Skip to content

TIZIANO LUGLI LIBERO ! FUORI DALLA CHIESA DI SCIENTOLOGY

20 maggio 2010

Vi voglio presentare uno dei primi Italiani che si è apertamente dichiarato Indipendente e che racconta la sua storia in Scientology : Tiziano Lugli.

Ho avuto modo di incontrarlo diverse volte e scambiare con lui opinioni su vari argomenti, e sinceramente posso dire che quando ho saputo che era stato dichiarato Persona “Soppressiva” la mia personale reazione è stata quella di mettermi a ridere come se mi avessero raccontato la più bella barzelletta  degli ultimi anni.

Il perchè di questa mia reazione è che reputo Tiziano una persona particolarmente intelligente, abile e come si suol dire uno che non si fa mettere i piedi addosso.

So, delle sue notevoli contribuzioni fatte a Scientology ed è per questo che , prima ancora di leggere la sua storia, ho pensato “Tiziano un SP ??!! Vuol dire che,  “quelli della chiesa”, devono avergliene fatte di tutti i colori”.

Il fatto di uscire allo scoperto e di sobbarcarsi il peso delle conseguenze che questa azione comporta, (sappiamo tutti quali sono queste conseguenze) , denotano un alto livello in Tiziano di integrità personale e di coraggio.

Tiziano inoltre in qualità di Scientologo è conosciuto internazionalmente, ed ancor più lo sono i suoi genitori che hanno militato in Scientology da 36 anni.

Buona Lettura

MAX ZINI

Tratto da scientology-cult.com, 21 gennaio 2010.

©Traduzione a cura di Martini,maggio 2010


Nel 1978 ero in cerca di un nuovo corpo in cui abitare e, sapendo che tutti i Thetan sono fondamentalmente italiani, pensai

che una modella e un cantante/musicista, entrambi Sea Org member milanesi, sarebbero stati una famiglia perfetta.

Negli anni ’70 i miei genitori, ora OT VIII e OT VII, erano stati dei pionieri di Scientology, avevano aperto org in tutta Italia e poi nel 1982, una volta usciti dalla SO, avevano continuato il loro viaggio come stilisti di moda di grande successo. Da quasi 20 anni sono gli stilisti personali di David Miscavige, oltre ad aver disegnato molte delle uniformi di org come ad esempio per RTC, Exec Strata ecc. Ricordo l’andirivieni di lettere con DM e Shelly, poi all’improvviso del solo DM… continuavo a chiedermi «Qualcuno ha visto Shelly negli ultimi due anni?».

Mio fratello fu reclutato nella Sea Org alla fine degli anni ’90. Aveva firmato il contratto per diventare auditor, ma poi ha dovuto lavorare 10 anni in Tesoreria, al regging, al reclutamento ecc. prima di essere finalmente mandato al TTC. Ricordo che una volta, nel 2004, scoprimmo che aveva quasi perso una gamba e lo facemmo rientrare tempestivamente in Italia. Già da anni aveva bisogno di un’operazione al ginocchio, ma Flag cercava di risolvere la faccenda solo con degli assist. Una volta a casa gli ci vollero due mesi per rimettersi fisicamente in sesto per poter affrontare l’operazione. Le sue condizioni, ovviamente, erano quelle di chi è stato sottoposto a fortissimo “stress”. Il flap che seguì fece sì che alla fine fosse trasferito al TIP per studiare da Classe VI. È strano che abbia dovuto stare così male per riuscire ad avere ciò per cui aveva firmato un contratto.

Al mio sesto compleanno mia madre decise di “introdurmi” a Scientology, mi parlò del Ponte… Con un sospiro di sollievo pensai: «Grazie al cielo qualcuno ha già fatto tutto quel lavoro e non dovrò sobbarcarmi il peso di trovare da solo il mio cammino».

Poco dopo dissi a mamma che io ero Clear, le detti anche la cognition che accompagna il raggiungimento dello stato. Stranamente avevo sempre saputo di essere Clear, la mia certezza era inspiegabile.

Ero molto determinato ad addestrarmi e a percorrere il Ponte, voglio ringraziare sentitamente i miei genitori per l’incrollabile sostegno, per l’aiuto datomi durante l’infanzia per restare concentrato su quello scopo. Senza di loro non ci sarei riuscito.

Tra i 6 ai 12 anni ho fatto i corsi di base: il Purif, gli Oggettivi, ARC Filo Diretto, il Grado 0 e poi lo Student Hat, i Pro TRs, il corso dell’E-Meter (prima dell’uscita del Pro Meetering Course) e l’M1. In tutti quegli anni continuavo a originare ai miei auditor e C/S che ero Clear.

Dopo due “Not Clear R-Factors” [Fattore di Realtà: Non Clear – N.d.T. ], finalmente nel 1991 a Flag attestai Clear. Ancora non sapevo che si trattava di un ciclo che si sarebbe trascinato per quasi 20 anni!

Una volta riconosciuto finalmente il mio stato di Clear, decisi che avrei dedicato i miei 10 anni seguenti all’addestramento e al volontariato. Feci il Livello 0, il PTS/SP, il LOC [Il KTL non era stato tradotto in italiano] e quasi tutti i corsi di hatting OT della Freewinds. Adoravo la Nave, ci sono stato una decina di volte e mi prestavo spesso come interprete/traduttore per il campo italiano, che si stava espandendo e si recava a FSSO per i convegni.

L’addestramento era sempre stato un mio desiderio. Pensai allora che lavorare per l’Unità di Traduzioni sarebbe stata una buona idea per prendere due piccioni con una fava. Per alcuni anni dedicai moltissimi fine settimana a quel lavoro, riuscendo a tradurre in italiano oltre 1000 pagine di materiali di LRH (quel lavoro mi fruttò dei buoni premio-addestramento che usai per molti dei miei corsi di OT Hatting sulla nave e per il SHSBC che avrei cominciato nel 2008).

Nel 2001, dopo la mia prima esperienza di Clear “engramico” della fine degli anni ’80, tornai a Flag per iniziare gli OT preps. Avevo messo assieme una somma sufficiente per 3 intensivi, e il mio obiettivo prioritario era fare il FPRD e subito dopo i livelli OT.

La prima azione assegnata fu una ulteriore verifica dello stato di Clear perché mi dissero che il mio primo auditor, con il quale avevo percorso il CCRD, era stato dichiarato SP per essere andato “out 2D” con le sue PC e altre cose, del tipo mettere in bocca ai PC gli EP e le cogs. Anche se personalmente non avevo niente a che spartire con quelle cose, ricevetti però un C/S per una Verifica di Sicurezza su misura. Rifiutai l’auditor incompetente che mi avevano assegnato, e feci la verifica con Natalie Bouquet (all’epoca Galbiati). Dopo di che il mio CCRD venne ricontrollato e mi chiesero dati ulteriori, che fornii. Poi fui costretto ad attestare uno stato che David Miscavige pare abbia recentemente scoperto sulla “sua” Carta dei Gradi: lo Stato di Clear “Certificato”.

Dissi all’examiner che non volevo attestare uno stato che avevo già attestato in precedenza, ma rinunciai nel mio intento dopo essere stato intimidito: se non avessi attestato, tutta la linea delle statistiche sarebbe stata gravemente colpita. Così attestai. Clear nel 1991 e ri-Chiarito nel 2001. Ero chiaramente un “Crystal Clear” per il ciclo di Clear, e lo ero evidentemente anche per Flag, così iniziai i preparativi per i livelli OT: il FPRD, che fu veramente fenomenale. Finii con TA liberi su ogni singola session dei tre intensivi che avevo acquistato, e Natalie fu straordinaria. La mancanza di soldi mi costrinse a interrompere il ciclo quando mancavano appena una decina di domande alla fine. Già oltre qualsiasi vittoria che avessi mai sperato di ottenere su quel gradino, tornai in Italia per raggranellare dei soldi e comprare la mia costosa libertà.

All’epoca lavoravo in un’azienda di proprietà di una OT VII che era a metà auditing di quel livello. La donna mi promise che se avessi innalzato le statistiche aziendali fino a un punto X avrei ottenuto come “bonus di scambio” il denaro necessario per il pacco di OT III. Cominciai a lavorare ai ritmi di Int Base della Sea Org, alzai le statistiche oltre il richiesto e in un tempo minore di quello stabilito, ma lei poi negò di aver mai preso quel certo tipo di accordo così… ciao ciao Livelli OT, almeno per il momento.

È abbastanza curioso che, subito dopo, quella OT VII abbia attestato Nuovo OT VIII. Vale la pena notare che mi sono sempre chiesto come mai suo marito (mio zio) ebbe un ictus poco dopo aver attestato OT VIII – rimanendo paralizzato in metà del corpo; oltre al fatto di essere personalmente a conoscenza che in anni recenti una mezza dozzina di altri OT VIII italiani sono morti, di cui uno per AIDS diagnosticato in ritardo. Oltre a questo, un altro vecchio amico OT V ebbe un ictus quasi mortale proprio mentre si trovava sulla Nave. Sono sempre rimasto sconcertato da questa cosa. Tutti questi OT VIII che restano stecchiti? Non sono loro i più vicini alla libertà?

Poco dopo lasciai l’azienda (ovviamente come nemico del gruppo e con tutti gli altri accessori del lavorare in una ditta di “scientologist” che sta presumibilmente usando la tech di LRH e i canali di WISE) ed ebbi un’apertura per la mia carriera musicale.

Firmai infatti un contratto importante con la Warner Music Italia e mi misi immediatamente al lavoro per il mio album di debutto e per il lancio del singolo.

Un giorno, mentre ero in studio di registrazione, suonò il telefono: Gold mi chiedeva di fare il doppiaggio ufficiale delle conferenze del PDC di LRH (76 lezioni tenute a Filadelfia nel 1952). Avevo avuto la fortuna di poterle ascoltare già cinque volte (restano ancora una delle mie opere preferite) e con la mia voce e le mie abilità di traduttore ero il solo possibile candidato per quel lavoro. Rifiutare avrebbe significato il disastro per i target impossibili dell’event di DM e per la concomitante presentazione multi-lingue.

Nel giro di pochi giorni, dopo numerose e approfondite Verifiche di Sicurezza per accertare se il mio livello etico fosse “sufficientemente alto” per accedere alla Base, mi prenotarono un volo per un soggiorno a tempo indeterminato al fine di terminare quel lunghissimo lavoro. Una delle domande della sicurezza che non mi avrebbe permesso di qualificare per il compito era se avessi mai avuto esperienze gay, se ci avessi mai pensato, se avessi inclinazioni o desideri in quel senso… mi dissero che sarebbe stato disastroso doppiare la voce di LRH e avere qualcosa a che fare con l’omosessualità.


La Int Base

Alla fine di marzo 2003 arrivai nella località super segreta di Hemet, Ca., vicino alle montagne di San Jacinto e a Palm Springs, una sessantina di miglia a est di Los Angeles. Venni accolto come un VIP e dopo la compilazione di un po’ di documenti mi accompagnarono in sala registrazione, luogo molto tranquillo e raccolto. C’era anche un pianoforte a mezza coda Yamaha che cominciai subito a suonare, come faccio di solito appena mi ritrovo nei pressi di un piano. Mi sentii subito a casa.

Il mio primo alloggio era molto carino e di un certo lusso. Dormivo da solo e mi trattavano quasi come una celebrità. Ma nel giro di pochi giorni cominciarono a trasferirmi di camera in camera, ne cambiai tre in tutto. Prima una stanza singola piuttosto piccola, poi in camera con qualcun altro. Alla fine mi ritrovai in un ambiente piuttosto sporco, praticamente privo di mobili e con due letti a castello da dividere con altre tre persone. Ricordo che una sera, con mio grande stupore, vidi il Presidente della Church of Scientology International, Heber Jentzsch in persona, entrare in una doppia vicino alla mia camera.

Il mio livello di produzione era parecchio alto così riuscivo almeno a farmi fare il bucato da qualche staff, cosa che veniva considerata una specie di privilegio. Molti di noi erano public (non staff) e lavoravamo una media di 16-18 ore al giorno. Dormivo 4 o 5 ore e magari mi facevo una corsetta intorno ai Vista Apartments (per svegliarmi) e poi tornavo al lavoro.

Ci accompagnavano alla Base con l’autobus. Ai cancelli le guardie controllavano e confermavano i nostri nominativi. Una volta all’interno della Base non potevano andare da nessuna parte. Eravamo un po’ come dei prigionieri guardati a vista. Ce ne stavamo semplicemente per conto nostro, ma siccome mi è sempre piaciuto andarmene in giro ed esplorare, ogni tanto mi allontanavo da solo ma mi riprendevano subito e mi rimandavano al palazzo Audio o alla Tavern (dove di solito mangia il pubblico). Quando all’Audio erano impegnati nella preparazione della cabina di doppiaggio, oppure trasferivano dati sugli hard disc ecc. io sgattaiolavo fuori e andavo al Qual Building, che sta proprio di fianco a Audio, a studiare o consultare materiali che non erano HCOB o PL, ma che riportavano tutti l’avvertenza “NON PUO’ USCIRE DALLA BASE”. Si trattava di scritti di LRH che, con mia grande sorpresa, non avrebbero mai visto la luce del giorno – la quantità di quei volumi era tale da eguagliare l’intero corpo di HCOB e PL. Riuscivo a studiare un po’, poi mi richiamavano… la mia sete di conoscenza e verità è sempre stata piuttosto forte.

Ricordo che una notte, saranno state le 3 di mattina, le persone che abitavano nell’edificio tutto ad un tratto entrarono nel panico: l’I/C e gli altri cominciarono a correre in giro per assicurarsi che tutto sembrasse perfetto e che tutti sembrassero super impegnati. Io ero in pausa dopo la quinta conferenza di fila della giornata (una produzione superiore a quella di qualsiasi altro doppiatore) e non volevo rimettermi seduto a far finta di leggere qualcosa. Sentii Birdie (una ragazza molto carina che all’epoca era staff) dire a un altro “È un Codice Rosso”. Quel caos si spiegò da solo non appena vidi il COB, accompagnato da Shelly e da Lou, incamminarsi verso l’edificio del CMO (la famosa SP Hall), che sta appena sotto Audio. Fui molto stupito nel vedere la reazione frenetica e il clima che si era venuto a creare per il semplice fatto che DM e la sua squadra erano nei paraggi.

Gli outpoint di cui sono stato testimone durante il soggiorno alla Base basterebbero da soli a riempire un capitolo intero, ma per quanto riguardava la mia “missione PDC” consegnai il prodotto a tempo di record, pronto per la presentazione multi lingue dell’event. Facendo quel lavoro mi sono imbattuto più di una volta in “curiosi” errori di traduzione, a volte l’esatto contrario di ciò che LRH diceva nelle registrazioni. Facevo la correzione e la sottoponevo, ma mi tornava indietro con un rifiuto e con l’ordine di ri-registrare in modo sbagliato. Mi sono sempre fermamente opposto a qualsiasi alterazione più o meno giustificata di Sorgente e ho sempre registrato solo ciò che diceva LRH.

Oltre alle normali 16 ore di lavoro quotidiane, per riuscire a finire tutto in tempo lavorai ininterrottamente e senza dormire per gli ultimi tre giorni e tre notti, e feci veramente del mio meglio. Ogni tanto mi prendevo una pausa, gli staff mi avevano suggerito un trucco per restare sveglio (quasi che conoscessero a menadito la routine): qualche giro di corsa intorno all’edificio per “rinfrancarmi”. Inoltre ingoiavo tutto il tè e il caffè che riuscivo a mandar giù.

Prima di tornare in Italia, l’ED Int. scrisse una bella commendation e ricevetti anche dei premi addestramento corrispondenti a due corsi dell’Accademia. All’epoca non poteva importarmene di meno, volevo solo andarmene il prima possibile.

Tornato in patria feci uscire il mio disco che, nei due anni successivi, ebbe un discreto successo. Riuscii a metter fuori 3 singoli e un album, e ad esibirmi in concerti con 20.000/50.000 spettatori. Sono anche comparso in trasmissioni TV viste da milioni di italiani. Decisi allora di voler fare il salto di qualità, volevo giocare a livelli diversi e mi trasferii a Los Angeles, dove durante l’adolescenza avevo vissuto per un paio di anni.


Celebrity Center Int.

A Los Angeles lavorai con numerose celebrità che a loro volta collaborarono con me per il mio lancio negli USA.Frequentavo l’Org del Celebrity Center Int. Ebbi il piacere di studiare nella sua “famosa” classe N. 303 (la classe dove studiano le celebrity). In California feci il corso Nuovo PTS/SP, il Nuovo Pro Meetering e poi andai alla AO per terminare il Solo e salire sui Livelli OT.

Nel 2005 incontrai una public che mi piaceva molto e alla fine ci sposammo, ma mi accorsi presto che la scelta era stata sbagliata. Al CC mi convinsero a fare un maneggiamento per riparare il matrimonio, oppure per romperlo. L’out-tech, l’inturbolazione, la valutazione e l’invalidazione, la forza e alla fine la ciliegina sulla torta del regging che si protrassero per tutto quel periodo infernale meriterebbero un capitolo a sé. Divorziai e proseguii con la mia vita.

Poco dopo incontrai un’altra ragazza e con tutti i dubbi di 2D che avevo sperimentato nel mio matrimonio fallito, decisi di prenderla con la dovuta calma e di non impegnarmi in un rapporto esclusivo, come suggeriva anche lei. Non mi ci volle molto per illuminarla su Scientology e portarla al CC per qualche servizio. Erano appena usciti i Fondamenti e, oltre ai miei disaccordi in merito, mi sono anche sempre sentito offeso per tutto quel regging spasmodico e quel ridicolo “ciclo delle donazioni alle biblioteche”. La ragazza era una mia selezionata e le dissi di tenersi alla larga dal regging dei Fondamenti: volevo che prima avesse qualche vittoria con l’auditing e siccome aveva qualche problema di soldi, il processing era di gran lunga più importante che mettere del MEST sugli scaffali – anche perché io quei materiali li avevo già tutti. Lo staff del CC non gradì la mia intromissione, il che si aggiunse a qualche carica per via dell’accordo reciproco che avevamo fatto di non impegnarci in una relazione esclusiva, e questo mi rese un ovvio bersaglio di etica. Un giorno mi accompagnarono fuori dalla classe e mi dissero che non potevo tornarci: ero diventato una particella di etica. Infatti diversi membri dello staff avevano scritto dei KR falsi su di me ritraendomi come un viscido SP. Insultato e disgustato, decisi di fare rapporto sulla questione direttamente al Presidente di CC Int e a quello di RTC.

Alcuni estratti del KR che presentai:

Sono stato scientologist per tutta la vita. Sono stato allevato fin da bambino con forti valori etici. I miei genitori sono OT8 e OT7. Ho attestato Clear in età molto giovane e ho fatto moltissimo addestramento. Ho fatto lo Student Hat a 8 anni, e subito dopo i Pro TRs e il Corso E-Meter. A 12 anni audivo il Metodo Uno, a 14 il Livello 0. Negli ultimi due anni ho terminato all’AO il Corso PTS/SP e il Solo, sono a metà del Nuovo Pro Meetering e subito dopo devo iniziare il SHSBC, già pagato a metà grazie alle oltre 1000 pagine di traduzioni che ho fatto per la TU, e il doppiaggio del PDC per il quale ho avuto una Alta Lode dall’ED Int. Sono stato 11 volte sulla Freewinds e ho fatto quasi tutti i corsi di OT Hatting, oltre ai convegni della PR-Wise-Artist. Sono Sponsor della IAS. Ho reclutato in Sea Org molte persone, ne ho portate qualche decina sul Ponte. Ho fatto moltissima promozione a Scientology tra gli amici, i colleghi e i professionisti, sono stato e sono un grande esempio di alti standard di etica. In Italia sono diventato famoso come cantante con un contratto con la Warner Music, e di recente mi sono trasferito a LA per lavorare con i maggiori produttori e cantautori, un progetto rivoluzionario mondiale per cambiare il sound e il messaggio della musica odierna, che è aberrata e di tono basso. Ora vengo accusato da un membro dello staff di basso rango di essere impegnato in condotta sessuale perversa; di pettegolezzi per distruggere l’autorevolezza o la reputazione di alti funzionari o dei nomi più importanti di Scientology o di salvaguardare una posizione; di ostacolare chi vuole salire sul Ponte; di degradare falsamente la reputazione tecnica di un auditor [perché ho detto alla mia ragazza di non comprare I Fondamenti che il suo auditor cercava di venderle] e, peggio di tutto, di usare consapevolmente Scientology per ottenere favori o restimolazione sessuale.Mi sento offeso e profondamente deluso dal fatto che CC INT abbia anche solo permesso che spazzatura di questo tipo raggiungesse le mie linee. Personalmente mi chiedo se qualcuna di quelle BUGIE, false comunicazioni, alterazioni di dati e commenti diffamanti al mio indirizzo, con accuse di essere un SP e un criminale, sarebbero mai state scritte contro una celebrità di maggior successo di me; se quel KR non sarebbe stato invece semplicemente stracciato, sottoponendo il terminale che lo aveva scritto a una verifica di sicurezza per “Quale withhold (nome) ha mancato su di te?”. Forse non vengo considerato “sufficientemente celebre”? Oppure c’è qualcuno a CC Int che non sa fare il suo mestiere? Mi sarei aspettato la “protezione” di etica e del Presidente contro tali stupidaggini, pesante inturbolazione e grave DEV-T.

Dopo un mese non era ancora successo niente, come se nessuno avesse ricevuto nulla benché avessi consegnato di persona le copie cartacee (anche se non mi rilasciarono una ricevuta). Feci TR3 sul ciclo e andai direttamente a RTC. Apparentemente era stata aperta un’inchiesta e le persone coinvolte sarebbero state alla fine “corrette”. Però c’era anche un Non-Enturbolation Order off-policy contro di me che non fu mai realmente emesso, ma che si trova ancora nel mio File di Etica.

Nel 2008 incontrai finalmente chi più tardi avrei sposato, e la mia seconda dinamica cominciò finalmente a funzionare alla grande. A quel punto CC Int lanciò una campagna diffamatoria contro di me e usò tutti i KR falsi per convincere la mia ragazza a lasciarmi. Una volta lei prese una stanza al Manor Hotel e un addetto della sicurezza mi proibì di entrare. Alla fine intervenne RTC per “maneggiare” (mi dissero che tutte le persone coinvolte nella questione erano state sottoposte a verifica di sicurezza in stile FPRD, ma mi resi conto che si trattava soltanto di stupidaggini per tenermi buono perché non cambiò nulla, tutti erano ancora in giro e nessuno mi guardava negli occhi).

Ne avevo avuto abbastanza del CC Int e siccome ero comunque un public di AO, andai a finire il Solo Uno a AOLA, poi iniziai il SHSBC a ASHO. Andai anche a Flag con la mia nuova fidanzata, entrambi Clear ed entrambi a metà dei preparativi [per OT].


La Mecca della Perversione Tecnica

Arrivammo a Flag, la Mecca della Perversione Tecnica, nel novembre del 2008. Per qualche strano motivo per tre giorni non riuscii a cominciare nulla. Poi feci intervenire RTC e mi misero immediatamente in seduta. Con mia grande sorpresa, visto che ero verso la fine del formulario del FPRD, come prima azione mi gettarono su una verifica di sicurezza in stile FPRD (in seguito scoprii che tutto il mio C/Sing era stato fatto in base a quei falsi KR, già riconosciuti falsi ma ancora dentro al mio folder). La mia 2D finì i Preps, fece l’L11 e la aiutai con il corso Solo Uno. Intanto io lottavo con la Verifica di Sicurezza e prendevo tutte le vittorie possibili dal FPRD. Finalmente lo terminai e l’azione successiva fu che un Consulente di Qual mi disse che non ero Clear. C’era addirittura un nome per quella cosa: il “NCRF”, cioè Fattore di Realtà Non Clear.

Ormai fuori di me dalla rabbia, venni costretto in seduta per tre volte di fila, ogni volta con un bel cartellino rosso come EP. Andai a RTC e la tizia mi disse di “fidarmi di lei”, mi assicurò che il ciclo sarebbe stato maneggiato.

Come azione successiva mi mandarono dal MAA perché non riuscivano a farmi avere un ago libero: il ragionamento sottostante era che se la tech non andava “in”, allora la mia etica doveva essere “out”. Poi dopo tre giorni di revisioni del Senior C/S FLB, arrivò il Fattore di Realtà che il “Non Clear R/Factor” era sospeso (non significava che ero Clear, ma neanche che ero non Clear).

A quel punto cominciò un ciclo infinito di due settimane in cui mi macinarono fino all’osso, le peggiori Verifiche di Sicurezza, invalidazioni, violazioni del Codice dell’Auditor e forzature di cui sia mai stato testimone in Scientology, e alla fine io e la mia fidanzata ricevemmo l’OK del Senior C/S per andarcene, mentre il vice Senior C/S, giusto per aumentare la confusione, disse che stavo facendo “blow”.

Continuai il ciclo di Clear a AOLA, poi i miei folder vennero mandati uplines per la revisione. Frattanto la mia 2D era nel mezzo dell’Idoneità a OT. Terminò la Verifica di Sicurezza in 6 ore, ma il ciclo continuò per altri dieci mesi senza un “Sì” o un “No” per i Livelli OT.

Fin dall’inizio le avevano detto che se avesse donato altri due “pacchi delle biblioteche” (oltre ai 25 che aveva già donato mentre era sulla Nave), allora nel giro di un paio di giorni avrebbe iniziato l’auditing di OT1. Il tentativo di estorsione non funzionò e alla fine i suoi folder vennero mandati sia a Flag per una revisione, sia al Senior C/S WUS (Stati Uniti Occidentali), il quale riconobbe che al ciclo era stata aggiunta una tonnellata di arbitrari. Ma gli arbitrari continuavano, così decidemmo di tornare alla Mecca della Imperfezione per il suo “Forse OK” finale sull’Idoneità ai Livelli OT. Si sarebbe dovuto risolvere tutto in poco tempo, ma dopo 10 giorni senza un “Sì” o un “No” dovemmo ripartire per tornare al lavoro. Intanto mi era arrivato un altro Non Enturbolation Order, mai ufficialmente emesso ma solo infilato nella mia cartella di Etica, e solo perché avevo sottolineato più volte che dovevamo tornare a lavorare.


Di Nuovo alla AO

La mia 2D era entrata in Scientology all’inizio del 2005 e in soli 4 anni aveva raggiunto lo Stato di Clear, portato sul Ponte la sua famiglia, era diventata Patron con Onore e aveva donato 25 pacchi per le biblioteche; inoltre era una studentessa veloce, era nel gruppo Artists fon Human Rights [gruppo di facciata di Scientology, N.d.T.] e attrice di successo – ciononostante e senza nessun motivo apparente le dissero che per ottenere l’Idoneità doveva fare l’internato di Classe IV, rifare il corso PTS/SP e continuare a contribuire (fare donazioni).

Tra il novembre 2008 e l’aprile 2009 i miei folder continuarono a fare avanti e indietro senza alcun risultato, salvo ulteriori Verifiche di Sicurezza. Alla fine furono spediti a Int e tornarono indietro con scritto “quanto fatto fino ad ora non è corretto, il prossimo passo è una Verifica di Sicurezza”. Prima che la mia testa cominciasse a elaborare esperimenti di balistica contai fino a dieci. Richiesi, con tutta la calma possibile, CHI esattamente a Int avesse C/Ssato il mio folder, ma senza ottenere risposta.

Io e la mia 2D eravamo ormai alla classica ultima goccia, ma cercai di concentrarmi sul Briefing Course. Me ne andai quando però mi resi conto che la chiesa stava agendo in modo totalmente contrario agli scritti di LRH che avevo studiato fino a quel momento, e che ero stato sottoposto a una caterva diOut Tech. Avevamo la sensazione di aver perso la speranza per la libertà, sensazione davvero molto pesante.


Il Rundown della Verità

A fine estate 2009 io e la mia 2D lasciammo tutta quella soppressione e cominciammo a fiorire e prosperate. Decidemmo di sposarci sull’isola di Capri.

I miei genitori dovettero fare l’impossibile per far venire al matrimonio anche mio fratello (ora Classe VII di Flag), che volevo avere come testimone. Sua moglie però non fu autorizzata a partire. Mio fratello arrivò pallido come un cadavere pronto per il tavolo di autopsia, e i miei genitori ancora una volta si preoccuparono molto.

Qualche settimana prima del suo arrivo, mio fratello aveva telefonato ai nostri genitori per dire di leggere la rivista Freedom e tutto quel dead-agenting su quanto stava succedendo nei media. I miei, che vivono a 6000 miglia da Flag, erano all’oscuro di tutto. Cominciarono a leggere Internet ma dopo l’articolo di Freedom, che lasciava in sospeso più quesiti di quanti ne risolvesse, fecero ciò che chiunque dotato di un briciolo di cervello farebbe: cominciarono a cercare in rete “l’altra roba” per cercare di scoprire le identità di KingPin, Fact-Clocker e ConMan. Anche se il giorno del nostro matrimonio sapevano ormai tutto non ci dissero nulla, né ci invitarono a “dare un’occhiata”.

Mio fratello si trattenne per un po’ in Italia dai miei, e fece interviste a persone del pubblico per mandarle a Flag. Mia madre gli fece fare delle analisi mediche e risultò che la sua condizione fisica non era per nulla buona, anzi era pericolosa: il dottore disse che quell’aspetto lo aveva visto soltanto nei malati terminali. I miei si preoccuparono moltissimo e fecero domande a mio fratello su quanto avevano scoperto sulla situazione generale della chiesa, ma lui non disse niente e quando loro gli parlarono delle percosse e dell’alterazione della tech, lui fece immediatamente (e pesantemente) “key-in”. Li bloccò subito dicendo che «non era interessato a quanto stava accadendo», il suo lavoro era «fare dei Clear» e lui lo avrebbe fatto, indipendentemente da tutto il resto. Loro non insistettero.

Alla fine mio fratello tornò alla base e fece rapporto contro nostro padre per «aver cercato [informazioni] in Internet». Evidentemente per chi è arrivato in alto sul Ponte navigare in rete è un altissimo crimine, perché la Cavalleria arrivò subito in Italia. Mike Sutter e Marion Pouw (che lavorano alle dirette dipendenze di Miscavige) si presentarono inaspettatamente alla porta dei miei, pronti per “un maneggiamento”. I miei genitori li ascoltarono, compresero la loro posizione ma si concentrarono solo sulle condizioni di salute di mio fratello e sui livelli OT miei e di mia moglie. I due assicurarono che si sarebbero occupati personalmente della cosa e se ne andarono.

Al nostro ritorno a Los Angeles, sui giornali comparve la lettera di pubbliche dimissioni di Paul Haggis, cercai su Google e trovai il blog di Marty Rathbun. Cominciai a leggermelo con calma e con una sensazione addosso da “withhold mancato”. Non riuscivo a credere ai miei occhi, ma allo stesso tempo sentivo che stavo perdendo un sacco di carica. Continuai a leggere ed era come se dalle mie spalle scivolassero via montagne intere, una dopo l’altra.

Nelle settimane successive continuai a fare delle ricerche, analizzai i dati forniti da siti come www.friendsoflrh.com, RediscoverScientology.com, lessi l’articolo “Il Rundown della Verità” del Saint Petersburg Times, il blog di Marty Rathbun e molto altro. Venire a sapere delle testimonianze di tutti quegli executive di alto rango di RTC, di WDC e di Int che se ne erano andati, dei Nuovi OT VIII che avevano lasciato la chiesa mi permise di elaborare un nuovo punto di vista e una nuova comprensione della situazione in generale (vi informo che nessuno di quei siti contiene materiali confidenziali o “Livelli Superiori”).

Intanto in giro si cominciava a vociferare che stavo facendo ricerche per conto mio. Il MAA mi convocò subito e cercò di fare “dead agenting” contro Marty Rathbun, Mike Rinder e tutti gli altri, ma gli risposi che non mi importava granché. Come per magia ricomparvero i miei folder: adesso la revisione era stata affidata a Ray Mithoff in persona. A quel punto non me ne fregava più niente, perché sapevo che non mi avrebbero consegnato tech 100% LRH ma una tech distorta, alterata, uguale a quella che mi avevano dato per gran parte della mia vita. Dopo un mese mia moglie ricevette nulla di più del solito invito a fare Classe IV, ma ora eravamo perfettamente consapevoli della vera storia della Chiesa di Miscavology. Negli ultimi tre mesi avevamo fatto una ricerca molto approfondita, una media di 12 ore al giorno.

Senza farne parola con nessuno, decidemmo allora di andare a trovare Marty Rathbun per un “Rundown-osserva-da-solo-non-ascoltare”.


L’età d’Oro dell’estorsione, delle minacce e della diffamazione

La squadra di DM era di nuovo al lavoro, gli investigatori privati sulle nostre tracce. Raccontarono ai nostri familiari che eravamo stati in Texas e avevamo parlato con Marty (noi non abbiamo mai visto nessuno, non sono mai state prodotte delle fotografie). Ma probabilmente stavano solo monitorando i voli da e per Corpus Christi, Texas. I tirapiedi di DM cominciarono a fare la “scrematura”… prima tutti i folder di etica miei e di mia moglie (compresi tutti i falsi KR), poi analizzarono tutti i PC folder e il materiale del FPRD, infine si recarono dai nostri familiari per “briffarli” [informarli – N.d.T.]. Rintracciarono il padre di mia moglie, che da un anno e mezzo era a Flag per cercare di finire la R6EW e iniziare i livelli OT. In quel momento era su OT II e lo fecero smettere. Gli mostrarono tutti i nostri “crimini” e gli dissero che da quel momento in poi non era più autorizzato a proseguire sul livello fino a che noi non ci fossimo “conformati” facendo i passi dalla A alla E (quelli previsti per gli SP), oppure se lui non avesse disconnesso da sua figlia. La Cavalleria di DM volò a Los Angeles per incontrare anche la madre e la sorella di mia moglie e continuare il “Rundown della Diffamazione”. In quell’occasione hanno persino rivelato loro cose che il Snr C/S int aveva scoperto studiando i miei folder, aggiungendo cose riguardanti il mio stato di clear : fecero sembrare la cosa come se non fossi nemmeno mai riuscito a dare delle date giuste. Durante le feste di Natale la famiglia di mia moglie dovette tenersi alla larga da noi, e noi trascorremmo quelle festività sulla costa orientale con altri parenti. Alla fine suo padre ci venne a salutare, ma con un atteggiamento da “belle strade e bel tempo”. Tra i parenti non scientologist di mia moglie quel tentativo di disconnessione finì solo per creare un grosso “flap”. Ma quello era soltanto l’inizio.

Come Marty aveva previsto, la Cavalleria di DM (Mike, Marion e il nuovo “tizio tecnico” Hansuli Stali) si recò anche in Italia per rivelare ai miei genitori i nostri spostamenti. Senza nemmeno avere un’idea di che cosa avessimo fatto in Texas, scaricarono una quantità enorme di falsità su Marty ritraendolo come il peggior SP mai vissuto dopo Hitler. Poi mostrarono a mio padre una enciclopedia intera dei miei supposti crimini, oltre ai KR falsi a proposito di presunte attività sessuali, e altra roba presa dai PC folder. E tutto questo perché avevamo commesso il maggior crimine della storia: Essere Lì e Comunicare.

I tre scagnozzi di RTC si piazzarono in un hotel vicino ai miei e ci tennero d’occhio per dieci giorni, mentre noi cercavamo di trascorrere un po’ di tempo theta con i miei parenti e con mia figlia. Mio padre si disse d’accordo con loro che, al ritorno a Los Angeles, la cosa migliore sarebbe stata “fare il ciclo”. Coincidenza volle che proprio in quel periodo l’indirizzo e-mail di Marty fosse manomesso e il suo blog hackerato e cancellato.

Ero consapevole della presenta dei tre scagnozzi, e Marty mi confermò i loro spostamenti. Sentivo freddezza da parte dei miei, capivo a che cosa li avessero sottoposti. Immaginavo che molto presto mia madre sarebbe stata messa nella condizione di dover decidere con quale dei suoi figli mantenere dei contatti. Una madre costretta a una decisione del genere solo perché uno dei due ha avuto il fegato di dissentire e l’integrità per cercare di scoprire che cosa fosse vero per lui, è un rospo duro da ingoiare.


Tom Davis

Tornammo a LA l’8 gennaio 2010 e la sera successiva andammo al CC per vedere alcuni conoscenti; nell’uscire incontrammo Tom Davis e sua moglie, i nostri occhi si incrociarono. Era quasi possibile vedere i pensieri di Tom aleggiare sulla sua testa come una nuvola nera, potrei raccontare quei pensieri ma sarebbero pieni di “beep”. La sera dopo Tom mi telefonò e ci accordammo per incontrarci il giorno seguente con lui e Jessica. A parte l’essere portavoce internazionale della Chiesa di Scientology, Tom è anche una persona che conosco da moltissimo tempo, abbiamo un “passato”. Quella sera discutemmo le nostre intenzioni in merito alla chiesa e alle sue attività e comunicammo a entrambi che, alla luce dei fatti su cui avevamo condotto accurate indagini, avevamo deciso di non continuare l’addestramento e il processing con l’attuale management della chiesa. Durante la discussione accennai al fatto che, grazie al controspionaggio di Marty e al controllo che avevo fatto con le mie fonti (videoregistrate), ero a conoscenza che avevano già cominciato a rivelare informazioni confidenziali su di me e sul mio “caso”, informazioni che provenivano direttamente dai miei folder di etica. Loro mentirono al riguardo e mi dissero addirittura che sapevano che cosa avevo fatto con Marty, pareva infatti che lui mi avesse fatto attestare Clear. Non ebbero il coraggio di chiedermi apertamente che cosa avessimo fatto in Texas, evidentemente non gli importava; il fatto di essere stati vicini al Nemico Pubblico Numero Uno era sufficiente per cancellare la nostra esistenza.

Li informammo che dovevano lasciarci in pace e smetterla quella campagna diffamatoria, ma senza alcun esito.


La storia di una “amicizia” condizionata

Decidemmo poi di vederci con un paio di persone che un tempo erano “amiche intime”, volevamo dire loro addio. Eravamo a conoscenza dei loro investimenti e dei legami economici che avevano con la chiesa, e volevamo semplicemente accomiatarci. Non che desiderassimo realmente disconnettere da nessuno o rivelare a nessuno la verità che la avevamo scoperto, così la conversazione si mantenne sul vago, anche se fu dolorosa.

Qualche altro nostro amico ci telefonò, volle incontrarci per dirci che non avrebbe mai disconnesso da noi, indipendentemente da qualsiasi cosa. Poi gente come Michael Doven si prese la briga (e sono sicuro che non fu un compito facile) di spingersi al punto di telefonare al padre di mia moglie (in procinto di disconnettere dalla propria figlia) e di mentire su Marty, dicendogli che lui non era mai stato un auditor e men che meno aveva audito Tom Cruise (Michael è stato l’assistente personale di Tom per 15 anni, e tra il 1998 e il 2003 se ne stava quasi sempre seduto fuori dalla porta mentre Marty portava personalmente in session Tom).

Fortunatamente alcune delle persone che non hanno disconnesso dalla nostra “malvagia soppressione” sono stati i miei genitori. Mio fratello li aveva anche chiamati da Flag, con lui c’erano diversi terminali di OSA che controllavano le telefonate e gli ordinavano cosa dire. I miei genitori e quelli della mia 2D si sentirono addirittura offrire un viaggio a Flag per dell’auditing gratuito, trasporto e alloggio pagati… interessante, vero?

Frattanto il nostro gruppo ristretto di cosiddetti amici cominciava a ricevere delle telefonate… l’I/C dell’Inturbolazione di Facebook si era messo al lavoro. Il buon vecchio JoJo Zawawi, in combutta con Brittany Sierra Garrett (vecchia D/CO di AOLA e 2D di Javier Ruiz, che avevo aiutato personalmente, e non poco, a rimettersi in piedi dopo che aveva lasciato la SO) diede il via a una campagna di pettegolezzi contro di noi basata sulle cattiverie riferite da Tom Davis a proposito della nostra situazione… per riassumere, noi saremmo stati “degli SP dichiarati che attaccano la chiesa, sono entrati in gruppi squirrel e stanno cercando di farsi seguire da scientologist upstat”.

I loro sforzi furono ben spalleggiati dalla “polizia Italiana” di Facebook, cioè Ornella D. e Paola L., le quali si presero la briga di diffondere falsità sul nostro conto tra i nostri amici italiani, unendo le forze con i MAA di Flag e i DSA italiani. Qualche amico cercò di resistere, ma lo stress aumentava ora dopo ora perché chi non voleva disconnettere (cioè manteneva me e mia moglie tra i suoi contatti Facebook) veniva minacciato di dichiarazione di Persona Soppressiva.

Nel giro di una giornata i miei amici su Facebook calarono da 600 a 410. Amici con cui ero cresciuto, che conoscevo da dieci anni, gente che consideravamo di famiglia, tizi che avevamo aiutato finanziariamente, persone con cui avevamo contatti di lavoro, personaggi famosi diventati tali grazie al nostro lavoro e al nostro amore incondizionato, dettero un colpo di mouse disconnettendo per sempre dal cyberspazio e anche mentalmente… con un click.

Alcuni ci inviarono una mail o ci lasciarono un messaggio dicendo che volevano incontrarci; viste le dicerie volevano sentire la nostra versione dei fatti. La cosa proseguì per un paio d’ore, mentre – nel giro di due giorni – OSA Int., i MAA di AOLA, quelli di Flag, l’Ufficio del Presidente del CC Int e molti leccaculo volontari avevano personalmente contattato oltre 190 persone del nostro giro. Mi chiedo se avessero indossato anche le Magliette Gialle, [riferimento ai ministri Volontari di Scientology] con qualche tizio di Golden Era a registrare l’evento.😉

Quasi tutte quelle persone hanno raggiunto le vette più alte del Ponte della Chiesa di Scientology [livelli OT, N.d.T.], ma ancora hanno bisogno di una licenza speciale per sopravvivere, devono ANCORA chiedere il permesso prima di poter parlare. Per la chiesa si tratta di materie prime di grande valore, che però hanno un prezzo altissimo: la libertà e l’integrità personali. Auto-determinismo, che cosa significa? Hanno venduto la loro stessa, intera eternità al determinismo di DM… per caso, avete mai sentito parlare di “Command Intention”?

Provate a scoprire chi sono i vostri VERI amici… è un’esperienza davvero illuminante.


Ricordo…

Ricordo quando Scientology era divertente… quando gli scientologist erano veramente SU DI TONO.
Quando i membri dello staff smaniavano per andare sul posto e produrre VFP, quando non erano delle “Particelle di Regging All Hands” 24 ore al giorno, 7 giorni la settimana.

Ricordo quando a CC Int ci si divertiva. Quando non c’erano cricche di celebrità e grossi donatori, elenchi A-B-C-D in ordine di “importanza”. Quando c’era un ambiente cordiale, quando si potevano stringere vere amicizie. Quando Tom Davis era un tizio energico, divertente, upstat e su di tono, quando cazzeggiava con noi, quando andavamo tutti assieme al cinema… i nuovi talenti, le grandi e piccole celebrità tutte assieme, e ricordo anche quando Kristie [Alley] era magra, quando eravamo amici.

Ricordo quando sapevi che una volta terminata una seduta di O/W del FPRD, non l’avrebbero usata contro di te, nel caso avessi deciso di andartene.

TOM DAVIS CON TIZIANO (Back in the days…)

Ricordo quando andare sulla Freewinds o a Flag era un’esperienza rilassante, pacifica, di puro theta.

Ricordo quando il Fort Harrison non era un hotel a 5 stelle, con un presunto trattamento a 5 stelle, ma era costantemente PIENO, e non vuoto come è adesso.

Ricordo quando potevi parlare liberamente della tech con gli amici, fare domande, condividere le tue vittorie e contare sugli amici per avere consigli, senza ritrovarti in “casini di etica”.

Ricordo quando si parlava solo di fenomeni OT e di vittorie Theta e non solo di vittorie MEST o economiche.

Ricordo quei risvegli quando non desideravi altro che andare sul corso, l’emozione di CONOSCERE la parte successive del checksheet, dove l’unico obiettivo dei nostri Supervisori era la comprensione pura e l’applicazione, quando non erano solo un meccanismo che ti spinge attraverso un corso a tempo di record per dimostrare quanto il nuovo line-up di DM è 10 volte più veloce.

Ricordo quando Scientology aumentava realmente il tuo QI e ti rendeva più abile nello sfidare la conoscenza. Quando rendeva Leoni, non pecore timorose e ferite.

Ricordo quando terminavi un esercizio ed eri al settimo cielo perché sapevi VERAMENTE di averlo capito, invece che sentirti già invalidato in partenza perché devi rifarlo altre cinque volte, in base al nuovo checksheet della Golden Age of Tech.

Tiziano e Flavio Lugli con Kirstie Alley

Sfido CHIUNQUE, anche dopo aver passato il test da una sola settimana, a dirmi i 20 Livelli di Tono e i rispettivi numeri di arbitrario che li accompagnano, o a dirmi la 13° Legge del L&N, a ricordare TUTTE le manifestazioni di una Parola Malcompresa. Ricordo quando la piena comprensione concettuale era superiore ai modelli ripetuti a pappagallo.

Ricordo quando potevi portare qualche nuovo amico interessato alle tue vittorie, e gli dicevi “Sì, è Scientology” e anche loro venivano all’org e incontravano persone upstat e su di tono; quando venivano accolti come Esseri, non come Particelle di Divisione 6. Potevano andare e venire liberamente, senza avere alle calcagna i Reg di Div. 6 che li facevano sentire delle nullità al solo scopo di vendergli qualcosa e avere una statistica falsa da mostrare ai loro senior.

Ricordo quando i membri della Sea Org erano lì per i prodotti che creavano, erano cordiali… e l’obiettivo non era la statistica, quella era soltanto un effetto collaterale del loro lavoro. Quando un membro della SO non era semplicemente un ulteriore ostacolo che dovevi cercare di schivare a un event o durante la pausa corso/session, perché cerca costantemente di reggiarti in ogni modo possibile e immaginabile – compra questo, i nuovi libri, le nuove conferenze, vieni al seminario dove cercheremo di venderti qualcosa, c’è un briefing speciale della IAS solo per te, devi attivarti per i Diritti Umani, per il Criminon, per il Narconon, devi lavorare in una missione – e dopo aver detto e fatto di tutto (e tu eri al verde esattamente come prima) – “qualifichi per la Sea Org? Vorrei che tu venissi a vedere questa serie speciale di diapositive…”

La Chiesa di Scientology che conoscevamo un tempo E’ MORTA.

Ciò che è stato perso può essere ritrovato, ciò che un tempo era grande può diventare grandioso… e sicuramente “we come back” [ritorneremo – motto della Sea Org, N.d.T.].

In cima a tutto questo c’è il più grosso traditore di quella libertà che promette di donarti, quello che ha quasi un miliardo di dollari in banca; la torcia della IAS è spenta e morta per sempre.

In questa chiesa tutta votata al conformismo, la scusa del “dissentiamo” resta soltanto un’esca perché i pochi ribelli che si battono per la libertà si rendano schiavi, schiavi a un punto tale che non avrebbero MAI accettato.


Tiziano con madre e padre

Non “giocherellate” mai con la vostra integrità, con la speranza di una qualche libertà futura… non ha mai funzionato in quel modo. Siate VERAMENTE voi stessi, in OGNI passo che compite… qualsiasi sia la strada.

Non potete urlare per calmare qualcuno. Non potete combattere una guerra in nome della pace. Non potete odiare per preservare l’amore e non potete schiavizzare la gente, se state cercando di liberarla.

Non sono mai stato uno schiavo.

Tiziano Lugli
tiziano@tizianolugli.com


6 commenti leave one →
  1. Giovanni Bonzani sei pilla permalink
    22 maggio 2010 11:38 AM

    Caro Tiziano, sono Giovanni Bonzani, so che se ci dovessimo incontrare di persona non mi riconosceresti in quanto sono passati più di tren’anni da quando venivo a casa tua a giocare con te e tuo fratello e tu mi dicevi, come tuo padre ti aveva insegnato: ” bongiani sei pilla”.
    Ho letto con molto interesse la tua storia e ti devo confessare che mi sono commosso. Non ti nascondo che ad un certo punto mi sono fermato e sono uscito in cortile a fare due passi con gli occhi gonfi. Dopo essermi ripreso, mi sono chiesto il perchè di questa reazione e la risposta mi è venuta istantaneamente in quanto mi sono ritrovato davanti ad una persona che in un certo modo mi è molto simile. Il coraggio di esprimere le proprie opinioni e di sentirsi libero di farlo equivale alla “Libertà” che tanto abbiamo combattuto per eoni e che ci hanno fatto credere ed insistono ancora di farcelo credere, di poterla raggiungere con la Chiesa di mischevology. Quelli come noi ce l’hanno . Tu ed io e quelli come noi che si sono ribellati e che sono usciti da questa soppressione ce l’hanno e non sono più disposti a nessun compromesso in quanto la posta è troppo alta. La posta è la nostra libertà spirituale.
    Ti voglio bene,
    Giovanni.

  2. Tiziano permalink
    24 maggio 2010 7:34 AM

    Bonzi!!!!
    Grazie di cuore per il tuo commento…mi fa piacere che molti altri, come te e come me, la pensano allo stesso modo.

    La liberta’ non ha prezzo. L’integrita’ non é cedibile ed il coraggio di avere liberta’ e integrita’ non potra’ mai morire…e noi lo sappiamo bene.

    Io passo da quelle parti verso Luglio…se ci sei ci facciamo un bel pizzino alla faccia della setta!!!

    Un abbraccio.
    T.

  3. jenkins permalink
    3 agosto 2010 4:55 PM

    Caro Tiziano, non ci conosciamo…

    Ho apprezzato alcune tue canzoni che hanno fatto successo in Italia tempo fa e sapevo anche, con piacere, della tua appartenenza a Scientology, oltre al fatto che la fama dei tuoi genitori nella loro professione è ben presente, sia dentro che fuori Scn.

    Non avevo ancora letto il tuo post tradotto, che è di qualche tempo fa, ed il link su quello di Giovanni mi ha fatto venire voglia di conoscere la tua storia… Ti devo ringraziare per averla condivisa.

    Hai toccato, con molta profondità, delle ferite scoperte che ho io e che, credo, abbiamo in molti, sia dentro che fuori dalla attuale ‘Chiesa’. Non posso che capire molte delle sensazioni a cui sei passato attraverso, tradimenti, delusioni ecc. anche se io non ho una storia rocambolesca come la tua e ho vissuto queste cose in forma diversa, e condivido quello che dici.

    Io penso che avere una posizione di “privilegio” (ovviamente si fa per dire, visto quello che hai passato..), in quanto artista, all’interno della Chiesa, possa essere stato ultimamente, per te, tutt’altro che un vantaggio, in quanto la black PR è stata usata nella storia, non solo da Miscavology, per demolire gli artisti.

    Stare di fronte a tutta questa cattiveria e bugie, mentre la ‘chiesa’ indossa come sempre appieno il suo ‘hat’ di rovinafamiglie in pieno stile ‘santa inquisizione’, e riuscire a TENERE la tua integrità nonostante tutto quello che puoi perdere. Ti ammiro per il tuo coraggio, è un onore che tra gli Indie italiani ci sia un combattente come te.

    Non so se la ‘chiesa’ si rende conto dell’uomo che ha perso.

    grazie ancora Tiziano.

    Jenkins

  4. alex permalink
    8 febbraio 2011 10:48 PM

    ciao,tiziano..sn alessandro….mi kiedevo non sentendoti ultimamente in radio…o in giro..ke cosa stessi facendo….poi hofatto zapping su internet..ed eccomi qua….mi piacerebbe approfondire il discorso se ti va!ke ne dici??

  5. Margherita permalink
    10 maggio 2011 1:52 PM

    Tiziano ho letto tutto di fila la tua Dichiarazione.
    Mi è molto piaciuto la tua affermazione chiamando Flag la Mecca della Perversione Tecnica, ci credo dopo quello che ti hanno fatto passare….
    Voglio dirti che sei stato bravo e forte a reagire e non farti implantare. Sei stato il primo italiano a dichiararsi Indipendente dando così il via a tutti quanti gli altri.
    Voglio anche dirti che sei stato fortunato ad avere come genitori Claudio e Renata che ho avuto il piacere di conoscere e costastare personalmente che sono dei thetan davvero speciali.
    Ti auguro che Flavio possa tornare indietro e che la vostra famiglia possa riunirsi.
    Margherita

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...