Skip to content

LISA McPHERSON – NO COMMENT

16 aprile 2010

Il 6° video di Marty Rathbun tratta del caso McPherson. Un caso ATROCE. E’ meglio per chi non conosce il caso avere un po’ di background .

I video e l’articolo che seguono non necessitano di un nostro commento.

Come dice all’inizio il giornalista del Times questo è stato un momento di SVOLTA per la Chiesa di Scientology.

IL VIDEO DI INIZIO DEL

“THE TRUTH RUNDOWN”

BACKGROUND

Il 18 Novembre 1995, al tramonto, Lisa Mc Pherson era a Clearwater alla guida della sua jeep del 1993 quando andò a sbattere contro una barca al traino di un’auto ferma per un precedente incidente. I danni furono scarsi e i paramedici sulla scena che la visitarono non riscontrando ferite. A quel punto Lisa si spogliò completamente in strada e iniziò a camminare. Bonita Ann Portolano, una dei paramedici, l’aiutò a salire in ambulanza. La Sig.ra Portolano ha detto che la Mc Pherson borbottava sul fatto di non aver bisogno di un corpo per vivere, e che si era tolta i vestiti perché cercava aiuto.

In una successiva deposizione la Sig.ra Portolano dichiarò di ritenere che la Mc Pherson pesasse circa 75 kg. “Era una ragazza in piena forma, voluttuosa”.

La condussero al vicino ospedale dove sopraggiunsero sette Scientologist tra cui alcuni senior. Lisa Mc Pherson rifiutò cure psichiatriche e disse che non avrebbe cercato di farsi male, e alla fine fu consegnata alle cure dei compagni parrocchiani.

Nonostante Scientology accetti cure mediche, la Mc Pherson seguiva la convinzione della chiesa che rifiuta cure psichiatriche. La letteratura della chiesa sostiene che gli psichiatri, quando nel 1954 il famoso scrittore di fantascienza Hubbard fondò Scientology, furono pagati dal governo per affermare che fosse una truffa. Nel 1969 la chiesa creò il Citizen Commission on Human Rights  che si suppone debba denunciare e sradicare gli “abusi dei diritti umani della psichiatria.”

Nel Gennaio del 1974 Hubbard scrisse un documento che descriveva il cosiddetto “Introspection Rundown”  atto a curare chi aveva avuto un crollo nervoso. Diceva che la tecnica “alla fine verrà annoverata tra le maggiori scoperte del 20° secolo” e avrebbe tolto di mezzo per sempre la psichiatria.

Il primo passo del Rundown consiste nell’isolare chi ha avuto il crollo per proteggere lui e gli altri. Nessuno ha il permesso di parlargli o di ascoltarlo, eccetto chi da le lezioni che si suppone servano a localizzare e correggere i problemi che l’hanno portato in quella condizione.

Da una stanza di Hotel al Pronto Soccorso

Lisa Mc Pherson passò in isolamento i suoi ultimi giorni, nella camera 174 sul retro del Fort Harrison Hotel. All’inizio un legale della chiesa descrisse ad un reporter locale il soggiorno di Lisa come un periodo di riposo e disse che non aveva ricevuto cure mediche.

Ma 33 pagine di diari scritti a mano raccontano una storia ben diversa. I diari sono stati consegnati l’estate scorsa su ordine del giudice delle udienze preliminari che si occupa del caso.

Sono sono stati tenuti dai membri dello staff che controllavano la Mc Pherson 24 ore al giorno, e le note descrivono una donna le cui condizioni mentali si stavano rapidamente deteriorando, e la cui salute iniziò a peggiorare ben prima della morte.

Già nei primi due giorni di soggiorno, raccontano i diari, la Mc Pherson sputava il cibo e vomitava. Il quarto giorno era pallida come un cencio e febbricitante. Fu spesso descritta come violenta, picchiava chi la accudiva e sbatteva contro le pareti. Se la faceva addosso e aveva allucinazioni in cui diceva di essere Hubbard. Uno dei diari racconta che cercò di lasciare la stanza, nonostante i legali della chiesa dicano che non vi era tenuta contro la sua volontà. Piuttosto, dice uno di loro, la Sig.ra Vaughan, era incapace di badare a se stessa.

Tra coloro che si presero cura di lei c’era la Dott.sa Janis Johnson dell’ufficio medico della chiesa. La Dott.sa Johnson, medico, non ha licenza di praticare in Florida e nel 1993 ha patteggiato restrizioni sulla sua licenza in Arizona dopo che due ospedali avevano criticato l’uso che faceva di ricette per farmaci.

Il 1 Dicembre 1995 la Dott.sa Johnson somministrò a Lisa Mc Pherson dei sonniferi che richiedevano prescrizione medica, e lasciò istruzioni scritte che al risveglio le fossero dati due litri di liquidi.

Kennan Dandar, l’avvocato di parte del patrimonio Mc Pherson, ha detto che due litri sono una gran quantità di liquido e le istruzioni stavano ad indicare che Lisa aveva immediato bisogno di attenzione medica. “Avrebbero dovuto portarla immediatamente all’ospedale” ha detto “E invece l’hanno tenuta lì finché è morta.”

Appunti del 2 e 3 Dicembre indicano che la Mc Pherson aveva bevuto un po’ e a volte era cosciente. I rappresentanti di Scientology sostengono di non riuscire a trovare gli appunti degli ultimi due giorni.

La sera del 5 Dicembre le condizioni di Lisa Mc Pherson deteriorarono al punto che la Dott.sa Johnson cercò aiuto esterno. Dai registri risulta che verso le 19,00 telefonò a uno Scientologist che lavorava come dottore al pronto soccorso dell’ospedale di New Port Richey, Florida, a circa 45 minuti da Clearwater, dove Lisa Pherson fu condotta dalla Dott.sa Jonhson e da un altro staff della chiesa, tralasciando quattro altri ospedali.

All’arrivo, come dimostrano verbali e documenti legali, la Mc Pherson non aveva più battito. Venne dichiarata morta dopo 20 minuti di tentativi di rianimarla.

“Era magra, malridotta, sporca, veramente poco curata” ha detto l’infermiera del pronto soccorso che ha aiutato nella rianimazione.

Si trattava di morte improvvisa e nel rapporto d’autopsia si legge che la Mc Pherson era alta circa 1,75 mt, pesava circa 54 kg., aveva graffi e lividi sulle braccia e sulle mani. La causa di morte fu stabilita in trombo-embolia all’arteria polmonare sinistra causata da grave disidratazione e decubito. Come di routine la polizia aprì un’inchiesta.

In Gennaio la Dott.sa Joan Wood, medico legale della contea, è apparsa a “Inside Edition” la trasmissione televisiva del sindacato. La Wood ha dichiarato che l’autopsia ha stabilito che Lisa Mc Pherson non aveva assunto sufficienti liquidi per i 5/10 giorni precedenti la morte, forse da più tempo ancora. Ha detto che era entrata in stato di inscocienza da 24 a 48 ore prima di morire e che le ferite sulle braccia erano morsi di scarafaggi. “Si tratta del più grave caso di disidratazione che abbia mai visto” ha dichiarato.

La chiesa ha ingaggiato i propri esperti medici. Gli avvocati principali che curano il caso penale, Sig.ra Vaughan e Lee Fugaste, hanno dichiarato in un’intervista che i loro esperti sono in disaccordo con la Dott.sa Wood. A quanto dicono, i dottori della chiesa hanno stabilito che la morte di Lisa Mc Pherson non era in relazione con il soggiorno al Fort Harrison Hotel. I legali hanno rifiutato di rilasciare le generalità degli esperti e hanno aggiunto che il patologo di contea che ha condotto l’autopsia non era d’accordo con alcuni dei rilievi della Dott.sa Wood, e che contestano l’affermazione della paramedico che Lisa, il giorno dell’incidente, pesasse circa 75 kg.

“Uno Scientologist può rifiutare aiuto psichiatrico e può essere curato in accordo con le sue credenze religiose” ha detto la Sig.ra Vaughan. “E se questo può risultare difficilmente comprensibile da chi non sia Scientologist è però parte integrante della sua struttura, religione e credenza. Quando arriveranno testimonianze mediche competenti, quello che vedrete è una donna morta accidentalmente per embolia polmonare.”

LE TESTIMONIANZE DI

MARTY RATHBUN

VIDEO N°6


ALLA FINE DELLA PRIMA PARTE DELL’ARTICOLO “TRUTH RUNDOWN” SI LEGGE:

Alla fine dell’estate del 1995, una donna usciva da una stanza di auditing al Fort Harrison Hotel, alzando le braccia urlò contenta – una cosa che era fuori dal protocollo di comportamento da mantenere vicino alle stanze di auditing.

“Chi è quella?” chiese Rathbun ad un supervisore.

“Quella è Lisa McPherson.”

PARTE 1

PARTE2


No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...