Skip to content

I RETROSCENA DELLA “ETA’ D’ORO DELLA TECH” (Parte 2)

1 agosto 2010

Il Lavoro Iniziale

La prima cosa che fece RTRC fu quella di delineare quali fossero tutte le azioni di auditing. Vennero creati degli schemi che li suddividevano in azioni di  auditing generico tipo i ruds, vari tipi di procedimenti, liste preparate e così via. Da lì lo stesso modello che LRH aveva sviluppato per gli Esercizi dell’Addestramento dei Comandi di Dianetics venne seguito per ogni singola tipologia di abilità ad audire.

I TRs di Dianetics di base sono questo:

TR 101 era imparare molto bene i comandi di auditing . Questo si raggiungeva facendo in modo che lo studente si sedesse davanti ad un muro con il BTB che aveva i comandi dell’R3R e li ripeteva in continuazione sino a che li sapeva. LRH aveva chiamato i comandi il rosario dei procedimenti e quindi il primo livello degli esercizi della GAT (Golden Age of Tech) vennero chiamati i Patter Drill (definizione di patter: recitare preghiere (come nel padrenostro rapidamente o meccanicamente – Etimologia: Middle English patren, da paternoster).

Il TR 102 serviva per imparare ad eseguire le azioni di una session di Dianetics seduti come in una session ed andando attraverso alla procedura.

Nel TR 103 si percorreva una session su una bambola con un allenatore che stava seduto a fianco dello studente e che rispondeva al posto della bambola, muoveva il TA ( o lo faceva muovere con uno strumento che scavalcava il Tone Arm sul meter) e presentava varie situazioni alla studente , il quale le doveva maneggiare.

Il TR 104 era una session completa di Dianetics con un “pc che faceva le provocazioni” seduto sulla sedia del pc cercando di fare il possibile per rendere la vita dello studente una miseria , con lo scopo che lo studente diventasse capace di percorrere una seduta senza alcun errore ed in ogni condizione possibile.

Nel periodo prima che la GAT comincasse sul serio , venne trovato un riferimento utilissimo che divenne la base per uno dei tipi di esercizi che vennero poi incorporati nel maneggiamento della GAT. Durante una delle sue conferenze ai Classe XII sull’ Apollo , LRH menzionò un esercizio che sarebbe stato sviluppato , nel quale l’allenatore presentava allo studente una certa situazione e poi chiedeva “Che cosa dici?” oppure “Che cosa fai?” – Una delle due domande , non ricordo quale fosse. Comunque sia, questo divenne la base per gli Standard Tech Procedure Drills (STPs).

Il TR 103 divenne la base per gli Standard Tech Session Drills (STSs) ed il TR 104 divenne il modello per tutti i  Session Drills  che fanno parte della GAT.

La Stesura degli Esercizi

partendo da lì, tre staff dell’ufficio del Senior C/S INT , Dan Koon, Ray Mithoff e Tom Ford assemblarono le sequenze di base che sarebbero state usate per tutti gli esercizi. Per esempio , presero una situazione comune nell’auditing in cui fai una domanda e poi veniva seguita la sequenza di quale azione doveva essere intrapresa a secondo di quale fossero le differenti situazioni possibili che potevano succedere. Il che significa a) il meter poteva leggere ed il pc aveva una risposta da dare, b) il meter leggeva ma il pc non aveva nessuna risposta, c) il meter non leggeva ed il pc non aveva nessuna risposta oppure d) il meter non aveva letto ma il pc aveva una risposta da dare. Poi basandoci su tutte le variazioni che potevano avvenire all’interno di quanto sopra , misero insieme esercizi per i ruds, il sec check, le liste preparate, il L&N, i procedimenti ripetitivi e quant’altro.

Il modo in cui fecero questo fu quello di ricercare tutti i Volumi Tecnici, le conferenze ed i bolletini e conferenze dei Corsi Avanzati per determinare quali fossere le sequenze delle azioni di un auditor. Quello prese molto tempo. Ma alla fine andando attraverso i riferimenti di LRH rese chiaro come dovessero fluire le azioni dell’auditing di base.

Una volta che quello venne stabilito, si iniziò ad assemblare gli esercizi iniziando dai rudimenti – Rotture di ARC, Problemi del Tempo Presente e Withold Mancati.  Vennero scritti gli esercizi di patter per ogni ridimento. Vennero poi scritti gli Esercizi della Procedura della Standard Tech nei quali ogni situazione possibile che un auditor potesse incontrare era descritta e poi le stesse vennero mischiate per fornire tre differenti versioni di esercizi per ogni rudimento. In modo simile vennero sviluppati gli Esercizi della Session della Standard Tech in modo da poter esercitare la procedura su di un meter utilizzando un piccolo strumento che era stato elaborato nella Unità degli Audio Visivi di LRH (sigla RAV – Ron Audio Visual)chiamato Il Simulatore per gli Esercizi.

In concomitanza con il lavoro che veniva fatto nell’Ufficio del Senior C/S, l’I/C della RAV , Gary Lew (detto Luigi) aveva sviluppato come programmare uno strumento che quando era agganciato ad un meter poteva produrre tutte le read e le posizioni del Tone Arm. L’allenatore si poteva sedere di fianco allo studente e spingere dei bottoni sul simulatore per dare determinate reazioni durante l’esercizio, e quindi aggiungere un livello di realismo che era mancato in precedenza nel training degli auditor.

Gli esercizi finali che vennero sviluppati furono gli Esercizi delle Session dove l’allenatore poteva inserire tutto quello che riusciva a pensare in modo che lo studente cercasse di risolvere la cosa in maniera standard allo scopo di ricevere un pass su quella serie particolare di esercizi.

Mano mano che gli esercizi iniziavano ad uscire dall’Ufficio del Senior C/S , veniva mandati alla Qual di Gold per essere pilotati. Tra quelli che pilotavano alcuni degli esercizi c’era Marty Rathbun da RTC ed il Senior C/S di Flag Richard Riess che al tempo era alla Base di Int. Gli studenti che facevano il pilota scrivevano qualsiasi intoppo od errore ovvio che rioscontravano negli esercizi e li mandavano indietro per essere corretti.

Inoltre allo stesso tempo si stava sviluppando un nuovo meter , il Mark Super VII Quantum. C’erano molte cose che stavano progredendo in aree specifiche alla Base. Era strano però che molte aree nel resto della Base non sapevano per nulla quello che stesse succedendo. Le persone che lavoravano sul Progetto GAT , lavoravano dalle 20 alle 24 ore al giorno e non uscivano per informare le altre unità. C’era un’estrema disconnessione tra le unità di managment , gli Exec Strata ed il CMO INT , circa quello che bolliva in pentola alla fine del corridoio che ci separava da loro. Comunque gli esercizi iniziarono ad essere finalizzati. Sempre più persone venivano reclutate per scrivere gli esercizi , prendendo la prima ondata di esercizi ed adattandoli ad altre azioni. Per esempio , la serie di base degli esercizi per la L1C vennero sistemati e poi quegli esercizi vennero adattati per altre liste preparate.

Mano mano che gli esercizi venivano scritti, pilotati e finalizzati , venivano mandati alla Compilazione Libri di LRH ( sigla R Comp) per produrre i raccoglitori degli esercizi. I raccoglitori stessi dovevano essere progettati , dovevano essere fatti dei prototipi e finalizzati , doveva essere scelta una carta resistente, gli esercizi dovevano essere stampati e poi tradotti in 14 lingue. Una gigantesca operazione iniziò ad LA per fare in modo che tutto quanto venisse prodotto. Venne stabilito in base ad ogni org esistente quanti raccoglitori degli esercizi fossero necessari ed in che lingua.

Corsi, Bolletini e Training

L’allineamento dell’addestramento come Auditor non venne modificato per quello che concerneva la sequenza dei corsi. Andava sempre in questo modo: Student Hat, Corso dei Pro TR, Corso degli Upper Indoc TR, Corso del Pro Metering, Livelli della Accademia 0 – IV. Ma i checksheet dovevano essere rivisti per incorporare gli esercizi e per spiegare come questi erano adatti a quel corso. Delle revisioni sui bollettini dovevano essere fatte o dei nuovi bollettini dovevano essere scritti. La più significativa di queste  fu il raccogliere le critiche costruttive di LRH ai TR dal lavoro che lui fece sull’addestramento dei TR nel 1979.

Il Corso dello Student Hat ricevette una nuova stesura per includere gli esercizi che avevano a che fare con la Tecnologia di Studio. Al corso venne data una nuova sequenza adeguandolo alla presentazione cronologica dei materiali di studio. Quello si dimostrò essere un grosso errore.

Il grosso della Tecnologia di Studio è contenuta nei Nasti sullo Studio del 1964, che uscirono prima di tutti i Bollettini sul soggetto. Quei bollettini erano stati scritti negli anni 70, spesso estrapolati dagli stessi nastri. Il metterli in una nuova sequenza non fu una buona pensata, anni di successo nella consegna dello Student Hat dimostravano che molti studenti avevano bisogno dell’essenziale Tecnologia di Studio contenuta in quei bollettini , prima che potessero andare attraverso in maniera facile ai Nastri sullo Studio. E di conseguenza , il corso ora prende molto più tempo di quanto prendesse prima. ( Grazie , Shelly.) ndt Shelly Miscavige moglie di David

Il Corso dei Pro TR ed il Corso degli Upper Indoc TR non cambiarono molto perchè quegli esercizi esistevano già.

Il Corso del Pro Metering venne completamente rivisto ed inoltre venne richiesto di fare gli esercizi 5 volte. I libri sull’E-Meter vennero rivisti e ripubblicati.

Naturalmente i checksheet dell’Accademia vennero rivisti per incorporare i nuovi esercizi

I Gradini per Fare gli  Auditor

Nell’estate del 1978 , LRH formò RTRC per aiutarlo nelle ricerche tecniche e nelle stesure. Una delle  prime cose che ordinò furono dei nuovi checksheet per i Livelli della Accademia. Parte di quella evoluzione fece un commento molto significativo circa l’addestramento degli auditor. Lui disse che un Auditor dell’Accademia doveva essere una persona in grado di fare bene una serie di azioni meccaniche. In altre parole , un Auditor dell’Accademia essenzialmente era un tecnico. Non dovevano essere degli Auditor allo stesso livello di quelli che avevano fatto il Saint Hill Special Briefing Course e di sicuro non si voleva che fossero dei Classe VIII. Si voleva che fossero dei tecnici che sapessero fare bene delle azioni specifiche.

Un altro fattore rilevante è la progressione con la quale una persona raggiunge una capacità di giudizio per qualsiasi soggetto. LRH dice che la cosa segue questa sequenza : 1) Duplicazione 2) Comprensione 3) Giudizio. Questa è una sorta di sequenza che si spiega da sola. Devi duplicare l’ azione tecnica prima di poter audire con successo , abbastanza da capire come si maneggia un caso e poi alla fine sviluppi un reale giudizio circa i casi. Questa è una sequenza valida per ogni professione , dal riparare motori al fare operazioni al cervello.

La sequenza della GAT va bene come gradino iniziale secondo quanto LRH ha espresso debba essere l’addestramento degli Auditor. GAT doveva essere il primo gradino , dove lo studente deve imparare gli esercizi (Duplicazione) abbastanza bene per essere in grado di compiere le azioni di base dell’auditing come un tecnico capace. Non si può negare che sia una cosa valida per uno studente conoscere i comandi di come si fanno volare i rudimenti , oppure raggiungere un livello di abilità con cui è in grado di leggere le righe di una L4B senza incespicare. Naturalmente , gli Auditor con esperienza imparano questa cosa sui loro internati oppure audendo un numero adeguato di ore. Ma l’idea di LRH era quella di addestrarli abbastanza bene nell’Accademia così che l’azione diventasse una cosa naturale una volta che l’auditor si diplomava dal corso ed entrava in session.

Ma solamente fare degli esercizi non necessariamente porta una persona alla Comprensione dell’auditing, il secondo gradino di quella progressione. Quindi un secondo stadio della GAT dovrebbe includere il SHSBC dove una persona ascolta 447 conferenze, legge tutti i libri di LRH e legge tutti i Bollettini di LRH. Il risultato finale naturalmente è una persona che possiede una comprensione filosofica completa della mente umana ed è in pieno possesso delle tecniche dell’auditing moderno. Quello è un gradino molto più alto dal livello di tecnico che viene appreso nella Accademia. Ma comunque , questo secondo gradino non può essere ottenuto senza il primo.

Con la Duplicazione e la Comprensione allora uno può salire al livello di Giudizio che viene raggiunto attraverso l’addestramento di Classe VIII. Qui un auditor impara una applicazione standard ed invariata della Standard Tech al 100%, come LRH lo ha chiamato.

Tutto questo suona molto razionale e visto che è allineato all’intenzione che LRH aveva per l’addestramento degli Auditor, lo è. Quindi cos’è che è andato storto?

Una Misura Non Va Bene Per Tutti

E’ evidente che la GAT così come esiste oggi era solo il primo dei tre gradini necessari. Ed invece è stata inserita in un contesto di Auditor che andava dagli studenti dello Student Hat, a quelli che si stavano addestrando sulla Accademia, agli studenti del Briefing Course per non parlare delle migliaia di auditor con esperienza e già ben addestrati , ed alcuni di loro avevano audito migliaia di ore. E questa fratellanza di auditor includeva dei bravissimi auditor e degli auditor non proprio così bravi, auditor delle HGC di Flag ed auditor che lavoravano come lupi solitari nel campo.

DM ordinò che l’attuazione di questi nuovi esercizi e delle nuove procedure venissero pubblicate in una serie di Bolletini del Senior C/S INT nei quali dovevano essere spiegati questi nuovi rilasci e che dovevano includere dei programmi attuativi per ogni aspetto dell’evoluzione, esempio , come sistemare le classi dei corsi in  modo che venissero inseriti i nuovi raccoglitori , come usare e prendersi cura dei nuovi Simulatori degli Esercizi, come far passare attraverso gli esercizi gli auditor che avevano gia avuto dell’addestramento, etc.

Essenzialmente quello che successe è che ogni auditor, addestrato o meno, con o senza esperienza, veniva schiacciato in questo nuovo stampo , uno stampo che però era adatto ad uno studente che intraprendeva quell’addestramento per la prima volta, progettato a creare un tecnico competente. Non necessariamente un Maestro-Che-SA-Tutto-Di-Tutta-La-Tech , ma un buon guidatore. Eppure, tra questa vasta differenza di auditor ed abilità di auditing , tutti vennero spremuti nella stessa scatola.

Ora se c’è una cosa che getta in catene i Scientologist è l’approccio a tappeto dove una cosa va bene per tutti.

La mazza di PR usata per colpire le persone e far loro seguire questa evoluzione insensata chiamata GAT fu la parola “perfezione”. Venne ripetuta così di frequente e così ad alta voce che presto sovrasto’ il dato espresso molto più pacatamente da LRH che “gli assoluti non sono raggiungibili”.Questa mazza di PR venne usata abbastanza a lungo facendo in modo che arbitrari entrassero nella scena.

Advertisements
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...