nostri) scopri anche che le cose funzionano.

      Ron non me ne voglia (non siamo tanto amici io e lui) ma non sarà certo un morto a decidere il mio futuro e neppure il tuo. Se mi permetti 🙂

      Un consiglio: Prova a contattarne qualcuno. Valuta tu stesso e trai conclusioni.
      A me sono bastati 5 minuti per capire che un qualsiasi essere umano è in grado di
      mantenere in funzione qualcosa al di fuori di una org gestita da Davide.

      Spero di esserti stato utile.

      Giuseppe.

  2. diabolik permalink
    29 ottobre 2010 11:23 PM

    Beeeelllissimi questi paragrafi…..questo sì che dovrebbe essere inviato via mail ai miscaviani 🙂 diego….. pensaci tu…ma da dove sono tratti? voglio dire dove si trova questo ability magazine?

  3. Runner permalink
    30 ottobre 2010 12:12 AM

    Salve a tutti voi indipendenti, è da fine agosto che vi seguo, ed è già da molto che sento in me il desiderio di scrivervi e di contattarvi , per farvi moltissime domande su tutta sta faccenda.
    Di solito sono una persona imparziale fin tanto che non son sicuro dei datiche leggo.
    Ma visto che i fatti dimostrano la realtà passata presente e postulano quella futura, il mio IO il mio istinto mi dice che l indipendenza che da sempre porto dentro e la cosa più naturale che uno possa provare.
    Son quasi tre anni che ho conocsiuto Dianetics e Snc, e da subito il libro uno mi ha catturato,perchè molte delle cose lette le trovavo da subito parte della mia esistenza senza ombra di dubbio.
    Fin tanto che leggevo i vari libri che il mio FSM mi aveva venduto nel modo giusto senza pressione era tutto ok, Ron me lo vedevo davanti a me mentre leggevo, concordavo su tanti dati su altri mi mettevo la condizione di dubbio, e questa cosa è la cosa più giusta da fare quando si sta scoprendo qualcosa di nuovo e sconosciuto.Nessuna pressione porta all as-is naturale dei dati se questo deve accadere su quel dato che tu ritieni valido, altrimenti la forzatura ti innietta confusione e dubbio che ti porti dentro e riversi poi anche nei dati successivi che incontri.
    Io penso sia come oltrepassare una parola mal compresa, da lì in poi tu non sei veramente nel PT.
    In fatti poi quando sono entrato per la prima volta nella mia mission, la mia tranquillità e piena fiducia di quello che stavo studiando, sono venuti in parte a mancare per via del modo con cui mandano avanti le cose.Pressioni per far fare alla gente le cose che loro volevano che tu facessi, e nella gran parte delle volte, con la smania di far cassa, una smania che da sempre ho percepito su quasi tutti i fronti, usando modi sbdoli, con mezze verità, annunciando miracoli, anunciando emergnze di vita o di morte,e mentendo spudoratamente.
    Poi una volta entrato anche nella mia org sempre come studente la cosa si è ingigantita, anche se bisogna dire che ci sono tante brave persone volenterose che si impegnano senza inganni.
    Comunque per mia fortuna questa cosa da subito mi ha acceso una lampadina in testa, troppe contradizzioni, troppe bugie troppe tecniche sbagliate per operare sulla gente,e mi dicevo come possono pretendere di espandersi attirare nuova gente se questo è il modo di operare.
    Ho sempre pensato in fondo a me stesso che cè qualcosa di sbagliato tra quello che ho letto, e tra la realtà delle org e mission.
    L ‘articolo di oggi penso abbia spazzato via un bel pò di carica che ancora avevo dentro sul soggetto trattato, e mi ha dato la spinta a scrivere come per scaricare ancora ulteriore carica.
    Vi ringrazio per quello che mi avete dato fino ad ora, e per quello che state facendo, mi piacerebbe poter conoscere qualcunoo di voi di persona per confrontare le nostre piccole o grandi storie, e per poter fare un sacco di domande su altri aspetti della faccenda.
    Prima di chiudere volevo chiedere come si fà ad andare avanti sul ponte fuori dalle org, e quello che aspetta a un scientologo che vuole andarsene, o meglio dire,vuole essere lasciato in pace dall’ org.
    Aspetto vostre notizie ancora grazie ciao a tutti.

  4. Runner permalink
    30 ottobre 2010 12:32 AM

    Mi scuso anticipatamente ma non capisco dovo ho esagerato con il messaggio di prima
    E la prima volta che scrivo in un blog, non so come funziona, ma quello che ho scritto è la pura verita, e spero che altri possano beneficiare dellamia esperienza.
    Ancora grazie aspetto notizie

  5. G. Bonzani permalink
    30 ottobre 2010 9:26 AM

    Vi invito a leggere la condizione di dubbio che Geir Isene ha pubblicato circa 2 anni fa. Credo la si possa trovare su “Allarme Scientology”.
    E’ un’altro caso di persona la cui integrità personale è stata messa prima di qualsiasi altra cosa. Da quello che ho letto, Geir ha dedicato molti anni della sua vita per l’espansione di Scn nella sua area e, di sicuro, la decisione di abbandonare l’attuale chiesa non l’ha presa a cuor leggero o solo per qualche disaccordo con il managemant. L’applicazione completa della condizione di dubbio, che ha pubblicato, denota che non poteva fare altrimenti, se non, appunto, venir meno con se stesso.
    Non voglio di certo fare il moralista, non l’ho mai fatto ed i moralisti li sempre combattuti, ma ci sono cose sulle quali non è possibile chiudere gli occhi. Accettare quello che è successo e sta succedendo con la chiesa di DM, significa dare un calcio a quel minimo di integrità personale che ognuno di noi dovrebbe tenersi molto stretto per avere qualche possibilità futura di libertà spirituale.

    Saluti,
    Giovanni

  6. Frank Wool permalink
    30 ottobre 2010 11:51 AM

    Un post interessante!
    Sono dati che potete trovare ampiamente trattati anche nei nastri dello Student Hat, ma citati in questo contesto hanno un enorme valore, per tutti noi che, nonostante tutto, amiamo la tech.
    Come vi dicevo ieri ci sono molti amici che leggono il blog “anonimamente” e vedo che ogni giorno qualcuno decide di dire la sua e tirare fuori la testa.Sono passato anche ieri sera (venerdi) dalla mia org locale: sempre deserto. Qualcosa vorrà dire!
    Ciao
    Frank Wool

  7. libero permalink
    30 ottobre 2010 2:47 PM

    Salve! Direi che una bella rimozione di dati falsi sia necessaria a tutti. Non credete?
    Tesi anti Tesi… ecc.. Credo che tutto si riduca a questo…
    Leggete il bollettino rimozione dati falsi e la sua teoria di base.
    Professionisti dei “dati falsi” altro che Scientology Ufficiale dei miei stivali…
    Buona rimozione ed espansione sulle dinamiche!

  8. Zorro permalink
    30 ottobre 2010 6:04 PM

    Penso che noi tutti, chi più chi meno, quando eravamo sulle linee, avevamo a disposizione tutte le reference di LRH per pretendere che l’etica, la tech e l’admin fosse applicata. Ma per una sorta di pigrizia mentale o per una mal riposta fiducia abbiamo delegato una parte della nostra responsabilità e indebolito in una certa misura la nostra integrità.
    Se tutti noi fossimo stati rigidi ed indefessi e ci fossimo presi totale responsabilità per l’applicazione della tech e della policy non ci sarebbe stato nessun nano a renderci PTS per tutti gli anni in cui siamo stati sulle linee, o per lo meno sarebbe durato poco e non tutto questo tempo !

    Comunque meglio tardi che mai, !

  9. Ksw1 permalink
    30 ottobre 2010 6:41 PM

    Pass! Brava silvia, bella composizione e fantastica reference !!!! Ksw1

  10. Jettero Heller permalink
    4 novembre 2010 9:40 AM

    Mi farebbe molto piacere poter leggere la traduzione completa dell’articolo dell’Ability Magazine del febbraio 1959: si può avere?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...